Impariamo le forme

forme-baseDopo i colori, ecco un’attività per imparare le forme…

E’ possibile abbinare le forme tra loro, dopo averle distribuite sul tavolo, oppure usare le carte come un  Memory. Piccolo Furfante preferisce la seconda attività, ma questa è questione di gusti!

Ed ecco i modelli che ho creato per costruire le nostre carte.

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Colori, colori ed ancora colori

dscn4177Oggi purtroppo è una giornata piovosa e, così, costretti in casa abbiamo dovuto inventarci un po’ di attività. Eccone due semplici e divertenti  sempre incentrate sull’apprendimento dei colori.

Abbiamo rovesciato una scatola di  cannucce colorate su un tavolo e abbiamo giocato a chi ne raccoglieva  il maggior numero di un stesso colore, estratto a sorte o nominato. L’uso del cronometro (io uso un timer da cucina) ha movimentato il gioco.

Sempre con le cannucce è possibile realizzare un’attività più “calma” : disponendo vari contenitori si chiede di dividere per colore le cannucce sparse sul tavolo. Questo gioco però ha riscosso meno successo del primo! C’era da immaginarselo!

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Costruiamo una storia

propp2Rimettere in ordine i miei vecchi quaderni delle attività che svolgevo a scuola, è stato un po’ come scoperchiare il vaso di Pandora: ne sono usciti tantissimi ricordi, ma anche le mie tantissime idee che cercavo con entusiasmo di proporre e mettere in pratica.

Tra queste ho ritrovato un’attività che mi piaceva molto e che realizzavo con i bambini delle elementari (dagli 8 anni in su): la costruzione di storie attraverso l’uso delle carte di Propp.

Queste carte sono state pensate a partire dalle analisi svolte da Propp (etnologo sovieto) sulla struttura della fiaba popolare. Propp, nei suoi studi, aveva individuato 31 funzioni che, articolate e combinate  tra loro, sono in grado di descrivere la forma delle fiabe.  Non tutte le funzioni sono presenti nelle fiabe, così come la loro succesione non è fissa, ma può variare arbitrariamente.

Aiutandosi con queste carte è così possibile costruire ed inventare sempre  nuove storie, divertendosi a giocare con la propria fantasia ed immaginazione.

Girando un po’ in rete, mi sono imbattuta in un sito che permette di scaricare gratuitamente le carte www.minidisegni.it, mentre, per avere un’idea di come poterle utilizzare, consiglio di leggere questa interessante esperienza che ho trovato su www.scuoladibase.it . Per avere, infine, tante nuove idee e suggerimenti consiglio  “La grammatica della fantasia” di Gianni Rodari, testo da cui (all’epoca) avevo preso l’idea e che è stato per me fonte di ispirazioni per molte attività.

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Il gioco dei colori

colors1Ecco un simpatico gioco per imparare i colori divertendosi: basta, infatti, abbinare le carte alle relative schede colore ed il gioco è fatto. Giocare in due o più persone risulta più divertente o anche giocare a tempo, con l’aiuto di un semplice timer da cucina.

Una volta create al computer le schede e le carte, è stato sufficiente stamparle, ritagliarle e plastificarle.

Per chi volesse ricreare questo gioco a casa, ecco il file con le immagini che ho utilizzato.

Buon divertimento!

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Sourdough Italian Pizza

Making pizza at home is always a fun and yummie experience. Making it from scratch, using sourdough starter is a great thing to do when you have spend a rainy weekend at home. You start on Friday night by gently awakening the starter…

Get a small piece of starter from the fridge, the size of a plum (8 oz, 100g). Cut it in pieces, place in a bowl, mix it with 1 cup of water and 1 cup of unbleached, organic wheat flour. It must be fluid. Cover it with a ‘press and seal’ foil. Cover the foil with a fabric sheet. It must remain moist. Let it rest the whole night.

The morning after it will be very bubbly and have a very stingy, sour smell. By that, you can tell you that your starter is still very active.

In another bowl, put 2 cups of flour and 2 teaspoons of sea salt. Add a tablespoon of olive oil. Mix well.

Slowly add the liquid starter and keep mixing. Knead for 10-15 minutes until very smooth and resilient.

Put it back in the bowl. Cover with a ‘press and seal’ foil and the fabric sheet. Let it rest and raise for 4/6 hours.

Once well raised, remove it from the bowl, knead it and cut in small bowls of 1/2 lb (225 g) each. The balls will have to rest and raise again for about 1 hour. Make sure you cover them with a plastic foil and a fabric sheet (better if humid).

By Saturday evening you should be able to make, bake and eat your pizza!

Turn on the oven at the max temperature (450F, 230C). If you have it, place the oven stone in it. It will help to cook your pizza to perfection.

Flatten a dough ball with your hands. Distribute tomato sauce and mozzarella crumbs on it. Put it on a oven foil (it will help to place it in the oven).

Place it in the ovenand let it cook until the crust gets slightly burned and the mozzarella is perfectly melted.

Remove from the oven, place it on a wooden plate and spread dried origano on it.

Enjoy!

Continue Reading

La scatola dei ceci

Da uno dei miei blog preferiti (Chasing Cheerios) ho tratto questa brillante e divertente idea: la scatola dei ceci.

Ho creato un angolo “travasi”  mettendo semplicemente in due contenitori (uno di plastica, l’altro di ferro) dei ceci secchi (di piccole dimensioni) insieme a vasetti di varia gradezza e materiali, cucchiai  e palettine di varie dimensioni  nonchè giochi da spiaggia.

In questo modo Piccolo Furfante può giocare ai travasi (e come direbbero gli esperti: migliorare la sua mobilità fine, sperimentare i concetti di pieno e  vuoto, di sopra e sotto, di alto e basso…) in tutta tranquillità, senza la preoccupazione (della Mamma) di trovare un figlio zuppo d’acqua ed una casa allegata (se si utilizzasse l’acqua).

Una cosa da tenere in conto, però, è quella di ritrovarsi il pavimento pieno di ceci!! Attenzione a non scivolare mi raccomando!

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Disegni da colorare

disegniNelle lunghe giornate di pioggia o in cui siamo costretti a casa, Piccolo Furfante è impegnato in mille attività. Per distrarci  ci dilettiamo a giocare “agli artisti”. Così ci capita spesso di fare come lo “zio Stefano“(lo zio illustratore!).

Armati di pennarelli (ad acqua), pastelli a cera,  colla, riso, semolino e pezzetti di fogli colorati (per fare i collage) ci divertiamo a dipingere e a creare quadri.

Ecco alcuni dei siti che utilizziamo per scaricare i disegni:

Continue Reading

Conchiglie Memory

shellIn questi giorni invernali, ecco un gioco che ci riporta un po’ il sapore dell’estate.

Grazie ad un’idea trovata su The Write Start ho realizzato anch’io il nostro personale “Conchiglia Memory”: è stato sufficiente attaccare sul retro di alcune conchiglie che avevo in casa degli adesivi raffiguranti animali. Semplice, no?!

L’attività è piaciuta molto a Piccolo Furfante, soprattutto se  come sfidanti c’erano Mamma e Papà.

Visto che il gioco è stato apprezzato ho deciso di creare vari Memory di questo tipo, realizzando degli adesivi fatti in casa con delle immagini raffiguranti animali ed insetti. Ecco i modelli che ho utilizzato: “Animals Shells” e “Bugs Shells“.

Buon divertimento a tutti!

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Curious George

curious-george-movieUn altro amico che è venuto con noi dall’America è Curious George.

George è una simpatica, allegra e curiosa scimmietta che abbandona l’Africa per seguire il suo  amico Teddy. Vivendo nella “giungla metropolitana” affronta ogni giorno un sacco di avventure, scopre sempre nuovi amici e fa un mucchio di esperienze straordinarie.

Piccolo Furfante lo ha adorato subito, tanto che in camera sua ora ha una gigantografia con George che vola tenuto da dei palloncinci colorati.

Tutti i libri che abbiamo in casa vengono da oltreoceano, ma qualcosa abbiamo trovato anche qui in Italia: il DVD uscito qualche anno fa ed ancora in circolazione “Curioso come George”.

E’ un film pensato per i più piccoli, che fa riflettere i più grandi. Ha inoltre parecchi pregi: la trama è avvincente e ricca di colpi di scena, non ci sono scene violente o troppo forti che possono spaventare, le musiche sono belle, non è eccessivamente lungo ed è molto divertente.

Per saperne di più sul mondo di George, vi consiglio di visitare il sito di PBS Kids dov’è possibile scaricare disegni da colorare, giocare on line con giochi educativi nonchè vedere i video relativi alle attività didattiche ispirate alle avventure di George. Oltre a ciò è possibile accedere all’area “Genitori ed Insegnanti” dove si possono trovare altre attività, idee e suggerimenti da proporre ai bambini.

Buon divertimento!

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Carte sensoriali

carte-sensorialiGirando qua e là, ho trovato questa bella idea sul blog Julie K. in Taiwan: le carte sensoriali.

Ne ho costruite una trentina, appiccicando su dei cartoncini colorati alcuni materiali comuni: cartone, nastro per pacchi, lana, cotone, nastro isolante…

L’attività originale (Montessori) consisterebbe in una sorta di Memory-sensoriale: con gli occhi coperti il bambino dovrebbe riconoscere le carte identiche. Piccolo Furfante, però, non apprezza molto questo loro utilizzo: si stanca subito e non ama  essere bendato o tenere gli occhi chiusi. Si diverte, però, a passarsi le carte sul viso e descrivere le varie sensazioni che prova (“‘Esta è buttta”, “‘Esta è mobbbida!”, “‘Esta fa solleico”). E’ talmente entusiasta di questa attività che l’ha proposta più volte  ai nonni e agli amichetti.

Per il Memory sensoriale ci sarà tempo più avanti…

Continue Reading