Ultimi post

<< >>

Le carte degli articoli indeterminativi

In passato avevo creato ed utilizzato le carte degli articoli determinativi: un divertente gioco per imparare ed esercitarsi nell’uso degli articoli italiani. In pratica della carte con l’immagine ed il nome di un oggetto o di un animale a cui bisogna abbinare il giusto articolo.

“Giochiamo con i colori”: un libricino di pregrafismo

L’altro giorno PF era tutto impegnato nei sui compiti di calligrafia, attività che adora e che gli riesce particolarmente bene. Mentre era intento a scrivere M e N, si è ricordato delle schedine di pregrafismo che gli preparavo quando era piccino. Confesso che mi si

Venerdi’ del libro: Harry Potter das Magische Lexikon

Era da un po’ che stavo pensando di fare questa recensione, visto l’amore di PF per il libro che vi presento oggi. Sono rimasta percio’ davvero sorpresa nel non trovare il corrispondente italiano. Ero infatti convinta che questo libro fosse stato tradotto e avesse ottenuto

“Che faccia fai?”: un gioco per parlare di emozioni

Goleman definisce l’intelligenza emotiva come “la capacità di riconoscere e gestire le emozioni proprie ed altrui e di saperle indirizzare nella direzione più favorevole e vantaggiosa”. Essa è considerata come una meta-capacità ovvero una capacità che ci permette di usarne altre più complesse. Un buon

6 idee prese in rete per… giocare con le operazioni

A scuola di PF per imparare somme, sottrazioni e moltiplicazioni utilizzano molti giochi, indovinelli e filastrocche. Ho sempre trovato che sia un modo molto utile ed efficace per imparare. Per allenarsi a casa (soprattutto con le tabelline) sono andata in cerca di giochi ed attività

Le carte degli articoli indeterminativi

carte articoli inderetminativi da stampare

In passato avevo creato ed utilizzato le carte degli articoli determinativi: un divertente gioco per imparare ed esercitarsi nell’uso degli articoli italiani. In pratica della carte con l’immagine ed il nome di un oggetto o di un animale a cui bisogna abbinare il giusto articolo.

La particolarità di queste carte e è che sono autocorrettive: è possibile infatti sapere immediatamente se l’articolo scelto è giusto o meno.

Visto il successo del gioco, ho realizzato anche le carte degli articoli indeterminativi: anche in questo caso troverete per ogni lettera dell’alfabeto 4 carte per un totale di 84 carte!

Qui trovate le carte degli articoli indeterminativi da stampare!

Altre idee prese in rete:

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

“Giochiamo con i colori”: un libricino di pregrafismo

calligrafia

L’altro giorno PF era tutto impegnato nei sui compiti di calligrafia, attività che adora e che gli riesce particolarmente bene. Mentre era intento a scrivere M e N, si è ricordato delle schedine di pregrafismo che gli preparavo quando era piccino. Confesso che mi si è stretto il cuore perchè mi sono resa conto di quanto sia diventato grande. Ho ricordato i  pomeriggi passati a disegnare insieme e dei librettini che gli stampavo per farlo divertire.

Molte mamme mi hanno chiesto,  perchè abbia sempre ritenuto importante le attività di pregrafismo. Le attività di pregrafismo sono importanti non solo per  migliorare e facilitare la scrittura vera e propria, ma anche perchè contribuiscono ad acquisisre molte altre competenze: affinare il coordinamento occhio-mano, prendere coscienza dello spazio, dell’ordine, della misura, affinare la propria capacità di controllare il proprio corpo e l’ambiente.

Il segreto è non far vivere al bimbo queste attività in modo costrittivo o valutativo. Il divertimento deve far da padrone. Ecco perchè le attività pensate sono sempre coloratissime, allegre e dove possibili varie: pregrafismo è anche scrivere sulla farina e non necessariamente su di un foglio, pregrafismo e divertirsi a tracciare linee con pennelli inzuppati d’acqua o gessetti colorati. Va da sè che non sempre è possibile organizzare queste attività e allora ben vengano anche libretti e schede.

schede pregrafismo da stampare gratis

Oggi vi presento un librettino che avevo creato parecchio tempo fa: delle schede da ritagliare ed assemblare. Su ogni scheda delle linee tratteggiate da seguire con il dito, la matita o il pennarello. Se volete riutilizzarle piu’ volte, vi consiglio di plastificarle: in questo modo le avrete sempre a portata di mano!

Qui trovate le strisce  da stampare gratis , ritagliare ed assemblare.

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Venerdi’ del libro: Harry Potter das Magische Lexikon

Era da un po’ che stavo pensando di fare questa recensione, visto l’amore di PF per il libro che vi presento oggi. Sono rimasta percio’ davvero sorpresa nel non trovare il corrispondente italiano. Ero infatti convinta che questo libro fosse stato tradotto e avesse ottenuto molto sucesso anche in Italia.

In rete invece ho trovato varie versioni (tra cui quella inglese e quella francese), ma non quella italiana. Spero che sia un mio errore di ricerca perchè il libro riesce a catturare l’interesse sia degli amanti del personaggi Harry Potter sia degli amanti dei Lego.

Noi abbiamo naturalmente la versione tedesca, che abbiamo reperito senza difficoltà in una piccola libreria. PF l’ha voluta ad ogni costo  e devo dire che sono stati soldi  spesi bene.

Gli è piaciuto questo libro per tantissime ragioni:

  • ha potuto seguire le vicende del libro orginale della Rowling. Non avendo visto il film, ha avuto cosi’ la possibilità di scoprire personaggi che aveva solo immaginato
  • adorando i LEGO è stato rapito dalle dettagliate informazioni  sui modellini ispirati alla storia
  • è rimasto affascinato dalla spiegazione di come i modellini LEGO sono stati creati partendo da dei semplici bozzetti
  • Ha scoperto notizie e indiscrezioni sulla storia originale
  • Ha potuto giocare con l’omino LEGO di Harry Potter che si trova all’interno del libro

Qui potete ammirare alcune pagine del libro nella versione inglese

Il libro tuttavia ha un grave effetto collaterale: ora PF vuole iniziare la raccolta LEGO Harry Potter!!

Il libro di oggi è quindi… LEGO Harry Potter Das magische Lexikon

32670767n

Ora aspetto con ansia i vostri suggerimenti!! Eccoli:

 

BUon fine settimana!! Il nostro sarà italiano: non vedo l’ora!!

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. Qui trovate le istruzioni per farne parte.

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che nei fine settimana vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

“Che faccia fai?”: un gioco per parlare di emozioni

faccine delle emozioni da stampare

Goleman definisce l’intelligenza emotiva come “la capacità di riconoscere e gestire le emozioni proprie ed altrui e di saperle indirizzare nella direzione più favorevole e vantaggiosa”. Essa è considerata come una meta-capacità ovvero una capacità che ci permette di usarne altre più complesse.

Un buon sviluppo della nostra intelligenza emotiva fa si’ che possiamo adattarci meglio all’ambiente e di conseguenza di migliorare il nostro benessere.

L’intelligenza emotiva è composta da 5 abilità (da cui ne derivano poi molte altre ad esse strettamente collegate): la consapevolezza emotiva, il controllo emotivo, la motivazione, l’empatia e le competenze sociali. Lavorare su queste abilità, favorendone lo sviluppo, vuol dire in pratica migliorare la nostra intelligenza emotiva e di conseguenza favorire il nostro benessere personale.

Va da sè che è differente lavorare sull’intelligenza emotiva con adulti oppure con bambini. Molte abilità in cui si articola questo tipo di intelligenza non sono ancora riscontrabili in bambini molto piccoli (es. la piena capacità di autocontrollo) o sono presenti in forme diverse rispetto a quelle adulte (es. l’empatia) o sono solo agli arbori (es. le competenze sociali).

E’ consigliabile comunque iniziare da subito, quando i bambini sono ancora molto piccoli per fare sì che lo sviluppo di tutte le capacità sia ottimale e che per il bambino diventi, poi, naturale ed automatico farne uso.

Per tutti questi motivi, fin da quando PF era piccolo, ho recuperato, creato e pensato strumenti ed attività particolari.

Cosi’ sono nate “le palette delle emozioni”, le filastrocche, il memory, “l’albero emozionante”, i mostri di feltro: ogni gioco ed attività ci ha permesso di dare un nome alle emozioni, di riconoscerle, di parlare di fatti ed episodi ad esse legate.

Era ormai da parecchio tempo che non “giocavamo con le emozioni”, cosi’ sono andata in cerca di qualche idea  adatta ad un bimbo di 8 anni. Ho trovato questo simpatico gioco e questo in cui in pratica costruendo una faccina e variandone le espressioni si poteva parlare di emozioni e della loro relazione con il corpo.

Ho disegnato allora tante immagini di occhi, bocche, nasi e orecchie per creare le nostre facce “emozionanti”. Il gioco, neanche a dirlo, è piaciuto parecchio!

Qui trovate i file da stampare e ritagliare per creare anche voi le vostre faccine:

le faccine delle emozioni!

Sulla mia pagina Pinterest potrete trovare tante altre idee per giocare con le emozioni.

 

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

6 idee prese in rete per… giocare con le operazioni

A scuola di PF per imparare somme, sottrazioni e moltiplicazioni utilizzano molti giochi, indovinelli e filastrocche. Ho sempre trovato che sia un modo molto utile ed efficace per imparare. Per allenarsi a casa (soprattutto con le tabelline) sono andata in cerca di giochi ed attività che potessero divertirlo e non risultassero per nulla noiosi.

Oggi voglio condividerne con voi alcuni:

idee per attività somme sottrazioni e moltiplicazioni

  1. Il tabellone delle tabelline
  2. La tovaglietta delle sottrazioni
  3. Il gioco delle moltiplicazioni
  4. I braccialetti delle somme
  5. Somme di patatine
  6. Imparare la addizioni con i guanti

Sulla mia pagina Pinterest dedicata alla matematica troverete tantissime altre idee!

Qui invece  tutte le idee prese in rete finora!

Post di Paola Misesti

Venerdi’ del libro: Il codice dell’anima

Il libro che vi presento oggi è stata una piacevole scoperta e ringrazio per questo un’amica che non solo me l’ha consigliato, ma me lo ha pure prestato.

Conoscevo l’autore solo di nome (avevo segnato tanto tempo fa una recensione che fortunatamente sono riuscita a ritrovare: era quella di Catia) , ma non avevo mai letto nussun suo scritto. Cosi’ ho iniziato la lettura molto incuriosita. Dire che è un libro che ho divorato ,è dire poco! Già dopo 5 minuti ho preso carta e penna e ho incominciato a segnare frasi e a mettere segnalibri per ritornare su passaggi che ritenevo importanti rivedere.

Quello che vi presento oggi non è un romanzo, bensi’ un saggio scritto da James Hillman, filosofo, psicoanalista e saggista americano.

Contrariamente a quanto si puo’ pensare non è un libro pesante o eccessivamente tecnico o, come molti saggi americani, molto ripetitivo. Al contrario è davvero ben scritto e spinge il lettore a riflettere, che si sia o meno d’accordo con la tesi dell’autore, su di sè, sulla propria vita gettando un occhio anche su chi ci sta vicino e, nel caso di genitori ed educatori, anche sui ruoli che si stanno ricoprendo.

La tesi di Hillman è semplice e allo stesso tempo destabilizzante. La vita di ognuno di noi e piu’ in generale i nostri comportamenti vengono oggi spiegati come frutto di due possibili fattori: l’ambiente e l’eriditarietà. Hillman parte da qui per sottolineare che da questo discorso viene omessa una cosa essenziale: quella particolarità che ognuno di noi chiama “sè” e che se   dimenticata ci fa vivere perennemente  in balia di un destino su cui non abbiamo alcuna voce in capitolo.

Le riflessioni di Hillman toccano vari aspetti  e si soffermano su concetti quali vocazione e carattere. La parte che ho preferito è quella riguardante il “ruolo” dei genitori: ho raccolto molti spunti su cui lavorare sia come mamma sia come figlia.

Il libro di oggi è quindi…

il codice dell'anima

Il codice dell’anima – JAmes Hillman

Esiste qualcosa, in ciascuno di noi, che ci induce a essere in un certo modo, a fare certe scelte, a prendere certe vie…

Ora non mi resta che aspettare i vostri suggerimenti! Eccoli:

Buon fine settimana! Il nostro sarà molto invernale: è prevista infatti tanta tanta tanta neve!

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. Qui trovate le istruzioni per farne parte.

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che nei fine settimana vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

Creatività con poco

Per essere creativi a volte basta davvero poco: non serve svaligiare un negozio di hobbistica per creare lavoretti ed attività  da fare con i bambini.  Certo è bello modellare il fimo o creare complicate sculture con l’argilla, ma anche con quello che abbiamo ogni giorno in casa è possibile sbizzarrire la nostra creatività.

Ho raccolto per voi un po’ di oggetti comuni, facilmente reperibili in ogni casa, e qualche idea per realizzare divertenti lavoretti.

Va da sè che oggetti come fogli di carta, forbici, pennarelli e pastelli non li ho elencati concrentrandomi su oggetti non propriamente “creativi”!

casa creativa

TOVAGLIOLI

Tovaglioli e colla. Con dei semplici tovaglioli colorati ed un po’ di colla potrete realizzare degli allegri quadri, come questa magnifica farfalla o questo splendido cuore o creare questo colororatissimo pesce. Se poi  utilizziamo anche dei tappi di plastica potremo anche realizzare questo magnifico fiore.

Ma sono sufficienti solo dei grandi tovaglioli per creare questi giganteschi fiori.

BICCHIERI

Tappi, bicchieri e tovaglioli poi possono trasformarsi in un drago sputa fiamme

Con i bicchieri di plastica  ci si puo’ proprio sbizzarrire: creando trofei, burattini o fiori. Usando un po’ di filo è possibile creare un divertente gioco.

SAPONE

Sapone che vi avanza? Ecco come trasformarlo in una splendida scultura, creare una magica nuvola al microonde o una calda palla di neve

COLLA

La colla puo’ essere utilizzata per creare disegni e lettere oppure simpatici pupazzi di neve.
Scrivere con la colla sui tappi di plastica li trasforma magicamente in fantastici timbri!

MOLLETTE

Le mollete abbinate a fili di lana, spugne e carta si trasformano in magici pennelli per dipingere oppure unite ai tovaglioli diventano allegre farfalle o simpatici ricci

BICARBONATO
Il bircabonato non solo è perfetto per divertenti esprimenti scientifici come il ghiaccio frizzante o il classico vulcano in eruzione, ma anche per creare dei colori “frizzicanti” (i colori alimentari sono perfetti a questo scopo!)

FECOLA DI PATATE
Con questo insolito ingrediente potrete realizzare un divertentissimo fluido capace di stupire voi e i vostri bimbi.

SPUGNA

Le spugne si prestano benissimo (sia spesse che sottili) ad essere trasformate in timbri, ma anche in animaletti, vasetti per semi o in barchette.

NASTRO ADESIVO DI CARTA

Il nastro adesivo è perfetto per creare particolarissimi disegni, ma anche originalissime cornici o labirinti di lettere

PIROTTINI DI CARTA

Con i pirottini di carta (grandi o piccoli che siano) è possibile creare quadrifogli portafortuna o magnifici fiori, coloratissimi funghetti o allegri biglietti di auguri

SPAZZOLA DA CUCINA

La spazzona da cucina si trasforma in un pennello gigante perfetto pr piccole mani e permette di dipingere soffioni ma anche magnifici alberi.

 

Post di Paola Misesti

La scheda dei libri per tenere traccia delle letture dei bambini

Prima delle vacanze natalizie  una mamma mi aveva chiesto di realizzare delle schede per tenere traccia dei libri letti dal suo bimbo. Ho pensato subito al metodo utilizzato a scuola da PF: una programma che permette non solo di memorizzare tutti i libri letti, ma anche di verificare la compremsione del testo e il loro gradimento.

La parte della scheda che piace piu’ a PF  è proprio quella relativa al suo giudizio sul libro: non solo infatti si limita a segnare il gradimento, ma di solito argomenta sul perchè ed il per come!

scheda dei libri da scaricare

Ho quindi creato delle schede che permettessero non solo di elencare i libri letti, ma anche di far esprimere ai bambini la loro opinione al riguardo. Ho semplificato molto la cosa usando faccine, ma anche dando la possibilità a chi lo volesse di segnare il proprio libro preferito ed aggiungere delle annotazioni.

Spero che queste semplici schede vi piacciano e che vi possano essere utile!

Qui trovate 6 diverse  tabelle da stampare!

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

6 idee prese in rete per… far giocare i piu’ piccoli

Quano PF era piccolo piccolo i lunghi pomeriggi invernali mettevano a dura prova sia me che lui: trovare attività divertenti da fare era una delle mie sfide maggiori. La rete per fortuna mi ha offerto tante idee e attività da realizzare!

Ecco allora qualche divertente idea presa in rete per giochi perfetti  per i piu’ piccoli:

6idee per giocare con i piu' piccoli

 

  1. Giochi nel buio
  2. Giochi d’acqua
  3. A caccia di animali
  4. I sacchetti magici e altri divertenti giochi
  5. Un pupazzo di neve da casa
  6. Oceano fai da te

Sulla mia pagina Pinterest dedicata ai giochi fai da te troverete tantissime altre idee!

Qui invece  tutte le idee prese in rete finora!

Post di Paola Misesti

Venerdi’ del libro: La biblioteca alla fine del mondo

Finalmente venerdi’ e finalmente una connessione che mi permetta di postare la mia recensione. Le vacanze di Natale sono state all’insegna del relax: senza rete, senza computer, con ritmi lenti e sonnacchiosi con ore interamente dedicate alle passeggiate e alla lettura. L’unica cosa che mi è mancata è il venerdi’ del libro: non solo scrivere, ma soprattutto leggervi.

Avevo pensato di postare un libro che mi ha particolarmente preso e che ho divorato in pochi giorni, ma aspettero’ settimana prossima perchè devo ancora metabolizzarlo.

Oggi ho deciso di presentarvi un libro che mi è piaciuto, malgrado sia a tratti  lento.

Lo scrittore Will Schwalbe racconta in toni delicati la malattia di sua madre, ripercorrendone la vita, le esperienze, ma soprattutto condividendo con lei e con noi libri e riflessioni che li hanno accompagnati in questo viaggio. Un libro che, malgrado il tema, infonde serenità e offre molti spunti di riflessione.

Come vi accennavo sopra, a volte risulta un po’ lento: nella presentazione dei numerosissimi libri spesso mi sono persa nei troppi particolari e ho smarrito il filo del discorso, ma questo  è un piccolo difetto in contrapposizione alla ricchezza del testo e alla profondità di alcune riflessioni.

Un libro , insomma, che vi consiglio di cuore.

la biblioteca alla fine del mondoLa biblioteca alla fine del mondo – Will Schwalbe

…la solitudine uccide, puo’ farti morire in tanti modi diversi. Il parere personale di Olive è che la vita si basi su quelle che lei considera “grosse esplosioni” e “piccole esplosioni”. Le grosse esplosioni sono il matrimonio, i figli, gli amici intimi che ci tengono a galla, ma queste cose nascodono correnti invisibili e pericolose. Ecco perchè si ha bisogono anche delle piccole esplosioni: un commesso amichevole da Brandlee’s, per esempio, oppure la cameriera del Dunkin’Donuts, che sa come vuoi il caffè. Sono faccende complicate, davvero.”

 

Ora finalmente potro’ leggere i vostri preziosi suggerimenti! Eccoli:

Buon fine settimana, il nostro sarà forse sotto la neve!

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. Qui trovate le istruzioni per farne parte.

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che nei fine settimana vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti