6 idee prese in rete per… la fine della scuola

La fine della scuola non è lontanissima e mi state già chiedendo idee. Ne ho recuperate un po’ dalla rete, ecco quelle che mi sono piaciute di piu’…

IDEE PRESE IN RETE FINE SCUOLA

 

  1. Coloratissimi diplomi 
  2. Il porta lavoretti personalizzato
  3. Simpatici porta diploma
  4. Mini tocchi ricordo
  5. Medaglie di fine anno 
  6. Photoboot da stampare per il diploma

 

Tante altre idee le trovate nella mia pagina Pinterest dedicata ai regali fai da te

 Qui trovate invece  tutte le idee prese in rete finora!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Tempo di merenda: la focaccia morbida

focaccia morbida ricetta

La focaccia è una delle nostre merende preferite e anche quella degli amici di PF. Ci vuole un po’ di tempo per la lievitazione, cosi’ di solito preparo l’impasto di prima mattina per poi poterlo cuocere nel pomeriggio.

A noi piace la focaccia molto morbida ed alta, cosi’ la lunga lievitazione ci gioca a favore.

Cosa vi serve:

400 gr di farina 00

250 gr di acqua tipida

3 gr di lievito di birra in polvere

2 bicchierini di olio EVO

10 gr di sale

una manciata di sale grosso

un rametto di rosmarino

Come la preparo:

Sciolgo il lievito in un bicchiere con un po’ dei 250 gr di acqua tiepida, lo aggiungo a 200 gr di farina e alla restante acqua. Mischio bene, affinchè non ci siano grumi. Il composto sarà liquido. Lo copro con una pellicola e lo lascio riposare per almeno un’ora.

Mescolo la farina rimanente (200gr) con il sale e la unisco all’impasto liquido, che sarà nel frattempo aumentato di volume. Uniscono anche un cucchiaio di olio EVO e lavoro bene, finché l’impasto è consistente, ma non appiccicoso.

Ungo una teglia con abbondante olio e vi adagio l’impasto, lo stendo bene con le mani affinchè l’impasto la ricopra tutta, poi lo giro e lo stendo di nuovo. In questo modo la focaccia sarà ben intrisa d’olio. Ricopro la teglia con la pellicola e la lascio riposare per almeno 2 ore. Alla fine della lievitazione, la vostra focaccia si presenterà cosi’

focaccia ricetta

Passato il tempo del riposo, la vostra focaccia sarà aumentata di volume. Accendete il forno a 220° in modalità statica.

Bucherellate la focaccia con le dita e spruzzateci sopra qualche goccia d’acqua. Infornate per circa 20/25 minuti finchè la superficie non sarà dorata.

Una volta pronta, sfornatela, cospargetela di sale grosso, olio e un rametto di rosmarino

La vostra focaccia è pronta per essere gustata!

 

Non mi resta che augurarvi buona merenda.

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Venerdi’ del libro: Il tempo per uccidere

Come ben avrete intuito dal titolo, il libro di cui vi parlo oggi non è un romanzo rosa, ma naturalmente un giallo.

Ho scoperto l’autore, Robert Dugoni, da poco e mi sono subito appassionata al suo stile e alle avventure della detective Tracy Crosswhite, questa volta alle prese con un serial killer.

Vi avevo già recensito “Non ho paura del buio”  e anche questo libro , che ne è il seguito, è altrettanto avvincente e ricco di colpi di scena.

La detective Tracy Crosswhite è chiamata a guidare una task force incaricata di scovare un serial killer di giovani ballerine. Gli indizi sono pochi e gli omicidi si susseguono velocemente, tutto sembra arenarsi finchè  Tracy scopre  che  la soluzione del caso si trova in un’indagine di dieci anni prima che ha visto condannare forse un innocente.

Un libro che ho letto tutto in un fiato.

Lo consiglio soprattutto agli amanti del genere o a chi vuole avvicinarsi ai gialli.

Il tempo per uccidere di Robert Dugoni

“Puoi fare tutti i progetti che vuoi per il tuo futuro e poi ritrovarti con il culo per terra a fare quello che eri destinata a fare”

 

 

Non mi resta che augurarvi buon fine settimana. Il nostro sarà purtroppo piovoso e freddo!

Ora aspetto con ansia i vostri suggerimenti. Eccoli:

 

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. (Qui trovate le istruzioni per farne parte). Giornalmente recuperero’ da questo archivio un libro che pubblichero’ sulla mia pagina Facebook!

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco spaziale delle posizioni

gioco 3 d delle posizioni da stampare

Una delle attività che piacciono di piu’ ai miei studenti di italiano è quella che riguarda le coordinate spaziali. Di solito utilizzo delle mappe per facilitarne la memorizzazione.

Tra le tante attività che propongo c’è anche quella della scatola. Porto in classe un omino di LEGO, una scatolina e due dadi con indicate le posizioni e con questi “strumenti” ci divertiamo a ripassare i concetti di sopra, sotto, dietro, davanti, fuori, dentro…

Al gioco delle posizioni ci abbiamo giocato proprio qualche settimana fa e cosi’ mi è venuto in mente di ricrearlo per voi in versione spaziale.

Ho realizzato una scatolina con disegnati tanti ufo, due dadi contenenti le varie coordinate e dei simpatici alieni.

Il gioco è davvero semplice:

Sul tavolo posizionate le pedine con le immagini dei diversi alieni e l’astronave. Tirate ora uno dei dadi con le posizioni e quello con le immagini degli alieni. In base a cosa uscirà posizionate l’alieno in relazione all’astronave.

Per esempio se vi sarà uscito l’alieno giallo con l’indicazione “dentro”, dovrete aprire la scatola-astronave e inserirvi l’alieno; se vi uscirà l’alieno verde con l’indicazione destra, dovrete posizionare l’alieno verde in questa posizione.

Potete giocare sia da soli che in gruppo. In gruppo è decisamente piu’ divertente!

Qui trovate il kit da stampare con i due dadi indicanti le posizioni, il dado con le immagini degli alieni, la scatola-astronave, i sei alieni e le indicazioni per assemblare dadi, astronave e pedine.

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

Altre idee prese in rete…

 

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il domino delle ore

domino per imparare le ore da stampare

 

Come vi ho già raccontato tante volte PF ha dovuto imparare a leggere le ore in italiano, inglese e tedesco. Naturalmente ogni lingua ha la sua  particolarità e quindi potete ben immaginare che un po’ di confusione era inevitabile.

Per esercitarsi, ho creato parecchie schede e giochi . Cosi’ quando mi avete chiesto un gioco per esercitarsi a leggere l’ora, ho pensato subito al mio domino.

Si tratta di un semplice domino in cui su ogni tessera  vi è indicata l’ora sia con un orologio e sia in numeri. Il gioco consiste nell’abbinare la tessera con l’orologio alla corrispondente ora espressa in numeri.

Le regole sono quelle classiche del domino. Si mischiano e di dividono le tessere tra i partecipanti. Il primo metterà sul tavolo una tessera e a turno i vari partecipanti devono abbinare una delle loro tessere a quelle presenti sul tavolo. Se un giocatore non ha tessere da abbinare, passerà semplicemente il turno. Vince chi finisce per primo le sue tessere.

Si puo’ anche giocare da soli e non a gruppo. Lo scopo in questo caso e di abbinare correttamente tutte le carte.

Ho creato 2 tipi di tessere:  una con le ore intere (es. 12:00 / 4:00)  e una con le frazioni di ora (12:25 / 4:05).

Potete iniziare con quelle con le ore intere (piu’ semplici) e poi aggiungere le altre.

Qui trovate le tessere da stampare:

Altre idee prese in rete…

e sullo scaffale…

impara a leggere l'ora libro

 

 

 

 

 

 

 

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… giocare con le spugne

Mi sono ritrovata in casa un sacco di spugne comprate per sbaglio, cosi’ sono andata in cerca di idee per creare giochi fai da te.

Eccone alcuni che trovo davvero divertenti:

GIOCHI DA CREARE CON LE SPUGNE

 

  1. Gavettoni di spugna
  2. La casetta vaso
  3. Il tangram di spugna
  4. Tennis fai da te
  5. Dolcetti morbidi
  6. Timbri fai da te

Tante altre idee creative le trovate nella mia pagina Pinterest dedicata ai giochi all’aperto.

 Qui trovate invece  tutte le idee prese in rete finora.

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

Post di Paola Misesti

 

Continue Reading

Venerdi’ del libro: La sciarpa ricamata

Ero in cerca di un libro che non fosse un giallo, non troppo impegnativo, ma al tempo stesso che avesse una storia interessante, capace di appassionarmi. L’ho trovato in “La sciarpa ricamata” di Susan Meissner.

Il romanzo si svolge su due piani temporali e racconta la storia di Clara e di Taryn, due donne che vivono a New York, ma la prima nel 1911 e la seconda nel 2011.

100 anni le dividono, ma queste due donne hanno davvero molto in comune: una storia tragica alle spalle e una bellissima sciarpa ricamata che ha cambiato il loro destino.

Il loro passato le imprigiona in forti sensi di colpa che non permettono loro di andare avanti e di vivere appieno la loro vita e le costringono a crearsi un luogo sicuro dove sentirsi protette, ma da cui non riesco ad allontanarsi. Grazie anche alla sciarpa riscoprono la forza di andare oltre la sofferenza e alla paura e di affrontare nuovamente il mondo e la vita.

Una storia toccante, che mi ha preso subito. Sono stata rapita piu’ dalla vita di Clara nel 1911 che di quella di Taryn, forse perchè l’intreccio si tinge anche di rosa.

Un libro che consiglio di cuore, piacevole e che lascia qualcosa al lettore.

La sciarpa ricamata di Susan Meissner.

La persona che completa la nostra vita non è quella che passa con noi tanti anni, bensi’ quella per cui è valsa la pena di vivere, indipendentemente dalla quantità di tempo che ci è dato stare insieme

La sciarpa ricamata recensione

 

Vi auguro un magnifico fine settimana e aspetto i vostri preziosi consigli! Eccoli:

 

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. (Qui trovate le istruzioni per farne parte). Giornalmente recuperero’ da questo archivio un libro che pubblichero’ sulla mia pagina Facebook!

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

 

Continue Reading

10 libri… sul metodo Montessori da non perdere

Le richieste che ricevo per approfondire il metodo Montessori sono sempre molte. Ho deciso allora di raccogliere 10 libri che reputo interessanti per scoprire i vari punti e affrontare gli aspetti pratici.

Sono libri pensati per educatori e genitori di bambini e ragazzi: infatti trattano il metodo sia pensando ai piccolissimi che ai bambini piu’ grandi.

10 libri METODO MONTESSOR

 

 

educare alla liberta montessoriEducare alla libertà di Maria Montessori, Mondadori, 2008

Crescere i bambini nell’affetto, nella creatività, nella spontaneità: i capisaldi del metodo della celebre pedagogista diffuso in tutto il mondo.
Un programma educativo basato sulla libertà che tenga conto delle esigenze e delle doti del singolo bambino, “padre dell’uomo”.
Non una scuola per i bambini ma una scuola dei bambini, in cui i piccoli diventino pienamente persone e diano vita a un mondo di pace

******************************

come liberare il potenziale del vostro bambinoCome liberare il potenziale del vostro bambino. Manuale pratico di attività ispirate al metodo Montessori per i primi due anni e mezzo di Daniela Valente, Per un Mondo Nuovo, 2015

Una guida pratica, ricca di attività di gioco da realizzare attraverso l’utilizzo di oggetti semplici da recuperare anche in casa; suggerimenti interessanti che trovano, nella proposta educativa montessoriana, la loro ispirazione.

In questo modo i figli non sono oggetti a cui destinare le proprie proposte, ma persone che hanno bisogno di un ambiente preparato con cura, con molte e diversificate attività offerte alla libera scelta e che rispondano al grande bisogno di toccare, manipolare, esplorare con tutti i sensi, alimentando e sostenendo in questo modo il naturale percorso di crescita di ciascun bambino.

******************************

il metodo montessori 0 3 anni libroIl metodo Montessori. Per crescere tuo figlio da 0 a 3 anni e aiutarlo a essere se stesso di Charlotte Poussin, Demetra, 2017

La pedagogia Montessori, diffusa in oltre 20.000 scuole nel mondo, mette al suo centro il bambino come essere unico, lo sostiene, lo stimola a esprimere le sue potenzialità e lo aiuta a conquistare autonomia e fiducia in é stesso. Questo libro, semplice e chiaro, è una vera e propria guida al metodo Montessori.

Si concentra sui primi tre anni di vita del bambino, descrive gli stadi dello sviluppo e i bisogni del piccolo, offre consigli pratici e propone più di 100 attività da fare a casa, oltre alle testimonianze dirette di molti educatori montessoriani.

******************************

100 attività per scoprire il mondo libro montessori100 attività Montessori per scoprire il mondo – 3/6 anni di Ève Herrmann, L’ippocampo, 2016

La pedagogia Montessori valorizza le discipline che connettono il bambino al mondo in cui vive e che rispondono alla sua naturale curiosità.

geografia, natura e botanica, mondo animale, mondo fisico, tempo.

Questo libro propone 100 attività che invitano il bambino a osservare, manipolare e sperimentare, per aiutarlo a scoprire il mondo da sé

******************************

il metodo montessori a casa propriaIl metodo Montessori a casa propria. Come crescere un bambino curioso e autonomo di Cécile Santini  e Vendula Kachel, Red edizioni, 2016

Autonomia, fiducia nelle proprie capacità, concentrazione, creatività… Ecco alcune delle numerose qualità che il metodo Montessori contribuisce a sviluppare nel bambino.

Con l’obiettivo di rendere il metodo Montessori accessibile al maggior numero di persone, le autrici propongono più di 100 attività per bambini fino a 6 anni relativamente a vari ambiti: la scoperta della natura (far germogliare un seme, osservare un nido di api…); la scoperta della cultura e del mondo (accostarsi all’archeologia, creare un disegno animato…); la scoperta del corpo e dei cinque sensi (orientarsi alla cieca, provare la forza di gravità…); la scoperta della vita pratica (scoprire le calamite, rompere una noce…).

Una miniera di consigli per i genitori che possono così mettere in pratica il metodo Montessori nella vita quotidiana.

******************************

il metodo montessori per tutti libroIl metodo Montessori per tutti. Comprenderlo appieno e usarlo per educare i propri figli alla libertà e all’autonomia di Laura Beltrami e Lorella Boccalini, BUR, 2017

Il metodo Montessori è uno dei sistemi educativi più famosi e influenti: fondato sullo sviluppo libero e naturale del bambino, copre la formazione dall’età prescolare fino all’adolescenza, ed è largamente diffuso in Italia e in tutto il mondo. Nonostante la fama, però, è difficile avere una comprensione piena del metodo Montessori, che richiede una lunga preparazione di base scientifica.

Questo libro fornisce una spiegazione chiara dei principi e delle applicazioni, semplificando i contenuti senza alterarne la validità. Un percorso lineare, che mostra la pedagogia montessoriana dal nido alla Casa dei Bambini, fino alla prima adolescenza, e fornisce risposte e consigli pratici anche a chi vuole applicare questo metodo educativo in casa.

Con un’intervista a Renilde Montessori e un’introduzione di Daniele Novara, che sottolinea la qualità e i motivi di una scelta pedagogica basata sull’indipendenza del bambino, questo volume contiene tutte le domande e le risposte sul metodo, per capirlo, sceglierlo per i propri figli e usarlo in famiglia.

******************************

i bambini hanno bisogno di fiducia libroI bambini hanno bisogno di fiducia. Il metodo Montessori oggi per crescere figli felici  di Tim Seldin, Fabbri, 2007

“Non tutti gli insegnanti sono genitori, ma tutti i genitori sono insegnanti!.” Questo il pensiero che sta alla base del metodo Montessori, studiato e collaudato dalla prima donna medico italiana oltre cent’anni fa. Un programma educativo, ricco di attività e giochi a misura di bambino, pensato per una crescita serena e felice.

******************************

come sono diventata una mamma montessori e ho trovato la felicità libroCome sono diventata una mamma Montessori e ho trovato la felicità di Cristina Tébar, garzanti, 2018

Il metodo creato da Maria Montessori è molto più che un sistema pedagogico: è un modo di vivere oltre che di insegnare. Ma come riuscire a stimolare il potenziale dei bambini anche tra le pareti domestiche e nella vita quotidiana oltre che a scuola?

Grazie all’aiuto di Cristina Tébar, agli esempi e ai racconti personali della sua esperienza di madre e di educatrice, possiamo oggi scoprire cosa significa diventare una «mamma Montessori»: quali accorgimenti seguire, in che modo organizzare la casa, come superare i momenti difficili. Attraverso una mappa di consigli chiara e accurata, si riuscirà così finalmente a dare fiducia alle enormi potenzialità creatrici dell’intera famiglia, per far crescere bambini autonomi, indipendenti, capaci di pensare. E per essere quindi, sempre più, dei genitori felici.

******************************

montessori 6 -12 libroMontessori 6-12. Per gli anni della scuola di Claudia Porta, Gallucci, 2017

Nella fascia di età compresa tra i 6 e i 12 anni il bambino si apre al mondo che lo circonda. Animato da una curiosità innata, assorbe conoscenze e competenze con uno sforzo minimo. Attraverso la proposta di attività adatte alla sua età e ai suoi interessi, possiamo dunque aiutarlo a trarre il massimo profitto dalle capacità che la natura ha messo a sua disposizione.

Questo manuale presenta attività ed esercizi sotto forma di gioco che potranno affiancare e integrare il programma scolastico tradizionale, oltre a tante idee creative per imparare divertendosi.

******************************

montessori e le nuove tecnologie libroLa pedagogia Montessori e le nuove tecnologia: un integrazione possibile? di Mario Valle, Il leone Verde, 2017

Un libro per pedagogisti, educatori dell’infanzia e genitori che vogliano capire e favorire la rivoluzione epocale che sta avvenendo sotto i nostri occhi.

Il progetto Montessori può costituire la base più sicura per ottimizzare il cambiamento, permettendo di inglobare le nuove tecnologie nel lavoro educativo in modo che aiutino e non siano d’intralcio allo sviluppo dei nostri abitanti del futuro. L’approccio montessoriano alle tecnologie, nei periodi fondamentali per lo sviluppo della personalità dei nostri bambini, li prepara per un mondo in cui le tecnologie saranno sempre più pervasive.
 
Oltre a dover prima di tutto rovesciare la qualità relazionale nel fare scuola – quindi modificare il pensiero degli adulti, le loro abitudini, il linguaggio, la sfiducia con cui si rivolgono a bambini e a ragazzi – è fondamentale definire confini netti tra i “piccoli” e la tecnologia: i bambini della seconda infanzia devono essere protetti da dispositivi che escludono in partenza l’esperienza manuale/sensoriale. 
 
Dobbiamo salvaguardare il loro graduale passaggio da una vita inconscia alla capacità di cominciare a dominare la realtà quotidiana. La falsa credenza che “prima imparano a usare i cellulari e tablet e più saranno intelligenti” deve essere sfatata. Come denunciano coordinatrici e educatrici di Nido, cominciano già a due anni, abilissimi a utilizzare gli smartphone a danno di altre abilità di base, manuali e creative.

******************************

Non  mi resta che augurarvi buone letture e buon divertimento!

Qui trovate tutti i libri “catturati” per voi nella rubrica “10 libri…”

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco dei verbi

gioco per coniugare i verbi italiani da stampare

Maestra in Blue Jeans è una pagina ricca di spunti che seguo già da un po’. Tra le tante idee che aveva postato, qualche tempo fa la bravissima Francesca aveva realizzato un gioco dell’oca per ripassare i verbi. L’idea mi era subito piaciuta ed  ho voluto realizzarne una piu’ adatta a PF che deve destreggiarsi tra coniugazioni tedesche, inglesi, francesi ed italiane.

PF aveva bisogno di avere l’indicazione dei verbi da coniugare, perchè cosi’ gli risulta piu’ semplice. Inoltre doveva concentrarsi solo sull’indicativo e non su altro modi.

Ho creato cosi’ un tabellone, come il classico gioco dell’oca, contenente solo i modi del tempo indicativo e 3 tipi di dadi:

  • uno con i numeri per potersi muovere sul cartellone
  • uno con le persone da usare per coniugare il verbo
  •  5 dadi con i verbi da coniugare (se ne sceglie solo uno con cui giocare)
  • 1 dado bianco su cui scrivere i verbi che si vogliono aggiungere a quelli già esistenti

Giocare è molto semplice:

A turno si tirano in contemporanea i 3 dadi (numeri, persone e verbi). Ci si muoverà in base al numero uscito e una volta arrivati con il proprio segnalino sulla casella giusta, basterà coniugare il verbo uscito in sorte secondo le indicazioni della casella e la persona  del dado delle persone.

Per esempio:  Sono il primo giocatore e tiro i dadi.  Il dado dei numeri segna 3, il dado dei verbi segna MANGIARE e il dado della persona segna IO. Dovro’ muovere la mia pedina di 3 caselle sul tabellone arrivando alla casella “Trapassato prossimo” e coniugare il verbo mangiare alla prima persona singolare: io avevo mangiato.

Se coniugo il verbo correttamente,  posso rimanere su quella casella se no  devo ritornare a quella precedente.

Vince chi per primo arriva alla fine.

Per facilitare il gioco è possibile usare  solo il dado con i numeri e scegliere di volta in volta da soli il verbo da coniugare e la persona da utilizzare.

Naturalmente si puo’ giocare da soli o in gruppo. 

Qui trovate il kit con il tabellone e i vari dadi.

Altre idee prese in rete…

e sullo scaffale…

 

 

 

 

 

 

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

 

 

 

Continue Reading

Agenda per i piu’ piccini: maggio 2018

agenda maggio 2018 bambini

In un ritardo spaventoso complice una mini vacanza in Italia e la mancanza di rete, condivido solo oggi l’agenda per i piu’ piccini del mese di maggio!

Come sempre ci sono tanti spazi per disegnare e scrivere, per segnare il giorno della settimana, la stagione, l’umore e il tempo. Inoltre per rendere il diario piu’ divertente ho inserito piccoli disegni da colorare.

Alla fine del diario c’è anche un calendario, dove poter segnare l’andamento delle giornate o semplicemente una X per prendere nota dello scorrere dei giorni.

L’agenda diventa cosi’ un modo per imparare tante cose: i numeri, le stagioni, il tempo metereologico e, non ultimo, diventa un ricordo da tenere sempre con sè.

Qui sotto trovate i file da stampare insieme alla istruzioni per assemblare il diario:

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading