Il domino delle frasi per leggere giocando

il domino delle frasi per imparare a leggere

Molti mi hanno chiesto attività e giochi da fare con i nomi, le parole soprattutto per avvicinare i bambini alla lettura in modo divertente.

Con PF abbiamo fatto molti giochi per imparare a leggere in italiano, soprattutto di movimento perchè aveva bisogno di fare attività che non fossero strettamente “scolastiche”, visto che per lui l’italiano era una materia in piu’ da svolgere dopo il normale orario di lezione.

Tra le varie attività che avevo realizzato per lui c’erano anche dei giochi da tavola, tra cui memory e domino.

I giorni scorsi ho ripescato e rivisto allora questo simpatico domino in cui sono riportate da una parte immagini e dall’altra frasi. Le regole sono come quelle del classico domino, ma invece di unire tessere con immagini uguali, bisogna collegare tra loro una frase all’immagine corrispondente.

Le frasi sono brevi  e scritte tutte in corsivo, in modo da avvicinare alla lettura in modo graduale. Alcune parole pero’ sono piu’ ricercate di altre, cosi’ da favorire anche l’acquisizione di nuovi vocaboli.

 

Qui trovate il kit con le tessere da stampare e ritagliare.

 

Non mi resta che augurarvi buon divertimento e buone letture.

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco delle frasi per imparare a leggere

IMG_5863Per me la lettura è una passione che mi ruba il sonno e occupa il tempo libero. Per PF è altro: un momento in cui ascoltare e in cui farsi coccolare della parole e dalla compagnia di altri. Ne avevo già parlato in questo post, intitolato proprio “bimbi che non amano leggere”.

Incontrando diverse amiche che hanno bambini che iniziano proprio ora ad avvicinarsi alla lettura, ma che non vi si buttano a pesce proprio come PF, ho riflettuto insieme a loro su cosa lo portava a leggere e ad imparare, malgrado non ne andasse matto. Per lui ha sempre funzionato bene quella che io chiamo “la lettura finalizzata”: non leggere per il semplice gusto di leggere, ma per uno scopo. Da piccolo poteva essere risolvere una caccia al tesoro o per giocare insieme agli amici, ora è il poter parlare di un libro con un compagno o condividere con altri qualche scoperta (ama i libri di storia, scienze e i gialli).

Da piccolo quindi ho organizzato un sacco di cacce al tesoro e preparato tanti indovinelli che lo stimolassero ad avvicinarsi al testo scritto in modo divertente e senza stress. Tra i tanti giochi che avevo realizzato, c’era anche il gioco delle frasi: delle semplici schede contenenti un disegno e della parole da riordinare per creare una frase di senso compiuto.

Questa attività ha tante finalità: stimolare la lettura delle singole parole, la loro comprensione e il saper, infine, trovare loro il giusto posto per creare una frase.

Il gioco presenta vari gradi di difficoltà:

  • facile: mostrate le parole e il disegno di una sola frase e chiedete ai bambini di ricostruirla
  • medio: proponete ai bambini 2 o piu’ frasi con i rispettivi disegni (sempre con le parole singole) e chiedete di ricostruirle. Piu’ le frasi saranno diverse fra loro, piu’ l’attività sarà semplice
  • difficile: mostrate una o piu’ frasi senza nessun disegno. La ricostruzione sarà piu’ difficile, tanto piu’ le frasi saranno simili tra loro.

Naturalmente potrete sbizzarrirvi e creare frasi divertenti e pazzerelle, mischiando tutte le parole tra loro.

QUI TROVATE le 24 carte delle frasi DA STAMPARE E RITAGLIARE.

Non mi resta che augurarvi buona lettura!

LEGGI ANCHE…

 Post di Paola Misesti

Continue Reading

La tombola della casa per imparare le parole

Le tombole sono sempre piaciute parecchio a PF. Ve ne sarete di certo accorti, visto che in questi anni ne ho condivise parecchie: la tombola delle attività, quella degli alimenti, quella degli animali, delle parole, delle stagioni

tombola per imparare le parole di casa

Qualche settimana fa una mamma mi ha fatto una richiesta precisa: le serviva una tombola che avesse per tema gli oggetti di casa. Non ci ho pensato su molto e mi sono messa subito a realizzarla.

Qui trovate il Kit completo con il tabellone e le cartelle.

Ho creato 3 tipi di tabellone: uno con solo immagini, uno con immagini e nomi e uno con solo nomi. Per creare le tessere da estrarre a sorte, basta scegliere uno dei tre tabelloni e ritagliarne i quadrati che lo compongono. In questo modo potrete scegliere il gado di difficoltä da dare alla tombola: facile usando solo le immagini, medio usando nomi ed immagini o difficile usando solo i nomi.

Altre idee prese in rete:

 

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco delle rime… per imparare divertendosi

Qualche settimana fa, qualcuno di voi mi aveva chiesto giochi ed attività sulle parole in rima.

Avevo dei giochi che avevo preparato a PF già 2 anni fa, ma che non avevo mai postato sul blog. Cosi’ sono andata a ripescarli e ho ritrovato il nostro gioco delle rime che vi presento oggi.

il gioco delle rime da stampare gratis

Il gioco è composto da  un mazzo di 48 carte contenente parole che fanno rima tra loro (2 a due) con relative immagini. Le carte sono contraddistinte da due colori, viola e rosso: ad ogni parola in rosso corrisponde una parola in rima in viola. Naturalmente i colori sono solo sull’immagine, in modo che il retro delle carte sia uguale e non identificabile.

Le regole del gioco:

Si mischiano le carte e se ne distribuiscono in numero uguale ad ogni giocatore. I partecipanti si troveranno quindi in mano carte sia viola che rosse.

Inizia il gioco il giocatore piu’ giovane, che scarterà una carta a sua scelta. Sarà il turno del secondo giocatore, che potrà prendere dal tavolo la carta scartata solo se avrà una carta con la parola in rima, in caso contrario scarterà una carta qualunque a sua scelta, deponendola al fianco della prima e passando il turno al giocatore successivo. Se questo giocatore ha una carta in rima con quelle precedenti potrà “mangiare” la carta o le carte corrispondeti alla sua rima. Le carte mangiate non finiranno nel mazzo di chi le ha raccolte, ma verrano accumulate a parte e non potranno essere “rubate” dagli avversari.

Una volta terminate tutte le carte del mezzo, vince chi ha il maggior numero di carte “mangiate”.

Naturalmente le carte potranno essere usate in tanti altri modi:

  • come un classico memory
  • come un gioco di abbinamenti: con tutte la carte visibili, bisognerà abbinare quelle che fanno rima tra loro
  • come semplici carte per imparare nomi e relativi articoli

Qui trovate le carte da stamare per giocare anche voi al nostro GIOCO DELLE RIME. Spero che le nostre carte vi piacciano.

Non mi resta che augurarvi buon divertimento.

LEGGI ANCHE...

Post di Paola Misesti

Continue Reading

I dadi delle storie

i dadi delle storie

“Raccontare, raccontare, raccontare” questo è ormai diventato il motto di PF!

Sia a scuola che al corso di italiano PF è invitato sempre a raccontare di sè e di cio’ che gli succede durante la giornata. La sua capacità di raccontare i fatti, di usare un vocabolario ricco, di porre domande agli altri e di ripetere cosa gli altri hanno detto nel gruppo viene valutata… anche se lui non lo sa! A PF piace raccontare perchè è un gran chiacchierone e per nulla timido, cosi’ gli viene facile partecipare a questi momenti e si arrabbia quando non viene scelto.

Sfruttando tutto cio’, per rafforzare il suo vocabolario (sia in tedesco che in italiano), ho realizzato un po’ di attività tra le quali “i dadi delle storie”. Ne esistono in commercio vari tipi tutti bellissimi, ma io avevo bisogno di qualcosa di specifico da poter variare a piacimento. Realizzarli  in casa è un gioco da ragazzi e inoltre potevo scegliere e aggiungere  immagini e dadi di volta in volta. Ho scelto figure  volutamente ambigue, in modo che ognuno puo’ interpretarle come piu’ gli piace. Per esempio l’immagine della mongolfiera potrà significare l’oggetto oppure l’atto di volare…

Usare i dadi è semplice, noi li utilizziamo in questo modo:

Versione 1: ognuno di noi ha in mano due dadi e li tira a turno. In base all’immagine che compare sui propri dadi dovrà raccontare una storia che dovrà collegarsi a quella del giocatore precedente. Ci diamo un tempo massimo sia per finire il turno (1,2 o 3 giri di clessidra) sia per finire la storia.

Versione 2: i dadi vengono lanciati tutti insieme e a turno ogni giocatore deve scegliere un dado e raccontare una storia collegandosi a quella degli altri partecipanti. Quando tutti i giocatori hanno finito il proprio turno, i dadi verranno rilanciati e cosi’ via fino al completamento del racconto. Anche qui ci diamo un tempo massimo sia per terminare il proprio turno che la partita.

Come vedete il gioco è facile e divertente e puo’ essere fatto in qualsiasi lingua.

Se volete provare anche voi, ecco qui gli 8 dadi delle storie da  stampare ed assemblare!

Non mi resta di augurarvi buone storie!

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

La tombola delle parole

tombola parole stampare gratis

La tombola è stata per molto tempo uno dei giochi preferiti di PF. Ne avevo create per ogni occasione:  di natale, sugli animali, sul cibo, sulle attività, sulle stagioni.

Poi abbiamo perso l’entusiasmo per questo gioco e le nostre timbole sono rimaste li’ a riposare.

Per questo Natale volevo pero’ rispolverarle e magari proporgli qualcosa di nuovo. Cosi’ quano l’altro giorno in libreria ho visto una tombola delle parole (in tedesco) non ho potuto resistere a creargliene una.

Questa tombola funziona cosi’!

Il cartellone principale è formato da quadrati che hanno un’immagine e il nome corrispondente, mentre le cartelle contengono solo le parole.

In questo modo i partecipanti  per giocare devono per forza leggere ed abbinare il nome chiamato alla giusta casella. Un buon modo per allenarsi alla lettura!

Ho creato tre tipi di tessere da estrarre a sorte: quelle con le immagini ed il relativo nome, quelle solo con le immagini e quelle solo con il nome. Scegliete voi quelle che preferite usare!

Ecco qui la nostra  TOMBOLA DELLE PAROLE da scaricare! Non vi resta che stamparla e ritagliarla.

Spero vi piaccia!

Continue Reading