Il memory di Natale immagini e parole

Il memory è un simpatico gioco che oltre a divertire allena la concentrazione, la memoria e l’attenzione ai particolari.

Ho già creato dei memory natalizi: uno da colorare e uno a colori.

Questa volta ho pensato a qualcosa di diverso: un memory in cui le immagini devono essere abbinate ai loro nomi.

Quest’attività è molto utile ai miei alunni per imparare nuovi nomi, ma anche per allenarsi a leggere le prime parole.

Essendo le carte in bianco e nero i bimbi possono divertirsi a colorarle ripetendo nel frattempo i nomi delle immagini raffigurate.

Per i bimbi più piccini consiglio sempre di partire utilizzando poche carte ed aumentare gradatamente fino ad utilizzarle tutte.

Realizzarlo è davvero semplice: stampate il file che trovate sotto, colorate e ritagliate le carte.

Qui sotto trovate le carte da stampare:

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

I quattro angioletti dell’Avvento: quattro racconti in rima da colorare

Gli angioletti dell’Avvento sono quattro e tutti di colori diversi. Ogni domenica dell’Avvento scendono sulla terra e portano agli uomini un dono in vista del Natale. Chi porta pace e silenzio, chi un dolce inno d’amore e di gioia, chi luce e felicità.

Pensando ad una bella attività da fare con i bimbi durante le domeniche dell’Avvento, in attesa di accendere le candele della coroncina, mi è venuto in mente di realizzare dei libretti da colorare che raccontassero la storia di questi dolcissimi angioletti.

Ho così creato 4 libretti in rima e tutti da colorare. Ognuno racconta di un angioletto, del suo dono e di quattro candele che domenica dopo domenica vengono accese.

Potete proporli le domeniche per parlare del significato del Natale e della corona dell’Avvento oppure durante la settimana per preparare i bimbi proprio a questa tradizione e al suo significato.

Creare i libretti è facilissimo: Basta stamparli, ritagliarli ed incollare i fogli nella parte alta.

Ecco i quattro libricini da stampare:

Spero vi piacciano!

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di calendari originali da riempire, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata proprio a questo tema. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

La barba di Babbo Natale

La motricità fine, ovvero la capacità di compiere movimenti precisi coordinando mani e vista, si può esercitare in molti modi: come ripassare linee tratteggiate, colorare dentro determinati spazi, infilare perline in un filo, travasando piccoli oggetti o usando le forbici.

In questi mesi ho creato parecchie attività per allenare i bimbi ad usare le forbici: “il gioco del parrucchiere”, “il gioco degli animali” e “fantasmini e mostri dal parrucchiere”.

Questa volta è addirittura Babbo Natale ad aver bisogno di andare dal parrucchiere per una bella spuntatina alla barba.

Ho creato 4 schede in cui i bimbi devono semplicemente seguire i vari tratteggi.

Poi troverete una scheda in cui possono divertirsi a creare la barba che vogliono.

Tutti i disegni sono in bianco e nero, così i bimbi possono divertirsi a colorali e una volta ritagliati usarli per decorazioni o come biglietti d’auguri.

Trovate il file da stampare qui sotto:

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

24 attività da stampare da mettere nel calendario dell’Avvento

Cosa posso mettere nel calendario dell’Avvento? Mi suggerisci dei giochi da inserire nella scatoline? Vorrei proporre delle attività divertenti, ma non so quali…

In questi giorni sto ricevendo molti messaggi di questo tipo.

Di idee ce ne sono davvero tante in rete e in questo post ne ho selezionate per voi 24, un per ogni giorno.

Cosa hanno di particolare?

  • Sono tutte da stampare, così da poter essere infilate nelle caselle
  • sono giochi o lavoretti da fare
  • sono tutte a tema natalizio

Cominciamo subito:

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di calendari originali da riempire, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata proprio a questo tema. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il venerdì del libro: 10 libri sulla neve

Sarà che l’inverno si avvicina a passi veloci. Sarà che qui fa davvero freddo e che sulle montagne ha già nevicato, ma ho una gran voglia che arrivi la neve.

In attesa di quella vera, sono andata in cerca di libri che ne parlassero.

Ne ho raccolti 10 in questo post che trovo davvero splendidi.

Sono pensati per bimbi di diverse età

GIULIO CONIGLIO E LA NEVE di Nicoletta Costa, Franco Cosimo Panini, 2014

Età consigliata: da 2 anni

Che cosa fa Giulio Coniglio quando nevica? Una piccola storia che presenta ai più piccini semplici temi legati alla natura attraverso le azioni di Giulio Coniglio e dei suoi amici. Le colorate illustrazioni a tutta pagina sono accompagnate da un testo essenziale in stampatello maiuscolo.

***********************************

FIOCCO DI NEVE di Benji Davies , EDT Giralangolo, 2020

Età consigliata: da 3 anni

“Ovunque ci porti il vento, troviamo tutti un posto dove atterrare…” Una storia natalizia senza tempo, che racconta di desideri, di attese, di amicizia.

***********************************

LA NEVE IN TASCA di Rachel Bright, Fatatrac, 2017

Età consigliata: da 4 anni

Inverno: tempo di venti forti, gelate notturne, brividi di freddo. Ma anche di giochi davanti al fuoco, di coperte morbide e di abbracci stretti che riscaldano la vita di Orso e Scoiattolo, i protagonisti de ”La neve in tasca”. Tanti anni sono passati da quando Papà Orso ha costruito la sua tana dentro una vecchia quercia, ma solo da tre la condivide con il Piccolo Scoiattolo. Orso insegna a Scoiattolo tutti i segreti della foresta, i luoghi più interessanti da scoprire, le pozzanghere più divertenti in cui saltare, ma c’è ancora una cosa che Scoiattolo non ha mai sperimentato: la neve. Quando finalmente la neve arriva Scoiattolo è incantato dalla magia che ricopre tutta la foresta ma, ahimè, Orso si è preso un brutto raffreddore! Scoiattolo non ha dubbi: porterà a Orso il più bel fiocco di neve che riuscirà a trovare, custodito nella tasca della sua giacca… Un albo pieno di amore e di scoperte, illustrato con delicatezza da Yu Rong, la mano perfetta per accompagnare questa bellissima storia firmata da Rachel Bright che riscalderà anche gli inverni più freddi.

***********************************

GIORNO DI NEVE di Komako Sakai, Babalibri, 2007

Età consigliata: da 4 anni

“Oggi mi sono svegliato e la mamma mi ha detto che posso restare ancora a letto perché non c’è scuola. Il pulmino della scuola è rimasto bloccato per neve. La neve? Non ho voglia di restare a letto! Voglio subito vestirmi e andare a giocare fuori! Sfortunatamente mamma me lo vieta. “Uscirai quando avrà smesso di nevicare, altrimenti ti prendi il raffreddore”. Posso solo fare una piccola uscita sul balcone. Tutto è tranquillo, non ci sono automobili né passanti. Ascoltiamo il silenzio della neve che cade e si ha l’impressione di essere soli sulla terra. A mezzogiorno, la neve cade ancora e anche all’ora della merenda. Solo a sera, proprio quando è l’ora di andare a letto, la nevicata si ferma e sotto le stelle posso finalmente giocare nella neve con la mamma.”

***********************************

STORIA DI GOCCIA E FIOCCO di Pierdomenico Baccalario e Alessandro Gatti  e Simona Mulazzani, Il castoro 2013

Età consigliata: da 5 anni

Fiocco ha sempre volato dentro la sua nuvola. Ora vorrebbe tanto lanciarsi giù e posarsi in un bel posto. Ma il destino ha preparato qualcosa di diverso per lui. Un evento imprevisto, un incontro magico, un’amicizia speciale

***********************************

IL LUPO NELLA NEVE di Matthew Cordell, Edizioni Clichy, 2018

Età consigliata: da 5 anni

Colta da una bufera di neve mentre ritorna a casa da scuola, una ragazzina con una mantellina rossa scopre un cucciolo di lupo lasciato indietro dal branco. Uno straordinario racconto di amicizia un viaggio eroico narrato con amore.

***********************************

GRANDE E BUFFO. IL CONSIGLIO DEL CONIGLIO di Julian Gough, Gallucci, 2017

Età consigliata: da 6 anni

L’orsa Grande non ha mai fatto un pupazzo di neve, Nemmeno il coniglio Buffo, se è per questo ma vuole che il suo sia il più bello di tutti. Tra valanghe e lupi affamati. Buffo capirà in fretta quanto è importante l’amicizia e avere al proprio fianco chi ti vuol bene. Una storia di amicizia, palle di neve e… appena un po’ di cacca.

***********************************

NELLA NEVE di Luisa Carretti, Storie Cucite, 2016

Età consigliata: da 6 anni

Due piccole volpi si aggirano nel bosco innevato. Si sono perse o giocano? Nella neve è un albo illustrato che parla dell’importanza e del valore dell’amicizia oltre che della gioia di crescere insieme aiutandosi reciprocamente. Il senso di spaesamento, la paura di restare soli e infine la felicità del ritrovarsi sono i sentimenti espressi da questo dialogo tra le due piccole protagoniste. 

***********************************

MUMIN E LE FOLLIE INVERNALI di Tove Jansson, Iperborea, 2017

Età consigliata: da 7 anni

Arriva la neve nella Valle dei Mumin, decisi ad abbandonare la tradizione troppo noiosa del letargo. Ma ecco il signor Brio, innamorato dell’inverno che tempra e rinvigorisce, fanatico della forma fisica e della competizione, che all’improvviso trascina tutti nelle sue spericolate gare di sci e fa perdere la testa a Mimla e Grugnina. Come se il freddo non bastasse a complicare la vita, Mumin deve ora vedersela con le follie dello sport.

***********************************

IL CALORE DELLE NEVE di Christian Galli, Tunué, 2018

Età consigliata: da 7 anni

Nella Norvegia dei primi anni ’90, quattro ragazzini di dieci anni decidono di partire per una missione segreta. Non una semplice fuga da casa, i ragazzi sono partiti per ritrovare il fratello maggiore di Simen, Fredrik, scappato da giorni dopo una lite con i genitori, e convincerlo a tornare. Il viaggio tra maestosi paesaggi innevati non sarà facile: attraverseranno un lago ghiacciato, perderanno la slitta e saranno perfino investiti da una tormenta

***********************************

Aspetto i vostri suggerimenti e vi auguro un fine settimana sereno e pieno di splendidi libri.

Chi vuole fare un tuffo nel passato qui puo’ rileggere tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Se siete in cerca di altri libri sulla NEVE, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata proprio a questo tema. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Apprendere attraverso il gioco: La grande tombola degli animali

Da insegnante e mamma sono sempre in cerca di giochi didattici divertenti, capaci di catturare l’interesse dei bambini, versatili ed adattabili a diverse fasce d’età.

Ho deciso di creare una nuova rubrica “Apprendere attraverso il gioco” dove raccogliere tutti quei giochi che per le loro caratteristiche promuovono, stimolano e facilitano l’apprendimento.

Ho sempre usato i giochi Headu proprio perché soddisfano tutte queste caratteristiche. Quando mi hanno proposto di collaborare con loro ne sono stata quindi entusiasta.

Oggi voglio presentarvi un loro magnifico gioco per avvicinare i bimbi alla natura e scoprire il mondo degli animali: la grande tombola degli animali.

Tutti gli animali presenti nelle carte da gioco, circa 140 specie, sono classificati per ambiente, classe, riproduzione, alimentazione e respirazione. I bambini, semplicemente giocando, scoprono ed imparano tantissime cose su di loro.

Questo gioco è pensato per bambini dai 4 ai 10 anni.

E’ perfetto sia per casa che per scuola, permette di approfondire contenuti ed argomenti e rispondere alle tante domande e curiosità dei bambini.

Lo trovo inoltre utile

  • per stimolare l’attenzione,
  • per imparare a discriminare le differenze e concentrarsi sui particolari,
  • per allenarsi a classificare ed abbinare elementi,
  • per imparare a gestire lo spazio (delle singole cartelle),
  • e per i bimbi più piccoli è perfetto per allenare la manualità e la precisione, dovendo inserire nei giusti spazi le carte da gioco

COME SI GIOCA

Innanzitutto si mischiano le carte che sono di due tipi: con immagini di animali e carte quiz. Si posizionano sul tabellone di gioco a faccia in giù, in modo che siano nascoste alla vista.

Si distribuisce quindi tra i giocatori la stessa quantità di cartelle che rappresentano i diversi ambienti naturali. Su ognuna si trova l’ombra dell’animale che è presente sulla carta corrispondente.

A questo punto si può iniziare a giocare. A turno si pesca una carta dal tabellone. Se l’animale è presente su uno dei propri cartelloni, lo si posiziona, se no lo si rimette su uno dei tanti mazzi del tabellone e si passa il turno all’avversario.

Come abbiamo già detto oltre alle carte con le immagini animali ci sono anche le carte quiz a due livelli di difficoltà: verde e rosso. Queste possono uscire in sorte invece delle carte degli animali.

Se la carta quiz è verde il giocatore alla destra di chi ha pescato la carta gli deve porre una domanda, chiedendogli o come si chiama l’animale o una delle 4 caratteristiche che lo distinguono (la classe, il tipo di respirazione, di alimentazione o di riproduzione). Le risposte a tutte queste domande si trovano nelle carte riassuntive dei diversi ambienti naturali.

Se viene pescata la carta quiz rossa il giocatore che pone la domanda può inventarla a piacere, ma sempre utilizzando le informazioni e le curiosità contenute nelle carte riassuntive.

Vince il gioco chi per primo completa le proprie cartelle.

Trovate le istruzioni e un video esplicativo qui .

QUESTO GIOCO MI PIACE PERCHÈ…

Le immagini sono splendide e le carte sono perfette per essere maneggiate anche da manine piccole.

L’idea di utilizzare le ombre sui cartelloni invece che immagini o parole è utile non solo perché permette anche ai bimbi più piccoli di poter giocare, ma anche li stimola a porre attenzione ai particolari, favorendo l’attività di associazione.

Le informazioni contenute nelle carte riassuntive stuzzicano la curiosità di grandi e piccini.

Usare simboli di colori diversi per rappresentare le 4 caratteristiche delle diverse specie favorisce e facilita la classificazione.

Inoltre trovo questo gioco perfetto da proporre anche a scuola, in questo caso la classe può essere divisa in squadre e i concorrenti possono consultarsi ed aiutarsi per rispondere alle domande.

VARIANTI DI GIOCO

Una delle caratteristiche che preferisco dei giochi Headu è quella di essere molto versatili , perché gli elementi che li compongono sono studiati attentamente e possono essere riproposti tenendo conto delle particolarità e delle caratteristiche dei bambini.

Questo gioco, già splendido, può essere rivisitato in vari modi.

Io ne ho progettati 4, pensando ai bambini con cui lavoro.

  1. IL GIOCO DELLE OMBRE per i bimbi più piccoli (dai 4 anni).

Questo tipo di attività permette di allenare i bambini a confrontare, discriminare ed abbinare l’immagine contenuta nelle carte con l’ombra presente nelle cartelle. Ricordiamo che la discriminazione è uno dei prerequisiti per l’apprendimento della lettura e della scrittura.

Scegliete una cartella-ambiente e disponete le carte degli animali corrispondenti intorno ad essa. Chiedete ora al bambino di posizionare correttamente le carte. Man mano che prenderà dimestichezza con l’attività, aumentate il numero delle cartelle e delle carte.

2. PESCA ED IMPARA

Questa è un’attività perfetta per approfondire le conoscenze coinvolgendo l’intera classe e favorendo un apprendimento cooperativo .

Dividete la classe in gruppi e fate pescare ad ognuno una delle carte riassuntive degli ambienti. Chiedete ora ad ogni gruppo di creare un cartellone o una scheda per presentare alla classe gli animali della propria carta: le loro caratteristiche, le curiosità e tutte le informazioni utili che troveranno nelle carte riassuntive. Potranno utilizzare le carte con le immagini degli animali per descriverli alla classe.

Potete proporre questa attività anche ad un singolo bambino facendo pescare non le carte riassuntive, ma un gruppo di carte animali e chiedendo di cerare in questo caso un cartellone che li descriva o delle schede per creare un libretto.

3. IL SUPER QUIZ DEGLI ANIMALI

Questa è un’attività perfetta da fare in classe.

Dividete i bambini in squadre e ad ognuna consegnate un mazzo di carte, preventivamente mischiato. Definite insieme a loro quanto tempo viene concesso ad ogni squadra (es. 2 minuti). A turno ogni squadra pesca una carta e nel tempo stabilito deve recuperare tutte le informazioni su quell’animale, usando le carte riassuntive degli ambienti. Se riesce nell’impresa, guadagnerà la carta. In caso contrario dovrà scartarla. Vince la squadra che ha ottenuto più carte.

Inizialmente potete usare solo poche carte, magari selezionandole da alcuni ambienti. Man mano che le conoscenze della classe aumenteranno, potrete aumentarne anche il numero.

4. AD OGNUNO IL SUO

Questa è un’attività utile per ampliare le conoscenze relative alle diverse specie ed imparare a classificarle in base alle loro caratteristiche.

Scegliete uno o più ambienti, mettete a disposizione le carte riassuntive e le le carte con le immagini degli animali relative agli ambienti scelti.

Create dei cartellini riportando per ognuno le caratteristiche con cui sono classificati all’interno del gioco:

  • classe: “mammifero”, “rettile” “anfibio”, “uccello”, “pesce
  • respirazione: aria ed acqua
  • riproduzione: viviparo, ovoviviparo e oviparo
  • alimentazione: carnivoro, erbivoro e onnivoro.

Scegliete su quali di queste 4 categorie lavorare.

A questo punti i bambini, aiutandosi con le carte riassuntive, divideranno in insiemi i vari animali utilizzando le carte immagini. Alla fine dell’attività, oltre ad aver appreso molto sulle varie specie, potranno constatare visivamente come animali anche molto diversi abbiano in realtà molte affinità e come invece animali molto simili abbiano in realtà caratteristiche molto differenti.

Spero che il gioco e le sue variazioni vi piacciano come sono piaciuti a me.

**************************

Per saperne di più su questo ed altri giochi ed eventualmente acquistarli, vi rimando al ricchissimo sito di HEADU dove troverete anche molte informazioni sulla loro mission e il loro metodo “Lifelong Playing Headu” volto a promuovere, stimolare e mobilitare le intelligenze multiple dei bambini attraverso il gioco, con dispositivi didattici divertenti e orientati alla formazione di competenze essenziali o utili ad allenare in modo spontaneo e non forzato una capacità di apprendimento permanente.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Un libro per scoprire gli animali che vanno in letargo

L’inverno si avvicina così ho creato un simpatico libretto, da completare insieme ai bambini, per scoprire insieme gli animali che vanno in letargo.

Su ogni pagina un animale e tante caselle per capire dove vive, dove ha la sua tana, se è grande o piccolo e cosa mangia.

E’ un libro pensato anche per i bimbi più piccini perché le schede sono piene di disegni che rendono la comprensione immediata.

{

Potete proporre il libro per introdurre l’argomento o come riassunto finale dopo averlo trattato.

Lo trovate da stampare qui sotto:

Spero vi piaccia e diverta i vostri bambini.

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

L’alberello di foglie di Simona di “30 minuti con te”

Ho scoperto Simona grazie alla sua pagina Instagram “30 minuti con te” in cui condivide attività e lavoretti che fa con la sua bimba.

Sono contenta di ospitarla oggi sul sito per presentarci una divertente attività autunnale: un alberello di foglie.

Simona parlaci un po’ di te e di come nasce la tua pagina.

Eccomi qui, sono Simona, una mamma lavoratrice, con poca manualità ma tanta fantasia, che ha deciso di condividere con altre mamme e papà (ma anche zie e zii e chiunque ne abbia piacere!) attività, lavoretti, ricette e proposte per trascorrere del tempo di qualità con i propri bimbi.

Perché è nata la mia pagina IG “30 minuti con te”? Perché essere dei genitori presenti non sempre è facile. Intendo presenti fisicamente ma soprattutto mentalmente.

Si arriva a casa stanchi, magari nervosi e di fretta, già col pensiero della cena da preparare o dei panni da ritirare. Stiamo dietro a tutto, ripetendo continuamente “Ancora un attimo e arrivo a giocare con te!”. Ma il tempo intanto scorre e si diventa ancora più stanchi, noi e loro.

Allora un giorno mi sono detta “proviamo con almeno 30 minuti al giorno!”. 30 minuti dedicati a mia figlia in modo esclusivo, rimandando tutto il resto. Dopotutto l’infanzia è il momento del gioco libero e della scoperta e non voglio perdermi la possibilità di godermi quell’unica infanzia che viene offerta a mia figlia. 

Ogni settimana cerco di proporre qualcosa che ruoti intorno a un tema. Ecco un’idea autunnale! Vi propongo questo lavoretto adatto a bambini davvero di tutte le età! 

Spiegaci come si realizza il vostro bellissimo alberello autunnale…

Procuratevi: 

–          Cartoncino bianco su cui andrete a disegnare e colorare un albero. Potete anche stampare l’immagine di un albero stilizzato direttamente dal web e farlo solo colorare ai vostri bimbi

–          Foglie secche (meglio se di colori diversi)

–          Colla vinilica

Ecco i passaggi:

1.       Sbriciolate le foglie secche dentro ad una ciotola

2.       Aggiungete gocce di colla vinilica sui rami dell’albero e verso la fine del tronco

3.       E ora la parte più divertente: rovesciate le foglie sbriciolate sul cartoncino nei punti in cui avete aggiunto la colla

4.       Sollevate il cartoncino e… voilà, il vostro quadretto autunnale è pronto per essere appeso!! 

Ringrazio Simona per aver condiviso con noi questa attività autunnale, perfetta non solo per la stagione, ma anche utile per allenare la manualità.

Seguitela sulla sua pagina Instagram 30 minuti con te per non perdere nessuna delle sua splendide idee.

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il magico libro di Natale per i bambini della scuola primaria

Dopo ” Il libro magico di Natale per i bambini della scuola dell’infanzia” ho creato anche un libro a tema Natale con tante attività per i bimbi dei primi anni della scuola primaria.

14 pagine di giochi d’italiano e matematica, di logica, attività sulle emozioni, le coordinate spaziali e sulle sequenze, con biglietti d’auguri e ghirlande da creare e molto altro.

Non poteva mancare un calendario dell’avvento da colorare.

Trovate il libro da stampare il libro qui sotto…

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… le domeniche dell’Avvento

Per le domeniche d’Avvento stavo pensando di realizzare qualcosa di particolare.

Ecco un po’ di idee davvero originali e perfette da fare con i bimbi.

  1. Creare candele di carta
  2. Una corona di rotoli di cartone
  3. Una corona di manine
  4. Una corona da costruire di domenica in domenica
  5. Candelabri riciclosi
  6. La strada dell’Avvento

Tante altre idee le trovate sulla mia pagina Pinterest dedicata  ai calendari dell’Avvento

Se siete in cerca di calendari originali da riempire, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata proprio a questo tema. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il Venerdì del libro: 10 libri di Natale per bambini + 1

Mi piace regalare libri, così come si è sempre piaciuto leggerli a PF e Natale è una di quelle occasioni speciali per regale e leggere libri speciali.

Ho raccolto 11 libri fantastici su questa festività, pensati per bambini di varie età. Il post doveva comprenderne solo 10, ma non sono riuscita a scegliere quale escludere.

Quindi eccoli tutti e 11:

NATALE di Fiona Watt  e Stella Baggott , Usborne, 2012

Età consigliata: 10 mesi

Un libro ideale per stimolare la curiosità dei bebé, con simpatiche illustrazioni e tasti sonori da premere.

****************************

IL NATALE di Nathalie Choux  , Gallucci, 2014

Età consigliata: da 1 anno

Pensati per i più piccoli, i libri della serie Scorri e gioca sono interattivi e colorati; le pagine scorrevoli divertono e stupiscono costituendo un momento di scoperta e gioco.

****************************

SVEGLIATI, BABBO NATALE! di Pintachan, giochi Educativi, 2018

Età consigliata: da 2 anni

È la Vigilia di Natale. Babbo Natale, gli elfi, la renna e i giocattoli sono pronti? I bambini aspettano i regali!

****************************

È NATALE di N. Codignola, Fatatrac, 2017

Età consigliata: da 3 anni

Il racconto della nascita di Gesù, riscritto sulla base di ciò che ci tramandano i Vangeli di Luca e Matteo, è qui riproposto nell’inedita veste editoriale di un libro-gioco. La storia è raccontata e illustrata da 20 schede che si compongono in un fantastico puzzle seguendo l’ordine del racconto fino a formare un’unica grande figura (cm 68×81). Le illustrazioni, ricche di colori e particolari, sono integrate, sul retro di ogni scheda, da un testo semplice e chiaro in caratteri maiuscoli, riportato anche all’interno dell’astuccio

****************************

LA VERA STORIA DEI 25 BABBI NATALE di Annamaria Soldera , Nomos Edizioni, 2018

Età consigliata: da 4 anni

Sei sicuro di conoscere la vera storia di Babbo Natale? E se in passato ne fosse esistito più di uno? Grazie alle illustrazioni di Yvonne Campedel e alle parole di Annamaria Soldera scoprirai che un tempo ne esistevano ben… 25! Ma, giorno dopo giorno… uno era troppo magro, un altro guidava troppo velocemente la slitta, uno ancora decise di diventare una star di Hollywood… insomma ne rimase solo uno… quello giusto! Un racconto di Natale grazie al quale bambini e famiglie potranno fantasticare e sorridere insieme al personaggio più amato del Natale.

****************************

L’INGOMBRANTE REGALO DI NATALE di Bernard Villiot, IdeeAli, 2015

Età consigliata: da 5 anni

La Vigilia di Natale, prima di partire per il suo lungo viaggio verso le case di tutti i bambini del mondo, Babbo Natale dà le ultime istruzioni ai suoi piccoli aiutanti: “Sistemate a dovere il laboratorio! Mi raccomando, conto su di voi!” Ma, si sa, i folletti sono molto pigri e l’ordine non è il loro forte. E così…

****************************

IL SECONDO LAVORO DI BABBO NATALE di Michele D’Ignazio, Rizzoli, 2019

Età consigliata: da 6 anni

Babbo Natale, si sa, è uno stagionale, e gli è sempre andata bene così, finché per colpa della crisi non è costretto a cercarsi un secondo lavoro. Fosse facile! Il cameriere? No, Babbo Natale è troppo grosso e goffo. L’animatore? Troppo vecchio. L’operatore di call center? Non fa per lui. Ma proprio quando sta per perdere ogni speranza, Babbo Natale trova un mestiere perfetto. E scopre che non è mai tardi per realizzare i desideri. I propri, ma soprattutto quelli degli altri.

****************************

NATALE NEL GRANDE BOSCO di Ulf Stark, Il gioco di leggere, 2018

Età consigliata: da 7 anni

Natale si avvicina e quest’anno gli animali del Grande Bosco attendono l’arrivo di un personaggio misterioso: il tomte. Non sanno bene chi sia. Ma gli scoiattoli hanno saputo che per Natale bisogna addobbare un albero, preparare piatti speciali e scambiarsi doni, perciò tutti nel bosco si danno un gran da fare per accogliere il tomte nel migliore dei modi. Alla fine, però, del vecchio tomte brontolone neanche l’ombra… Arriverà oppure no? Il tomte, gnomo guardiano delle fattorie; lo Jultomte (tomte del Natale), ovvero il Babbo Natale della tradizione svedese; Santa Lucia, con la sua corona di candele nella notte più buia; i dolci speziati e i candelabri dell’Avvento; i boschi innevati e la natura del freddo Nord. Le tradizioni natalizie scandinave si intrecciano in questa divertente fiaba di Ulf Stark, arricchita dalle illustrazioni di Eva Eriksson.

****************************

LA BAMBINA CHE SALVÒ IL NATALE di Matt Haig , Salani, 2017

Età consigliata: da 8 anni

Nel mondo sta scomparendo la magia, nessuno sembra più crederci, e questo rischia di compromettere la festa più bella dell’anno… Lo sa bene Babbo Natale, che ha già tanti problemi da risolvere nel suo regno incantato che tanto incantato rischia di non essere più, tra renne che non riescono a volare, elfi che scioperano e troll sul piede di guerra. Ma la sera della Vigilia si avvicina e non c’è tempo da perdere: anzi, è proprio il tempo che va fermato, per riuscire a consegnare i regali a tutti i bambini nel mondo. C’è solo una ragazzina che può aiutare Babbo Natale, una ragazzina che ha un desiderio importantissimo che solo lui può esaudire. Dall’autore di “Un bambino chiamato Natale!, una storia magica piena di orribili verruche, pipì di renna, crudeli orfanotrofi e perfino una regina!

****************************

IL PIANETA DEGLI ALBERI DI NATALE di Gianni Rodari, Einaudi Ragazzi, 2008

Età consigliata: da 9 anni

Einaudi Ragazzi prosegue la riedizione dei classici di Gianni Rodari illustrati da Bruno Munari, due tra i massimi “fantasisti” della letteratura italiana per ragazzi. Ritorna ora in libreria “Il Pianeta degli alberi di Natale”, una favola a cavallo tra la fantascienza, l’utopia e i mondi alla rovescia tanto amati da Rodari. In questo romanzo, un bambino, portato nello spazio da un vascello spaziale mascherato da cavallo a dondolo, incontra degli alieni che, liberati dal lavoro grazie alle macchine, vivono in un “pianeta della cuccagna” e si dedicano solo a scienze, arti e politica. Ma cosa vogliono questi spaziali da lui? Se agli occhi smaliziati di un adulto la trama può sembrare, a tratti, semplicistica, va detto che il libro affrontava temi assolutamente rivoluzionari per l’epoca e attuali ancora oggi, come l’idea che i bambini debbano prepararsi fin da piccoli diventare i governanti del mondo di domani, ma senza perdere la vivacità, la spontaneità e la capacità di essere amici di tutti.

****************************

IL PICCOLO NICOLAS E BABBO NATALE di René Goscinny e Jean-Jacques Sempé , Donzelli, 2016

Età consigliata: da 10 anni

Dalla penna del creatore di Asterix e dalla matita di un genio dell’illustrazione, le avventure natalizie e non solo del monello più famoso di Francia.

****************************

Vi auguro un sereno weekend, pieno di splendidi libri.

Chi vuole fare un tuffo nel passato qui puo’ rileggere tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Se siete in cerca di altri libri sul Natale, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicato al Natale. Nelle altre bacheche inoltre troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Sta arrivando Natale: il libretto da leggere e colorare

Per esercitare i miei bambini nella lettura e nella comprensione dei testi ho creato vari libretti a tema da colorare: quello dell‘autunno, quello dell’estate, quello della primavera e quello dell’inverno.

Questa volta ne ho realizzato uno a tema Natale.

Questi libretti oltre a farli divertire li stimolano a leggere e comprendere il testo.

Su ogni pagina c’è un disegno e le istruzioni per colorarlo. I bambini devono leggere le istruzioni e colorare il disegno di conseguenza.

Nell’ultima pagina del libro i bambini possono lasciare libera la loro creatività, decorando e colorando come più gli piace un albero di Natale.

Questo libretto si può proporre anche ai bimbi più piccoli che si possono divertire a colorare i disegni seguendo o meno le indicazioni del testo.

Realizzare il libro è molto semplice:

Stampate il file, che trovate qui sotto, e ritagliate le pagine del libro seguendone il perimetro. Vi troverete con 11 pagine con disegni e testo e  una copertina.

Incollate le pagine fra loro nella parte alta, dov’è presente una linea tratteggiata.

Qui sotto trovate il libretto da stampare:

Spero vi piaccia e diverta i vostri bimbi.

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Le tabelle delle stagioni e i 5 sensi

Qualche tempo fa una mamma mi ha chiesto se avevo del materiale sulle stagioni e i 5 sensi, in modo da poter riflettere sulle loro caratteristiche usando i sensi. La sua idea era quella di creare una tabella che potesse facilitarne la riflessione.

L’idea mi è piaciuta subito e ho così deciso di creare uno strumento che potesse essere utile anche ad altri.

Nascono così le tabelle delle stagioni.

Nella prima i bimbi dovranno indicare per ogni senso le caratteristiche di quella stagione. Potranno usare il disegno, la scrittura, incollando immagini o oggetti o come più piace a loro.

Per esempio per l’autunno potranno appiccicare delle foglie secche di vari colori per quanto riguarda la vista, incollare il guscio di una castagna per il gusto, scrivere “Scrrsc scrsccc” per indicare – nella colonna udito – il suono che fanno le foglie quando vengono schiacciate, disegnare la pioggia nella colonna dell’olfatto e incollare del muschio per il tatto.

Oltre alla tabella che riassume tutte le stagioni, ho creato anche delle tabelle singole per ogni stagione, in modo da avere più spazio per ogni senso.

Appendendo tutte le tabelle sul muro, i bimbi potranno creare un cartellone da completare o a man mano che le stagioni si susseguono o tutte insieme come attività generale sui 5 sensi.

Trovate le tabelle da stampare qui sotto...

Colgo l’occasione per ringraziare i genitori, i maestri e gli educatori che mi scrivono chiedendomi materiali, perché grazie a loro riesco a realizzarne sempre di nuovi e utili.

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di altri libri giochi sui 5 sensi, li potete trovare nelle mie bacheche di Amazon dedicate proprio a questi temi. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il magico libro di Natale per i bambini della scuola dell’infanzia

Il mese di dicembre si avvicina e con lui il Natale.

Ho creato un libro a tema Natale con tante attività per i bimbi della scuola dell’infanzia. 15 pagine di giochi, di disegni da colorare, attività di pregrafismo, biglietti d’auguri da creare, attività sulle emozioni e sulle sequenze, per allenarsi ad usare le forbici e molto altro.

Non poteva mancare un calendario dell’avvento da colorare.

Ecco un video che vi mostra (in versione mini) tutte le pagine del libro:

Sto preparando anche degli altri libri per i bimbi della scuola primaria. Arriveranno presto.

Trovate il libro da stampare il libro qui sotto…

Non mi resta che augurarvi buon diverteimento!

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… creare un calendario dell’Avvento originale

Mancano davvero poche settimane e inizierà il conto alla rovescia per Natale.

Io sto cercando nuove idee per riempire il nostro calendario dell’Avvento e navigando da un sito e l’altro ho trovato tanti splendidi calendari fai da te.

Voglio condividere con voi quelli che mi sono piaciuti di più…

  1. Babbo Natale nel bosco
  2. Una pioggia di stelle
  3. Una casetta di cioccolatini
  4. Tanti coloratissimi folletti
  5. Il rametto calendario
  6. Il sentiero di Babbo Natale

Tante altre idee le trovate sulla mia pagina Pinterest dedicata  ai calendari dell’Avvento

Se siete in cerca di calendari originali da riempire, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata proprio a questo tema. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il venerdì del libro: 10 libri per parlare sulla gentilezza

Gandhi affermava che “con la gentilezza si può scuotere il mondo”.

Partendo da questa potente frase ho deciso di raccogliere in questo post 10 splendidi libri per bambini sulla gentilezza.

IL PICCOLO LIBRO DELLA GENTILEZZA di Francesca Pirrone, Clavis, 2020

Età consigliata: da 3 anni

È facile essere gentili. È sufficiente dire grazie, regalare un sorriso, tendere la mano, condividere… Questo dolcissimo libro insegna che, se siamo gentili con gli altri, gli altri lo saranno a loro volta con noi.

*********************************

LA PAROLE GENTILI. PER STARE BENE INSIEME di di Giuditta Campello, Emme edizioni, 2019

Età consigliata: da 3 anni

Esistono delle parole che hanno il potere di far spuntare il sorriso. Sono parole magiche e sono talmente semplici che anche i più piccoli le possono imparare. Sono: buongiorno, per piacere, grazie, bravo, benvenuto, scusa, ti voglio bene, ti aiuto io. Sono le parole della gentilezza. 

*********************************

LE SEI STORIE DELLA GENTILEZZA di Sara Agostini, Gribuado, 2018

Età consigliata: da 3 anni

Compiere un piccolo gesto per aiutare chi ci sta intorno richiede poca fatica e ci dà molto! Sei racconti illustrati a colori per scoprire quanto sia preziosa la gentilezza.

*********************************

LE STORIE DELLA GENTILEZZA di Tony Wolf e Margherita Habe, DAMI editore, 2019

Età consigliata: da 3 anni

Tante storie illustrate per scoprire quanto sia preziosa la gentilezza e come, un piccolo gesto, può cambiare e aiutare chi ci sta intorno.

*********************************

SII GENTILE di Pat Zietlov Miller, Nomos Edizioni, 2019

Età consigliata: da 4 anni

Quando Tanisha versa il succo d’uva su tutto il suo vestito nuovo, e tutti ridono di lei, il suo compagno di classe vuole farla sentire meglio, chiedendosi: cosa significa essere gentili? Dal chiedere alla nuova compagna di giocare insieme al difendere qualcuno vittima di bullismo, dal fare compagnia a chi è solo al ricordarsi i nomi delle persone, questa commovente storia rivela come la gentilezza e ogni nostra azione, grande o piccola, possono fare la differenza, e sprona a superare la difficoltà di provarci. Grazie al bellissimo tratto di Jen Hill, l’autrice ci guida attraverso gli occhi dei più piccoli fra i molti esempi concreti di come due semplici parole possono cambiare il mondo.

*********************************

IL MIO SUPERPOTERE È LA GENTILEZZA di Giulia Ceccarani, Dalia Edizioni, 2019

Età consigliata: da 5 anni

Una favola moderna sul potere della gentilezza e sull’importanza delle parole. Che cos’è la gentilezza? Mattia e nonno Renato amano la natura e ogni domenica vanno al parco tenendosi per mano. Intorno a loro la città si fa però via via più grigia e il verde degli alberi sempre un po’ più spento. Un giorno, l’ultimo bel fiore del parco viene calpestato da un bambino che nemmeno se ne accorge, nell’indifferenza generale. Mattia e Renato dovranno rassegnarsi alla fine di tutte le cose belle? Un viaggio alla ricerca del significato profondo della parola “gentilezza” porterà Mattia a trovare il suo superpotere e a scoprire il segreto per far nascere qualcosa di sorprendente da un fiore calpestato, qualcosa che renderà migliore il mondo di tutti.

*********************************

MAURICE IL MOSTRO GENTILE di Amy Dixon, Sassi, 2017

Età consigliata: da 5 anni

“Devi imparare a essere meno gentile”, gli disse la mamma. “Per questo ti abbiamo iscritto all’Abominevole Accademia per Mostri Cattivi”. Maurice addentò pensoso una merendina a base di cavolo e si sedette a riflettere. Era un mostro: avrebbe dovuto essere aggressivo, brutto e minaccioso. Non voleva essere un epico fallimento. Riordinò quindi la sua cameretta, impacchettò le sue frittelle alle erbette e si avviò verso l’Abominevole Accademia per Mostri Cattivi. 

*********************************

LA GENTILEZZA VOLA LONTANO di Fabio Leocata, Librì Progetti educativi, 2019

Età consigliata: da 6 anni

Matilde e i suoi amici stanno per fare una scoperta straordinaria: così come il battito d’ali di una farfalla può scatenare una tempesta, un semplice gesto di gentilezza può rendere il mondo che ci circonda più bello e colorato. Una magia? No, tutta colpa – o merito… – dell’effetto farfalla, è così che lo chiamano gli scienziati! Ecco allora le divertenti avventure dei bambini e delle bambine che frequentano la classe della maestra Anna, raccolte in un libro lungo un anno, per parlare di amicizia e di piccoli grandi problemi, di bullismo e solitudine, di emozioni e tanta voglia di stare insieme. Una lettura appassionante e commovente, da fare da soli o in compagnia di mamma e papà, per scoprire la misteriosa forza della gentilezza

*********************************

IO STO CON VANESSA. QUANDO LA GENTILEZZA FA LA RIVOLUZIONE di Kerascoët , De Agostini, 2018

Età consigliata: da 6 anni

La piccola Vanessa, una nuova studentessa timida e riservata, diventa vittima di un bullo dopo la scuota e corre a casa in lacrime. Un’altra bambina la vede e si preoccupa così tanto da dirlo agli altri compagni. La testimone resta sveglia tutta la notte, in pensiero per l’amica, e al mattino ha un’idea: andrà a prendere Vanessa e l’accompagnerà a scuola. Sulla via, le due sono raggiunte da un altro bambino, poi da un altro e da un altro ancora. Poco a poco un corteo di bimbi sorridenti affianca Vanessa e la scorta fino in classe, mentre il bullo si allontana imbarazzato. Un originalissimo silent book che sa parlare con estrema dolcezza ed efficacia, svelandoci l’importanza dei piccoli gesti quotidiani capaci di contrastare l’ipocrisia e la più becera indifferenza.

*********************************

10 IDEE PER SALVARE IL MONDO CON IL POTERE DELLA GENTILEZZA di Eleonora Fornasari, White Star, 2020

Età consigliata: da 7 anni

Un volume pensato per sensibilizzare i più giovani su importanti tematiche sociali, con un titolo che affronta in particolare il problema dell’egoismo, nelle sue molteplici forme e con le sue spesso terribili conseguenze. I ragazzi troveranno tra queste pagine 10 idee per correggere e migliorare i propri comportamenti in nome della gentilezza, per essere più aperti, inclusivi e rispettosi verso gli altri. A casa, a scuola, per strada… Per rendere il mondo un posto migliore, giorno dopo giorno.

*********************************

Aspetto i vostri suggerimenti e vi auguro un fine settimana sereno e pieno di splendidi libri.

Chi vuole fare un tuffo nel passato qui puo’ rileggere tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Se siete in cerca di altri libri sulla gentilezza, li potete trovare nelle mie bacheche di Amazon dedicate proprio a questi temi. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

La tabella delle preposizioni semplici ed articolate

Per affrontare le preposizioni semplici ed articolate mi serviva uno strumento facile ed immediato per aiutare i miei alunni a memorizzarle, ad abbinarne il significato e a capire il meccanismo della loro costruzione.

Ho creato allora due tabelle in modo da tenerle sempre sott’occhio.

Sulla tabella delle preposizioni semplici ho inserito tanti disegni che ne spiegano il significato. Sono tutti in bianco e nero, così da poter essere colorati. Attività che aiuta la memorizzazione.

La tabella delle preposizioni articolate richiama le stesse immagini e fa in modo di spiegare visivamente la loro costruzione. Se i bimbi sono in dubbio su come scrivere una preposizione articolata è sufficiente che intersechino le preposizioni con l’articolo determinativo.

Potete utilizzare le tabelle per creare un tabellone oppure, come faccio io, consegnarne una ad ogni bimbo.

Trovate le tabelle da stampare qui sotto:

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

È arrivato l’autunno: il libretto da leggere e colorare

Per esercitare i miei bambini nella lettura e nella comprensione del testo ho creato un libretto a tema autunno tutto da colorare.

Molte volte i miei alunni non vogliono leggere, trovandolo inutile e noioso, ma amano molto colorare e fare attività legate al disegno. Ho così deciso di creare questo libretto per farli divertire con i colori e nello stesso tempo stimolarli a leggere e comprendere il testo.

Su ogni pagina c’è un disegno e le istruzioni per colorarlo. I bambini devono leggere le istruzioni e colorare il disegno di conseguenza.

L’ultima pagina del libro è vuota e i bambini possono lasciare libera la loro fantasia.

Questo libretto si può proporre anche ai bimbi più piccoli che si possono divertire a colorare i disegni seguendo o meno le indicazioni del testo.

Realizzare il libro è molto semplice:

Stampate il file, che trovate qui sotto, e ritagliate le pagine del libro seguendone il perimetro. Vi troverete con 9 pagine con disegni e testo e  una copertina.

Incollate le pagine fra loro nella parte alta, dov’è presente una linea tratteggiata.

Trovate il libretto da stampare qui sotto:

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Le carte delle sillabe per imparare a scrivere

Per allenare i miei alunni a scrivere partendo dalle sillabe ho creato delle simpatiche carte che si aprono e chiudono, permettendo così ai bambini di esercitarsi e controllare se hanno scritto correttamente la parola.

Ogni carta si ripiega su se stessa, nascondendo parte della parola. Solo la sillaba iniziale e l’immagine che rappresenta la parola rimangono visibili.

Le carte si possono usare in vari modi:

  • scegliete un gruppo sillabico su cui concentrarvi, per esempio BA, BE, BI, BO e BU e disponete sul banco le carte in modo che le parole rimangano celate, ad eccezione della loro iniziale. Chiedete ad ogni bambino di scrivere le parole intere e poi fate aprire le carte per controllare le risposte date.
  • mischiate tutte le carte. Ogni bambino ne sceglierà 4 di cui dovrà scrivere le parole corrispondenti, controllando poi l’ortografia.
  • dividete la classe in gruppi. Scegliete 4 carte e chiedete ai gruppi di scrivere le parole delle carte. Ogni volta che un gruppo scrive correttamente le parole guadagna un punto. Vince chi alla fine ha più punti.

Le carte possono essere utilizzate anche da bimbi più piccoli per giocare con loro ad apprendere nuove parole ed arricchire il vocabolario.

Creare le carte è semplicissimo: stampate il file che trovate qui sotto. Ritagliate le carte e piegatele per chiuderle seguendo le linee.

Ecco il file con tutte le carte:

SCOPRI ANCHE…

Buon divertimento con questa e con tutte le altre idee prese in rete !

Se siete in cerca di altre attività, potete trovare tante idee nella mia bacheca di Amazon dedicata ai giochi su lettere, sillabe e parole.

 Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee creative per… lavoretti con le ghiande

Nelle nostre passeggiate nei boschi raccolgo sempre un sacco di ghiande che poi utilizzo per decorare casa.

Ho raccolto in rete un po’ di idee ed attività speciali.

Oggi condivido con voi quelli che mi sono piaciuti di più…

  1. Simpatici gufetti
  2. Una splendida ghirlanda autunnale
  3. Il memory dei colori
  4. Un set per il tè in miniatura
  5. Un’allegra famiglia di ghiande
  6. Una cornice autunnale

Tante altre idee le trovate sulla mia pagina Pinterest dedicata  all’autunno


Buon divertimento con questa e con tutte le altre idee prese in rete !

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il venerdì del libro: 10 libri per scoprire i 5 sensi

Attraverso i cinque sensi i bambini scoprono il mondo che li circonda diventando pian piano sempre più indipendenti.

Questo Venerdì ho raccolto 10 splendidi libri per bambini per parlare dei 5 sensi.

Spero che vi piacciano e divertano i vostri piccoli.

VEDO, TOCCO SENTO, Giunti, 2019

Età consigliata: 1 anno

Già da piccolissimi, i bambini amano osservare fotografie di altri bambini e oggetti familiari. Questi libri, di formato maneggevole e cartone robusto, permettono di soddisfare tutta la loro curiosità e di accompagnarli nei loro primissimi “approfondimenti”. Per ogni immagine più generica, infatti, ce n’è un’altra più dettagliata sotto la finestrella che consente al bambino di focalizzare l’attenzione su un concetto alla volta. Gli argomenti trattati sono vicini alla quotidianità dei bambini: la routine giornaliera, gli ambienti domestici, i vestiti e i cinque sensi. 

*******************************

I 5 SENSI. IL GRANDE LIBRO DI MATTIA di Liesbet Slegers, Clavis, 2012

Età consigliata: da 2 anni

In questo grande libro dei sensi, Mattia usa gli occhi, le orecchie, il naso, la lingua e le dita per conoscere il mondo attorno a lui. Informazioni semplici unite a simpatiche rime e giochi e domande a cui rispondere rendono questo libro uno strumento per conoscere i 5 sensi in modo divertente

*******************************

I CINQUE SENSI. I MIEI PRIMI PERCHÈ di Mathilde Paris, Patrick Morize, AbraCadabra, 2018

Età consigliata: da 3 anni

Quali sono i cinque sensi? E a cosa servono? Come funziona la vista? A tutti noi piacciono gli stessi odori? Come sentiamo i sapori? Ecco un libro colorato e ricco di finestrelle per rispondere a tutte le domande dei più piccoli e spiegare loro in che modo entrano a contatto con il mondo che li circonda.

*******************************

I CINQUE SENSI GIOCANO A NASCONDINO di Agostino Traini, Piemme, 2013

Età consigliata: da 3 anni

Il signor Acqua sta giocando a nascondino con i suoi amici, ma ecco che di colpo arriva la Nebbia e lui non vede più niente… Dovrà aguzzare olfatto, gusto, tatto e udito per riuscire a vincere!

******************************

CONOSCI I 5 SENSI, Crealibri, 2009

Età consigliata: da 3 anni

Libri educativi per giocare… per divertirsi: 20 magneti per giocare, tante pagine per disegnare, scrivere e… cancellare e un bellissimo gioco alla fine del libro. Studiati per essere interattivi e per giocare con i magneti contenuti nella confezione. Libri sicuri… a prova di bambino! 

******************************

I CINQUE SENSI + 1 di Maria Gianola, San Paolo Edizioni, 2012

Età consigliata: da 4 anni

Vista, udito, olfatto, gusto, tatto. Storie facili per conoscere i cinque sensi del nostro corpo… più uno, quello più prezioso. Il cuore! Storie brevi con poco testo e tante illustrazioni colorate. Lo scopo di questi racconti è aiutare i bambini ad aumentare la fiducia in se stessi, prendere consapevolezza del mondo che li circonda e stimolare la loro curiosità.

*******************************

COSA SONO I SENSI?, di Katie Daynes , Christine Pym, Usborne, 2017

Età consigliata: da 4 anni

Come funzionano gli occhi? Perché alcune persone hanno bisogno degli occhiali? Come fanno le orecchie a farci stare in equilibrio? I più piccoli potranno scoprire le risposte a queste e a molte altre domande sollevando le alette di questa simpatica introduzione illustrata alla scienza dei nostri sensi. Ottimo per stimolare la conversazione e incoraggiare ad approfondire il tema. 

*******************************

I CINQUE SENSI in Comunicazione Aumentativa Alternativa di Martina Tarlazzi e Katia Savini, Homeless Book, 2019

Età consigliata: da 5 anni

Dopo aver imparato quanto possano essere intensi i sentimenti, una nuova avventura attende Sole: in questa seconda uscita la simpatica cagnolina andrà alla scoperta dei 5 sensi con cui percepiamo il mondo che ci circonda. Vista, olfatto, tatto, udito e gusto e diventeranno così metri di paragone per capire noi stessi e ciò che abbiamo intorno. Scritto in Comunicazione Aumentativa Alternativa per renderlo accessibile a tutti i bambini, questo libro è corredato di un’appendice per genitori ed educatori, il «Laboratorio dei 5 sensi», contenente attività da svolgere insieme ai più piccoli. Un libro che incoraggia a coltivare punti di vista diversi, imparando a riconoscere l’altro come una grande ricchezza. 

*******************************

I CINQUE SENSI di Viola Tortoli Bartoli, Giunti Kids, 2009

Età consigliata: da 5 anni

Baco Gigi, il baco curioso amico dei bambini, in questo nuovo volume descriverà ai più piccoli i cinque sensi del corpo umano. Tatto, udito, vista, olfatto e gusto, il libro farà scoprire ai lettori anche alcuni aspetti curiosi e quotidiani. Fra questi: perché viene la pelle d’oca, perché quando ci si morde la lingua si sente un gusto salato, perché fischiano le orecchie, perché si sentono meno i sapori quando si ha il raffreddore. Un modo per iniziare a conoscere il proprio corpo, se stessi e il mondo.

*******************************

LA STORIA DI MARILÙ E I 5 SENSI di Carlo Scataglini, Erickson, 2018

Età consigliata: da 6 anni

Una bambina curiosa di nome Marilù, un albero parlante, cinque tipi insoliti e un po’ presuntuosi sullo sfondo di un bosco incantevole… Cosa succederà? Una storia allegra e originale sui cinque sensi accompagnata da un audiolibro con bellissime canzoni. Per capire che siamo tutti grandi e importanti, soprattutto se impariamo a lavorare insieme!

*******************************

Aspettando i vostri suggerimenti, vi auguro un fine settimana sereno e ricco di buone letture.

Chi vuole fare un tuffo nel passato qui puo’ rileggere tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Se siete in cerca di altri libri o giochi sui 5 sensi, li potete trovare nelle mie bacheche di Amazon dedicate proprio a questi temi. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

I dadi di Halloween per inventare storie divertenti e paurose

Inventare storie è sempre divertente e cosa c’è di meglio che farlo durante la notte di Halloween?

Per rendere i racconti ancora più emozionanti ho creato 6 dadi con delle immagini a tema.

Personalmente trovo questo strumento molto utile e versatile perché permette a tutti di partecipare, aiuta chi è più timido o a corto di idee di inserirsi nel racconto e nel caso sbloccano la storia se non si sa come proseguirla. Inoltre trasformano il racconto in un’attività cooperativa.

Avevo già creato dei dati simili, ma senza nessun tema particolare (li trovate qui) e ho potuto constatare che oltre a divertire molto, aiutano i bambini a creare gruppo, ad allenarsi con le descrizioni, ad ampliare il vocabolario e diventare più fluenti e sicuri nel raccontare.

Costruirli è molto semplice: stampate il file che trovate sotto, ritagliate i dati e incollate seguendo le istruzioni.

I dadi si possono usare in vari modi:

1: a turno ognuno dei partecipanti sceglie un dado e lo tirao. In base all’immagine che compare dovrà raccontare un pezzo della storia che dovrà collegarsi a quella del giocatore precedente. Prima di iniziare si fissa un tempo massimo sia per finire il turno (1,2 o 3 giri di clessidra) sia per finire la storia. Naturalmente il primo e l’ultimo giocatore del gioco avranno il compito di iniziare e finire il racconto.

2: i dadi vengono lanciati tutti insieme e a turno ogni giocatore deve scegliere un dado e raccontare una storia collegandosi a quella degli altri partecipanti. Quando tutti i giocatori hanno finito il proprio turno, i dadi verranno rilanciati e così via fino al completamento del racconto. Anche in questo caso viene fissato un tempo massimo sia per terminare il proprio turno che la partita.

Qui sotto trovate i 6 dadi da stampare e le istruzioni per costruirli:

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di  libri per Halloween, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata proprio a questo tema. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Continue Reading

5 libretti in rima per Halloween

Per prepararsi ad Halloween ho creato 5 simpatici librettini in rima per scoprire i protagonisti di questa festa: i fantasmi, i mostri, le zucche, le case stregate, i pipistrelli.

I libretti sono a fatti a fisarmonica, pieni di immagini divertenti. I bambini possono divertirsi a leggerli e ad aprirli.

Sono perfetti anche da inserire nel calendario “conto alla rovescia” che trovate in questo post.

Creare i libretti è facilissimo:

Stampate il file che trovate sotto. Per prima cosa ritagliate la copertina in due. Ripiegate il fogliettino che contiene le storie a fisarmonica e incollate le due parti della copertina sulle pagine bianche, rispettivamente la prima e l’ultima. Il libretto chiuso farà vedere l’immagine del personaggio protagonista della storia.

Qui sotto trovate tutti i libretti da stampare:

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di  libri per Halloween, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata proprio a questo tema. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

“Chi cerca, trova!” speciale Halloween

Tra i giochi che propongo ai miei alunni ci sono i “chi cerca, trova!”: delle semplici schede, in cui i bambini devono trovare delle immagini in un disegno che ne contiene parecchie e tutte diverse.

Oltre ad essere molto divertenti, stimolano la concentrazione, l’attenzione ai particolari e alle differenze, inoltre avvicinano i bambini più piccoli ai numeri e alle quantità.

Ne ho creati alcuni a tema Halloween, perfetti sia in classe che per la festa.

Sono tutti in bianco e nero, così i bambini possono anche divertirsi a colorarli.

Qui sotto trovate i 4 giochi da stampare:

CHI CERCA, TROVA! IL GIOCO DI HALLOWEEN

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di  libri per Halloween, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata proprio a questo tema. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Halloween creativo con Roberta – Mammacreativa

Ho conosciuto Roberta su Facebook grazie alle bellissime attività creative che fa con i suoi bimbi e che mostra sulla sua pagina “Roby Mammacreativa”.

Le ho chiesto di condividere qui sul sito delle decorazioni per Halloween belle e facili da fare. Sono contenta che abbia accettato e quindi ecco qui per voi “la ragnetela di lana” e un simpatico “vampiretto”.

Lascio ora la parola a lei…

Ciao a tutti, sono Roberta, mamma di Giulia di 5 anni, una bimba tranquilla ,che ama i libri ed il disegno, e Marco di 3, molto vivace e dinamico.


Da sempre amante di tutto ciò che riguarda la manualità e la creatività, ho cercato di avvicinare i miei figli a questa mia passione proponendo spesso loro attività creative, educative e divertenti per trascorrere piacevolmente del tempo di qualità assieme. Insomma loro si divertono, ma la verità è che mi diverto tanto anche io.

Durante il lockdown, ho spesso sentito amiche e mamme in difficoltà su come intrattenere i propri figli e da qui l’idea di rendere le “nostre” attività disponibili per tutti, aprendo una pagina facebook ed una pagina instagram con il nostro #crearein3, così da poter essere utile anche io, nel mio piccolo a tutti quelli che hanno voglia di fare, ma poche idee.

Utilizzando la manualità, la fantasia, l’inventiva e tanto materiare di recupero (prima di buttare qualcosa, mi chiedo sempre se possa tornarci utile in qualche attività), siamo spesso riusciti ad impegnare interi pomeriggi senza nemmeno rendercene conto. Spesso le cose che realizziamo si potrebbero tranquillamente comprare già fatte, ma così…che gusto ci sarebbe?

A tal proposito, visto che si avvicina Halloween, vi voglio mostrare due semplicissime idee per realizzare delle simpatiche e semplici decorazioni insieme ai vostri bimbi.

La prima è la RAGNATELA DI LANA

Avevamo già creato dei buffi ragnetti di lana, che soprattutto a Giulia sono piaciuti tantissimo, cosí tanto da volerne creare un’intera famiglia. Ma non c’è ragno che si rispetti che non abbia una super ragnatela ..ed eccoci all’opera!!!

Occorrente:
• 8 bastoncini di legno per spiedini
• filo di lana bianco
• colla a caldo

Ponete gli 8 bastoncini come a formare una stella con le punte verso il centro, a contatto tra loro.
Riempite il centro con abbondante colla a caldo così da fissarlo.
Ora usate il filo di lana, fissandolo con una goccia di colla a caldo, su ogni bastoncino e completate ogni circonferenza della vostra ragnatela. Tagliate di volta in volta il filo e cominciate la successiva circonferenza.
Terminato, girate il lavoro a “faccia in giù” e riempite anche il centro del retro con abbondante colla a caldo.
Lasciate asciugare e…la ragnatela è pronta ed è anche abbastanza resistente

In pochissime mosse abbiamo realizzato una cosa davvero carina…e loro sono stati davvero super soddisfatti del risultato.

 

La seconda idea è un VAMPIRETTO , che io trovo davvero adorabile


Occorrente
• Contenitore di plastica della sorpresa degli ovetti
• Un bastoncino di legno per spiedini
• Occhietti di plastica ( o in alternativa potete disegnarli voi)
• Cartoncino bianco
• Colla a caldo
• Tempera nera o, meglio ancora, pennarello indelebile nero
• Gomma eva rossa
• Forbici
• Cordino

Per prima cosa praticate un piccolo foro al centro della metà superiore del contenitore della sorpresa degli ovetti ed infilateci la punta dello spedino così da tenerlo fermo e poterlo dipingere senza difficoltà.
Dipingetelo all’interno ed all’esterno di nero. Noi lo abbiamo dipinto con la tempera, ma se avete un pennarello indelebile il risultato sarà sicuramente migliore e più duraturo.
Lasciate asciugare e nel frattempo ritagliate dal cartoncino bianco due piccoli dentini aguzzi, e la sagoma delle ali . Per poterle fare speculari, piegate il cartoncino e disegnate solo un’ala. Ritagliate il cartoncino ancora piegato, ed avrete due ali perfettamente uguali.
Dipingetele di nero, avanti e indietro, e lasciatele asciugare.
Nel frattempo ritagliate con la gomma eva un “mantello” della dimensione adatta al vostro pipistrello.
Quando sarà tutto asciutto, staccate il contenitore di plastica dallo spiedino ed inserite nel foro le due estremità del cordino. Fate dall’interno un nodino e se volete fissate con un po’ di colla a caldo.
Ora assemblate tutti i dettagli che avete creato, incollate i dentini, il mantello, gli occhietti ed infine le ali.
Ed ecco un simpatico pipistrello pronto a “svolazzare” in casa vostra.

Ringrazio di cuore Roberta per aver condiviso con noi queste splendide attività.

Per non perdere nessuna delle sue idee creative seguitela sulla sua pagina FACEBOOK e INSTAGRAM.

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di  libri per Halloween, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata proprio a questo tema. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Continue Reading

6 splendide idee creative per Halloween

Manca davvero pochissimo ad Halloween!

Ho raccolto 6 magnifiche idee creative da realizzare per la festa: giochi, decorazioni, mascherine mostruose…

  1. fantasmini in barattolo
  2. il gioco zucca “fila e sfila”
  3. la catena mostruosa
  4. la streghetta volante
  5. mascherine di Halloween
  6. la zucca-ghirlanda

Se siete in cerca di  libri per Halloween, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata proprio a questo tema. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.


Buon divertimento con questa e con tutte le altre idee prese in rete !

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Le carte delle attività di Halloween

Manca una settimana ad Halloween.

Per divertirsi in attesa della festa ho creato delle carte con tante attività da fare insieme ai bambini: creare un cappello da strega o da mago, realizzare una ghirlanda di fantasmini, disegnare una zucca, leggere una storia o guardare un film di Halloween, creare delle zucche con la pasta modellabile…

Potete inserire le carte all’interno delle scatoline-calendario per contare i giorni che mancano alla festa.

Trovate le carte da stampare qui sotto:

LE CARTE DELLE ATTIVITÀ

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di  libri per Halloween, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata proprio a questo tema. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il Venerdì del libro: 10 libri per avvicinare i bambini all’arte

Per avvicinare i bambini all’arte e ai grandi artisti ci sono molti modi: andare ai musei, partecipare a laboratori, realizzare attività a tema, leggere libri…

Questo venerdì ho raccolto 10 splendidi libri per bambini per scoprire questo meraviglioso mondo.

ARTE. TECNICHE E IDEE di Fiona Watt , Antonia Miller , Usborne, 2018

Età consigliata: da 3 anni

Sai come dipingere con gli acquerelli e la pittura a schizzo o creare effetti particolari con i colori a olio? Questo libro è pieno zeppo di idee per dipingere, disegnare, fare stampe e collage. I piccoli artisti in erba potranno seguire le semplici istruzioni passo dopo passo o prendere spunto dalle idee proposte per creare dei capolavori originali. 

**********************************

CHI C’È NEL QUADRO? di Susie Brooks , Villardi Industrie Grafiche, 2020

Età consigliata: da 5 anni

Osserva con con attenzione i dipinti raccolti in questo libro e metti alla prova il tuo spirito di osservazione. Chi si aggira nella giungla durante un temporale? Chi pattina sul fiume in una gelida giornata d’inverno? Chi indossa due farfalle come fermacapelli? Tante domande-guida per avvicinarsi all’arte in modo attivo e partecipe. Che cosa pensano le ballerine ritratte da Degas? Quali pensieri attraversano la mente di Frida Kahlo nel suo autoritratto? Attraverso un gioco di cerca-trova “Chi c’è nel quadro?” incoraggia la curiosità dei bambini e stimola a trovare risposte con fantasia e immaginazione.

**********************************

L’ARTE. IL LIBRO DEI PERCHÈ di Katie Daynes , L. Riu, L. Terallis , Usborne 2018

Età consigliata: da 5 anni

A cosa serve l’arte? Perché gli artisti si fanno gli autoritratti? Chi erano gli impressionisti? Scopri le risposte a queste e tante altre domande grazie a questo interessante libro informativo, con oltre 60 alette da sollevare. Un’ottima introduzione all’arte per le piccole menti curiose.

**********************************

CHE CAPOLAVORO! di Riccardo Guasco, Carthusia, 2018

Età consigliata: da 6 anni

Hai mai immaginato di girovagare nei paesaggi di Van Gogh? O di fare colazione con un quadro di Modigliani o Magritte? Tuffati a capofitto in un’avventura silenziosa alla scoperta dei capolavori dell’arte europea. Seguendo le orme dei grandi del passato, anche tu potrai lasciare un segno!

**********************************

L’ARTE CONTEMPORANEA È UN GIOCO DA RAGAZZI! di Elena Valdrè e Giulia Volontè, Terre di mezzo, 2016

Età consigliata: da 7 anni

L’arte contemporanea può essere astratta, buffa, farti venire un sacco di dubbi (cos’avrà voluto dire davvero L’artista?) ma può anche sorprenderti. Un libro con ventuno parole chiave e altrettante attività per scoprire come e perché, al giorno d’oggi, tutto ma proprio tutto potrebbe diventare un capolavoro: persino tu! 

**********************************

LA STORIA DELL’ARTE RACCONTATA AI BAMBINI di Martina Fuga e Lidia Labianca, Salani, 2018

Età consigliata: da 7 anni

Lasciati ispirare dalle vite dei più grandi artisti, esplora i loro capolavori, disegna, colora, taglia, scolla, gioca, crea; alla fine del viaggio il tuo libro non sarà più lo stesso.

**********************************

ALLA SCOPERTA DELLE IMMAGINI DALLE CAVERNE A INTERNET di David Hockney , Martin Gayford , Babalibri, 2018

Età consigliata: da 8 anni

Segui David Hockney e Martin Gayford, insieme all’illustratrice Rose Blake, in questo viaggio attraverso la storia delle immagini per scoprire come queste abbiano attraversato i secoli: dalle caverne ai templi, alle chiese, agli album fotografici, fino al cinema e agli schermi dei nostri computer.

**********************************

VIAGGIO NELL’ARTE DI TUTTO IL MONDO E DI TUTTI I TEMPI di Aaron Rosen , Gallucci, 2018

Età consigliata: da 9 anni

Ciò che rende unico questo libro è l’idea di raccontare tutta l’arte attraverso i tempi, cioè di presentare in parallelo le espressioni dei diversi popoli e civiltà del pianeta dagli albori dell’uomo ai giorni nostri. Ti aspetta un viaggio affascinante di 30 tappe che ti porterà a scoprire gli stili e i movimenti artistici più importanti, oltre alle culture che li hanno prodotti. Visiterai grotte australiane con pitture rupestri risalenti al 35.000 a.C.; la Roma imperiale dell’I d.C.; i templi cambogiani del XII secolo; la città fortificata di Grande Zimbabwe, costruita nel XIV secolo; la scena del jazz newyorchese negli Anni Cinquanta; le metropoli in prorompente sviluppo dell’Estremo Oriente… e molto altro ancora! Parti per un viaggio nell’arte attraverso il tempo e lo spazio!

*********************************

I BAMBINI NEL QUADRO! I PICCOLI ENIGMI DEI CAPOLAVORI di Alain Korkos, L’ippocampo, 2013

Età consigliata: da 10 anni

50 storie di bambini celate tra i più famosi quadri della storia. Alain Korkos ci introduce con questo secondo volume nel mondo dell’infanzia. Cosa aspettate a incontrare principi, piccoli mendicanti, malandrini e neonati addormentati nella culla? Ecco la bimbetta rosa con il gatto giallo, il bimbo vestito di rosso che tiene una gazza al guinzaglio e tanti altri… Tutti hanno un desiderio segreto: uscire dal quadro per mettersi a giocare insieme alla cavallina o a mosca cieca, come i bambini di Bruegel il Vecchio!

**********************************

LA (VERA!) STORIA DELL’ARTE di Sylvain Coyssard, Alexis Lemoine e Roberto Piumini, Sonda, 2012

Età consigliata: da 11 anni

Che cosa ha scatenato l’urlo di Munch? Perché la camera di Van Gogh è così ordinata? Cosa fa sorridere la Gioconda? Un divertentissimo volume che svela i “retroscena” delle più celebri opere d’arte. Un volume illustrato che avvicina sia ragazzi che adulti al mondo dell’arte con un approccio unico e originale: attraverso l’umorismo. Le opere degli artisti più illustri (da Leonardo a Van Gogh passando per Arcimboldo) sono presentate come il risultato finale di scenette umoristiche, di cui vengono illustrati i momenti iniziali, come nella più classica delle tradizioni delle strisce dei fumetti; attraverso illustrazioni dalla qualità eccezionale, fedeli agli originali, raccontano con umorismo le fasi di produzione dei quadri più famosi di tutti i tempi. I diversi stili sono fedelmente riproposti, in un omaggio che prende bonariamente in giro ma sempre rispettando e mantenendo il carattere dell’opera. Un libro godibile anche per genitori e insegnanti, che ammireranno questi capolavori da un nuovo punto di vista. Un libro pensato per avvicinare i ragazzi al mondo dell’arte utilizzando gli strumenti dello humour e della poesia: da ammirare e leggere tutti insieme, in famiglia o a scuola. Oltre 20 opere di cui scoprire l’inaspettata storia attraverso le rime geniali di Roberto Piumini

**********************************

Vi auguro un weekend ricco di buone letture.

Chi vuole fare un tuffo nel passato qui puo’ rileggere tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Se siete in cerca di altri libri sull’arte, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata proprio a questo tema. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Giocare con le forbici: fantasmini e mostri dal parrucchiere

Imparare ad usare le forbici è un’acquisizione molto importante per i bambini, perché

  • allena la motricità fine, fondamentale per la scrittura
  • rafforza i muscoli della mano che servono non solo per scrivere, ma anche per svolgere molte attività come usare le posate, afferrare oggetti, pettinarsi, allacciare i bottoni…
  • favorisce il coordinamento occhio-mano fondamentale per ogni attività quotidiana come mangiare, bere, vestirsi…

Ho già creato delle attività per allenare i bambini ad usare le forbici come il gioco degli animali e quello del parrucchiere.

Questa volta ho voluto realizzarne una a tema Halloween per divertirsi a giocare con fantasmini e mostri.

Per prima cosa i bambini devono ritagliare i disegni di Frankenstein e dei fantasmi che trovate nei file sotto e poi, seguendo le linee, creare loro delle pettinature stravaganti.

Ho creato anche due disegni senza linee guida, in modo che i bimbi possono divertirsi e lasciare libera la loro fantasia.

Tutti i disegni sono in bianco e nero, così da poter essere colorati e trasformati anche in decorazioni.

Qui sotto trovate i file da stampare:

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di  libri per Halloween, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata proprio a questo tema. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Halloween, giochi da paura

Per questo Halloween sto preparando un sacco di attività e materiali.

Tra questi ho realizzato un libretto di attività. Halloween, giochi da paura.

Si tratta di un quaderno con 17 giochi ed attività diverse e divertenti: si passa dal completare disegni ad abbinare immagini, da realizzare biglietti di auguri a creare capigliature per Frankenstein, da creare maschere mostruose a giocare a Sudoku, da cucinare una pozione magica a scoprire parole mostruose…

Trovate un’attività su ogni pagina.

Potete stampare il libretto qui sotto:

Spero vi piaccia e diverta!

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di  libri per Halloween, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata proprio a questo tema. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Le scatoline delle curiosità per contare i giorni che mancano ad Halloween

Contare i giorni che mancano ad Halloween è sempre molto divertente, per questo ho creato negli anni tanti simpatici calendari per PF.

Oltre a divertirlo sono stati molto utili perché gli facevano percepire lo scorrere del tempo, avvicinandolo a questo concetto non semplice per i bambini.

Anche se ora PF è diventato grande, la tradizione di festeggiare Halloween e di prepararci alla festa (che quest’anno faremo tra noi in casa) è rimasta.

Ho creato allora tante scatoline colorate che scandiscono i giorni che mancano. In ogni scatolina inserirò un dolcetto (perché PF è sempre goloso malgrado l’età) e un biglietto con una curiosità sulla festa.

Ogni giorno apriremo una scatoletta in attesa di arrivare all’ultima.

Scopriremo così, giorno dopo giorno, perché Halloween si chiama in questo modo, perché l’arancione e il nero sono i suoi colori, perché ci si traveste, perché i pipistrelli sono diventati uno dei suoi simboli , che significato hanno i ragni…

Qui sotto trovate le 11 scatoline da stampare e per ognuna il suo bigliettino pieno di curiosità:

Costruire le scatoline è facilissimo: basta ritagliarle ed assemblare seguendo le istruzioni.

Se volete decorare voi insieme ai bambini le scatoline e non usare quelle che ho creato io, qui sotto trovate una scatolina in bianco e nero da usare come modello:

Spero che questa idea vi piaccia!

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di  libri per Halloween, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata proprio a questo tema. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… decorazioni di Halloween fai da te

Halloween si avvicina e io sto iniziando a raccogliere idee per decorazioni speciali e creative.

Eccone alcune che trovo davvero splendide e facili da realizzare:

  1. Gufetti mostruosi
  2. Frankestein in busta
  3. La scatolina a forma di zucca
  4. La ghirlanda luminosa di fantasmini
  5. La casetta stregata che si apre
  6. Streghette origami

Tante altre idee le trovate sulla mia pagina Pinterest dedicata ad Halloween

Se siete in cerca di  libri per Halloween, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata proprio a questo tema. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.


Buon divertimento con questa e con tutte le altre idee prese in rete !

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il venerdì del libro: 10 libri per scoprire la storia

Studiare la storia è affascinante: scoprire le antiche civiltà, come vivevano, dove abitavano, cosa mangiavano, quali scoperte hanno fatto…

Può capitare però che questo possa diventare dopo un po’ noioso e pesante.

Ho raccolto allora 10 splendidi libri, pensati per diverse età, per avvicinare i bambini alla storia in maniera diversa, divertente ed appassionante.

Molti di questi sono delle vere e proprie collane che toccano vari e precisi periodi storici.

CACCIA ALLA TIGRE CON I DENTI A SCIABOLA di Pieter Van Oudheusden, Sinnos, 2015

Età consigliata: dai 5 anni

In un villaggio preistorico il giovane Olun deve affrontare l’arrivo della tigre dai denti a sciabola… con un gessetto!

***************************

UNA MATTINA FRA MUMMIE, FARAONI E PIRAMIDI di Mary P. Osborne, PIEMME, 2016

Età consigliata: dai 6 anni

Dove sarà il Libro dei Morti? La casetta magica trasporta Jack e Annie nell’antico Egitto, dove incontrano una regina che ha bisogno del loro aiuto. Troveranno una soluzione o diventeranno due piccole mummie?

***************************

EGITTO! PICCOLI CURIOSI di Pascal Prévot, IdeeAli, 2018

Età consigliata: dai 6 anni

Questo libro risponde a più di 200 domande sull’Egitto che i bambini si chiedono e a cui non sempre gli adulti sanno rispondere!

***************************

INDIANI D’AMERICA di Giulia Calandra Buonaura (Autore), Franco Cosimo Panini, 2008

Età consigliata: dai 6 anni

Ciao sei pronto a viaggiare? Oggi partiamo alla scoperta degli indiani d’America. Gioca con gli adesivi e completa le immagini. Ma se preferisci puoi usarli per le tue ricerche o attaccarli dove vuoi tu. 

***************************

A SPASSO NELLA STORIA di Timothy Knapman, IdeeAli, 2018

Età consigliata: dai 6 anni

Che cosa mangiavano gli Aztechi? Dove si facevano le prime Olimpiadi? Che cosa succedeva in un torneo medievale? Vieni a scoprirlo… a spasso nella storia! Parti per un viaggio nel tempo insieme a Sara, Thomas e al loro amico a quattro zampe Jolly! Dall’Ovest americano all’era glaciale, vai alla scoperta di tanti luoghi e avvenimenti della storia! 

***************************

AL TEMPO DEI PRIMI UOMINI. IL MONDO ANIMATO di Jean-Baptiste de Panafieu, Editoriale Scienza, 2015

Età consigliata: dai 7 anni

Parti alla ricerca dei nostri antenati! Le illustrazioni a tutta pagina ti mostrano chi erano e come vivevano i primi uomini, mentre i testi ne raccontano caratteristiche e abitudini. Seguendo la loro evoluzione, li vedrai spostarsi dall’Africa in Europa e Asia, fino a occupare i vari continenti. Come cacciavano gli uomini primitivi? Come accendevano il fuoco? Che cosa raffiguravano nei dipinti rupestri? Quando hanno iniziato a costruire i primi villaggi? Con ”Al tempo dei primi uomini” parti per un viaggio indietro nel tempo, fino alle radici dell’umanità.

***************************

VITA DEI BAMBINI NELL’ANTICO EGITTO. USI, COSTUMI E STRANEZZE NELLA TERRA DEI FARAONI di Chae Strathie, Lapis, 2019

Età consigliata: dai 7 anni

Un libro per scoprire le differenze tra la vita dei bambini di oggi e quella dei loro coetanei nell’antichità. Scorpioni gialli dal morso letale, cobra velenosissimi, montagne di cacca da spalare e bacchettate in testa se a scuola non rigavi dritto. I bambini si divertiranno un mondo a scoprire come vivevano i loro coetanei nell’antico Egitto, tra analogie e differenze: vestiti, tagli di capelli, educazione, salute, vita in famiglia e tanto altro ancora. 

***************************

DIARIO DEL PICCOLO VIAGGIATORE NEL TEMPO di Nicholas Stevenson e David Long, Mondadori Electa, 2015

Età consigliata: dai 8 anni

Se avessi un diario magico in grado di trasportarti in qualsiasi epoca e luogo della storia, dove andresti? Al Colosseo al tempo dei Romani? In Francia alla corte del Re Sole? Sulla luna con l’Apollo 11? Accompagnami in quest’avventura nel tempo e incontrerai tanti personaggi storici straordinari: Gengis Khan, Cristoforo Colombo, Leonardo da Vinci, Mozart e Albert Einstein… Ricco di informazioni interessanti, illustrazioni suggestive e una cronologia di eventi, questo diario ti farà scoprire un milione di anni di storia in un batter d’occhio!

***************************

PIDOCCHIOSA PRIMA GUERRA MONDIALE di Terry Deary, Salani, 2015

Età consigliata: dai 8 anni

Volete sapere: Perché un paio di vecchi calzini ha tradito i segreti tedeschi? Come annusare la vostra pipì può salvarvi da un attacco col gas? Perché un capitano degli alpini voleva farsi tagliare in sette pezzi?

***************************

COSA E QUANDO NEL MONDO. LA STORIA COME NON VE L’HANNO MAI RACCONTATA, Touring Junior, 2017

Età consigliata: dai 8 anni

Dall’Era Glaciale alla Rivoluzione Francese, dall’invenzione della ruota allo sbarco sulla Luna, dall’Impero Romano alla diffusione di Internet: 65 mappe visuali, accompagnate da brevi testi, mostrano quando e in quali luoghi si sono svolti gli eventi principali dal passato a oggi. Un atlante storico da consultare, guardare e leggere per comprendere le vicende e i momenti più importanti della storia del mondo.

***************************

Vi auguro un weekend ricco di buone letture.

Chi vuole fare un tuffo nel passato qui puo’ rileggere tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Se siete in cerca di altri libri sulla storia, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata proprio a questo tema. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Le schede didattiche d’italiano sull’autunno

Ho creato delle schede didattiche a tema autunno per giocare con le parole, in questo modo i bambini possono ripassare regole ed esercitarsi a scrivere partendo proprio dalle parole autunnali.

Si tratta di 10 pagine di attività sui nomi: si passa dal discriminare tra animali o vegetali, tra nomi di cose, animali e persone, per poi ricostruire parole ed ordinarle alfabeticamente, a riconoscerne la giusta ortografia, ad inserire l’articolo appropriato, a scrivere brevi descrizioni…

Potete presentare le schede sia per ripassare gli argomenti, che per verificarne l’apprendimento che per introdurre un tema particolare.

Trovate le schede da stampare qui sotto:

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… lavoretti con le castagne

Tra poco sarà tempo di castagne. Da noi purtroppo non sono commestibili e così vengono usate per fare molti lavoretti creativi.

Ecco un po’ di idee originali che mi sono davvero piaciute…

  1. Il bruchino dell’alfabeto
  2. La famiglia di castagne
  3. Un’allegra ghirlanda
  4. Uno zoo di castagne
  5. Un memory autunnale
  6. Tris di castagne

Tante altre idee le trovate sulla mia pagina Pinterest dedicata  all’autunno


Buon divertimento con questa e con tutte le altre idee prese in rete !

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il venerdì del libro: 10 libri per Halloween

PF ha festeggiato fin da piccolo Halloween, molto spesso in America a San Francisco, dove ci trovavamo per il lavoro di papà Ema.

Per PF è sempre stata una grande festa allegra e divertente, che non durava un solo giorno ma un mese intero. Da inizio di ottobre infatti, a San Francisco e in tutta America, sono organizzati “i giardini delle zucche” pieni di giochi e naturalmente di zucche da prendere e decorare. E’ vero che ci sono anche addobbi mostruosi in giro, ma se chiedete a PF cosa ricorda dei suoi Halloween vi risponderà: i giochi con i suoi amici, i travestimenti, le zucche scolpite, l’immancabile passeggiata notturna a chiedere dolcetti e le storie “mostruose” che leggevamo per tutto il mese.

Ho raccolto in questo post 10 libri “di paura” perfetti per Halloween, ma anche per divertire i bambini grandi e piccini.

LA ZUCCA ROTOLANTE di Junia Wonders, Create Space, 2014

Età consigliata: da 3 anni

In una ventosa giornata d’autunno, Marla Piccola arriva di corsa giù per la collina urlando: «Aiuto! La mia zucca gigante sta rotolando via! Va avanti, rotolando e girando, e non vuole fermarsi! Fammi pensare, che cosa devo fare?»

Una bambina insegue la sua zucca gigante per tutta la città con un po’ di aiuto lungo il percorso. È la favola della buonanotte perfetta da leggere con da leggere insieme ai tuoi piccoli.

L’autrice adopera le strutture di frasi ricorrenti per attirare l’attenzione dei giovani ascoltatori e infondere fiducia ai primi lettori.

***************************

LA STREGA ROSSELLA, di Julia Donaldson  e Axel Scheffler, Emme Edizioni, 2015

Età consigliata: da 4 anni

La strega Rossella ha una scopa volante che quando lei vuole decolla all’istante! Se le giornate son tiepide e belle riesce a volare fino alle stelle.

***************************

CASA MOSTRI di Maggie Bateson e Sarah Horne, Mondadori, 2012

Età consigliata: da 5 anni

Sei invitato a Casa Mostri! Scopri cosa si acquatta dietro la porta cigolante e chi striscia tra le ombre delle scale scricchiolanti. Insieme ai due piccoli mostri gemelli dovrai scoprire da dove arrivano i terrificanti rumori che si sentono in quell’orrenda dimora: biblioteche, corridoi, scuderie e perfino il bagno nascondono molte divertenti sorprese! E poi ci sono un sacco di altre stanze da esplorare e tantissimi mostriciattoli da staccare con cui giocare!

***************************

AVVENTURA ALLA SCUOLA DI VAMPIRI di Febe Sillani, Emme edizioni 2019

Età consigliata: da 6 anni

“Questa notte il maestro Carpazio ha deciso di portare la classe dei vampiri a fare una gita in città. Gli alunni e il maestro sono saliti sulla torre più alta della scuola…”. Una storia in 10 minuti per chi legge il corsivo e un testo medio.

***************************

MORTINA. UNA STORIA CHE TI FAR MORIRE DAL RIDERE di Barbara Cantini, Mondadori, 2017

Età consigliata: da 6 anni

Mortina è una bambina, ma è diversa dagli altri: è una bambina zombie. Vive a Villa Decadente con la zia Dipartita e per amico ha un levriero albino di nome Mesto, da cui non si separa mai. Mortina vorrebbe avere amici della sua età con cui giocare e divertirsi, ma le è proibito farsi vedere dagli altri: potrebbero spaventarsi. Un giorno però arriva l’occasione giusta: la festa di Halloween! Mortina non deve nemmeno travestirsi… Ma cosa succede quando gli altri bambini scoprono che lei non indossa nessuna maschera?

***************************

DIARIO DI VLAD. ASPIRANTE VAMPIRO di Fabrizio Casa, Rizzoli, 2015

Età consigliata: da 7 anni

Nessuno di voi finora ha preso sul serio la storia delle doti speciali che possiede il vampiro Vladimiro. Avete pensato che la mia è la solita storia del ragazzo fuori dal normale protagonista di romanzi o film di successo. Ebbene vi siete sbagliati di grosso.

***************************

STREGHE STREGATE di Eva Ibbotson, Salani, 2008

Età consigliata: da 8 anni

L’ambiguo Lionel, stregandole d’amore, convince due streghe ad aiutarlo in un losco progetto: l’una, specializzata nel cambiare gli uomini in animali, dovrà trasformare trecento galeotti in rarissimi leopardi bianchi, dopo che l’altra avrà pietrificato i secondini. E dire che erano Streghe per bene, come tutti gli altri Cacciatori di Cattiveria: lo stregone-formaggiaio, che insegna a camminare ai formaggi, o il mago-meccanico, che fa volare i palloni con l'”aria fritta” dei discorsi dei politici. I formaggi faranno solo pochi passi, ma il Bene trionferà. Eva Ibbotson, autrice di Streghe stregate, è considerata l’erede di Roald Dahl

***************************

IL MIO PRESIDE È UN VAMPIRO di Pamela Butchart, Nord-Sud, 2019

Età consigliata: da 9 anni

Izzy e i suoi amici restano scioccati quando incontrano il nuovo preside. Ha i capelli nerissimi, indossa un mantello e ha delle strane labbra verminose. Una volta lo sentono addirittura sibilare nel suo ufficio, e il sole lo fa diventare rosso come un pomodoro! Ma è quando il preside proibisce il pane all’aglio in mensa che capiscono la verità. Il nuovo preside è un vampiro e il suo esercito di ratti vampiri sta per conquistare la scuola! Aiuto!!

***************************

LA MODA È UNA COSA DA STRGHE. GLITTER WITCH di Sibéal Pounder, Piemme, 2018

Età consigliata: da 9 anni

L’avreste mai detto che in fondo ai tubi del lavello esiste un mondo strabiliante, abitato dalle streghe? A Greta De Grans, la protagonista di questo libro, una sciocchezza simile non era mai passata per l’anticamera del cervello. Né il fatto di essere lei stessa una strega. E non una strega qualsiasi, ma una delle partecipanti al torneo di magia più atteso di sempre: la Guerra delle Streghe. Dopo essersi data un bel po’ di pizzicotti sulle braccia (e aver capito che non è un sogno), Greta viene catapultata in un’avventura incredibile, fatta di incantesimi bislacchi, strambe pozioni liscia-capelli, negozi all’ultima moda stregata e indizi da decifrare, per battere le altre concorrenti e diventare Superstrega dell’anno!

***************************

CORALINE di Neil Gaiman, Mondadori, 2004

Età consigliata: da 10 anni

In casa di Coraline ci sono tredici porte che permettono di entrare e uscire da stanze e corridoi. Ma ce n’è anche un’altra, la quattordicesima, che dà su un muro di mattoni. Cosa ci sarà oltre quella porta? Un giorno Coraline scopre che al di là della porta si apre un corridoio scuro, e alla fine del corridoio c’è una casa identica alla sua, con una donna identica a sua madre. O quasi. 

***************************

Vi auguro un sereno fine settimana, ricco di buone letture.

Chi vuole fare un tuffo nel passato qui puo’ rileggere tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Se siete in cerca di altri libri per Halloween, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata proprio a questo tema. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Le schede delle frasi in corsivo

Per imparare a scrivere in corsivo è importate fare esercizio. Qualche giorno fa ho postato delle schede con delle semplici parole per allenare i bambini a scrivere.

Quando i bambini però diventano più pratici nel riconoscere e riprodurre le lettere, mi chiedono sempre degli esercizi più complessi, con frasi più lunghe da ricalcare e poi riscrivere.

Per questo motivo ho creato 21 schede con tante frasi che descrivono un’immagine.

Potete proporgliene una alla volta o far scegliere a loro il disegno che più gli piace o mischiarle e farle estrarre a sorte.

Le trovate qui sotto da stampare

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di altre attività, potete trovare tante idee nella mia bacheca di Amazon dedicata ai giochi su lettere, sillabe e parole.

 Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

8 attività per imparare e ripassare le tabelline

Imparare attraverso il gioco risulta meno faticoso e noioso, perché l’aspetto ludico e il divertimento attenuano lo sforzo e l’impegno che il bambino deve mettere per acquisire ed utilizzare nozioni e conoscenze. 

Giocare abbassa inoltre l’ansia e la tensione e crea le condizioni più favorevoli per l’apprendimento.

Usare i giochi per imparare è una modalità che risulta vincente e può essere utilizzata sia per apprendere nuove conoscenze sia per rafforzare quelle già acquisite.

E’ per questi motivi che molte delle mie attività didattiche sono dei giochi e anche quelle più classiche di norma le propongono in questo modo.

Oggi vi presento 8 attività ludiche che ho creato in questi anni per imparare o ripassare le tabelline.

LE CHIAVI DELLE TABELLINE 1-5 e 6-9 : i bambini hanno a disposizione tante chiavi con indicato un numero e dovranno cercare la serratura giusta che corrisponde alla tabellina che dà come risultato quel numero. Ogni tabellina ha chiavi di un colore diverso (identiche a quelle delle serrature) e solo una delle serrature a disposizione è quella corretta.

***********************************

I MANDALA DELLE TABELLINE: Si tratta di cerchi numerati da 0 a 9 in cui, se si segue la sequenza di numeri della tabellina, compaiono diversi disegni: stelle a più punte, pentagoni… Ho creato non solo i mandala per ogni tabellina, ma anche le soluzioni, così che i bimbi possono controllare la loro soluzione.

***********************************

LE FINESTRELLE DELLE TABELLINE: Ho creato delle carte con 11 finestrelle ognuna: una carta per ogni tabellina, dall’1 al 10. Su ogni carta è presente un’intera tabellina.

Sollevando le finestrelle, i bambini potranno controllare se il risultato dato è quello giusto.

***********************************

I MINI PUZZLE DELLE TABELLINE: Si tratta di semplici puzzle: uno per ogni tabellina. Sono composti da pezzi che hanno sul fronte parte dell’immagine da ricostruire e sul retro un’operazione, es. 5×5.

E’ sufficiente appoggiare i  singoli pezzi con l’operazione sui quadratini del tabellone contenenti i risultati corretti per ricostruire velocemente il puzzle. E’ un gioco autocorrettivo, perchè il bambino si renderà subito conto dell’errore o dell’esattezza della sua risposta in base a quale immagine salterà fuori. Vi è comunque anche un tabellone in cui sono presenti i 10 risultati della tabellina in questione.

***********************************

I PUZZLE IN SEQUENZA: Ho realizzato 9 puzzle, uno per ogni tabellina.

Ogni puzzle  è diviso in 10 segmenti. Per ricostruire le immagini che i puzzle contengono si dovrà seguire la sequenza corretta della tabellina corrispondente al puzzle. Si tratta di un gioco autocorrettivo, in quanto i bambini si rendono conto immediatamente se hanno dato la risposta giusta, in quanto l’immagine che compare è riprodotta correttamente.

***********************************

LE CARTE AUTOCORRETTIVE DELLE TABELLINE: Si tratta di carta contenenti un’operazione e due possibili risultati: uno giusto e uno sbagliato.

La particolarità di queste carte è che sono appunto autocorrettive: è possibile infatti sapere immediatamente se il risultato scelto è quello giusto o meno semplicemente sollevando una linguetta.

***********************************

LA TOMBOLA DELLE TABELLINE: Le regole sono le stesse della tombola normale, solo che sul cartellone invece dei classici numeri ci sono 24 caselle con delle moltiplicazioni e sulle cartelle i rispettivi risultati. Per bussolotti si possono scegliere o le operazioni o il risultato. Va da sé che per ogni operazione c’è  solo un risultato possibile: ovvero il risultato sulle cartelle corrisponde ad una sola operazione. Questa è un’attività utile a ripassare le tabelline.

***********************************

IL PUZZLE PER RIPASSARE LE TABELLINE: Il puzzle è composto da pezzi che hanno sul fronte parte dell’immagine da ricostruire e sul retro un’operazione, es. 7×2.

E’ sufficiente appoggiare i  singoli pezzi sui quadratini del tabellone contenenti i risultati corretti per ricostruire velocemente il puzzle. E’ un gioco autocorrettivo, perché il bambino si renderà subito conto dell’errore o dell’esattezza della sua risposta in base a quale immagine salterà fuori.

***********************************

Spero che queste attività possano esservi utili.

Se siete in cerca di altre attività di matematica, le potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata ai giochi didattici di matematica. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… lavoretti sull’uva

L’autunno fa rima con uva e vendemmia.

Per introdurre le lezioni sull’uva o semplicemente per decorare la classe o la casa, ho raccolto un po’ di splendide idee creative da fare con i bambini…

  1. La vite di carta e foglie
  2. L’uva di sughero
  3. Il grappolo di palloncini
  4. Uva di cartone
  5. L’uva porta-uva
  6. Uva di carta

Tante altre idee le trovate sulla mia pagina Pinterest dedicata  all’autunno


Buon divertimento con questa e con tutte le altre idee prese in rete !

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il venerdì del libro: 10 libri sulla natura

Questo venerdì vi propongo 10 favolosi libri sulla natura per avvicinare i bambini alle sue bellezze, ai suoi misteri e riflettere insieme a loro sull’importanza di proteggerla e rispettarla.

I libri sono pensati per bambini dai 4 ai 10 anni.

COSA DIVENTEREMO? RIFLESSIONI INTORNO ALLA NATURA di Antje Damm, Orecchio Acerbo, 2019

Età consigliata: 4 anni

Le noci sono vive? Quale domanda ti piacerebbe fare a un animale? Gli alberi si innamorano? L’inverno come fa a sapere quando deve arrivare? Le piante hanno diritti? La natura ha la stessa importanza per tutte le persone? Con oltre sessanta domande, Antje Damm ci aiuta a riflettere sulla molteplicità della natura e su ciò che significa per noi.

******************************

LA GRANDE QUERCIA di Gerda Mulle , Natura e Cultura, 2017

Età consigliata: 4 anni

“La grande quercia” si erge al centro di una radura nel bosco, ha trecento anni, e da sempre offre riparo a uccelli e animali. In compagnia del vecchissimo albero dal tronco ruvido, Benjamin, Anna e Robin vivono esperienze e avventure indimenticabili. Un racconto nel ritmo delle stagioni, un libro senza tempo.

******************************

ORTICA. GUIDA ALL’ASCOLTO DELLA NATURA SELVATICA di Marina Girardi, TopiPittori, 2020

Età consigliata: 6 anni

Ortica, la bambina che abita in questo libro, è una specie di spirito della Natura, capace di parlare con piante, animali, acque, terre, fenomeni meteorologici. Sarà lei ad accompagnarti in una passeggiata attraverso il tempo delle stagioni e lo spazio dei boschi, delle montagne, dei campi, popolati da forme viventi che animano ogni cosa. Fiori, alberi, cespugli, bacche, foglie, mammiferi, uccelli, rettili, anfibi, insetti, grandine, neve, sole, pioggia, ghiaccio: Ortica nomina ogni cosa perché la conosce, e si muove con destrezza nella Natura che è la casa di tutti, anche sua. Insieme a lei potrai imparare a usare nuove parole e a muoverti come gli animali e le piante.

******************************

GLI ALBERI E LE LORO STORIE di Cécile Benoist e Charlotte Gastaut, Gallucci, 2019

Età consigliata: 6 anni

Gli alberi hanno tantissime storie da raccontare. Ci ricordano la protesta della ragazza rimasta per 738 giorni su una sequoia per salvarla dai denti delle motoseghe, sono protagonisti dell’incantevole caduta dei petali di ciliegio durante la celebrazione giapponese dell’Hanami, si lasciano esplorare in Guyana su uno speciale laboratorio aereo, proteggono e curano in Africa chi si rifugia nel tronco dell’immenso baobab… Da millenni, gli alberi crescono sulle montagne, nei campi, sulle roteo nel bel mezzo del deserto. Gli uomini li venerano, li piantano, li abbattono o attribuiscono loro poteri soprannaturali. Queste storie rispecchiano la relazione che da sempre ci lega a loro e ci mettono in guardia sulla necessità di prendercene cura. Perché il nostro futuro dipende anche dalla loro salvaguardia! 

******************************

IL REGNO DEGLI ALBERI di Piotr Socha e Wojciech Grajkowski, Mondadori Electa, 2018

Età consigliata: 7 anni

Possono essere alti come il Big Ben, con tronchi grandi come una casa e foglie ampie come una tettoia, oppure così piccoli da poterli appoggiare su un tavolino. Alcuni sono vecchi più di mille anni. in certi paesi sono considerati sacri, in altri gli uomini vi costruiscono le proprie case. esistono intere foreste nelle quali è quasi impossibile penetrare, abitate da popoli che non conoscono la civiltà. Ci sono anche boschi incantati, leggendari, in cui vivono creature fantastiche. Tutto questo è il meraviglioso, misterioso regno degli alberi.

******************************

IL PICCOLO LIBRO DELLA TERRA di Geronimo Stilton, Piemme, 2019

Età consigliata: 7 anni

“Avete mai trascorso un fine settimana immersi nel verde? Tra gli alberi, gli animali, i colori e i suoni che solo la nostra Terra sa regalarci? Io e la mia famiglia abbiamo avuto la fortuna di vivere questa stratopica avventura alla scoperta della Riserva Naturale di Bianca Conchiglia e abbiamo imparato che il primo passo per proteggere la natura è conoscerla!” Piccoli libri per parlare di grandi valori come il rispetto della Terra: perché leggere aiuta a diventare grandi e a scoprire il mondo.

******************************

CURIOSA NATURA di Florence Guiraud, L’Ippocampo Ragazzi, 2017

Età consigliata: 8 anni

Conoscete l’uccello lira, l’ibis crestato, l’insetto-foglia gigante, la cimice rossa del cavolo, il polpo ad anelli blu? La natura ci offre tante bellezze! Che esibiscano i lunghi becchi ricurvi, svelino le piume multicolori o distendano le antenne articolate, gli animali che ci circondano sono una continua fonte di meraviglia e d’incanto. Attraverso una serie di splendidi disegni e incisioni, “Curiosa natura” invita il giovane lettore a scoprire le stupefacenti, rare e bizzarre invenzioni di cui ha dotato uccelli, insetti, pesci …. Un’affascinante wunderkammer per naturalisti in erba. 

******************************

I REGALI DELLA NATURA. CREARE E DIVERTIRSI CON SEMI, FIORI, FOGLIE, LEGNO E TANTO ALTRO di Helena Arendt , Terre di Mezzo, 2014

Età consigliata: 8 anni

La natura ci offre infiniti tesori che con un pizzico di creatività possiamo trasformare in bellissimi oggetti, per noi o da regalare: erbe e frutti sono ingredienti speciali per oli, succhi e inchiostri colorati; ciottoli, bacche e cortecce danno vita a sculture e disegni unici e irripetibili; fiori e petali decorano e profumano una saponetta, ma diventano anche un portalume o una ghirlanda… Tanti progetti e idee adatti a grandi e bambini, per liberare la fantasia in modo originale e divertente. 

******************************

I FILI INVISIBILI DELLA NATURA di Gianumberto Accinelli , LAPIS, 2017

Età consigliata: 10 anni

Come mai gli australiani hanno dedicato una statua a una palla di cacca? Avete mai sentito parlare delle rane d’oro? E delle capre-ragno? La natura ha mille storie da raccontare, tante quanti sono i fili invisibili che collegano tra loro gli esseri viventi. Storie incredibili e divertenti che vi faranno scoprire tutti i “pasticci” combinati dagli uomini per non aver rispettato il delicato equilibrio degli ecosistemi. Tra esperimenti e fatti bizzarri, un’introduzione all’ecologia per tutti gli appassionati di scienza e gli amanti della natura! 

******************************

LÀ FUORI. GUIDA ALLA SCOPERTA DELLA NATURA di M. Ana Peixe Dias e Inês Teixeira do Rosário, Mondadori, 2016

Età consigliata: 10 anni

Quante domande nascono osservando la natura! Anche se viviamo in città, là fuori c’è sempre la natura: alberi e fiori, nuvole e stelle, rocce e sabbia, uccelli, rettili e mammiferi… Se sarai attento e saprai osservare, la natura ti stupirà con la sua bellezza. Questo libro è fatto apposta per suscitare curiosità verso la flora, la fauna e tutte le meraviglie della natura che possono essere osservate in Italia e nel resto d’Europa. Le attività proposte e le illustrazioni, ricche di dettagli poetici e intriganti, sono un invito a uscire di casa e andare alla scoperta del mondo fantastico che aspetta… là fuori.

******************************

Vi auguro un buon weekend, buone letture e aspetto i vostri suggerimenti.

Chi vuole fare un tuffo nel passato qui puo’ rileggere tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Se siete in cerca di altri libri sulla natura, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata proprio a questo tema. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Gli oggetti scolastici: vocabolario illustrato e 4 attività per una lezione

Oltre che a bimbi madrelingua italiani, insegno anche a gruppi di bimbi non madrelingua. La difficoltà in questo caso è fornirgli un vocabolario con cui poter lavorare ed attività che siano adeguate all’età e alle conoscenze di ognuno.

Molti bimbi sono grandi e hanno già conoscenze scolastiche adeguate all’età. Non è quindi possibile proporre loro, anche se sarebbero al loro livello di conoscenze, attività pensate per bimbi più piccoli: si sentirebbero frustrati e gli argomenti non interesserebbero. I libri di italiano L2 poi non possono tenere conto delle differenze tra bambini: sono troppo difficili per alcuni e troppo facili per altri. Ecco perché spesso creo io delle schede ad hoc seguendo gli argomenti del programma.

Quelle che vi propongo oggi sono delle schede che ho usato in classe e si riferiscono all’acquisizione di vocaboli inerenti agli oggetti scolastici. Va da sé che queste schede possono essere utilizzate anche da bambini di prima madrelingua o con bisogni educativi speciali, in quanto li aiutano ad avvicinarsi alla scrittura e alla lettura.

Ho creato un vocabolario illustrato in cui sono presenti gli oggetti che poi si ritroveranno nelle schede. Questo tipo di strumento visivo è molto utile perchè aiuta i bambini a comprendere il significato della parola a colpo d’occhio e a memorizzare i suoni e l’ortografia.

La scheda “Cerca l’oggetto” aiuta i bambini nella memorizzazione della parola che deve essere abbinata all’immagine corretta tra 3 possibili.

“Il memory” ha lo stesso scopo ma proposto in maniera ludica.

“Il gioco degli abbinamenti” è simile al memory e ha lo stesso scopo, ma risulta più difficile perché i bambini devono abbinare l’immagine alla parola. Di solito presento questa attività come un gioco cooperativo, in cui i bimbi devono aiutarsi a trovare gli abbinamenti nel minor tempo possibile. Si può anche dividere la classe in due: un gruppo avrà i nomi e l’altro le immagini e insieme dovranno abbinare una carta alla volta.

“A caccia di parole” infine, oltre a memorizzare, allena i bambini nella scrittura della parola stessa. Aiutati da lettere indicate sotto ogni immagine, i bambini devono ricostruire la parola corretta.

Trovate tutte le schede da stampare qui sotto:

Spero che queste attività vi siano utili.

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Le schede per imparare a scrivere in corsivo

Scrivere in corsivo richiede pratica, soprattutto quando si tratta di collegare le lettere fra loro per formare le parole. E’ necessario non solo ricordare la lettera da scrivere, ma avere anche molta concentrazione e coordinamento.

Fare esercizio aiuta molto e per questo ho creato delle schede con delle semplici parole per allenare i bambini a scrivere.

C’è una scheda per ogni lettera dell’alfabeto e per ogni lettera ci sono due parole con le relative immagine per facilitare l’abbinamento parola/significato.

Su ogni foglio trovate una parola tratteggiata da ricalcare e una riga sottostante in cui poterla ricopiare.

Potete presentare una scheda alla volta oppure far scegliere ai bambini quelle che preferiscono.

Qui sotto trovate le schede da stampare:

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di altre attività, potete trovare tante idee nella mia bacheca di Amazon dedicata ai giochi su lettere, sillabe e parole.

 Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Le chiavi per imparare lo stampatello e il corsivo

Le chiavi delle lettere sono un’attività autocorrettiva per imparare l’alfabeto in corsivo e stampatello.

Il gioco consiste nell’abbinare le lettere in stampatello minuscolo e maiuscolo a quelle in corsivo in questo modo:

da una parte i bambini avranno delle chiavi sulle quali sono riportate le lettere  in stampatello maiuscolo e dovranno riuscire a trovare la serratura giusta con le lettere in corsivo maiuscolo e minuscolo. Se la lettera é corretta la chiave si abbinerà perfettamente alla serratura, altrimenti no.

Per ogni chiave c’è solo un’unica serratura. I bambini si accorgeranno quindi subito se hanno dato la riposta corretta. Proprio per questa caratteristica i bimbi potranno svolgere l’attività da soli.

Per realizzare l’attività è sufficiente stampare il file che trovate sotto, ritagliare chiavi e serrature e proporle ai bambini.

Ecco il file con le 21 chiavi da stampare:

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di giochi e attività per giocare con le lettere e le parole, potete trovare tante idee nella mia bacheca di Amazon dedicata ai giochi didattici d’italiano. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il domino e il memory delle sillabe

Il domino e il memory delle sillabe sono delle attività per avvicinare i bambini alla lettura e alla scrittura.

Le carte che formano i giochi sono composte da un’immagine e da una sillaba a lei abbinata. Per esempio da una parte ci sarà il disegno di una mucca da abbinare alla sillaba MU o l’immagine di un bicchiere per la sillaba BI.

Ecco come creare le due attività:

  • per il domino è sufficiente stampare il file che trovate sotto e ritagliare le carte creando le tessere composte tutte da un’immagine e una sillabe
  • per il memory dovete dividere ulteriormente le tessere in modo da avere da una parte un gruppo di carte con le immagini e dall’altra un gruppo di carte con le sillabe

Come si gioca:

  • Domino: distribuite le carte tra i giocatori. A turno dovranno scartare una carta, ma solo se questa si attacca ad una precedentemente posta sul tavolo da gioco: ad una carta immagine dovrà essere abbinata la sua sillaba. Se un giocatore non ha nulla che possa essere scartato, cede il turno. Vince chi finisce prima le carte.
  • Memory: distribuite le carte sul tavolo, girate in modo che né l’immagine né la sillaba sia visibile. A turno i giocatori gireranno due carte cercando di trovare quelle che si abbinano tra loro. Se un giocatore trova l’abbinamento giusto si appropria delle carte e ha diritto di proseguire nella ricerca; in caso contrario passa il turno. Vince chi alla fine si ritrova più carte in mano.

Qui sotto trovate il file da stampare con le carte da ritagliare:

SCOPRI ANCHE…

Buon divertimento con questa e con tutte le altre idee prese in rete !

Se siete in cerca di altre attività, potete trovare tante idee nella mia bacheca di Amazon dedicata ai giochi su lettere, sillabe e parole.

 Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… lavoretti con le foglie

L’autunno è tempo di castagne ma anche di bellissime foglie dai mille colori.

Ho raccolto in questo post tanti lavoretti da fare proprio con le foglie:

  1. Disegnare sulle foglie
  2. Una corona d’autunno
  3. Lanterne autunnali
  4. Creare animali con le foglie
  5. Ricami autunnali
  6. Una ghirlanda di foglie

Tante altre idee le trovate sulla mia pagina Pinterest dedicata  all’autunno


Buon divertimento con questa e con tutte le altre idee prese in rete !

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il venerdì del libro: 10 libri per la festa dei nonni

La festa dei nonni si sta avvicinando e molti di voi mi hanno chiesto dei consigli per libri speciali a loro dedicati.

Ne ho raccolti 10 pensati per diverse fasce d’età da 1 a 9 anni.

NONNI CUCÙ di Elisa Mazzoli , FrancoCosimo Panini, 2014

Età consigliata: 1 anno

L’immagine dei nonni si lega a concetti della memoria e delle radici… ma non solo: i nonni sono preziosi compagni di giochi che si divertono a giocare a nascondino!
E il gioco del cucù diventa il pretesto per la narrazione.
Tra le pagine, grandi alette nascondono i nonni in situazioni impreviste che suscitano immediatamente il sorriso.
Il gioco può uscire dal libro e creare nuove occasioni di sorpresa… dietro la pagina di un giornale, nascosti da un grembiule, sbirciando tra le dita delle mani…
Nonni e nipotini vivono così la loro relazione complice ed esclusiva.
Il libro è anche ricco di spunti per far giocare con suoni e movimenti i piccoli lettori che si scoprono i veri protagonisti del libro.
I testi sono brevi e in rima e facili da imparare. Le illustrazioni allegre e coloratissime.

*******************************

MARCO DORME A CASA DEI NONNI di Xavier Deneux, Tourbillon2014

Età consigliata: 2 anni

Per la prima volta Marco passerà la notte a casa dei nonni. Che cosa dovrà portare con sé? Come passerà la serata? I nonni sapranno occuparsi di lui proprio come mamma e papà? 

*******************************

LE SEI STORIE DEI NONNI di Sara Agostini, Gribaudo, 2019

Età consigliata: 3 anni

Nonni rock e nonni sportivi, nonni che aiutano mamma e papà, nonni che giocano con i nipoti, nonni che insegnano tante cose. Sei storie illustrate a colori per raccontare ai bambini quante cose sanno fare, e dare, i nonni. 

*******************************

I NONNI MIGLIORI DEL MONDO di Jan Paul Shuuten e Kees De Boer , Sinnos, 2019

Età consigliata: 4 anni

I nonni raccontano sempre storie strabilianti di quando erano piccoli. Avventure fantastiche e imprese epiche compiute pur di arrivare a scuola. Roba da rimanere a bocca aperta. Nel. frattempo anche Dirk deve correre in classe…

*******************************

SEMPREVEDRE. IL SEGRETO DI NONNO TEODORO. Teodoro di Ilaria Guarducci, Fatatrac, 2012

Età consigliata: 4 anni

Il signor Osvaldo e il signor Teodoro sono nati lo stesso giorno ed hanno ormai una certa età, ma mentre Osvaldo porta con fatica il peso dei suoi anni, Teodoro pare avere un segreto: una strana forma di vitalità, salute e gioia interiore che lo porta ancora a “sorridere alle nuvole” e ad avere un cuore fresco e verde come quello di un bambino. Quale sarà il segreto di Teodoro? Osvaldo lo osserva e segue ovunque (su e giù per montagne appuntite, in strani tornei sportivi, alla ricerca di cibi prelibati…), gli pare di non riuscire a carpire quel mistero inspiegabile; solo dopo giorni di vicinanza forzata, all’improvviso, Osvaldo si accorge che anche in lui qualcosa sta cambiando…

*******************************

WEEKEND CON LA NONNA di Stefan Boonen  e Melvin , Sinnos, 2015

Età consigliata: 5 anni

Di cosa hai bisogno per vivere un weekend fantastico? Di una nonna, ovviamente! Prendete 10 ragazzini scatenati, una casa nel bosco, giganti mostruosi, vicini invadenti, mescolate tutto e avrete avventure pazzesche, risate, imprevedibile coraggio!

*******************************

OGNI NONNA È UN PO’ SPECIALE E QUI LA PUOI TROVARE di Raquel Díaz Reguera, Fabbri, 2018

Età consigliata: 5 anni

Ci sono momenti indimenticabili che ciascuno di noi ha trascorso con le proprie nonne, che sanno essere dolci e affettuose ma anche estremamente divertenti, con tutte le loro granitiche stravaganze accumulate in anni e anni di emozionanti esperienze. In questo libro sono raccolti e catalogati tutti i tipi di nonne esistenti, da quella un po’ magica (e cattivella) come la Nonna Strega, a quella che conserva bizzarrie di tutte le forme e dimensioni come la Collezionista, da quella che fa di tutto per tenersi al passo coi tempi, come la Moderna, a quella un po’ picchiatella che sembra venire da un altro pianeta, come la Nonna Lunatica. A volte sembrano così strane, ma se ci pensiamo bene sono state mamme, e prima ancora figlie, e ancora prima adolescenti e, anche se è difficile da credere, sono state delle bimbe e avevano anche loro una nonna. Insomma, nessuno ti conosce meglio, e con questo libro anche tu potrai sapere tutto di loro, per amarle come meritano.

*******************************

MIO NONNO GIGANTE di Davide Calì, Binconero, 2018

Età consigliata: 7 anni

La famiglia Brodino fa colazione come tutti i giorni, quando si accorge che il nonno durante la notte è cresciuto fino a sei metri. Il dottore non viene, il nonno scappa, l’esercito vorrebbe bombardarlo e papà si chiede se venderlo allo zoo.

*******************************

NONNA GANGSTER di David Walliams, L’Ippocampo ragazzi, 2019

Età consigliata: 8 anni

Per l’undicenne Ben, il venerdì sera è il momento peggiore della settimana. Mentre i suoi genitori assistono alla registrazione di Sballando con le stelle, lui deve trascorrere la serata con sua nonna, sempre così asfissiante. In programma, zuppa di cavolo e partita a scarabeo. Ma un giorno Ben scopre un autentico tesoro d’oro e diamanti nella scatola dei biscotti della sua nonnina. E allora si domanda: è forse una ladra gentildonna? Una specie di Nonna Gangster? Perché mangia cavoli se possiede una simile fortuna? E se insieme organizzassero il furto del secolo?

*******************************

IL NONNO CHE AGGIUSTA I SOGNI di Orlev , Feltrinelli, 2020

Età consigliata: 9 anni

Michael si trasferisce con i genitori in Israele, la terra d’origine del padre, per poter assistere il nonno anziano. Adattarsi alla nuova casa, alla lingua e ai nuovi compagni di scuola è difficile per il ragazzino, così come è struggente il ricordo dell’America, il solo mondo che lui abbia conosciuto. Una volta giunto a Gerusalemme, però, Michael capisce che quel vecchio burbero, responsabile del loro trasferimento, è in realtà un meraviglioso complice: nella cantina della sua grande casa nasconde un tesoro fatto di preziosi oggetti antichi e di attrezzi incredibili. Non solo: tutti i mercoledì si camuffa ed esce per le vie del quartiere con un affilatoio su ruote, gridando: “Arrotino, arrotino! Forbici e coltelli! Coltelli e forbici”, facendo accorrere donne, bambine e bambini curiosi. Il nonno è davvero in grado di riparare qualsiasi cosa! Ma allora sarebbe capace di aggiustare anche i sogni? Michael lo scoprirà quando il nonno lo farà entrare in un suo sogno, offrendogli il più prezioso dei doni: come un apprendista stregone, Michael imparerà a distinguere i confini tra il sogno e la realtà, vivendo insieme al bizzarro vecchietto avventure a volte fantastiche, a volte spaventose: perché ci sono sempre due lati delle cose, uno brutto e uno bello.

*******************************

Vi auguro buone letture e aspetto i vostri consigli.

Chi vuole fare un tuffo nel passato qui puo’ rileggere tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Se siete in cerca di altri libri per la festa dei nonni, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata proprio a questo tema. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Trova la lettera: le schede per imparare l’alfabeto

Imparare l’alfabeto può essere complicato: bisogna ricordarsi l’abbinamento suono/lettera, alcune lettere si assomigliano sia per il suono che per la grafia, alcune lettere minuscole sono diverse dalle loro maiuscole.

Ho creato parecchie attività per allenare i miei alunni. Una che piace sempre molto è quella di trovare l’iniziale giusta di un’immagine. Per facilitargli il compito ho creato delle schede in cui devono scegliere tra due alternative. A dire il vero alcune di queste possono trarre in inganno perché si riferiscono a lettere la cui scrittura è molto simile e si possono confondere facilmente.

Ho realizzato 6 schede con 8 immagini ciascuna e per ognuna 2 possibili soluzioni. Vi sono 3 schede con le lettere in maiuscolo e 3 in minuscolo.

Di solito inizio con proporre loro quelle in maiuscolo per poi passare alle altre.

Per aiutarli, soprattutto nei primi momenti, faccio consultare la tabella delle lettere che poi utilizzano anche, una volta che hanno più dimestichezza, per controllare da soli la soluzione.

Qui trovate le schede da stampare:

Non mi resta che augurarvi buona caccia!

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di altre attività, potete trovare tante idee nella mia bacheca di Amazon dedicata ai giochi su lettere, sillabe e parole.

 Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Le carte delle storie: un gioco cooperativo per inventare racconti sempre nuovi

Conoscete le carte di Propp? In pratica sono delle carte per inventare storie.

Sono state pensate a partire dalle analisi svolte da Propp (etnologo sovietico) sulla struttura della fiaba popolare. Propp, nei suoi studi, aveva individuato 31 funzioni che, articolate e combinate  tra loro, sono in grado di descrivere la forma delle fiabe.  Non tutte le funzioni sono presenti nelle fiabe, così come la loro successione non è fissa, ma può variare arbitrariamente.

Aiutandosi con queste carte è così possibile costruire ed inventare sempre  nuove storie, divertendosi a giocare con la propria fantasia ed immaginazione.

Nel tempo ho creato alcuni giochi proprio per aiutare i miei alunni a creare storie: i dadi e il gioco dell’oca delle storie.

E’ da tantissimo tempo pero’ che volevo creare un gioco cooperativo che fosse facile da realizzare, divertente e sempre nuovo. Nascono così le carte delle storie.

Ho realizzato 136 carte divise in 7 categorie: personaggi, luoghi, animali, oggetti, oggetti magici, mezzi di trasporto ed imprevisti.



Ho creato inoltre 9 carte gioco in cui suddividere le carte per giocare: luoghi, protagonisti, antagonisti, aiutanti, animali, oggetti, oggetti magici, mezzi di trasporto e la più importante imprevisti.

Le carte personaggi servono a definire i “protagonisti”, gli “antagonisti” e gli “aiutanti” all’interno della storia. Troverete principi e principesse, ma anche maghi e mostri, alieni e astronauti…

Le carte luoghi i posti dove si svolgono le scene.

Le carte oggetti e oggetti magici potranno aiutare od ostacolare i protagonisti nella loro avventura, così come le carte animali o mezzi di trasporto.

Le carte imprevisti servono per rendere più vivace l’azione e creare l’intreccio della storia. Troverete carte di vulcani che eruttano, bombe che esplodono, uragani, battaglie…

Come si gioca:

Lo scopo del gioco è creare una storia di senso in un tempo prestabilito, utilizzando tutte le carte messe sul tavolo da gioco.

Ricordate che è un gioco cooperativo: per vincere l’intero gruppo deve partecipare al meglio rispettando il tempo dato e usando tutte le carte a disposizione.

Per prima cosa recuperate una clessidra o un timer. Servirà per definire il tempo che spetta ad ogni giocatore.

Distribuite quindi le carte gioco su tavolo a formare un cerchio, mettendo la carta imprevisti nel mezzo.

Ora dovete decidere:

  1. quanto tempo il gruppo avrà per creare la storia,
  2. il giro che seguiranno i giocatori per giocare,
  3. quante carte usare per ogni carta gioco: per fare questo dovete tenere conto del numero dei giocatori (più sono e più servono carte) e del tempo a vostra disposizione.

Le carte che si useranno non devono essere scelte, ma pescate a caso dai vari mazzi e messe sul tavolo a faccia in giù, in modo che nessuno le veda.

Per quanto riguarda le carte gioco “protagonisti” – “antagonisti” – “aiutanti” le carte da usare per creare la storia saranno tutte da prendere nel mazzo dei “personaggi”.

Una volta distribuite la carte sul tavolo da gioco potete iniziare!

A turno ogni giocatore prenderà a caso una carta dal tavolo scegliendo dal gruppo che preferisce. Una volta pescata la carta si girerà la clessidra o si punterà il timer che segnerà quanto tempo ha a disposizione il giocatore per raccontare la sua parte di storia.

Le carte “imprevisti” sono al centro del mazzo perché devono essere usate per creare l’intreccio.

Ecco un esempio di gioco per chiarirvi meglio il meccanismo:

Il gruppo è formato da 6 bambini che si danno 30 minuti di tempo per creare la storia.

Distribuiscono le carte gioco sul tavolo e pescano dai vari mazzi le carte che useranno per creare la storia: 3 protagonisti, 2 antagonisti, 3 aiutanti, 4 imprevisti, 2 luoghi, 6 oggetti, 4 oggetti magici, 5 animali e 4 mezzi di trasporto.

Il primo giocatore pesca una carta “luoghi”. Esce “deserto”. Inizierà a raccontare nei suoi 2 minuti di tempo il luogo dove è ambientata l’avventura.

Il secondo giocatore pesca una carta protagonisti che è quella di una sirena. A questo punto racconterà la storia di questa sirena per esempio imprigionata in un’oasi nel deserto.

Il terzo giocatore pescherà una carta “antagonista”. Esce un “vampiro”. Nel suo turno quindi narrerà di questo vampiro che, innamorato della sirena, l’ha imprigionata nell’oasi.

Il gioco prosegue così tra colpi di scena e descrizioni fino allo scadere del tempo.

La scelta del gruppo da cui pescare la carta che si userà per raccontare il proprio pezzo di storia è del tutto arbitraria. Ricordate però: tutte le carte devono essere usate e la storia deve avere un senso, un’inizio e una fine.

Questo gioco non solo è divertente, ma anche molto utile per i bambini:

  • stimola la fantasia e l’immaginazione
  • allena nel creare racconti e storie di senso, seguendo fili logici e rispettandone tempi e parti.
  • aiuta i bambini ad esporre verbalmente un racconto
  • accresce il vocabolario
  • allena la pazienza e l’attenzione
  • aiuta a far gruppo

Trovate il gioco da stampare qui sotto:

Spero vi piaccia! Vi auguro buon divertimento.

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

A caccia di sillabe: un libretto per imparare le sillabe

Ci sono vari metodi per imparare a leggere e scrivere, uno di questi è quello sillabico. Partendo dalle vocali si costruiscono tante sillabe che poi combinate fra loro formano parole.

La creazione e il riconoscimento delle sillabe è quindi il primo passo per avvicinarsi alla lettura e alla scrittura.

Per allenare i bambini a riconoscere le sillabe ho creato delle schede.

Su ogni foglio troverete un gruppo sillabico (es. BA, BE, BI BU,BU) e per ogni gruppo 3 immagini.

I bambini devono individuare all’interno di questi disegni quello la cui iniziale appartiene alla sillaba indicata. (es. BA = BANANA).

Si tratta di un modo divertente per avvicinare i bambini alla grafia e al suono di un determinata sillaba.

Le schede possono essere plastificate per essere utilizzate da più bambini e più volte.

E’ possibile inoltre trasformare le schede in un libretto che i bimbi possono tenere con sé per avere sempre sott’occhio la pronuncia corretta.

Trovate qui sotto le schede da stampare:

SCOPRI ANCHE…

Buon divertimento con questa e con tutte le altre idee prese in rete !

Se siete in cerca di altre attività, potete trovare tante idee nella mia bacheca di Amazon dedicata ai giochi su lettere, sillabe e parole.

 Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… imparare le sillabe

Ci sono vari metodi per imparare a leggere e scrivere, uno di questi è quello sillabico. Partendo dalle vocali, si costruiscono tante sillabe che poi combinate formano parole.

Oggi vi propongo 6 divertenti attività per avvicinare i bambini alla scrittura e alla lettura proprio partendo da questo metodo.

  1. Le carte tematiche sillabiche
  2. Il display delle sillabe
  3. Il gioco dell’oca delle sillabe
  4. La tombola delle sillabe
  5. Il gioco delle sillabe
  6. I puzzle delle parole

Tante altre idee le trovate sulla mia pagina Pinterest dedicata all’alfabeto


Buon divertimento con questa e con tutte le altre idee prese in rete !

Se siete in cerca di altre attività, potete trovare tante idee nella mia bacheca di Amazon dedicata ai giochi su lettere, sillabe e parole.

 Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

La tabella delle sillabe in corsivo

Per aiutare i miei alunni ad abbinare la sillaba con il suo suono avevo creato una tabella con immagini.

Ad ogni sillaba è collegata un disegno che aiuta i bambini nella pronuncia corretta della sillaba stessa.

Mi è stato chiesto di utilizzare invece che lo stampato maiuscolo, il corsivo minuscolo. Ho così riprodotto la stessa tabella in questo nuovo formato.

Come la uso:

Di solito presento la tabella alla classe e la faccio leggere ai bambini, così da spiegare bene il suo funzionamento e l’abbinamento sillaba/disegno.

Consegno ad ogni bimbo la sua tabella, in modo che possa averla sempre sott’occhio in caso di dubbi o per rivedere una pronuncia scorretta.

Lo trovo uno strumento estremamente utile.

Qui trovate la tabella da stampare:

SCOPRI ANCHE…

Buon divertimento con questa e con tutte le altre idee prese in rete !

Se siete in cerca di altre attività, potete trovare tante idee nella mia bacheca di Amazon dedicata ai giochi su lettere, sillabe e parole.

 Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il venerdì del libro: 10 libri per scoprire le quattro stagioni

Dopo un lungo periodo di pausa riprende ufficialmente il Venerdì del libro. Sono stata in dubbio se portare avanti questo progetto nato ormai 10 anni fa, perché nell’ultimo periodo mi stava un po’ stretto. Sentivo il bisogno di un orizzonte più ampio in cui spaziare e maggior libertà di movimento.

Ho deciso per venire incontro a questa esigenza e salvare quest’appuntamento che in questo spazio non parlerò solo dei libri che mi appassionano, ma proporrò anche suggerimenti tematici rivolti a bambini o adulti.

Oggi per esempio vi presento 10 splendidi libri per bambini sulle quattro stagioni.

LE MIE QUATTRO STAGIONI di Liesbet Slegers , Clavis editore, 2013

Età consigliata: 1 anno

Un divertente libro sulla natura e le sue 4 stagioni

***************************

LA LINEA DEL TEMPO. MONTESSORI di Céline Santini  e Vendula Kachel , Librido Gallucci, 2019

Età consigliata: 3 anni

Un gioco per aiutare il bambino a visualizzare il tempo che passa, a imparare i mesi e i giorni della settimana e ad associare frutta, verdura e vestiti a ogni stagione dell’anno. Contiene: 1 linea del tempo con i 12 mesi dell’anno, 1 libretto di istruzioni, 20 pagine di adesivi.

***************************

LE QUATTRO STAGIONI DI ANTONIO VIVALDI. IL RACCONTO MUSICALE IN UN GIORNO di Katie Cotton, Giunti editore, 2017

Età consigliata: 3 anni

Isabelle e il suo cagnolino Pickle partono per un viaggio attraverso le quattro stagioni, portando con loro un piccolo albero di mele. Tra temporali, afa estiva, tramonti e brividi di freddo, i due amici vivranno un’avventura indimenticabile. La storia si ispira alla composizione di Vivaldi, «Le Quattro Stagioni»: basta premere la nota presente in ogni scenario per sentire ognuno dei 10 brani dell’opera prendere vita.

***************************

L’ALBERO MAGICO di Christie Matheson , Gribaudo, 2015

Età consigliata: 3 anni

All’inizio c’è solo un albero. Ma se lo tocchi, batti le mani e lo scuoti, si compirà la magia! 

***************************

SPINOSETTO, PUNGINA E LE QUATTRO STAGIONI di Erminia Dell’Oro, Piemme, 2015

Età consigliata: 4 anni

Finalmente è arrivata la primavera e i due porcospini Spinosetto e Pungina possono uscire dalla tana per godersi il sole e i fiori appena sbocciati. Passano le settimane e l’estate porta loro una bella sorpresa… Vedere i colori dell’autunno e giocare con la neve dell’inverno sarà più divertente, se la famiglia si allarga!

***************************

STORIE PER 12 MESI Racconti e attività ludiche per la scuola dell’infanzia e il biennio della scuola primaria di Mauro Neri, Erickson, 2011

Età consigliata: dai 4 ai 7 anni

Questo libro raccoglie 36 storie, tre per ogni mese, che raccontano le avventure di Picalù, una bambina di 4 anni e mezzo, della sua famiglia e dei suoi amici lungo tutto il corso dell’anno. Ascoltando e/o leggendo queste allegre storie, i bambini dai 4 ai 7 anni potranno acquisire i concetti basilari relativi al tempo (giorno/notte, la settimana, i mesi, gli anni) e imparare quando si collocano le festività e i giorni importanti nell’anno e le diverse caratteristiche delle stagioni. Accanto alla narrazione delle vicende di Picalù, l’autore propone anche divertenti attività, attraverso le quali i bambini potranno scoprire le particolarità, i segreti, i colori, le festività, le ricorrenze e le leggende legate ai mesi e alle stagioni. I giochi e le attività sono divisi in 4 tipi diversi di schede, che stimolano differenti abilità nel bambino: “Disegniamo”, “Scopriamo”, “Creiamo” e “Giochiamo”. Queste schede possono essere utilizzate per attività individuali, di gruppo e di classe, o anche come spunti per lavoretti, recite.

***************************

UN ANNO NELLA FORESTA di Emilia Dziubak, Fabbri, 2017

Età consigliata: 5 anni

Ciao a tutti, io sono l’orso! Venite con me, vi porterò alla scoperta di un mondo meraviglioso, dove vivo con tantissimi altri animali! Nella foresta vivono tantissimi animali: cinghiali, lupi, fagiani, orsi, formiche, picchi, volpi, bisce, rane, alci e molti altri… Come giocano e riposano? Chi dorme di giorno e chi di notte? Quali sono i loro passatempi preferiti? Un viaggio sorprendente, che pagina dopo pagina, mese dopo mese, mostra come cambiano la foresta e le abitudini degli animali con il cambiare del clima e con l’avvicendarsi delle stagioni. Con una presentazione di tutti gli animali della foresta e un divertente labirinto per giocare!

***************************

LE QUATTRO STAGIONI. POP UP 360° di Matteo Gaule, Sassi, 2016

Età consigliata: 6 anni

Quattro aree tematiche ti faranno conoscere le stagioni, come cambia la natura e come si comporta il clima mentre la Terra ruota intorno al Sole. Scopri la primavera, l’estate, l’autunno e l’inverno, e quali animali vivono seguendo il ritmo della natura, osservando il colorato pop-up.

***************************

LE QUATTRO STAGIONI DI UN RAMO DI MELO di Anne Crausaz , L’Ippocampo ragazzi 2015

Età consigliata: 6 anni

Un anno, cinquantadue settimane e cinquantadue uccelli che si raccontano nel girotondo delle stagioni. Ogni settimana un nuovo uccello si posa sul ramo e ci resta quel tanto che basta per farci scoprire il suo modo di vivere. Passano le stagioni, l’uccello riparte e poi torna sul ramo, che per lui rifiorisce ogni primavera. Un libro in grande formato con oltre cento pagine da sfogliare come quelle di un’enciclopedia.

***************************

IL LIBRO DELLE STAGIONI di Charline Picard e Clémentine Sourdais, Editoriale Scienza, 2015

Età consigliata: 7 anni

Stagione dopo stagione, questo libro illustrato accompagna i bambini alla scoperta della natura e dei suoi mutamenti. Le meraviglie delle stagioni raccontate dal buffo professor Luminare e dal suo gatto parlante. Al centro, lo spettacolo della natura e i suoi cicli: gli animali, le piante, i prodotti della terra e le attività umane si susseguono in ampie tavole illustrate con i nomi di fiori, alberi, frutta e verdura di stagione, funghi, uccelli, insetti, pesci e molto altro ancora. Ciascuna delle quattro sezioni, una per stagione, si apre con una doppia pagina a fumetti, dove Luminare illustra ai bambini le caratteristiche principali del periodo; a seguire, grandi tavole con illustrazioni o foto di fiori, frutta e verdura di stagione. Ogni sezione prosegue poi raccontando e mostrando le attività dell’uomo e il comportamento di animali e piante, per concludersi con alcune proposte di attività: a partire da elementi naturali (conchiglie, foglie, fiori…), il libro insegna come creare dei semplici lavoretti. Il linguaggio semplice, i testi brevi e strutturati in “blocchetti”, le illustrazioni, coinvolgono il lettore nella scoperta delle stagioni e fanno sì che le informazioni scientifiche fluiscano nelle pagine.

***************************

Vi auguro buone letture e aspetto i vostri preziosi suggerimenti.

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Se siete in cerca di altri libri sulle quattro stagioni, potete trovare tante idee nella mia bacheca di Amazon dedicata proprio a questo tema. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

La ruota per segnare le fasi della giornata

Il concetto di tempo dei bambini piccoli è diverso dal nostro.

Non sapendo scandire il tempo in base alle ore dell’orologio, loro lo suddividono in base alla propria percezione e alle proprie esperienze. Un’attività viene dopo un’altra perché giorno dopo giorno essa avviene così. Dopo la notte ci sarà la colazione e poi si andrà a scuola e poi si pranzerà…

Già molti anni fa per PF avevo creato una bussola per segnare le fasi della giornata, proprio per fargli capire la successione degli eventi, comprendere come si articolava il tempo e l’alternanza giorno/notte.

Ho rivisto quella stessa bussola, rendendola ulteriormente più chiara: le varie fasi sono anche evidenziate da colori diversi, in cui il giorno ha colori vivaci e la sera e la notte sono indicati da due diverse tonalità di blu. Inoltre su ogni spicchio troverete non solo un’immagine esplicativa dell’attività tipica di quella fase, ma anche il simbolo del sole o della luna per rendere più comprensibile al bambino se si tratta di giorno o di notte.

Potete usare la bussola sia a casa che a scuola.

Costruirla è semplice: stampate il modello che trovate qui sotto, ritagliatelo e usando un fermaglio sovrapponete i due cerchi. La parte bucata a forma di triangolo del cerchio esterno sarà rotante e permetterà ai bambini di segnare e leggere la fase della giornata che stanno vivendo.

Qui trovate il modello da stampare:

Spero che l’idea vi piaccia e vi sia utile.

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Imparare a scrivere l’alfabeto con il tratteggio

Imparare l’alfabeto è il primo passo per avvicinarsi alla lettura e alla scrittura.

Per agevolare il passaggio dalla forma orale a quella scritta ho creato delle schede che aiutino i bambini ad avvicinarvisi con gradualità.

Ogni scheda si riferisce ad una lettera dell’alfabeto. Su di esse ho inserito delle immagini di oggetti, frutta o animali che iniziano per quella lettera, in modo che i bambini possono associare al segno grafico il suo suono.

I bambini hanno poi la possibilità di seguire le tracce delle lettere in stampato sia maiuscolo che minuscolo e una volta che hanno fatto un po’ di pratica riprodurle da soli seguendo il modello.

Ho creato inoltre una copertina che potrete usare per trasformare le schede in un pratico libretto.

Qui sotto trovate le schede e la copertina da stampare:

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di attività per giocare con le lettere e le parole, potete trovare tante idee nelle mie bacheche di Amazon dedicate ai giochi didattici d’italiano e ai libri sull’alfabeto . Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

I quaderni didattici personalizzati di Ilaria

Ho conosciuto Ilaria su Instagram grazie alla sua pagina, in cui condivide tantissimi spunti e materiali per la didattica.

Tra i tanti strumenti proposti sono rimasta affascinata dai suoi quaderni didattici, in cui raccoglie attività personalizzate in base alle esigenze e alle capacità di ogni bambino.

Ho chiesto a Ilaria di presentare i suoi quaderni qui su Homemademamma, perché ritengo che possano essere molto utili.

Scopriamo chi è Ilaria.

PARLACI UN PO’ DI TE E DEL TUO LAVORO.

Mi presento, sono Ilaria Rudari, educatrice professionale e pedagogista in ambito disabilità, laureata presso l’Università degli studi di Verona. Attualmente sto conseguendo un master di pedagogia clinica per potermi specializzare nel campo della relazione e dell’aiuto. Sto scrivendo la tesi finale riguardante la sfera dell’autismo e gli interventi di riabilitazione possibili.

Attualmente lavoro come educatrice scolastica e domiciliare con varie famiglie con bambini con bisogni educativi speciali. Il lavoro è ciò che mi dà più soddisfazione: poter portare a termine degli obiettivi prefissati con i bambini e poterli vedere felici dei loro passi compiuti verso l’autonomia.

Il lavoro di un’educatrice e di una pedagogista non è così semplice come quando lo si nomina, ma dietro vi è un impalcatura creata con rigore e metodologia, che permette di sostenere un lungo lavoro affiancando gli utenti e le famiglie in ogni passo della loro vita.

CHE COSA SONO I QUADERNI DIDATTICI PERSONALIZZATI?

In questi anni ho potuto sperimentare e provare diverse esperienze lavorative sul campo, affiancando bambini e ragazzi con disturbi specifici dell’apprendimento e bisogni educativi speciali a scuola, per questo mi sto specializzando sempre di più nel poter creare del materiale dedicato a loro e fatto su misura per ogni caso, per questo creo i miei quaderni didattici personalizzati.  

Essi rispondono ad un bisogno sempre più sentito all’interno della scuola: devono consentire un corretto sviluppo didattico ed educativo del soggetto, permettendogli di acquisire più conoscenze possibili relative alle diverse materie trattate, in modo compensativo ed esaustivo, creando così un percorso adatto all’interno della propria difficoltà, andando a valorizzare e portando in primo piano i propri punti di forza. 

L’obiettivo dei quaderni personalizzati è proprio quello di rendere il soggetto protagonista del proprio apprendimento, mediante uno strumento che gli permetta di raggiungere l’apice della conoscenza attraverso stimoli e aiuti che vengono forniti per implementare il proprio bagaglio culturale. All’interno del sistema si definisce tutto ciò con inclusione, un’inclusione che deve avvenire a 360° per ogni sfumatura del soggetto.

PER QUALI ETÀ SONO PENSATI?

I quaderni didattici personalizzati rispondono ad un’ampia fascia d’età: dalla scuola dell’infanzia fino alle superiori se non addirittura all’università.

Non vi è un modo corretto per strutturare il quaderno, è bene ricordare quale sia il suo scopo e per arrivarvi è necessario considerare le difficoltà singole di ogni soggetto per poter creare la strada idonea da percorrere insieme.

All’inizio della mia carriera i quaderni didattici personalizzati ricoprivano un ruolo d’aiuto  essenzialmente per bambini piccoli per la scuola primaria. Man mano però che costruivo e incrementavo le mie conoscenze sono arrivata ad utilizzarli fino a ragazzi/e della secondaria di secondo grado; essi sono dei quaderni che li accompagnano durante i loro anni di studi e che permettono loro una facilitazione nel campo scolastico e anche nel campo sociale.

Una grande esperienza l’ho potuta vivere quest’anno con gli esami di terza media di una ragazza che ormai da anni affianco nel lavoro personalizzato e nel sostegno. Vederla quindi conseguire un titolo di Stato con l’ausilio di mezzi idonei è stato un enorme orgoglio personale oltre che professionale. Tutto ciò si rispecchia nel soggetto che acquisisce la consapevolezza del dire “ Io ce l’ho fatta, ho fatto un ottimo lavoro”.  

COME SI COSTRUISCONO? 

 Pazienza , obiettivo, e costanza sono alcuni degli elementi fondamentali per poter intraprendere la strada. Ogni quaderno che andiamo a costruire richiede un elevato dispendio di tempo che però al completamento di questo si trasforma in un enorme soddisfazione: nel poter vedere nel concreto uno strumento di aiuto per il soggetto. 

Vi mostro alcuni esempi differenti che ho realizzato.

ESEMPIO 1

Ecco dei quaderni didattici personalizzati individuali per una scuola primaria, che attualmente sto utilizzando solamente per una bambina che sto seguendo.  

Nella foto sotto è possibile vedere due tipologie diverse di quaderni didattici personalizzati.

Uno è il quaderno didattico di italiano e l’altro di matematica. All’interno dei quaderni sono presenti anche delle schede che ho potuto scaricare dal sito di homemademamma. 

  • All’interno del quaderno di italiano sono stati inseriti i temi dell’alfabeto, del pre-grafismo, delle line aperte e chiuse, le sillabe, e la scrittura
  • nel quaderno di matematica sono stati inseriti argomenti come il pre-grafismo, la scrittura dei numeri, l’associazione di quantità con le immagini, …

ESEMPIO 2

In questo caso vi sono due tipologie diverse di quaderni didattici personalizzati adatti a soggetti della scuola primaria e non solo, in quanto possono essere utilizzati anche alla scuola dell’infanzia.

Questa seconda tipologia di quaderno è completamente riutilizzabile in ogni momento a differenza dell’esempio precedente nella quale vi è solamente il supporto cartaceo. In questo caso le schede sono inserite in un quaderno ad anelli usando delle delle cartellette di plastica. Questo permette all’operatore di poterle nuovamente riutilizzare.   

Ringrazio Ilaria per aver condiviso la sua esperienza e il suo materiale. Potete seguirla sul suo profilo Instagram e scoprire ogni giorno i suoi preziosi suggerimenti.

Qui sotto potete trovate tante schede da poter utilizzare per creare il vostro primo quaderno didattico personalizzato.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… imparare l’alfabeto

Ho raccolto in questo post un po’ di idee originali e creative per avvicinare i bambini all’alfabeto.

  1. Il gioco dell’oca dell’alfabeto
  2. I labirinti di lettere
  3. La tombola dell’alfabeto da stampare e colorare
  4. Realizzare un alfabeto tattile
  5. Il dizionario da muro
  6. Costruire un alfabeto in 3D

Tante altre idee le trovate sulla mia pagina Pinterest dedicata all’alfabeto


Buon divertimento con questa e con tutte le altre idee prese in rete !

Se siete in cerca di altre attività, potete trovare tante idee nella mia bacheca di Amazon dedicata ai giochi su lettere, sillabe e parole.

 Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

10 libri per… giocare con l’alfabeto

La scuola sta per iniziare e con lei molti bambini si avvicineranno alla scrittura e alla lettura.

Ho raccolto in questo post 10 meravigliosi libri sulle lettere per avvicinarli all’alfabeto con gioia, serenità e divertimento.

IL MIO PRIMO ALFABETIERE di Andrea Rivola, Fatatrac, 2019

Età consigliata: da 18 mesi

Un alfabetiere in grande formato tutto da sfogliare. Pensato e ideato per i più piccoli, questo speciale librone contiene una favolosa raccolta di illustrazioni, ognuna delle quali è associata alla lettera di riferimento. Saranno Tina, Gigi e i loro amici ad accompagnare i piccoli lettori nel mondo delle lettere, per imparare a riconoscerle dalla A alla Zeta. 

**********************

L’ALFABETO DEL BAMBINO NATURALE di Elena Balsamo e Tommaso D’Incalci, Il leone verde, 2014

Età consigliata: da 3 anni

“Cari genitori, insieme, in un angolino tranquillo, bello e confortevole, spegnete il telefono e dedicate un momento speciale al vostro bambino. Scegliete la lettera che più vi attira e così, una alla volta, scoprirete un nuovo alfabeto, fatto di tenerezza e di rispettosa accoglienza, un alfabeto che ha il potere di cambiare il mondo” 

**********************

ABC 5 LINGUE di Jean-Marc Fiess, Franco Cosimo Panini, 2013

Età consigliata: da 3 anni


Uno straordinario volume pop-up che svela parole con lo stesso significato e che iniziano con la stessa lettera in cinque lingue diverse!

**********************

L’ALBERO ALFABETO di Leo Lionni, Babalibri, 2016

Età consigliata: da 4 anni

Un tempo esisteva l’albero Alfabeto dove sulle foglie vivevano le lettere. Un giorno arrivò una tempesta che spazzò via alcune lettere. La paura fu così tanta che le lettere sopravvissute si nascosero tutte insieme tra i rami più bassi dell’albero.

**********************

ALFABETIERE di Bruno Munari, CORRAINI, 1998

Età consigliata: da 4 anni

Chi l’ha detto che l’alfabeto si impara dalla A alla Z? Munari invita i bambini a giocare con suoni e forme delle parole, ritagliando e incollando altre lettere alle pagine del libro. Perché imparare a leggere non può essere noioso, e non deve nemmeno avere senso. Munari in questo libro inventa infatti filastrocche accostando parole che non significano insieme, ma che ripetono i suoni e le grafie con cui i bambini devono fare amicizia. Perché ai bambini è il ritmo che affascina, e non il senso. Leggere e scrivere diventa così una scoperta divertente. 

**********************

ALFABETO PER COLAZIONE di Nicoletta Costa,Einaudi ragazzi, 2011

Età consigliata: da 5 anni

Chi sa qual è la cosa più bella che si impara quando si diventa grandi? Di sicuro è leggere! E come si comincia a leggere? In tanti modi. Magari divertendosi come matti a scoprire l’alfabeto. E che cos’è l’alfabeto se non una specie di bacchetta magica per disegnare la realtà? A come animale, B come bugie, C come coraggio, D come il dromedario Diego che divora dodici datteri… E quanti sono gli alfabeti? Tanti, tanti come i tantissimi libri che ci sono al mondo.

**********************

LA GRANDE FUGA DELLE LETTERE di Enza Emira Festa, Mondadori, 2017

Età consigliata: da 6 anni

In un piccolo comune le lettere dell’alfabeto scappano dai quaderni e dai libri dei bambini contagiando nella fuga anche le lettere dei manifesti, delle insegne e dei cartelloni. In tutto il paese c’è un grande scompiglio, e neppure pompieri, polizia e un luminare di letteratura riusciranno a riportare l’ABC tra le pagine dei libri. Per fortuna ci sono i bambini del paese che, innamorati dei loro libri, troveranno il modo di rimettere a posto le cose.

**********************

ALFABETO DELLE FIABE di Bruno Tognolini e Antonella Abbatiello , TopiPittori 2012

Età consigliata: da 6 anni

Un poeta amatissimo, Bruno Tognolini, e una delle migliori illustratrici italiane, Antonella Abbatiello, danno vita a una raccolta affascinante dedicata alle fiabe. Un alfabeto di parole e immagini che, lettera dopo lettera, accompagna i bambini attraverso i temi, i significati e i simboli che costellano l’immaginario fiabesco di tutti i tempi, le tradizioni e i paesi. Troverete in queste pagine, anelli magici, bambini perduti, castelli dimenticati, e poi draghi, enigmi, fuochi, giganti, incantesimi, labirinti, e molte, molte altre meraviglie, in un vorticoso susseguirsi di rime, forme, colori. Per viaggiare con piede sicuro e cuore leggero attraverso la bellezza più incantevole e il senso più profondo che alberga nei più antichi racconti del mondo.

**********************

ABC D’ARTE. LETTERE NASCOSTE NEI QUADRI di Anne Guéry e Olivier Dussutour, Franco Cosimo Panini, 2011

Età consigliata: da 6 anni

“ABC D’arte” propone ventisei quadri dei maestri della pittura occidentale dal XIII fino a oggi. Osservandoli bene, si possono scoprire le ventisei lettere dell’alfabeto, inserite nelle opere dall’artista, magari per caso. Si trovano così i quadri di artisti di tutti i tempi tra cui Giotto, Chagall, Picasso, Dalf, Mondrian, Hopper, Manet, Klee, Magritte, Malevitch, Vuillard, Dubuffet, Modigliani e Picabia. “ABC D’arte” è un’opportunità per scoprire quanta arte c’è nell’alfabeto attraverso il curioso incontro di una lettera e un quadro.

**********************

ALFABETO NONSENSO di Edward Lear, Atmosphere libri, 2018

Età consigliata: da 7 anni

Attraverso ventuno illustrazioni potenti, emotive e minimaliste, che accompagnano ogni singola lettera dell’alfabeto con le poesie nonsense di Edward Lear, uno dei più grandi poeti del re del gioco di parole, l’illustratore Javier Pérez ci insegna a vedere gli animali con occhi diversi: un gomitolo di lana, ad esempio, diventa il corpo di un daino, un bottone è il naso ideale di un maialino, o un rubinetto rappresenta la proboscide dell’elefante. Le splendide parole di Lear apparentemente ‘senza senso’ possono avere un loro ‘senso’ nei brevi testi poetici di cinque versi (con schema AABBA. Licenze poetiche: concesse!) rimati a schema fisso, giochi di parole dal significato insolito e straniante, tradotti e adattati da Mauro Di Leo perché anche in italiano non sia perso il ritmo e l’eccezionalità dell’originale.

**********************

Se siete in cerca di giochi e attività per giocare con le lettere e le parole, potete trovare tante idee nella mia bacheca di Amazon dedicata ai giochi didattici d’italiano. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

I libretti delle vocali

Qualche anno fa avevo realizzato dei libretti per avvicinarsi alle vocali in corsivo in modo giocoso.

Libricini di poche pagine e di piccole dimensioni per allenarsi a riconoscere le lettere.

Mi sono stati richiesti solo in stampatello e così oggi ve li propongono. Ho realizzato quelli delle vocali perché sono le prime lettere che vengono introdotte a scuola.

Sono composti da 6 pagine, uno per ogni vocale. Sono pensati per ripassarle ed allenarsi a scriverle, riconoscere il suono e la grafia in stampato sia maiuscolo che maiuscolo.

Realizzare i libricini è facilissimo:

Stampate il file che trovate sotto e ritagliate i fogli. Adagiate le 6 pagine una sull’altra ed incollatele tra loro nella parte alta, in modo da creare un ventaglio.

Le attività per pagina sono cosi’ divise:

  • sulla prima pagina ci sarà un’immagine che presenta la vocale, per esempio U come uva.
  • sul secondo foglio troverete una tabella dove si dovranno trovare le lettere minuscole e maiuscole
  • sul terzo foglio si dovranno individuare le immagini che iniziano con quella vocale
  • sulla quarta pagine si dovrà ricalcare e poi scrivere le vocali sia in minuscolo che in maiuscolo
  • sul quinto foglio troverete immagini e nomi in stampatello, su cui si dovrà inserire la vocale mancante
  • sull’ultima pagina troverete tante parole in cui individuare  le vocali in minuscolo o maiuscolo

Qui trovate il file con tutti i libretti:

Spero l’idea vi piaccia.

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di giochi e attività per giocare con le lettere e le parole, potete trovare tante idee nella mia bacheca di Amazon dedicata ai giochi didattici d’italiano. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Le vocali mancanti: le schede per imparare le vocali

Le prime lettere che si insegnano per avvicinare i bambini alla scrittura e alla lettura sono le vocali che permettono di creare, unendosi con le consonanti, tante sillabe e quindi tante parole.

I bimbi sono sempre molto eccitati durante le prime lezioni perché non vedono l’ora di leggere e scrivere.

Le attività per allenarli a riconoscerle e scriverle sono tantissime. Una di queste è quella di far inserire in parole già scritte la vocale mancante.

Ho creato una serie di schede per i miei bambini più piccoli proprio a questo scopo.

Si tratta di fogli, uno per ogni lettera, in cui sono presenti tante immagini con sotto il loro nome, ma con la vocale mancante. Per ognuno è indicata la lettera omessa.

Ho realizzato anche un foglio riassuntivo che permette al bambino di testare quanto appreso: in questo le parole mancano di tutte le vocali e non sono presenti indicazioni di sorta.

Per rendere riutilizzabili i fogli è possibile plastificarli.

Qui trovate le schede da stampare:

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di giochi e attività per giocare con le lettere e le parole, potete trovare tante idee nella mia bacheca di Amazon dedicata ai giochi didattici d’italiano. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

I libretti dell’alfabeto pop up

Quando PF era piccolino avevo creato dei libretti pop up per imparare le lettere e le parole in inglese. Li avevo stampati da questo sito. Lui li aveva adorati.

Si tratta di libretti, uno per ogni lettera dell’alfabeto, che aprendoli fanno uscire un’oggetto che inizia con quella lettera.

I bambini più grandi si divertono a costruire il libretto, quelli più piccoli giocano ad aprirlo e chiuderlo. Il tutto aiuta a memorizzare l’alfabeto e ad abbinare la lettera ad una parola e al suo suono. Inoltre ai miei libretti ho aggiunto anche delle linee, così i bimbi possono esercitarsi anche a scrivere.

Ho cercato in rete se trovavo libretti simili in italiano da far costruire ai miei alunni. Ho recuperato solo dei tutorial, ma niente da stampare.

Ho deciso allora di crearli io, realizzando le immagini, le lettere e le scritte.

Quello che i bimbi devono fare è semplicemente preparare la base del libretto, ritagliare, colorare le lettere, le immagini ed assemblare il tutto.

Come si realizzano:

Prima di tutto bisogna stampare la basi per creare i libretti .

Per rendere più facile l’operazione ecco il modello da stampare:

In pratica:

Servono due fogli A4: io li ho scelti bianchi così che i bimbi possano decorarli a piacere, ma si possono usare anche colorati.

Si piegano in due.

Con l’aiuto di righello si segnano su uno dei due figli dei rettangoli, come nella foto qui sopra che mostra anche le dimensioni che devono avere.

A questo punto si ritagliano i lati più lunghi dei rettangoli e si piegano prima all’esterno e poi all’interno del libretto.

Aprendo il libretto, ora le due alette rimaranno sollevate e su di esse è possibile incollare le lettere e i disegni, che trovate nel file più sotto.

Una volta attaccato il tutto, richiudete il libretto ed incollate il secondo foglio sopra quello con le alette, in modo da ricoprire i due buchi . Attenzione: la colla deve essere messa in modo che non entri nei fori, se no le alette non si solleverebbero più.

A questo punto potete attaccare sulla copertina la striscia che si riferisce alla lettera.

All’interno del libretto, sotto le alette, ho disegnato delle righe, in modo che i bambini possono esercitarsi a scrivere la lettera o la parola che rappresenta l’immagine.

Volendo inoltre i bambini possono divertirsi a disegnare loro le immagini da incollare all’interno dei libretti e personalizzarli magari disegnando dentro o sulla copertina tutti gli oggetti che iniziano per quella lettera.

Come vedete è davvero semplice costruire questi libretti!

Qui sotto trovate le immagini, le lettere e le frasi da incollare sulle basi per creare i 21 libretti:

Spero che quest’idea vi piaccia!

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di giochi e attività per giocare con le lettere e le parole, potete trovare tante idee nella mia bacheca di Amazon dedicata ai giochi didattici d’italiano. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Riordinare le lettere per imparare a scrivere

L’ortografia non è per nulla facile. Per allenare i miei alunni a scrivere correttamente le parole, ho creato una serie di attività tra cui le carte per riordinare le lettere.

Su ogni carta troverete un’immagine e una griglia vuota, con tanti spazi quante le lettere che servono a scriverne il nome. Sotto ad essi vi sono una serie di lettere: alcune servono per scrivere la parola, altre non devono essere usate.

I bambini devono cercare le lettere giuste e scrivere negli spazi la parola corretta.

Io ho plastificato le carte, in modo che i bambini possono utilizzarle più volte.

Qui trovate le 24 carte da stampare:

Non mi resta che augurarvi buon divertimento.

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di giochi e attività per giocare con le lettere e le parole, potete trovare tante idee nella mia bacheca di Amazon dedicata ai giochi didattici d’italiano. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… imparare le vocali

Imparare l’alfabeto può essere molto divertente. Le prime lettere che si insegnano sono proprio le vocali che permettono di creare, unendosi con le consonanti, tante sillabe e poi tante parole.

Ho raccolto in questo post tante attività divertenti per imparare le vocali.

  1. Le schede da colorare per imparare a scrivere le vocali
  2. Il gioco dell’oca delle vocali
  3. Il libro delle vocali e tanto altro materiale
  4. A caccia di vocali con le schede da colorare
  5. Il riccio delle vocali
  6. Delle simpatiche carte per giocare a memory o semplicemente per abbinare il suono alla lettera

Tante altre idee le trovate sulla mia pagina Pinterest dedicata all’alfabeto


Buon divertimento con questa e con tutte le altre idee prese in rete !

Se siete in cerca di giochi e attività sulle scienza, potete trovare tante idee nella mia bacheca di Amazon dedicata ai giochi sulle emozioni Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

11 attività da stampare sulle emozioni

Negli anni ho condiviso con voi tantissime attività sulle emozioni.

Ne ho raccolte in questo post 11, tutte da stampare, perché ritengo che in questo momento sia molto importante “lavorare” sulle emozioni proponendo attività mirate e che aiutino a riflettere e gestirle al meglio.

Goleman definisce l’intelligenza emotiva come “la capacità di riconoscere e gestire le emozioni proprie ed altrui e di saperle indirizzare nella direzione più favorevole e vantaggiosa”. Essa è considerata come una meta-capacità ovvero una capacità che ci permette di usarne altre più complesse.

Un buon sviluppo della nostra intelligenza emotiva fa si’ che possiamo adattarci meglio all’ambiente e di conseguenza di migliorare il nostro benessere

Cliccando sui link che trovate sotto, accederete al post e al materiale da stampare. In ognuno troverete inoltre le istruzione su come costruire e proporre l’attività.

CHE FACCIA FAI : Tante espressioni facciali da assemblare, costruendo faccine e variandone le espressioni per parlare di emozioni e della loro relazione con il corpo.

****************************

L’OROLOGIO DELLE EMOZIONI: Un orologio con le 4 emozioni principali per condividere l’emozione del momento, riflettere su come varia nell’arco della giornata, su come la esprimiamo, su come riusciamo a gestirla…

****************************

LE SCHEDE DELLE EMOZIONI: delle semplici schede dove i bambini si possono divertire a disegnare le espressioni del viso e riflettere su quando capita loro di provare quell’emozione. I bimbi più piccoli possono utilizzare il disegno, quelli più grandi frasi per spiegare in quali situazioni provano quel sentimento.

****************************

LA CASA DELLE EMOZIONI: un libricino di 11 pagine in cui vengono presentate le quattro emozioni principali attraverso disegni e quattro divertenti filastrocche. Ho pensato anche a renderlo interattivo creando una pagina per disegnare le emozioni e quattro pagine in cui trovare le espressioni facciali che le caratterizzano.

****************************

I NOMI DELLE EMOZIONI: Un’attività per riflettere sui nomi e i gradi d’intensità delle diverse emozioni, composta da schede e carte che aiutano i bambini a categorizzare e dare un nome alle diverse emozioni.

****************************

LE FILASTROCCHE DELLE EMOZIONI: 4 schede per le 4 emozioni principali: gioia, paura, rabbia, tristezza.Su ogni scheda troverete un disegno che rappresenta l’emozione da completare ed una breve filastrocca che la descrive.

****************************

IL GIOCO DELL’OCA DELLE EMOZIONI: Un gioco dell’oca in cui i bambini devono divertirsi a rappresentare varie emozioni attraverso diverse attività come disegnare, mimare, cantare, descrivere…

****************************

IL MEMORY DELLE EMOZIONI: Un divertente memory da colorare per imparare a riconoscere le emozioni

****************************

COLORIAMO LE EMOZIONI!: Tante espressioni facciali da cercare e colorare. Un’attività che offre l’occasione di riflettere su come le emozioni vengono espresse e sui tratti del viso che le rendono evidenti.

****************************

LA BUSSOLA DELLE EMOZIONI: Una ruota che gli stessi bambini possono colorare e costruire per segnare l’emozione del momento.

****************************

IL DADO DELLE EMOZIONI: Usando un dado e la tabella che troverete da stampare, è possibile disegnare tante emozioni diverse, creando cosi’ l’occasione per parlarne e discutere su come vengono espresse anche attraverso le espressioni facciali.

Spero che queste attività vi siano utili. Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

Se siete in cerca di giochi e attività sulle scienza, potete trovare tante idee nella mia bacheca di Amazon dedicata ai giochi didattici d’italiano. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Un divertente gioco di benvenuto a prova di Covid

In questi giorni molti insegnanti mi hanno contattato per chiedermi idee su attività di accoglienza che rispettassero tutte le norme di sicurezza: distanziamento, nessun uso di schede cartacee…

Pensa che ti ripensa, prova che ti riprova, sono finalmente arrivata a un’illuminazione.

Ho creato un gioco divertente, capace di coinvolgere tutta la classe, che aiuta i bambini a conoscersi e a rompere il ghiaccio e che fa muovere, ma senza alzarsi dal banco.

Ho creato 36 carte in modo che gli insegnanti potessero scegliere tra più attività da fare.

Come si gioca:

Su di un cartellone o su una parete vi sono tante carte con immagini di animali, oggetti, mezzi di trasporto, frutta. Dietro ad ognuna di loro un’attività da fare: come ripetere il verso di un animale o battere le mani o sollevare i piedi o rispondere a una domanda.

Attenzione però: alcune attività sono destinate a tutta classe, altre solo a certi bambini come per esempio a chi ha fratelli o a coloro il cui nome inizia con la A o a quelli che indossano pantaloni blu.

Tutti i bambini, uno alla volta secondo un ordine prestabilito dal maestro, dovranno scegliere in base all’immagine una delle carte, che sarà girata e letta dallo stesso insegnante.

Una volta che una carta è stata scelta e l’attività svolta, non sarà più girata dalla parte dell’immagine perché non potrà più essere scelta.

Creare il gioco è semplicissimo:

Stampate il file che trovate sotto. Ritagliate le carte e la scritta di benvenuto. Incollate tra loro le carte con le attività con quelle contenenti le immagini.

Incollate il tutto sulla parete o su di un cartellone, usando i gommini adesivi per attaccare i poster, che permettono alle carte di poter essere attaccate e staccate a piacimento.

Ora non vi resta che giocare. Buon divertimento!

Qui trovate i file da stampare per creare il vostro gioco:

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Conta, scrivi e colora

Ho creato le schede “Conta, scrivi e colora” per i bambini che si avvicinano ai numeri e alla loro scrittura.

Su ogni scheda troveranno il numero da ricopiare, da scrivere e la quantità da contare e colorare.

Sono semplicissime schede che pero’ aiutano il bambino ad avvicinarsi alla scrittura senza tralasciare l’associazione tra numero e quantità.

Potete presentare le schede singolarmente o raccoglierle in un pratico libretto.

Trovate le 10 schede e a copertina da stampare qui sotto:

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di giochi e attività sulla matematica, potete trovare tante idee nella mia bacheca di Amazon dedicata ai giochi didattici di matematica. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Alla scoperta dell’acqua

Fare esperimenti scientifici con i bambini è divertentissimo. Con PF ne ho fatti parecchi proprio sull’acqua per scoprire la rifrazione della luce, per capire perché il cielo è blu, creando delle nuvole in un sacchetto, osservando come sciogliere più velocemente in ghiaccio

Riguardandoli qualche giorno insieme a un’amica mi sono accorta che sarebbe stato divertente se PF avesse potuto annotare le sue scoperte.

Ho creato allora 3 schede per accompagnare i bambini alla scoperta dell’acqua.

Nella prima scheda i bambini possono divertirsi a capire attraverso l’esperienza diretta come si presenta l’acqua: il suo colore, il suo gusto e i suoi diversi stati (in questo caso l’aiuto dell’adulto è fondamentale).

Nella seconda scheda i bimbi devono disegnare o scrivere dove trovano l’acqua. Sono già presenti 3 suggerimenti: una bottiglia d’acqua, un’onda e la pioggia.

Infine nell’ultima scheda possono osservare la vita di una gocciolina d’acqua.

Le schede possono trasformarsi anche in un libretto, unendo i fogli tra loro con una simpatica copertina che trovate nel kit.

Qui sotto trovate il file con le schede e la copertina da stampare:

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di giochi e attività sulle scienza, potete trovare tante idee nella mia bacheca di Amazon dedicata agli esperimenti scientifici e alla scienza. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco dell’oca fai da te per raccontarsi

Il gioco dell’oca che vi presento oggi è una divertente attività che aiuta a rompere il ghiaccio, a presentarsi, a scoprire qualcosa di più sui compagni ed è perfetta per i primi giorni di scuola.

Nei giochi di presentazione che si fanno i primi giorni di scuola, molti bambini sono sciolti e disinvolti nel parlare, altri invece sono più timidi e non trovano uno spunto da cui partire.

 Ho creato delle carte speciali proprio per stimolare i bambini più in difficoltà. Le carte si possono usare in molti modi, trasformandosi anche in un gioco dell’oca. Si tratta di  54 carte con vari suggerimenti.

Come si crea il gioco :

È sufficiente stampare il file che trovate sotto e ritagliare le carte seguendo il bordo. Vi ritroverete con 54 carte, comprese alcune utili solo per il gioco dell’oca: come le carte di partenza e di arrivo, tira il dado, torna indietro…

Per rendere piu’ resistente il gioco, potete plastificare la carte.

Nel file troverete anche un dado da assemblare, nel caso non l’aveste.

Come si gioca:

Vi sono varie possibilità:

  • Il gioco a carte scoperte: Scegliete la carte che volete utilizzare per il gioco, ad esclusione di quelle specifiche del gioco dell’oca. Mischiatele e disponetele in modo che i bambini le possano vedere. Ogni bambino a turno sceglierà una carta per presentarsi e parlare un po’ di sè. Le carte usate vengono escluse dal gioco.
  • Il gioco “scegli per un compagno”: Scegliete le carte che volete utilizzare per il gioco, escludendo quelle specifiche del gioco dell’oca. Mischiatele e disponetele in modo che i bambini le possano vedere. Ogni bambino a turno sceglierà una carta offrendola ad un compagno che dovrà iniziare il suo racconto. Le carte usate non vengono tolte dal gioco.
  • Il gioco a carte coperte: Scegliete la carte che volete utilizzare per il gioco, ad esclusione di quelle specifiche del gioco dell’oca. Mischiatele e disponetele a faccia in giù in modo che i bambini non le possano vedere. Ogni bambino a turno sceglierà una carta e inizierà a parlare. Le carte usate vengono escluse dal gioco.
  • Il gioco dell’oca: Scegliete la carte che volete utilizzare per il gioco, comprese quelle specifiche del gioco dell’oca. Disponetele su di un tavolo o una superficie piana, seguendo l’ordine che più vi piace. Potete far costruire il tabellone anche ai bambini. Naturalmente la carta “partenza” sarà la prima e quella d’arrivo l’ultima. Una volta che avrete creato il tabellone, potete iniziare a giocare. Ogni volta che si trova su di una carta, il bambino deve raccontare qualcosa di sè in base al suggerimento. Vince chi per primo arriva al traguardo.

Naturalmente si tratta di un gioco, quindi i bambini che non se la sentono di raccontare, possono passare il turno.

Qui trovate il file con le carte da stampare:

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee per… calendari fai da te per bambini

Una delle attività che piace sempre tanto dai bambini – e molto utili per capire lo scorrere del tempo – è segnare il giorno, la stagione e il tempo su un calendario .

Negli anni ne ho preparati diversi, tutti da stampare: il calendario che non finisce mai, il pannello per imparare i giorni della settimana, il calendario per i più piccini.

Oggi vi voglio presentare 6 splendidi calendari perfetti per la scuola, ma da realizzare facilmente anche a casa:

  1. Il calendario di sughero
  2. Calendario da stampare attacca e stacca
  3. La ruota-calendario
  4. Il calendario perpetuo con la busta dei tesori
  5. Il calendario di LEGO
  6. Il calendario da stampare e colorare

Tante altre idee le trovate sulla mia pagina Pinterest dedicata ai calendari fai da te


Buon divertimento con questa e con tutte le altre idee prese in rete !

Post di Paola Misesti

Continue Reading

10 libri per… affrontare la paura

Tutti abbiamo paura di qualcosa: dei ragni, di iniziare la scuola, affrontare un esame, di parlare in pubblico, del buio, di essere interrogati, dei mostri…

Per affrontarle è importante parlarne e i libri sono un ottimo strumento per farlo, per dare loro un nome, per vedere come altri le hanno superate e per scoprire che forse queste paure non erano così spaventose come sembravano.

Oggi vi presento 10 splendidi libri per bambini da 2 a 9 anni proprio parlare di paura.

IL LIBRO CHE HA PAURA di Cédric Ramadier e Vincent Bourgeau, L’ippocampo ragazzi, 2018

Età consigliata: da 2 anni

«Il libro che ha paura» capovolge i ruoli: sta al bambino rassicurare il libro e spiegarli di non aver paura. Ad ogni doppia pagina un topolino spiega al bambino come interagire con il libro come farebbe l’adulto per calmare il suo piccolo… Quest’astuzia narrativa e ludica permette al bambino di dissociarsi per diventare un semplice spettatore e aggirare così i suoi blocchi temperando l’intensità emotiva.

********************************

IO E LA MIA PAURA di Francesca Sanna, Emme edizioni, 2019

Età consigliata: da 3 anni

Una bambina si trasferisce in un paese nuovo, ma quando inizia a frequentare la scuola, Paura la fa sentire sola e insicura. Se non capisce quello che i compagni dicono, come farà a farsi nuovi amici? Forse però non è l’unica a sentirsi così… Dalla pluripremiata autrice de Il viaggio, questa storia dimostra che ciascuno di noi può trovare un aiuto inaspettato se condivide le proprie paure.

********************************

PAURA DI NIENTE di Maria Gianola , Fatatrac, 2018

Età consigliata: da 3 anni

In questo volume cartonato e rivolto ai più piccoli, viene affrontato in maniera semplice e divertente il tema della “paura”, per arrivare a scoprire che questa emozione è comune a tutti, anche a chi, all’apparenza, sembra invincibile.

********************************

IO NON HO PAURA di Dan Crisp  e Lee Wildish, De Agostini 2015

Età consigliata: da 3 anni

Una cosa è più che sicura. Dei mostri io non ho paura. Anche se hanno una faccia orrenda li invito da me a fare merenda! Vieni a conoscere il gatto più coraggioso del mondo. Mostri, bestie feroci e insetti striscianti gli fanno un baffo! Spaventarlo è impossibile… Ehi, un attimo, chi è che bussa alla sua porta?

********************************

LA MAGIA DEL BUIO di Marica Bersan e Andrea Alemanno, Paoline Editoriale libri, 2013

Età consigliata: da 3 anni

Quando arriva la notte e il buio avvolge tutto, si possono fare tante cose: osservare gli occhi del gatto, rincorrere le lucciole, giocare con le ombre, riconoscere gli oggetti al tatto? Questo libro insegna ai bambini della prima infanzia ad affrontare le proprie paure con un briciolo di fantasia, trovando dentro di sé le risorse per combattere le paure. 

********************************

MI PIACCIONO GLI INCUBI di Séverine Vidal e Amélie Graux, Settenove, 2016

Età consigliata: da 4 anni

Chi ha detto che i protagonisti dei nostri incubi notturni debbano essere cacciati? Possiamo anche affrontarli con coraggio, chiacchierare un po’ con loro e… tenerli al caldo, imboccarli, coccolarli e persino giocare con loro ai travestimenti! È quello che decide di fare la protagonista di questo albo con i suoi, perché lei di incubi ne fa a tonnellate! Per “aiutarla” la mamma le legge ogni sera storie divertenti e romantiche, le regala un peluche a forma di unicorno e una torcia a forma di ranocchio. Da quel momento le sue notti si popolano di fate, zucchero, miele, animaletti pelosi, fatine, principi galanti e… figuriamoci! Persino delfini canterini e arcobaleni! Basta! Tutto questo la irrrrrita! Perché gli incubi a lei piacciono un sacco! E incontrarli ogni notte è un vero piacere. Allora, appena la mamma se ne va, spegne il ranocchio, resta al buio in fremente attesa e si addormenta emozionata aspettando le belve feroci, i rumori spaventosi e le bestie pericolose che animeranno le sue notti! Un album divertente e colorato sul tema dei sogni e degli incubi, utile a gestire le emozioni, le paure e le apprensioni di bambini e bambine prima di dormire.

********************************

ELEFANTE, CHE PAURA! di Maria Loretta Giraldo e Nicoletta Bertelle, San Paolo Edizioni, 2017

Età consigliata: da 4 anni

Tutti hanno paura di qualcosa. Ma un amico saggio può aiutarci a superare le nostre paure, oppure a riderci sopra! Un albo divertente e coloratissimo. Una storia allegra e scanzonata che aiuta i bambini a vivere le emozioni in maniera semplice e naturale.

********************************

ANCHE GLI ORCHI HANNO PAURA di Carlo Scataglini, Erickson, 2008

Età consigliata: da 6 anni

Raccontata direttamente da due fratelli, un orchetto e un’orchetta, questa fiaba presenta le divertenti avventure di una famiglia di orchi che mostra al lettore le proprie paure, alquanto bizzarre per la verità, ma facilmente riconducibili a quelle più ricorrenti tra gli umani, sia bambini che adulti. La lettura della storia offre parecchi spunti di riflessione ai lettori, giovani o meno giovani, su come molte volte sia possibile superare le proprie paure con facilità, soprattutto se si decide di condividerle, perché molto spesso è dagli altri, talvolta proprio dai più “insospettabili”, che possiamo ricevere la chiave giusta per riconoscerle e superarle. Nella storia, infatti, ciascun componente della famiglia di orchi trova negli altri, e molto spesso proprio nei più piccoli, il modo giusto per smettere di essere degli “orchi fifoni”.

********************************

LE PAURE SEGRETE DEI SUPEREROI di Arianna Giorgia Bonazzi, Francesca Cavallo e Elena Favilli , De Agostini, 2017

Età consigliata: da 8 anni

Timbuktu e una scuola per supereroi che si trova nello spazio, in un piccolo pianeta lontanissimo dalla Terra. Per essere ammessi bisogna essere molto, molto coraggiosi. In questo libro troverete tutte, ma proprio tutte, le paure dei supereroi di Timbuktu e i semplici trucchetti che Oscar e i suoi amici usano per superarle. Un ulteriore valore aggiunto è dato dall’app inclusa nel prezzo di ciascun libro: tanti contenuti interattivi per divertirsi con gli scanzonati personaggi di Timbuktu! 

********************************

CHE PAURA! GUIDA PER FABBRICARE CORAGGIO E AFFRONTARE OGNI MOSTRO di Barbara Frandino, Fabbri Editore, 2017

Età consigliata: da 9 anni

È vero che quando i genitori si separano devono dividersi tutto, anche il gatto, e che quindi a mamma potrebbe andare il muso e a papà la coda? E che una volta un bambino ha messo la mano nel buio e non l’ha più ritrovata? I bambini possono avere tante paure: di perdersi, di diventare grandi, del divorzio, di essere giudicati, dei compiti. La paura è un’emozione normale, che va rispettata, perché serve a metterci in guardia contro i pericoli. Ma è anche un’arma a doppio taglio: la mente, a volte, non fa differenza tra una preoccupazione reale e una inutile. In questo libro, ogni paura è rappresentata da un mostro, con un vero e proprio identikit. Per affrontare il nemico bisogna prima riconoscerlo, e poi avere a portata di mano qualche piccolo trucco per difendersi… 

Questi e altri libri sulla paura li trovate nella mia bacheca di Amazon dedicata ai libri per affrontare la paura. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Non mi resta che augurarvi buone letture!

Qui trovate tutti i libri della rubrica “10 libri “

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Alla scoperta della frutta: un libretto sui 5 sensi

Una delle attività sensoriali che ho amato fare con PF è stata quella sulla frutta. Un piccolo progetto legato all’alimentazione che avevo fatto quando lui era piccino.

Si trattava di scoprire ogni giorno un frutto nuovo, osservandone la buccia, la forma, il profumo, il tatto e poi gustarlo, prendendo nota del sapore e della consistenza.

All’epoca ci eravamo limitati a disegnare i frutti senza annotare nulla.

Ripensando a quel progetto, ho creato in questi giorni un libretto con tante schede, perfette sia per i bimbi della scuola dell’infanzia che per quelli dei primi anni della scuola primaria.

Su ogni scheda una breve descrizione del frutto e tanti spazi dove annotare la propria esperienza, disegnare e colorare. Per alcuni frutti vi sono anche dei piccoli esperimenti da fare come vedere se galleggia o affonda, provare a spremerlo per scoprire se esce del succo o della crema…

Giorno dopo giorno, scheda dopo scheda, il libro prenderà forma e i bimbi avranno imparato tanto su ogni singolo frutto.

Un percorso sensoriale che offre l’occasione anche di parlare di alimentazione.

Qui sotto trovate le 9 pagine del libro, compresa la copertina:

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

8 attività per i primi giorni di scuola

I primi giorni di scuola sono molto importanti sia per gli insegnanti che per i bambini: si impara a conoscersi, si rinsaldano relazioni, si instaurano routine, si riprende il ritmo, si introducono i nuovi argomenti…

In questo post ho raccolto 8 attività perfette per i primi giorni di scuola per rompere il ghiaccio, per presentarsi, parlare un po’ di sé e delle proprie vacanze.

Eccole per voi…

I DADI PER RACCONTARSI: un divertente gioco per parlare un po’ di sé: due dadi con tante domande . Si tirano a turno i dadi e si risponde alle domande che escono in sorte. Si può giocare in piccoli gruppi o in plenaria.

****************************

QUESTO SONO IO! : una simpatica scheda a forma di libro per parlare un po’ di sé. Alcuni post it invitano i bambini a descriversi e raccontare cosa piace e non piace. Perfetta per i bambini più piccoli che possono disegnare o incollare immagini.

****************************

UN LIBRO PER PARLARE DI SÉ: un libretto da stampare con 10 pagine per raccontarsi, per descriversi , per parlare dei propri amici, dei propri sogni e delle proprie emozioni.

****************************

TUTTO SU DI ME: una semplice scheda con tanti spazi dove poter segnare la musica e i libri preferiti, parlare di sè e dei propri amici, raccontare dei programmi che si ama guardare e delle proprie passioni…

Si può completare come meglio si crede: scrivendo, disegnando o incollando immagini.

****************************

LE MIE VACANZE: una simpatica scheda a forma di libro per raccontare le proprie vacanze. Essendo completamente in bianco risulta perfetta anche per i bambini più piccoli che possono disegnare le proprie avventure estive.

****************************

UN RAMO DEI RICORDI: una divertente attività per grandi e piccini. Mettete a disposizione dei bambini un rametto, a cui avrete tolto la corteccia. Chiedete ora ai bambini di disegnare sopra i loro ricordi estivi, usando un pennarello. Una volta che tutti i rametti sono terminati, potete raccoglierli in un vaso o lasciarli come ricordo.

****************************

LE CARTE DELLE VACANZE CHE SI TRASFORMANO IN UN GIOCO DELL’OCA: 54 carte con tante domande per stimolare i bambini a raccontare le proprie vacanze. Si possono usare come carte da estrarre o combinandole creare un vero e proprio gioco dell’oca che si trasforma ogni volta.

****************************

LE FOTO DELLE VACANZE: una semplice scheda formata da tante cornici per stimolare i bambini a disegnare o descrivere quello che hanno fatto durante le loro vacanze.

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

10 libri per… il primo giorno di scuola

Dopo aver raccolto in questo post 10 libri per l’inizio della scuola per i bambini della scuola dell’infanzia, oggi vi propongo 10 splendidi testi per i bambini che inizieranno la scuola primaria.

PRIMO GIORNO DI SCUOLA NELLA FORESTA di Luigi Dal Cin, Tredieci edizioni, 2004

Perché i cuccioli degli animali della foresta sono così emozionati? L’elefante, la giraffa, il camaleonte, la tartaruga, nessuno riesce a dormire quella notte. Perfino al coccodrillo spuntano lacrime di emozione. Saranno vere? Certo, perché il giorno dopo, per tutti loro, è il primo giorno di scuola. E finalmente arriva il momento tanto sospirato, con la severa leonessa in cattedra. L’avreste immaginato? Ne succedono di tutti i colori, ma alla fine… Questo però dovrete scoprirlo da soli! Buona lettura

****************************

TUTTO CIÒ CHE LA MAESTRA NON TI DIRÀ MAI di Noè Carlain e Ronan Badel, la Margherita edizioni, 2017

Ecco una serie di improbabili frasi, molto divertenti, che non sentirete mai pronunciare dalla maestra…

****************************

COME FUNZIONA LA MAESTRA di Chiara Carrer  e Susanna Mattiangeli, Il Castoro, 2013

Ci sono maestre lunghe o maestre corte. Maestre larghe oppure sottili. Maestre scure, chiare, ricce, lisce, a pallini, a fiori, a spirali, a scacchi e in varie fantasie. Anche a righe e a quadretti, naturalmente. E dentro le maestre, invece, cosa c’è? Un ritratto gioioso e scanzonato di tutte le maestre. Guarda bene, e troverai anche la tua!

****************************

UN GRANDE GIORNO PER LA SCUOLA di Adam Rex, Giunti editore 2018

Il primo giorno di scuola e tutti sono un po’ agitati, ma c’è qualcuno che lo è più di tutti: la scuola stessa! Quanti bambini… Cosa faranno quando arriveranno? Gli piacerà la scuola? Saranno gentili con lei? Dopo un difficile inizio, i giorni passano e la scuola si rende conto di non essere l’unica a dover affrontare l’agitazione dei primi giorni. C’è chi è molto timido, chi odia la scuola, chi combina pasticci. Ognuno ha le proprie preoccupazioni, ma a tutto si trova una soluzione…

****************************

NOCEDICOCCO VA A SCUOLA di Ingo Siegner, Einaudi, 2013

Finalmente è arrivato il primo giorno di scuola e Nocedicocco, il draghetto sputafuoco più curioso e intraprendente che ci sia, non sta più nella pelle! La mattina del grande giorno, davanti alla caverna-scuola, c’è una folla di draghi grandi e piccini, perché ogni piccolo drago è accompagnato da tutta la famiglia. Il maestro Cornelio Cactus, un drago spinoso molto saggio, è sulla porta della caverna per accogliere i piccoli scolari. Nocedicocco è così emozionato che gli scappa continuamente la pipì! Quante cose nuove e interessanti lo aspettano! E quanti nuovi amici incontrerà! Dino, Dagoberto, Pateticus e soprattutto Oscar, il piccolo drago mangione..

****************************

IL PRIMO GIORNO DI SCUOLA. DISEGNO E COLORO di S. Sajnani, Crealibri, 2017

Scarabocchi, cerca-e-trova, disegni da colorare… Un divertente libro progettato per coinvolgere e stimolare l’apprendimento del bambino: tante cose da imparare e mille attività in compagnia di Cecilia e i suoi amici!

****************************

L’ALFABETO DELLA SCUOLA di Nicoletta Costa, Emme Edizioni, 2004

Un abbecedario destinato ai bambini più grandi con una serie di racconti corrispondenti a ciascuna lettera dell’alfabeto.

****************************

VIVA LA SCUOLA di Zoë Ross e Tony Ross, Piemme , 2015

Il primo giorno di scuola nessuno ha voglia di lasciare la mamma, mangiare alla mensa scolastica, incontrare quel mostro della maestra e conoscere i nuovi compagni. Ma all’uscita, che bello scoprire che Nicky, una bambina della scuola, è già diventata un’amica meravigliosa e inseparabile! 

****************************

LA MIA MAESTRA È UNA MARZIANA di Michaël Escoffier e Clément Lefévre, la Margherita edizioni, 2015

La scuola sta per ricominciare. Lungo la strada alcuni bambini si incontrano e uno di loro informa gli altri di ciò che ha sentito in giro a proposito della nuova maestra. Le voci passano di bocca in bocca e la maestra diventa man mano una strega, la figlia di un orco e persino una marziana! Alla fine, i bambini arrivano a scuola e sono in panico!

****************************

IL CATALOGO DELLE MAESTRE di Giuseppe Caliceti, San Paolo Edizioni, 2018

Sul pianeta Arret sono in produzione nuovi favolosi giocattoli: le maestre robot, giocattoli così sofisticati che non presentano alcuna differenza rispetto a una normale maestra in carne e ossa. Presto saranno in commercio anche qui sulla Terra. «Basta con le solite maestre che ti capitano a caso!» dicono già molti genitori. «Vogliamo scegliere quella più adatta a nostro figlio!» Ma qual è la maestra migliore per un bambino? E voi, bambini e bambine, cosa ne pensate? Con le maestre robot avremmo una scuola e un mondo migliori?

Questi e altri libri li trovate nella mia bacheca di Amazon dedicata ai libri sul primo giorno di scuola. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Non mi resta che augurarvi buone letture!

Qui trovate tutti i libri della rubrica “10 libri “

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco dell’ABC per imparare l’alfabeto

Oggi vi presento un gioco didattico per i più piccoli, utile per imparare l’alfabeto, per associare la lettera al suo suono e per accrescere il vocabolario.

giochi didattici hanno il vantaggio rispetto ad altri tipi di attività di accrescere e mantenere alta la motivazione, perché sono in grado di generare facilmente emozioni positive e quindi stimolano il desiderio di ripetere tali azioni.

Il gioco è composto da un cartellone con le lettere dell’alfabeto, scritte tutte in stampatello maiuscolo, ma con diversi font e colori, e da 40 carte con immagini.

L’attività è semplice e divertente e può essere svolta a vari livelli di difficoltà:

Proponete ai bambini il tabellone con le lettere dell’alfabeto e chiedete loro di riconoscere le lettere. Se non vi riuscissero, aiutateli voi.

A questo punto presentate alcune delle carte con le immagini. Prendete una carta e fate dire ai bambini il nome dell’oggetto raffigurato. Il passo successivo è aiutare i bambini ad associare l’iniziale della parola pronunciata con la lettera contenuta nel tabellone.

Inizialmente proponete solo poche carte alla volta e ripetete le stesse finché l’abbinamento lettera-parola è consolidato. Ora potete aggiungere altre carte.

Ecco una variante da proporre un a volta che i bambini sono sono in grado di abbinare tutte le carte alle lettere del tabellone.

Dividete i bimbi a coppie o in piccoli gruppi, mischiate le carte e mettete il mazzo sul tavolo in modo che l’immagini non siano visibili. A turno i bambini voltano una carta e il primo che indica la lettera corretta conquista la carta. Vince chi ha più carte.

Qui sotto trovate il tabellone e le 40 carte:

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… il primo giorno di scuola

Da noi la scuola è iniziata lunedì. Mi piace regalare a PF e ai miei alunni un piccolo ricordo di questo giorno a prescindere dalla classe di appartenenza.

Ho raccolto in questo post 6 belle idee per simpatici regali facili da realizzare…

  1. Un libretto di ricordi
  2. Un allegro lapbook ricordo sia per la scuola primaria che per la scuola dell’infanzia
  3. Zainetti di carta
  4. Un simpatico elicottero
  5. I diplomi (a colori e da colorare)
  6. La coccarda del primo giorno di scuola

Tante altre idee le trovate sulla mia pagina Pinterest dedicata a regali fai da te


Buon divertimento con questa e con tutte le altre idee prese in rete !

Post di Paola Misesti

Continue Reading

10 libri per… l’inizio del nuovo anno scolastico per bimbi della scuola dell’infanzia

Per affrontare al meglio l’inizio di questo anno scolastico ho raccolto una serie di libri adatti ai bambini della scuola dell’infanzia.

La lettura aiuterà i bambini a rispondere a dubbi e preoccupazioni in modo divertente e simpatico.

La famiglia topini va al mare di H. Yamashita  e K. Iwamura, Babalibri, 2008

Come farà la gentile e intraprendente signora Topini a convincere i suoi sette figli ad andare a scuola? Uno non vuole perché la scuola è lontana, l’altro perché di mattina ha sempre sonno, uno protesta che fuori soffia un vento gelido, il quarto non conosce altri bambini, il quinto ha paura dei cattivi, qualcuno semplicemente non vuole e poi… ci sono i serpenti lungo la strada! Solo uno dei sette ha ragione, ma non è detto che il serpente attacchi i piccoli quando vedrà che cosa si è inventata mamma Topini per convincere i suoi figlioli ad andare a scuola.

*************************

Piccolo Gufo va a scuola di D. Gliori, Mondadori, 2019

Oggi è un Grande Giorno per Piccolo Gufo: inizia la scuola! Ma lui preferirebbe un piccolo giorno e vorrebbe starsene a casa con la sua mamma e il suo fratellino. Eppure a scuola imparerà a costruire un castello di sabbia, a volare e, ancora più importante, farà tante nuove amicizie! Forse i Grandi Giorni potrebbero non essere poi così male…

*************************

Il mostro dei colori va a scuola di A. Llenas, Gribaudo editore, 2019

Il mostro dei colori è un po’ nervoso. Oggi è il suo primo giorno di scuola, e lui non sa cosa succederà. Non preoccuparti, Mostro! A scuola ti aspettano tante avventure e nuovi amici!

*************************

Salterino e Pulce alla scuola materna di H.Bieber, IdeeAli, 2011

Che bello andare alla scuola materna! Salterino e il suo coniglietto di peluche Pulce mostrano oggetti e situazioni comuni della vita di ogni giorno facilmente riconoscibili dal bambino. 

*************************

Quando arriva la mia mamma? di I. Paglia e C. Gobbo, Arka edizioni, 2016

Che cos’è il tempo per un bambino piccolo? Che cos’è per lui un momento, un minuto, un secondo, un battito di ciglia? Nico lo scopre all’asilo, mentre gioca, disegna, mangia, canta e… aspetta la mamma per tornare a casa. 

*************************

Anch’io vado a scuola di P. Milani e L. Gialma, Kite edizioni, 2010

Inizia la scuola dell’infanzia, che paura il distacco da mamma e papà e tutte quelle persone nuove. Una storia rivolta a bambini, genitori e insegnanti per affrontare i primi giorni alla scuola dell’infanzia nel migliore dei modi possibili.

*************************

Vado a scuola di di E. Nava e D. Guicciardini, Lapis edizioni, 2013

Oggi è il primo giorno di scuola: le nuove maestre, tanti bambini, giochi, colori. Che bello se restassero anche le persone a cui vogliamo bene! A qualcuno viene un’idea…

*************************

Vado alla scuola materna di Nicoletta Costa, Emme edizioni, 2003

Per cominciare ad imparare, ma anche per ridere e giocare, tutto quello che c’è da sapere per andare alla scuola materna.

*************************

Topo Tip non vuole andare all’asilo di A. Casalis e M.Campanella, Dami edizioni, 2017

Non voglio andare all’asilo! Voglio stare a casa con la mamma!”. Come andrà a finire quest’ultimo capriccio di Topo Tip? Topo Tip fa i capricci, proprio come i nostri bambini. Ma la sua mamma è bravissima: sa farlo smettere e lui torna a essere un topino bravo e ubbidiente. Come farà?

*************************

Il primo giorno alla scuola materna di G. Campello , Emme edizioni, 2019

Crescere… che avventura! Quante cose da scoprire, quante difficoltà da superare, quante emozioni da provare, quante esperienze da vivere! Una serie per raccontare le vere piccole grandi conquiste dei bambini.

*************************

Questi e altri libri li trovate nella mia bacheca di Amazon dedicata ai libri sull’inizio dell’anno nella scuola dell’infanzia. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Non mi resta che augurarvi buone letture!

Qui trovate tutti i libri della rubrica “10 libri “

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco del menù

Il gioco del menù è una divertente attività per giocare con numeri, quantità e offre l’occasione per parlare anche di educazione alimentare.

I bambini infatti si esercitano a riconoscere i numeri, a contare e ad abbinare il numero alla quantità: su ogni menù è indicato com’è composto il piatto del giorno, che i bimbi devono riprodurre utilizzando il cibo creato con il cartoncino.

Si possono utilizzare i cibi anche per giocare ad abbinarli in categorie.

L’ho creato usando semplicemente del cartoncino, ritagliandolo e colorandolo con dei pastelli.

Ho realizzato alcuni cibi (insalata, uova, pomodori, carote, funghi…) e dei menù che indicano le quantità che devono essere inserite nei piatti.

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

10 attività da stampare per imparare l’alfabeto

Oggi vi propongo 10 divertenti giochi didattici da stampare per imparare l’alfabeto.

I giochi didattici hanno il vantaggio rispetto ad altri tipi di attività di accrescere e mantenere alta la motivazione, perché sono in grado di generare facilmente emozioni positive e quindi stimolano il desiderio di ripetere tali azioni.

I materiali sono facili da utilizzare e possono essere proposti ai bambini da genitori, insegnanti ed educatori. Risultano anche un valido strumento per alunni con bisogni educativi speciali.

Eccole:

IL LIBRETTO DELL’ALFABETO DA COLORARE: Un vero e proprio abbecedario con un’immagine da colorare per ogni lettera dell’alfabeto e la parola abbinata all’immagine. I bambini possono divertirsi a colorare le lettere seguendo l’ordine alfabetico oppure scegliere a piacere una lettera alla volta e concentrarsi solo su quella.

****************************

I PUZZLE DELLE LETTERE DA COLORARE: 21 carte che si trasformano in puzzle, su ognuna una lettera dell’alfabeto e un’immagine che rappresenta un oggetto o un animale iniziante proprio con quella lettera. I puzzle sono da colorare. Potete mischiare la carte tra loro facendole ricomporre ai bambini e chiedendo loro di pronunciare il nome dell’immagine presente sulla carta e di evidenziare le iniziali scritte .

****************************

LE CARTE CHE SI CORREGGONO DA SOLE: carte autocorrettive contenenti un’immagine, la parola corrispondente, ma senza l’iniziale e due possibili alternative tra cui scegliere. I bambini evidenziano una delle due possibilità e poi controllano la risposta semplicemente aprendo la carta e scoprendo dove è disegnato il puntino rosso.

****************************

I DISEGNI NASCOSTI – VOCALI E CONSONANTI: un gioco di attenzione e concentrazione. Si tratta di disegni in formato A4 da colorare, in cui il bambino deve riconoscere una lettera indicata – scritta sia  in stampatello che  in corsivo, sia in minuscolo che in  maiuscolo – e colorare gli spazi contrassegnati da questa lettera. Se svolto l’esercizio correttamente, dal groviglio di linee, forme e lettere emergerà la lettera da cercare.

****************************

I MINI LIBRETTI DI PREGRAFISMO A-L e M-Z: 21 libricini per imparare a scrivere le lettere. Su ogni pagina vi sono delle linee tratteggiate che aiutano i bambini a comporre la lettera corrispondente al libretto. Per far abbinare la lettera al suo suono, su ogni libro vi sono delle immagini di oggetti inizianti per quella lettera.

****************************

LE CARTE DELLL’ALFABETO – VOCALI E CONSONANTI: 21 mini schede gioco contenenti un’immagine centrale che rappresenta la parola la cui iniziale è da trovare in mezzo a molte altre lettere. Il bambino deve semplicemente cerchiare tutte le lettere, minuscole e maiuscole, che riconosce nella scheda.

****************************

A CACCIA DI LETTERE: 21 schede per imparare ad abbinare la lettera al loro suono. Su ognuna trovate una lettera e 4 immagini, di cui solo una iniziante per la lettera indicata. E’ necessario quindi  individuare l’immagine corretta cerchiandola, usando una graffetta o una molletta.

****************************

LA CASA DELLE LETTERE:  un gioco per imparare a riconoscere le lettere. Tante casette, una per lettera, che ospitano tutte le parole che iniziano con la medesima iniziale. I bambini devono inserire nella casa solo le carte recanti l’immagine e la parola che inizia con la lettera corretta.

****************************

I LABIRINTI DELLE LETTERE – VOCALI B/HL/Z: un divertente gioco di attenzione. All’interno di un quadrato pieno di lettere maiuscole e minuscole vi è un percorso da seguire, caratterizzato dalla presenza della lettera assegnata che può essere scritta o in maiuscolo o in minuscolo. Lo scopo del gioco è uscire dal labirinto di lettere seguendo solo questo percorso.

****************************

LE SCHEDE MULTI-ATTIVITÀ – A/L E M/Z:  21 schede con varie attività in cui i bambini non solo devono imparare a scrivere le lettere, ma anche ricalcarle, riconoscerle in diversi formati, individuare parole che iniziano con quella lettera…

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco delle farfalle

Partendo dal del semplice cartone, ho realizzato questo gioco per i più piccoli, utile per l’apprendimento dei colori.

Ogni farfalla ha 3 colori diversi e i bambini devono abbinare il giusto tris di macchie, riportate sui cartoncini.

Realizzarlo è davvero semplicissimo: basta del cartone (come quello delle scatole di cereali) , un pennarello nero e dei pastelli.

Tante altre idee per apprendere i colori:

Post di Paola Misesti


Continue Reading

Lo zainetto delle attività per i bimbi che iniziano la scuola primaria

E’ già da qualche settimana che ricevo richieste per preparare delle attività rivolte ai bambini che inizieranno la scuola primaria.

Sto lavorando a un vero e proprio quaderno operativo che uscirà tra qualche giorno. Intanto ho realizzato per voi anche un libretto con 10 attività: “Il mio zainetto delle attività”.

Si tratta di un libricino di 10 pagine per allenare la concentrazione e l’attenzione, dove troverete anche attività di prescrittura, di logica, sulle grandezze…

Uno strumento perfetto anche per insegnanti ed educatori, che possono proporlo sotto forma di schede.

Realizzare il libretto è semplicissimo: stampate il file che trovate sotto, ritagliate il libro seguendo i contorni e incollate i fogli lungo la parte tratteggiate in alto.

Ecco il libretto da stampare:

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Le carte che si trasformano in gioco dell’oca per raccontare le vacanze

Da noi la scuola è iniziata oggi. Le vacanze sono volate e negli ultimi giorni non abbiamo fatto altro che parlare di quanto ci siano piaciute, di quello che abbiamo fatto, dei contrattempi e dei momenti divertenti…

Tema ricorrente dei primi giorni di scuola sono appunto le vacanze: mi piace far raccontare agli alunni che cosa hanno fatto.

Una bella attività che aiuta a rompere il ghiaccio, allena l’attenzione e la fluidità nel raccontare.

Molti bambini sono più sciolti e disinvolti nel parlare, altri più timidi e non trovano uno spunto da cui partire.

Per quest’anno scolastico ho creato delle carte speciali proprio per stimolare i bambini più in difficoltà. Le carte si possono usare in molti modi, trasformandosi anche in un gioco dell’oca.

Ho realizzato 54 carte con vari suggerimenti.

Come si crea il gioco :

È sufficiente stampare il file che trovate sotto e ritagliare le carte seguendo il bordo. Vi ritroverete con 54 carte, comprese alcune utili solo per il gioco dell’oca: come le carte di partenza e di arrivo, tira il dado, torna indietro…

Per rendere piu’ resistente il gioco, potete plastificare la carte.

Nel file troverete anche un dado da assemblare, nel caso non l’aveste.

Come si gioca:

Vi sono varie possibilità:

  • Il gioco a carte scoperte: Scegliete la carte che volete utilizzare per il gioco, ad esclusione di quelle specifiche del gioco dell’oca. Mischiatele e disponetele in modo che i bambini le possano vedere. Ogni bambino a turno sceglierà una carta per raccontare la sua storia. Le carte usate vengono escluse dal gioco.
  • Il gioco “scegli per un compagno”: Scegliete la carte che volete utilizzare per il gioco, escludendo quelle specifiche del gioco dell’oca. Mischiatele e disponetele in modo che i bambini le possano vedere. Ogni bambino a turno sceglierà una carta offrendola ad un compagno che dovrà iniziare il suo racconto. Le carte usate non vengono tolte dal gioco.
  • Il gioco a carte coperte: Scegliete la carte che volete utilizzare per il gioco, ad esclusione di quelle specifiche del gioco dell’oca. Mischiatele e disponetele a faccia in giù in modo che i bambini non le possano vedere. Ogni bambino a turno sceglierà una carta e inizierà a raccontare la sua storia. Le carte usate vengono escluse dal gioco.
  • Il gioco dell’oca: Scegliete la carte che volete utilizzare per il gioco, comprese quelle specifiche del gioco dell’oca. Disponetele su di un tavolo o una superficie piana, seguendo l’ordine che più vi piace. Potete far costruire il tabellone anche ai bambini. Naturalmente la carta di partenza sarà la prima e quella d’arrivo l’ultima. Una volta che avrete creato il tabellone, potete iniziare a giocare. Ogni volta che si trova su di una carta, il bambino deve raccontare qualcosa della sua vacanza in base al suggerimento. Vince chi per primo arriva al traguardo.

Naturalmente si tratta di giochi, quindi i bambini che non se la sentono di raccontare, possono passare il turno.

Qui sotto trovate il file con le carte e il dado da stampare:

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

I puzzle dell’alfabeto da colorare

Riconoscere le lettere in stampatello e in corsivo,  sia in minuscolo che in  maiuscolo, non è semplicissimo. Serve allenamento, memoria e molta attenzione.

Per esercitarsi in maniera divertente ho creato dei puzzle da colorare in cui il bambino deve riconoscere una lettera indicata, scritta sia  in stampatello che  in corsivo, sia in minuscolo che in  maiuscolo, e colorare gli spazi occupati da questa lettera. Colorando tutti gli spazi correttamente, emergerà dal groviglio di forme la lettera gigante scritta in stampatello.

Avevo un po’ di tempo fa condiviso i puzzle delle VOCALI, oggi trovate in questo post i puzzle delle CONSONANTI.

Su ogni foglio trovate una lettera da individuare. In basso a sinistra un cerchio di colore azzurro dove è riportata la lettera da cercare nelle sue 4 forme: stampatello, corsivo, minuscolo e maiuscolo.

Proponete i puzzle ai bambini come un gioco, una volta completati potete utilizzarli anche come poster da appendere alle pareti.

Qui sotto trovate i puzzle delle consonanti da stampare:

Non mi resta che augurarvi buon divertimento.

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il memory dei numeri e delle quantità tutto da colorare

Comprendere il  concetto di quantità avviene automaticamente nel bambino, che lo impara facendone esperienza tutti i giorni:  una tazza di latte, 2 biscotti, 3 macchinine…

L’associazione quantità e numero è quindi naturale.

Quando si passa però dalla forma orale a quella scritta, il discorso può essere più complesso: il bambino deve infatti associare la quantità ad un simbolo che rappresenta il numero.  Allenare a fare questa associazione può avvenire in maniera giocosa.

Ho preparato tante attività per fare questo, come quella che vi presento oggi: il memory dei numeri e delle quantità.

Si tratta di un semplicissimo memory, in cui i bambini devono abbinare la carta indicante il numero con quella in cui sono riportate tante immagini quante la quantità indicata dal numero.

Le carte sono tutte in bianco e nero, così i bambini possono prima di usarle divertirsi a colorarle.

Come crearle:

Stampate il file che trovate più avanti e ritagliate le carte.

Come proporle:

Per prima cosa fate colorare ai bambini le carte, facendo riconoscere il numero e facendo loro contare le immagini riportate sulle carte.

Inizialmente , se i bambini sono piccoli e non conoscono bene i numeri, proponete poche carte alla volta, in modo da far diventare l’associazione automatica. Aumentate le carte man mano che i bambini prendono confidenza.

Variazioni:

  • Potete semplificare ulteriormente il memory, trasformandolo in un semplice gioco di abbinamenti. Ponete da una parte le carte con i numeri e quelle con le immagini dall’altro lato, naturalmente mischiate. I bambini dovranno abbinarle tra loro.
  • Potete proporre il memory solo utilizzando le carte con i numeri o solo le carte con le immagini. In questo caso dovrete stampare due volte il file per avere le coppie da abbinare.
  • Potete utilizzare le carte anche per giocare a una sorta di “ruba mazzetto semplificato”: mischiate le carte e distribuitele; a turno si scarta una carta e i bambini possono “rubarla” se hanno il numero o la quantità uguale. Vince chi raccoglie più carte.

Qui sotto trovate le carte da stampare:

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il Venerdì del libro: 11 splendidi libri gioco sul mare

Dopo la raccolta di libri sulla scienza, la natura e i giochi interattivi, oggi ve ne propongo una sul mare, con 11 meravigliosi libri gioco a tema.

Il mare. Trascina e scopri, di Fiona Watt  e Stella Baggott – Usborne Edizioni

Età consigliata: da 1 anno

Un libro per i più piccini, con figure coloratissime e tante sorprese da scoprire trascinando con il dito gli inserti mobili. Ideale per sviluppare la motricità fine e la coordinazione oculo-manuale.

***********************************

Il mare. I miei piccoli libri sonori, di Marion Billet, Fabbri editore

Età consigliata: da 3 anni

Un libricino con le pagine cartonate e coloratissime e tanti suoni da ascoltare.

***********************************

In fondo al mare di Kirsteen Robson , Usborne edizioni

Età consigliata: da 3 anni

Una maniera originale di sviluppare le capacità di calcolo, osservazione e controllo della penna divertendosi. Trova le differenze tra due simpatici polipi, unisci i puntini per rivelare un sottomarino, conta le stelle marine in fondo al mare e tanto altro. Grazie alle pagine plastificate riscrivibili, le attività si possono fare e rifare un sacco di volte.

***********************************

Avventure al mare con lupo Bernardo. Trovami! di Agnese Baruzzi, Edizionoi White Star

Età consigliata: da 4 anni

Lupo Bernardo è tornato in un libro che racchiude tantissimi giochi! Mettiti alla prova e aguzza la vista per risolvere astuti quiz e divertenti giochi di osservazione fra gli abitanti dell’oceano. Allenerai non solo la vista, ma anche, e soprattutto, il cervello! 

***********************************

In fondo al mare. Disegno con le dita di Fiona Watt 

Età consigliata: da 4 anni

Divertiti ad arricchire le scenette sottomarine con un sacco di pesci, tartarughe, sirene e tanto altro usando semplicemente le dita e i sette colori del tampone inchiostrato incluso. Il libro comprende semplici istruzioni e suggerimenti su come completare le scenette ma anche tanto spazio per dare libero sfogo alla fantasia.

***********************************

1001 cose da trovare al mare di Katie Daynes e Susanna Davidson – Usborne edizioni

Età consigliata: da 4 anni

Un simpatico libro-gioco con tantissimi personaggi, animali e oggetti da trovare e contare, più informazioni e curiosità sulle meraviglie del mondo marino.

***********************************

Mari e oceani. Libri animati di Megan Cullis – Usborne edizioni

Età consigliata: da 5 anni

Sollevando le oltre 50 linguette di questo libro ci si potrà tuffare nei mari e negli oceani per esplorare le coste, osservare le barriere coralline e le foreste di mangrovie, scoprendo le creature straordinarie che le abitano. Con illustrazioni che fanno prendere vita ai paesaggi marini e un sacco di curiosità e informazioni interessanti.

***********************************

Il mare. Pop up 360° di Matteo Gaule  e Nadia Fabris – Sassi editore

Età consigliata: da 5 anni

Quattro aree tematiche ti faranno scoprire le origini del mare, l’habitat tropicale, i mari ghiacciati e le creature degli abissi! 

***********************************

Mare segreto. Grattalibri di Dinara Mirtalipova – L’ippocampo ragazzi

Età consigliata: da 5 anni

I grattalibri di Dinara Mirtalipova, giovane designer uzbeka, ci trascinano nell’ultima tendenza creativa. Le sue splendide immagini sono da completare e personalizzare per rendere ogni scena un capolavoro. Con l’apposita stilo si gratta la patina nera che ricopre le immagini. Spetta poi al piccolo artista decidere quanta superficie nera lasciare, svelando i meravigliosi disegni che nasconde. Il bambino inventa tanti motivi per ogni scena. Può anche scegliere di riempire una zona di disegni invece di rimuovere tutta la patina, seguendo la propria fantasia.

***********************************

Il mare. Cerca nel buio. Illumina e scopri! di Brigitte Hoffmann – Giunti Junior

Età consigliata: da 6 anni

Alla scoperta delle creature che abitano il mare con il sistema “illumina e scopri”: una torcia di robusto cartone che, utilizzata attraverso speciali pagine di pellicola colorata, illumina – come cogliendole dal vero – gli ambienti sorprendenti e i colori affascinanti delle profondità marine. A fianco di ogni scenario, una pagina ricca di informazioni, corredata di domande e risposte per rendere ancor più divertente la lettura!

***********************************

Costruisci il tuo squalo e scopri il mondo di questi misteriosi predatori di Barbara Taylor – Editoriale scienza

Età consigliata: da 8 anni

Una guida interattiva alla scoperta degli squali. Costruisci il tuo modello del grande squalo bianco e tuffati nel mondo marino per conoscere questi incredibili predatori che vivono sulla Terra da più di 450 milioni di anni. Quante specie di squali esistono? Come respirano gli squali e quale organo permette loro di galleggiare? Che velocità può raggiungere il grande squalo bianco quando caccia le sue prede? Scopri le risposte a queste e ad altre domande mentre costruisci il tuo modellino di squalo!

***********************************

Non mi resta che augurarvi buon divertimento e buone letture.

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdì del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane.

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina.

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il venerdi’ del libro: 6 libri sulla natura per bambini

Questo Venerdì vi propongo 6 meravigliosi libri per bambini dedicati alla natura.

Com’è nato il signor Albero di Agostino Triani- Piemme edizioni

Età consigliata: da 4 anni

Il signor Albero è grande e grosso, ma com’era da Piccolino? E quand’è che gli son cresciute tutte quelle belle foglie verdi? Ago e Pino vanno alla scoperta di tutti i suoi segreti…

**********************************

Trovami! Avventure nel bosco con lupo Bernardo di Agnese Baruzzi – White Star

Età consigliata: da 4 anni

Sono tantissimi i giochi racchiusi in questo libro! Mettiti alla prova e aguzza la vista per risolvere astuti quiz e divertenti giochi di osservazione fra gli abitanti del bosco. Allenerai non solo la vista, ma anche,e soprattutto, il cervello! 

**********************************

Il libro pop-up degli animali di Sylvie Baussier – Editoriale scienza

Età consigliata: da 5 anni

Un grande libro illustrato che risponde alle prime domande dei bambini sugli animali. Dalla fattoria al mare, dalla savana alla foresta amazzonica, “Il libro pop-up degli animali” è un coinvolgente viaggio nella natura, alla scoperta dei suo tanti perché. Perché il cavallo dorme in piedi? Perché la zebra ha le strisce? Perché la giraffa ha il collo lungo? E ancora, quanti puntini ha la coccinella? L’ippopotamo sa nuotare? A che cosa serve il marsupio del canguro? Il panda è un orso? Sono più di 80 le domande che trovano risposta in questo libro! Gli animali sono presentanti secondo l’ambiente di appartenenza: prato, mare, deserto, ghiaccio… In ogni pagina, finestrelle da sollevare e inserti da tirare o ruotare celano le risposte e invitano i piccoli a interagire con la pagina. Indovinelli, vero o falso e il grande quiz finale rendono la lettura un momento di scoperta e gioco

**********************************

Piccole Scoperte. Bosco. di Libby Walden – Editoriale scienza

Età consigliata: da 5 anni

Un libro per bambini sul bosco, per scoprire le piante e gli animali che lo popolano.

Il bosco è pieno di vita: esplora le sue meraviglie sollevando le alette di ogni pagina! Nel suolo crescono piccoli e delicati fiori, così come querce imponenti, e molti animali vi costruiscono la loro tana, tra cui volpi e talpe. Altri, invece, preferiscono gli alberi, come i procioni, che spesso vivono nei tronchi cavi. Lo stagno e i suoi dintorni sono una casa perfetta per tantissimi animali selvatici, oltre a ospitare canneti e ninfee.

Brevi curiosità, tante alette da sollevare e splendide illustrazioni: un libro perfetto per introdurre i bambini alle meraviglie del bosco e dei suoi abitanti. Informazioni essenziali e rigorose accompagnano i più piccoli alla scoperta della natura.

**********************************

La natura. Giochi e passatempi di Emily Bone – Usborne

Età consigliata: da 6 anni

Con pagine piene di giochini enigmistici, quiz, disegni da completare e colorare e particolari da trovare questo volume costituisce un valido strumento per imparare in modo divertente tante cose sulla natura, scoprendo i diversi habitat di piante e animali.

**********************************

Inventario illustrato delle natura di Emmanuelle Tchoukriel  – L’ippocamo ragazzi

Età consigliata: da 6 anni

Le immagini a china e ad acquerello di questa raccolta sono tratte dai 9 volumi degli Inventari illustrati. La selezione di più di 500 pagine testimonia la diversità e la sontuosità del mondo vivente: mammiferi, insetti, uccelli, aracnidi, cnidari, crostacei, pesci, anfibi… frutti e legumi, licheni, alberi, fiori, muschi.

**********************************

Non mi resta che augurarvi buon divertimento.

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdì del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane.

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina.

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

La macchina fotografiche delle forme

Stavo creando del materiale per giocare con le figure geometriche, quando mi è venuta in mente un’attività divertente per far individuare ai bambini le forme nella quotidianità e nelle cose che li circondano.

Si tratta di una macchina fotografica un po’ particolare: invece dell’obiettivo trovate un foro con diverse figure geometriche – quadrato, rettangolo, cerchio, triangolo – con cui i bambini devono “catturare” queste figure negli oggetti che trovano in giro.

Costruire la macchina è davvero molto semplice.

Basta stampare i modelli che trovate qui sotto, ritagliarli ed incollarli su un cartoncino rigido, poi colorarli come si vuole.

I modelli da stampare sono doppi e speculari, perché incollandoli l’uno sull’altro si crea la macchina fotografica fronte e retro.

Se volete rendere la macchina ancora più realistica potete incollare tra il cartoncino e il foglio che avete stampato un pezzo di cartelletta trasparente, precedentemente ritagliato.

Come si gioca.

Fate scegliere ai bambini la forma che vogliono catturare attraverso la macchina fotografica che corrisponde a quella figura e poi lasciateli liberi di esplorare il mondo.

Potete anche creare un piccolo gioco in cui i bimbi devono contare quante forme riescono a “fotografare”.

Qui sotto trovate i modelli da stampare:

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

I magnifici personaggi di carta di Valentina

Ho conosciuto Valentina tanti anni fa grazie alla rete. Ho sempre amato le sue creazioni e l’ho sempre seguita sul suo blog, su Instagram e su Facebook.

Da poco ha pubblicato un libro meraviglioso con tanti personaggi da stampare, colorare e ritagliare, perfetti per inventare storie e avventure fantastiche.

Personalmente li trovo inoltre molto utili anche da usare in classe per allenare la motricità fine, come strumento per aiutare i bambini ad aumentare il proprio lessico e creare storie a piu’ “mani”.

Confesso quindi che me ne sono subito innamorata e ho chiesto a Valentina se voleva presentarlo qui sul sito.

Lei ha fatto molto di più: oltre a parlarcene, ha messo a disposizione gratuitamente una sua creazione per farci assaporare la bellezza dei suoi lavori creativi.

Lascio ora la paro