Ultimi post

<< >>

Venerdi’ del libro: La regola dell’equilibrio

I gialli mi piacciono molto e cosi’ avvicinarmi a Carofiglio è stato per me naturale: gli amici me lo consigliavano e io ho preso al volo questo suggerimento. Ho letto parecchi suoi libri, ma gli ultimi erano diventati troppo cupi, troppo diretti nel descrivere certe situazioni. Non

Alla scoperta delle figure solide

In queste ultime settimane PF sta affrontando in classe le figure geometriche solide. Mentre mi raccontava le varie attività che facevano, mi sono accorta che molti dei vocaboli li conosceva solo in tedesco. E’ un problema tipico dei bambini bilingue: quando l’immersione in una delle

Il block notes dei sognatori: 1 post it al giorno per motivarsi!

L’idea di una frase al giorno che possa motivare, mettere allegria, far sorridere o semplicemente tirarmi su il morale mi è sempre piaciuta, tant’è che nel tempo ho creato barattoli pieni di bigliettini, ho comprato agende e calendari zeppi di frasi celebri, ho riempito quaderni e lavagnette con

6 idee prese in rete per… i giorni di pioggia

Se è vero che qui da noi la pioggia non ferma nessuno e che i bambini sono abituati a giocare all’aperto anche sotto gli acquazzoni, è anche vero che a me non piace proprio passare il tempo con i piedi a mollo. Ecco allora che

Venerdi’ del libro: Leggere Lolita a Teheran

Negli ultimi 10 anni parecchie persone mi hanno suggerito il libro che vi presento oggi: chi per approfondire un pezzo di storia che conosco poco; chi per la mia passione per i libri della Austen e “il grande Gatsby”; chi per avvicinarmi alla questione femminile. Per anni questo

Venerdi’ del libro: La regola dell’equilibrio

I gialli mi piacciono molto e cosi’ avvicinarmi a Carofiglio è stato per me naturale: gli amici me lo consigliavano e io ho preso al volo questo suggerimento. Ho letto parecchi suoi libri, ma gli ultimi erano diventati troppo cupi, troppo diretti nel descrivere certe situazioni. Non mi divertivano piu’ e cosi’ l’ho abbandonato.

Qualche settimana fa pero’ in casa ha fatto la comparsa un suo libro e Papà Ema mi ha garantito, dopo averlo letto, che era ritornato al suo stile iniziale. Con fiducia l’ho quindi preso in mano.

In effetti la trama non è per nulla truculenta. Naturalmente è un poliziesco, ma un po’ “sui generis”: non ci sono morti nè un delitto da risolvere. Tutto si dipana intorno alla figura di un giudice, per cui si nutre fin dai primi capitoli una certa simpatia. Insomma si parteggia per lui, ma la storia andrà dove meno ci si aspetta.

Gli ultimi capitoli offrono spunto a delle belle riflessioni sulla vita e sulle scelte che ci possono far modificare le nostre strade.

Un libro che mi è piaciuto e che vi consiglio anche se non siete degli amanti del genere poliziesco.

Il libro di oggi è quindi…

La regola dell’equilibrio – Gianrico Carofiglio

Nelle perquisizioni, come nella vita, non è un problema di tecnica, ma di occhi e di tempo

Carofiglio la regola dell'equilibrio

Ora aspetto i vostri preziosi suggerimenti!

Buon fine settimana. Il nostro sarà finalmente tutto italiano!

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. (Qui trovate le istruzioni per farne parte). Giornalmente recuperero’ da questo archivio un libro che pubblichero’ sulla mia pagina Facebook!

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

Alla scoperta delle figure solide

IMG_5661

In queste ultime settimane PF sta affrontando in classe le figure geometriche solide.

Mentre mi raccontava le varie attività che facevano, mi sono accorta che molti dei vocaboli li conosceva solo in tedesco. E’ un problema tipico dei bambini bilingue: quando l’immersione in una delle due lingue è preponderante, le conoscenze linguistiche in una delle due diventa piu’ debole, perchè un determinato argomento viene affrontato solo in una lingua e, inevitabilmente, mancano i vocaboli nell’altra.

Ho deciso quindi di parlare di solidi anche in italiano, in modo che questo divario potesse essere colmato. La cosa fondamentale era trovare attività che potessero divertirlo: in questo modo non si sarebbe annoiato e imparare sarebbe diventato un gioco e non un dovere.

Ho cercato in rete un po’ di idee e valutando le alternative, ho deciso di utilizzare un metodo in stile Montessori: partire cioè dalla manipolazione delle figure.

I bambini infatti usano le mani ” non solo per scopi pratici, ma anche per la conoscenza.”(M.Montessori)

Ho creato quindi una serie di carte dove sono riportate le figure solide e i rispettivi nomi nonchè carte raffiguranti oggetti di uso comune che si rifanno a queste figure.

Ho realizzato inoltre dei modelli che PF avrebbe utilizzato per creare solidi di carta, da abbinare alle rispettive carte.

Raffaella di Baby Green mi ha dato poi un suggerimento preziosissimo: costruire i solidi usando il DAS (attività che sua figlia ha realizzato alla scuola Montessori).

A casa non avevo DAS a disposizione e quindi abbiamo utilizzato del dido’ rosso. La scelta è risultata vincente: si asciuga in fretta e non abbiamo dovuto nemmeno colorare le figure.

Come abbiamo svolto questa attività:

Per prima cosa PF ha ordinato tutte le carte ed abbinato il nome ad ogni figura.

A questo punto ci siamo messi a costruire i solidi di carta. Impresa abbastanza complicata (la carta è molto delicata e incollare le parti tra loro non è proprio facile), ma che ci ha permesso di capire in pratica la differenza tra le varie figure. Tra l’altro PF è rimasto sorpreso che non si potesse realizzare una sfera, se non appallottolando un foglio, con risultati per nulla apprezzabili.

Una volta create le figure, le ha abbinate alle carte.

A questo punto ci siamo dati alla creazione dei solidi con il dido’. PF si è divertito molto e al tempo stesso, ancor piu’ che con la carta, ha avuto modo di riflettere sulle varie caratteristiche. Era particolarmente attratto dalle diversità tra la piramide, il cono e il cilindro nonchè tra il cubo ed il parallelepipedo.

Una volta finite ha abbinato anche queste alle rispettive carte. Non contento  si è dato anche alla ricerca in casa di oggetti la cui forma richiamasse le figure appena create.

Va da sè che mentre creava i vari solidi e ne esplorava le caratteristiche, mi chiedeva i vocaboli nel corrispettivo italiano. Il mio scopo era raggiunto!

Ho trovato questa attività  divertente e molto utile. La creazione dei solidi di carta è un po’ complessa: richiede una buona manualità. Per proporla tenete conto dell’età e delle capacità del bambino. La realizzazione con il dido’ invece è decisamente piu’ semplice e risulta anche piu’ divertente.

Qui trovate   le carte e le schede con modelli dei solidi.

Altre idee prese in rete per avvicinarsi alla geometria in stile Montessori:

 LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Il block notes dei sognatori: 1 post it al giorno per motivarsi!

block notes fai date con frasi celebri

L’idea di una frase al giorno che possa motivare, mettere allegria, far sorridere o semplicemente tirarmi su il morale mi è sempre piaciuta, tant’è che nel tempo ho creato barattoli pieni di bigliettini, ho comprato agende e calendari zeppi di frasi celebri, ho riempito quaderni e lavagnette con citazioni provenienti da ogni dove.

Quello che pero’ mi ha sempre infastidito è che quei bigliettini una volta letti si perdevano chissà dove; quelle frasi sui calendari rimanevano li’; le lavagnette si cancellavano; i quaderni rimanevano chiusi e dimenticati.

Poi un giorno mi sono messa a scrivere le frasi che volevo avere sempre con me su dei post it. Erano decisamente comodi: potevo spostarli ovunque, disseminandoli per casa o nelle pagine dell’agenda in giorni strategici: quando sapevo per esempio che c’era una scadenza importante o un esame da sostenere!

E’ nata cosi’ l’idea di cerare un block notes con frasi a tema: in pratica un post it al giorno da staccare ed appiccicare ovunque ritenga opportuno!

Per questo mese di febbraio ho scelto 29 frasi sul tema dei sogni-desideri, perchè mai come in questo momento ho bisogno di credere nei miei sogni per poterli realizzare.

Condividerli con voi, mi è sembrato un bel regalo. Ecco allora i post it da stampare e poi riassemblare.

Realizzare il vostro block notes dei sogni è facilissimo:

Procuratevi 29  post it (il formato deve essere quello standard quadrato, poi la marca sceglietela voi!) e  stampate QUESTO FOGLIO che vi serve come base. Una volta stampato appiccicate negli spazi segnalati i vostri post it: ve ne stanno 6 per foglio.

basi block notes

A questo punto inserite il vostro foglio con i post it  nella stampante: nel mio caso il foglio deve essere girato con i post it non visibili e la scritta ALTO in alto sulla destra. Penso che dipenda dalla stampante che utilizzate, quindi vi conviene fare una prova prima di buttare i vostri post it!

Aprite  QUESTO FILE dove trovate le 29 frasi da stampare. Vi conviene stampare un foglio alla volta in modo che la stampa delle frasi sia precisa. Io ho usato sempre la stessa base, ma se volete fare piu’ in fretta potete anche stampare piu’ basi e preparare prima i vostri post it!

post it

Una volta che avrete tutti i vostri 29 post it stampati, potete riassemblarli in un block notes da utilizzare come piu’ vi piace. Io stacco un foglietto al giorno e me lo appiccico dove piu’ mi ispira: sul pc, sul diario, sul comodino o sul frigorifero!

Spero che questa idea vi piaccia!

LEGGI ANCHE…

 Post di Paola Misesti

6 idee prese in rete per… i giorni di pioggia

Se è vero che qui da noi la pioggia non ferma nessuno e che i bambini sono abituati a giocare all’aperto anche sotto gli acquazzoni, è anche vero che a me non piace proprio passare il tempo con i piedi a mollo.

Ecco allora che sono sempre in cerca di idee divertenti da fare in casa nei lunghi pomeriggi piovosi. Oggi ve ne presento alcuni facili da realizzare e di sicuro effetto:

idee per i giorni di pioggia

  1. Costruzioni reciclose
  2. Il labirinto di biglie
  3. Gare di aeroplani
  4. Labirinti da camera
  5. Costruire una tenda con i giornali
  6. L’hockey dei nomi

Sulla mia pagina Pinterest dedicata ai giochi da casa troverete tantissime altre idee!

Buon divertimento e che il sole ritorni presto!

Post di Paola Misesti

Venerdi’ del libro: Leggere Lolita a Teheran

Negli ultimi 10 anni parecchie persone mi hanno suggerito il libro che vi presento oggi: chi per approfondire un pezzo di storia che conosco poco; chi per la mia passione per i libri della Austen e “il grande Gatsby”; chi per avvicinarmi alla questione femminile.

Per anni questo libro è stato solo un titolo segnato su una lista: la mia voglia di prenderlo in mano è sempre stata poca, esclusivamente per pigrizia.

Durante le vacanze di Natale mi è praticamente finito nella borsa: ovunque andassi (supermercato, libreria, edicole, case di amici) me lo trovavo davanti. A quel punto ho deciso di comprarlo, nella convinzione che a volte sono i libri che scelgono noi e non viceversa.

La lettura non é stata facile, fondamentalmente per il contenuto. Le parti in cui si parla di letteratura sono state davvero piacevoli, le altre parti ho fatto piu’ fatica a digerirle, passando dalla rabbia al disgusto, ad un senso di impotenza fino a giungere allo sconforto.

Un libro dai contenuti molto forti, scritto davvero bene, ma di non facile lettura. Ve lo consiglio di cuore, ma sappiate che non è un libro leggero e di svago.

Il libro di oggi è quindi…

Leggere Lolita a Teheran – Azar Nafisi

165ce4de685af6645a5c1fa5455dde29_w240_h_mw_mh_cs_cx_cy

Queste chiacchiere con Mina, che sembravano cosi’ marginali rispetto a quanto ci succedeva intorno, erano in realtà un enorme sollievo per entrambe. Solo adesso, quando cerco di rimettere insieme i frammenti di quei giorni, mi accorgo di quanto poco parlassimo delle nostre vite private – di amore, di matrimonio, dell’avere o non avere bambini. Era come se la situazione politica avesse divorato tutto. tutto tranne la letteratura. 

Ora aspetto i vostri consigli!! Eccoli:

Buon weekend!

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. (Qui trovate le istruzioni per farne parte). Giornalmente recuperero’ da questo archivio un libro che pubblichero’ sulla mia pagina Facebook!

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

Le schede gioco di Carnevale

schede gioco carnevale gratis

Carnevale è ormai alle porte, ecco perchè ho deciso di realizzare delle simpatiche schede-gioco a tema.

Di attività sul Carnevale ne avevo già create altre: queste schede di pregrafismo o questo libretto-gioco o queste altre schede per realizzare un lapbook.

Questa volta pero’ volevo delle schede per bambini un po’ piu’ grandi con giochi di logica, attività di italiano e naturalmente tanti disegni da colorare.

Nascono cosi’ le 5 schede che vi presento oggi e che potete scaricare qui!

Qui trovate le schede con le soluzioni!

Altre idee prese in rete:

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

LEGGI ANCHE…

 Post di Paola Misesti

Il lancia coriandoli

IMG_5632

Qualche giorno fa, ero in giro per la rete in cerca di idee simpatiche da proporre a Carnevale. Dopo molto peregrinare mi sono imbattuta in questo post e ho capito di aver trovato quello che cercavo. L’autrice del post l’ha pensato come “gioco” per festeggiare il 4 di luglio, ma lo trovo perfetto anche per Carnevale e per qualsiasi festa.

Con pochissimo materiale e in meno di 5 minuti è possibile costruire dei lancia-coriandoli per far divertire grandi e piccini.

Cosa occorre:

  • rotoli di carta igienica
  • carta regalo
  • palloncino
  • adesivo
  • colla
  • forbici

Costruirlo è davvero semplice:

Ritagliate la carta regalo della grandezza del vostro rotolo. Ricoprire il rotolo di colla e avvolgetevi la carta regalo in modo che aderisca bene.

A questo punto ritagliate il palloncino eliminando la parte piu’ stretta (dove si soffia l’aria, per intenderci). Inserite la parte che vi rimane del palloncino in uno dei due lati del rotolo e bloccatela con dell’adesivo.

lavoretti carnevale bambini

Il vostro lancia-coriandoli è pronto all’uso! Basta mettere dentro il rotolo i coriandoli e spingerli fuori tirando e rilasciando il palloncino.

Io ne ho costruiti di diversi colori e motivi in modo da distribuirli a tutti gli amichetti di PF!!

Non mi resta che augurarvi buona battaglia di coriandoli!!

LEGGi ANCHE…

Post di Paola Misesti

L’agenda 2016 per i piu’ piccini: Febbraio!

diario febbraio 2016 per bambini stampare gratis

Visto il grande successo che ha riscosso l’Agenda 2016 per i bimbi piu’ piccoli, oggi vi presento il secondo libricino della serie: quello relativo a Febbraio 2016.

Come per il mese di gennaio ho realizzato un simpatico libretto da stampare ed assemblare: una vera e propria agenda da creare e personalizzare.

Su ogni pagina i bambini potranno  segnare il giorno della settimana, la stagione, l’umore e il tempo ed avranno a disposizione spazi bianchi dove poter inserire note e disegni. Ogni giorno contiene le stesse informazioni, ma è diverso nella disposizione delle illustrazioni e degli spazi in modo da non annoiare e rendere l’agenda davvero speciale. Rispetto al mese di Gennaio ho usato nuove immagini, in modo da rendere ancora piu’ particolare il diario.

Alla fine dell’agenda trovate anche un calendario riassuntivo dove potrete segnare l’umore della giornata, il tempo o semplicemente una X per comprendere lo scorrere dei giorni.

L’agenda diventa cosi’ un modo per imparare tante cose in maniera divertente: i numeri, le stagioni, il tempo metereologico e non ultimo diventa un ricordo da tenere sempre con sè.

Qui trovate il  calendario parte 1 e il calendario parte 2 insieme alle istruzioni per assemblare il tutto.

Non mi resta che augurarvi, buon divertimento!

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

6 idee prese in rete per… una matematica stile Montessori

In cerca di idee per insegnare la matematica in maniera facile e divertente?

Ecco per voi tante idee “stile Montessori” da creare in casa:

idee per matematica montessori fai da te

 

  1. Perline Montessori fai da te in pochi minuti
  2. Le tavolette dei pari e dei dispari
  3. I triangoli costruttori 
  4. Imparare le decine
  5. La tavola delle addizioni da stampare
  6. I fuselli per imparare numeri e quantità

 

Sulla mia pagina Pinterest dedicata  alla matematica troverete tantissime altre idee!

Qui invece  tutte le idee prese in rete finora!

Post di Paola Misesti

Venerdi’ del libro: Masha e l’orso e altre fiabe popolari russe

Non fatevi ingannare dal titolo del libro che vi presento oggi: i racconti in esso contenuti centrano poco con gli episodi di Masha ed orso che conoscete.

Il libro infatti contiene piu’ di 400 brevi fiabe popolari russe. A Masha è dedicato solo il primo racconto (di due pagine) che per altro presenta dei personaggi un po’ diversi da quelli del cartone animato.

Il libro lo ha voluto acquistare a tutti i costi PF che ultimamente è incuriosito dalla Russia e dalla sua cultura: alcuni suoi compagni sono russi e lui è affascinato dai loro racconti.

Il libro è ben fatto, tuttavia a volte la traduzione non è scorrevole soprattutto nei racconti in rima dove vengono utilizzate parole non in uso, che PF trova naturalmente incomprensibili. Capisco pero’ la difficoltà del traduttore a rendere il senso di questi racconti cercando di mantenere la rima.

Le fiabe sono molto particolari: alcune sono davvero simpatiche, altre fanno sorridere, alcune mi hanno lasciata perplessa.

Il libro ve lo consiglio se amate avvicinarvi ad altre culture, se volete vi piacciono le fiabe e se cercate qualche racconto breve da leggere ai bimbi prima di dormire.

Il libro di oggi è quindi…

masha-e-lorso-e-altre-fiabe-popolari-russe_4367_x600Masha e l’orso e altre fiabe popolari russe

C’erano una volta un nonno e una nonna che avevano una nipotina di nome Masha. Un giorno le amichette di Masha passarono a chiamarla per andare tutte insieme a raccogliere funghi e bacche nel bosco.

 

Ora aspetto i vostri suggerimenti per questo fine settimana. Eccoli:

 

Buon weekend!

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. (Qui trovate le istruzioni per farne parte). Giornalmente recuperero’ da questo archivio un libro che pubblichero’ sulla mia pagina Facebook!

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti