Apprendere attraverso il gioco: La mia prima fattoria creativa

Apprendere attraverso il gioco” è una rubrica dove raccolgo tutti quei giochi che per le loro caratteristiche promuovono, stimolano e facilitano l’apprendimento e che ritengo particolarmente validi.

Oggi voglio presentarvene uno magnifico dell‘HEADU per giocare con la creatività, inventando storie ed allenando la manualità La mia prima fattoria creativa

Il gioco contiene un kit con tutto il necessario per costruire e decorare una fattoria in 3D, insieme a tanti soggetti sagomati raffiguranti animali, persone, oggetti e macchine che si trovano in una fattoria.

Per decorare la fattoria troverete carta velina, fogli di feltro, modelli con disegni da ritagliare, pennarelli, colla e un paio di forbici.

Il gioco è utile per:

  • allenare la concentrazione e l’attenzione
  • esercitare la manualità
  • stimolare la creatività e la fantasia
  • imparare gli animali e gli elementi che si trovano in una fattoria
  • manipolare materiali diversi
  • accrescere il vocabolario

Il gioco mi piace anche perché:

  • i soggetti sagomati e il kit per costruire la fattoria sono di cartone spesso e molto resistente
  • i materiali da usare per decorazione sono diversi e stimolano la manualità ed il tatto
  • l’attività può essere svolta autonomamente
  • le istruzioni sono chiare e il kit è facile da montare
  • vi sono anche suggerimenti su come decorare i vari elementi

Come si gioca:

I bambini possono divertirsi, utilizzando i vari materiali, a realizzare la loro fattoria.

Una volta pronta possono giocare a creare tante storie e situazioni diverse.

VARIANTI DI GIOCO

Una delle caratteristiche che preferisco dei giochi  HEADU è la loro versatilità , perché gli elementi che li compongono sono studiati attentamente e possono essere riproposti tenendo anche conto dell’età, delle particolarità e delle caratteristiche dei bambini.

Ecco alcune varianti a cui ho pensato:

ALLA SCOPERTA DELLA VITA IN FATTORIA

Per presentare l’attività o continuare a giocare si può utilizzare un simpatico libretto da colorare che ho creato, in cui vengono presentati alcuni animali ed elementi che i ritrovano in una fattoria.

Trovate il libretto da stampare qui:

SOPRA, SOTTO, VICINO, LONTANO…

Una volta costruita la fattoria, si possono utilizzare i vari elementi per imparare ed allenarsi a riconoscere le coordinate spaziali: destra sinistra, vicino, lontano, sopra, sotto…

Basterà posizionare e spostare i vari elementi in punti diversi e chiedere ai bambini di spiegare dove si trovano.

***********************************

Ringrazio la HEADU per avermi inviato questo splendido gioco.

Per saperne di più su questo ed altri giochi ed eventualmente acquistarli, vi rimando al ricchissimo sito diHEADU dove troverete anche molte informazioni sulla loro mission e il loro metodo “Lifelong Playing Headu” volto a promuovere, stimolare e mobilitare le intelligenze multiple dei bambini attraverso il gioco, con dispositivi didattici divertenti e orientati alla formazione di competenze essenziali o utili ad allenare in modo spontaneo e non forzato una capacità di apprendimento permanente.

***********************************

Chi è in cerca di altri divertenti giochi educativi può dare un’occhiata ai post della rubrica apprendere attraverso il gioco

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il memory degli animali che vanno in letargo

L’inverno si avvicina così ho ripreso in mano le schede, da completare insieme ai bambini, per scoprire insieme gli animali che vanno in letargo.

Mentre ci lavoravamo, mi è venuto in mente una divertente attività legata proprio a questi animali: un memory speciale da costruire con loro.

Ho creato così 8 carte in cui vengono rappresentati gli animali.

Sono però delle carte speciali perché si aprono e chiudono nascondendo le immagini. Un po’ come fosse una tana, in cui gli animali si ritirano per il letargo.

Le regole del gioco sono quelle classico memory. In questo caso le carte non devono essere girate, ma è sufficiente che le “porte delle tane” siano chiuse.

Realizzare le carte è molto semplice:

  • stampate due volte tutte le schede (ricordatevi che è un memory)
  • ritagliate seguendo i contorni e tagliate a metà i cerchi, seguendo la riga che li divide in mezzo,
  • colorate gli animali
  • Incollate le alette dietro alle carte. In questo modo le due alette che compongono le porte della tana possono aprirsi e chiudersi liberamente.

A questo punto il memory è pronto.

È sufficiente mischiare le carte e distribuirle sul tavolo da gioco. A turno i bambini apriranno due tane alla volta alla ricerca degli stessi animali.

Le carte possono essere ulteriormente abbellite. Noi per esempio abbiamo utilizzato delle foglie secche per decorare le porte della tana.

Trovate le carte da stampare qui :

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

I 10 gufetti: un libretto per imparare i numeri

“In un bosco lontano 10 guffetti si tengon per mano. Tutti diversi, ma amici tra loro sanno che l’amicizia è proprio un tesoro. Si sono incontrati in una giornata di vento e loro cuore ne è stato contento”.

Inizia così la divertente storia in rima che ho realizzato per i bimbi più piccoli per imparare numeri e quantità e che ha per protagonisti 10 allegri gufetti.

Ogni pagina è dedicata ad un numero da 1 a 10. Vi è un disegno e una breve rima che racconta la storia dei gufi e presenta un numero.

I bambini possono abbinare il numero alla quantità contando i gufetti presenti sulla pagina.

Tutte le immagini sono in bianco e nero in modo che i bimbi possono divertirsi a colorare e personalizzare il libretto.

Per continuare a giocare con i gufi e con i numeri potete anche stampare i 10 personaggi e colorarli. Li trovate in questo post.

Il libretto da stampare invece lo trovate qui sotto:

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di libri sull’autunno, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata a questo tema

Nelle altre bacheche inoltre troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco dei 10 gufetti

“In un bosco lontano 10 guffetti si tengono per mano. Tutti diversi, ma amici tra loro sanno che l’amicizia è proprio un tesoro. Si sono incontrati in una giornata di vento e loro cuore ne è stato contento”.

Inizia così la divertente storia in rima che ho realizzato per i bimbi più piccoli per imparare numeri e quantità. Ha per protagonisti 10 allegri gufetti.

Per introdurla ho creato una divertente attività per giocare con numeri e colori.

Le regole del gioco sono semplicissime: i bambini dovranno colorare i disegni in bianco e nero dei 10 gufetti in base al numero uscito su di un dado.

Il kit del gioco comprende:

  • una leggenda in cui per ogni numero corrisponde un colore
  • 10 disegni in bianco e nero di gufetti
  • un dado da costruire

Il gioco è utile per

  • Imparare i colori
  • Imparare i numeri
  • Imparare a leggere una legenda abbinando numero, quantità, colore
  • Allenare la manualità

I disegni una volta colorati potranno essere utilizzati come decorazione, per creare una simpatica ghirlanda autunnale o come personaggi per creare storie e racconti.

Presto pubblicherò anche la storia in rima dei gufetti! Ecco per voi un’anteprima

Trovate il kit da stampare qui…

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di libri sull’autunno, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata a questo tema

Nelle altre bacheche inoltre troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Le fatine dell’autunno: un libretto in rima per scoprire l’autunno e i suoi colori

Io adoro l’autunno e i suoi fantastici colori.

Per parlarne con i bambini ho creato un libretto in rima tutto da colorare: Le fatine dell’autunno.

Quattro simpatiche fate sono le protagoniste di questa storia. Ad ognuna è dedicato un colore ed il dono di colorare la natura durante questa stagione: la fatina Gìa colorerà tutto di giallo, Ross di rosso, Ari di arancione e Mary di marrone.

Hanno però un problema: non hanno le ali e i bambini devono aiutarle creandogliele.

Ecco allora che insieme al libretto trovate anche le quattro fatine a cui i bambini dovranno aggiungere le ali. Per far questo i miei bimbi hanno utilizzato le foglie.

È sufficiente stampare i file che trovate sotto, colorare le fatine, ritagliarle e creare le alette.

Il libretto così come le fatine sono in bianco e nero.

Qui sotto trovate i file da stampare:

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Apprendere attraverso il gioco: Flashcards Colors Montessori

Apprendere attraverso il gioco” è una rubrica dove raccolgo tutti quei giochi che per le loro caratteristiche promuovono, stimolano e facilitano l’apprendimento e che ritengo particolarmente validi.

Oggi voglio presentarvene uno magnifico dell‘HEADUpensato per giocare con i colori: Flashcards Colors Montessori

Il gioco è composto da 40 tessere che rappresentano 10 colori: rosso, arancione, giallo, verde, blu, viola, marrone, fucsia, grigio e nero.

Ciascuna tinta è presentata in una 4 carte: 1 con il colore base e 3 in diverse gradazioni.

Sul retro delle tessere graduate vi è una foto con un soggetto colorato con la stessa tonalità del fronte.

Questo materiale è ispirato al metodo di Maria Montessori e permette ai bambini di riconoscere colori e gradazioni in autonomia.

Il gioco è utile per:

  • allenare la concentrazione e l’attenzione
  • imparare i colori nelle loro diverse tonalità
  • riconoscere i colori in oggetti comuni
  • accrescere il vocabolario
  • allenare l’autonomia

Il gioco mi piace anche perché:

  • le tessere sono grandi e maneggevoli
  • i soggetti delle carte sono fotografati rendendo più facile per i bimbi il riconoscimento e l’abbinamento colore-oggetto
  • l’attività può essere svolta autonomamente

Come si gioca:

Le tessere si prestano a vari giochi.

RICONOSCERE COLORI E GRADAZIONI. Posizionate sul tavolo le carte con i colore “base”. Distribuite poi in ordine sparso quelle con i colori della stessa gradazione.
Scegliete una carta “base”, nominate ad alta voce il nome del
colore ed invitate il bambino a trovare le carte uguali, confrontandone la tonalità mettendole vicine. Iniziate con pochi colori per poi aumentarne il numero.

METTERE IN GRADAZIONE Create delle piccole sequenze di colori dalla
più scura alla più chiara e fatele osservare ai bambini. Mischiate ora le carte e chiedete di ricomporre le sequenze. Anche qui iniziate con pochi colori per poi aumentarne il numero.

SOGGETTI COLORATI Dopo aver formato le gradazioni dei colori invitate il bambino a girare le carte, una alla volta. In questo modo scoprirà che per ciascuna gradazione esiste un oggetto che ha quel colore.
Invitate ora il bimbo a pronunciare il nome degli oggetti ad alta voce.

VARIANTI DI GIOCO

Una delle caratteristiche che preferisco dei giochi  HEADU è la loro versatilità , perché gli elementi che li compongono sono studiati attentamente e possono essere riproposti tenendo anche conto dell’età, delle particolarità e delle caratteristiche dei bambini.

Ecco alcune varianti a cui ho pensato:

IL DADO DEI COLORI

Mischiate tutte le tessere e disponetele sul tavolo da gioco in modo che i colori siano ben visibili da tutti i giocatori.

A turno i bambini lanciano il dado e devono recuperare il più velocemente possibile le tessere del colore uscito. Una volta presa, la carta o le carte rimarrà al giocatore e non potrà essere più rubata da nessuno.

Vince il giocatore che ha recuperato più tessere.

La difficoltà è data dal fatto che sul tavolo da gioco ci sono più colori rispetto a quelli contenuti nel dado. Se i bambini sono molto piccoli, potete scegliere solamente i colori del dado.

Qui trovate il dado da stampare:

PESCA E DESCRIVI

Prendete le carte che contengono le foto, mischiatele e disponetele sul tavolo da gioco in modo che sia visibile solo il colore e non l’immagine.

A turno i bambini pescano una carta e devono descrivere la foto rappresentata senza mai nominarne il nome. Gli altri giocatori devono cercare di indovinare l’oggetto descritto. Chi lo indovina prende la carta.

Vince chi ha il miglior maggior numero di tessere.

INVENTIAMO UNA STORIA

Prendete le carte che contengono le foto, mischiatele e disponetele sul tavolo da gioco in modo che sia visibile l’immagine. A turno i giocatori prendono la scelta una delle carte e inventano una storia partendo dall’oggetto rappresentato.la durata del racconto può essere decisa prima dell’inizio del gioco oppure quando le carte terminano.

***********************************

Ringrazio la HEADU per avermi inviato questo splendido gioco.

Per saperne di più su questo ed altri giochi ed eventualmente acquistarli, vi rimando al ricchissimo sito diHEADU dove troverete anche molte informazioni sulla loro mission e il loro metodo “Lifelong Playing Headu” volto a promuovere, stimolare e mobilitare le intelligenze multiple dei bambini attraverso il gioco, con dispositivi didattici divertenti e orientati alla formazione di competenze essenziali o utili ad allenare in modo spontaneo e non forzato una capacità di apprendimento permanente.

***********************************

Chi è in cerca di altri divertenti giochi educativi può dare un’occhiata ai post della rubrica apprendere attraverso il gioco

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Apprendere attraverso il gioco: Laboratorio scrivo e leggo Montessori

Apprendere attraverso il gioco” è una rubrica dove raccolgo tutti quei giochi che per le loro caratteristiche promuovono, stimolano e facilitano l’apprendimento e che ritengo particolarmente validi.

Oggi voglio presentarvene uno magnifico dell‘HEADUpensato per imparare a scrivere e leggere: il Laboratorio scrivo e leggo Montessori.

Si tratta di un kit completo per imparare a scrivere e leggere, giocare con numeri e figure.

Il gioco è composto da:

  • 1 scatola in legno per contenere tutto il materiale
  • 1 lavagna per scrivere e disegnare
  • 80 flashcards con l’alfabeto in stampatello e corsivo con immagini e lettere in rilievo
  • 78 lettere mobili in stampatello e corsivo
  • 10 carte con numeri in rilievo e immagini per indicare le quantità
  • 55 gettoni da usare in abbinamento alle carte con i numeri
  • 5 flashcards con forme e relativo nome
  • 1 cartoncino con i 5 stencil delle forme
  • 6 pennarelli colorati cancellabili

Il gioco è utile per:

  • esercitare la manualità fine
  • imparare l’alfabeto sia in stampatello che in corsivo
  • associare la grafia delle lettere con i loro suoni
  • conoscere i numeri e le quantità fino a 10
  • imparare a scrivere e leggere
  • ampliare il vocabolario
  • imparare forme e colori

Il gioco mi piace anche perché:

  • le flashcards sono grandi e maneggevoli
  • le vocali e le consonanti hanno colori diversi
  • lettere e numeri sono in rilievo
  • le lettere mobili sono di grandi dimensioni
  • la scatola di legno consente di organizzare il materiale e tenerlo in ordine
  • i disegni sulle carte consentono di abbinare facilmente la grafia della lettera al suono e di avviare i bambini alla scrittura
  • sono presenti anche carte con suoni e grafia “difficili” sia in stampatello che corsivo
  • il cartoncino con i 5 stencil delle forme avvicina il bambino alla figure geometriche in maniera divertente
  • le carte delle forme sono di diversi colori e si incastrano perfettamente negli stencil allenando il bambino sia nella manualità fine che nel riconoscimento di figure e colori

Come si utilizza il kit:

Le possibilità di utilizzo sono davvero tantissime.

DISEGNARE PER ALLENARE LA MANO ALLA SCRITTURA

Usando gli stencil delle forme o semplicemente a mano libera i bambini possono divertirsi a disegnare sulla lavagna cancellabile

RICONOSCERE LE LETTERE ATTRAVERSO IL TATTO

Le lettere contenute nelle carte sono in rilievo, così i bambini attraverso il tatto possono riconoscerne la forma, analizzarla e memorizzarla

ASSOCIARE LE LETTERE AI SUONI

Le flashcards oltre alle lettere contengono sul retro anche un’immagine e la relativa parola che la descrive, la cui lettera iniziale è proprio quella a cui è dedicata la carta. In questo modo i bambini possono associare con facilità la grafia con il suono corretto della lettera.

Le carte con suoni e grafia “difficili” come per esempio CE, GN, GHI, SCI risultano utilissime per fare l’associazione suono/scrittura corretta.

COMPORRE PAROLE CON LE LETTERE MOBILI

Tenendo come modello le parole contenute nelle flashcards i bambini possono divertirsi a scrivere, utilizzando le lettere mobili, le prime parole.

Essendo le lettere mobili sia in corsivo che in stampatello, i bambini possono riprodurre le parole in tutte e due i caratteri.

GIOCARE A SCRIVERE

Usando come modello le parole contenute nelle flashcards e quelle scritte con le letterine mobili, i bimbi possono iniziare a scrivere sulla lavagna cancellabile le prime parole.

GIOCARE CON I NUMERI

Il kit comprende anche 10 carte contenenti numeri ed immagini che ne indicano la quantità nonchè 55 gettoni rossi.

I bimbi possono imparare i numeri, riconoscerne la scrittura attraverso il tatto, divertirsi a contare usando i gettoni e le immagini.

IMPARARE FORME E COLORI

Utilizzando gli stencil, le carte e le forme i bambini possono giocare a riconoscere ed abbinare forme e colori.

VARIANTI DI GIOCO

Una delle caratteristiche che preferisco dei giochi  HEADU è la loro versatilità , perché gli elementi che li compongono sono studiati attentamente e possono essere riproposti tenendo anche conto dell’età, delle particolarità e delle caratteristiche dei bambini.

Ecco alcune varianti a cui ho pensato:

GIOCHIAMO CON LA FANTASIA

Usando le forme invitiamo i bambini a completare e creare disegni sempre diversi. In questo modo li avviciniamo alle figure geometriche e ai colori in maniera divertente e creativa.

AVVICINIAMOCI AL CORSIVO CON IL GIOCO

È possibile utilizzare il cartone che contiene le lettere mobili come uno stencil. I bimbi possono cioè scrivere negli spazi lasciati vuoti dalle lettere riproducendo le lettere stesse. In questo modo si avvicineranno alla scrittura di questo carattere, che risulta piú complesso, in maniera giocosa e facilitata.

GIOCHIAMO CON LE OPERAZIONI

Usando le carte dei numeri e i gettoni è possibile avvicinare i bambini alle operazioni.

Inizialmente si potranno usare le carte dalla parte delle immagini per facilitare il conteggio. Una volta che i bambini avranno preso dimestichezza si potranno usare le carte dalla parte delle cifre.

***********************************

Ringrazio la HEADU per avermi inviato questo splendido gioco, che troverete prestissimo sul loro sito .

Per saperne di più su questo ed altri giochi ed eventualmente acquistarli, vi rimando al ricchissimo sito di HEADU dove troverete anche molte informazioni sulla loro mission e il loro metodo “Lifelong Playing Headu” volto a promuovere, stimolare e mobilitare le intelligenze multiple dei bambini attraverso il gioco, con dispositivi didattici divertenti e orientati alla formazione di competenze essenziali o utili ad allenare in modo spontaneo e non forzato una capacità di apprendimento permanente.

***********************************

Chi è in cerca di altri divertenti giochi educativi può dare un’occhiata ai post della rubrica apprendere attraverso il gioco

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Alla scoperta del corpo umano: un libretto che si trasforma in un gioco

Il corpo umano è affascinante. Scoprire come funzionano i muscoli, le ossa e gli organi è davvero entusiasmante.

Ho creato per i miei bambini alcuni materiali per scoprire il nostro corpo; tra questi un libretto che si apre a ventaglio e alcune carte.

Ho realizzato 6 immagini di bambini che rappresentano visivamente come siamo fatti: lo scheletro, il sistema circolatorio e quello nervoso, gli organi interni…

Aprendo il libretto è possibile osservare il nostro corpo in ogni sua parte.

Con le carte poi il libro si trasforma in un divertente gioco di ricerca.

Mescolate la carte e estraetene una alla volta dal mazzo, cercando di trovare l’organo rappresentato sulla carta all’interno delle immagini del corpo umano.

Creare il libretto è molto semplice:

Stampate il modello che trovate più sotto e ritagliate le varie sagome dei bambini. Praticate un foro in cima alla testa e fissate i disegni con un fermacampione. Il bambino con i vestiti dovrà essere la prima immagine del vostro libretto.

Ora il libretto si aprirà facilmente a ventaglio.

Per giocare con le carte, sarà sufficiente ritagliarle.

Trovate il tutto da stampare qui:

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

Se siete in cerca di LIBRI E GIOCHI per scoprire il corpo umano, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata a questo tema. 

Nelle altre bacheche inoltre troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

La tombola dell’autunno da colorare

Trovo molto utili le tombole con immagini perché aiutano i bambini ad imparare o ripassare nuovi vocaboli, ad esercitarsi a fare descrizioni e ad allenare l’attenzione.

Ho creato tempo fa una divertente tombola autunnale a colori per divertirsi parlando di questa bellissima stagione.

Ho deciso però di realizzarne una anche in bianco e nero, in modo che i bimbi possano personalizzarla come vogliono. Inoltre colorandola i bambini più piccoli riescono più facilmente a memorizzare parole e immagini.

La tombola è composta da un tabellone, 25 bussolotti e 28 cartelle.

Come realizzare la vostra tombola:

Stampate il file che trovate qua sotto. Ritagliate i bussolotti e le cartelle.

Se volete che la tombola sia più resistente potrete incollare i fogli su del cartone e plastificarli.

Il vostro gioco è pronto!

Distribuite le cartelle e inserire i bussolotti in un sacchetto. Può iniziare il divertimento!

Qui trovate la tombola da stampare:

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

I barattoli sensoriali fai da te

Le attività sensoriali sono molto divertenti e permettono ai bambini di fare esperienze usando i propri sensi.

Ricordiamo che i bimbi, soprattutto molto piccoli, utilizzano proprio i loro sensi per scoprire il mondo. Questi tipi di attività sono quindi per loro congeniali.

Per i bambini piu’ grandi significa invece recuperare e risperimentare, magari in ambiti inusuali, questo tipo di modalità di rapportarsi con la realtà, di apprendere e di imparare.

Ho creato un’attività divertente usando del semplice cartone e dei semi, che si può presentare in vari modi.

Ho realizzato tanti barattoli di cartone, su ognuno dei quali ho incollato semi o farina. Parallelamente ho creato anche dei cucchiai e un dado usando gli stessi materiali.

Come utilizzarli:

  • il gioco dei riconoscimenti. Posizionate i barattoli in fila e mettete in un sacchetto i cucchiai. I bimbi dovranno, usando solamente il tatto, abbinare i cucchiai e ai barattoli.
  • il memory. Mettete sul tavolo da gioco barattoli e cucchiai con la parte tattile non visibile. Usando solamente il tatto, i bimbi dovranno cercare di abbinarli insieme. Vince chi avrà fatto più abbinamenti
  • il gioco di velocità. Posizionate i barattoli sul tavolo con la parte tattile visibile. A turno i bimbi tirano il dado e devono recuperare il più velocemente possibile il barattolo il cui contenuto è rappresentato sulla faccia del dado.

Se i bambini sono molto piccoli e mettono le cose in bocca, mi raccomando di vigilare e fare molta attenzione!

Realizzare il gioco è molto semplice.

Io ho usato:

  • modelli di barattoli, cucchiai e dado (che trovate sotto da stampare)
  • colla – UHU Glue Pen
  • cartoncino rigido
  • semi e farine vari: lenticchie, fagioli, ceci, mais, mandorle, noci, pepe, nocciole, farina bianca, di grano saraceno, di mais…

Ho ritagliato i modelli di barattoli e cucchiai, appiccicandoli su del cartone rigido. Ho poi incollato i semi e lasciato asciugare il tutto.

Per il dado ho stampato il modello, l’ho appiccicato su di un cartoncino rigido e ho poi incollato i semi lasciando asciugare il tutto.

Naturalmente potete costruire quanto barattoli , cucchiai e dadi volete, basta stampare i modelli e lasciar libera la fantasia.

Qui trovate i modelli da stampare:

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading