Venerdi’ del libro: La tentazione di essere felici

Su suggerimento di Maristella, Stefania e Drusilla mi sono buttata a leggere “La tentazione di essere felici” di Lorenzo Marone.

Non sapevo cosa aspettarmi visto che il protagonista del libro è un vecchietto settantasettenne: temevo che fosse un romanzo nostalgico sulla giovinezza ormai andata e non goduta, ma le ragazze del venerdi’ del libro erano tutte concordi nell’elogiare la bellezza dello stile, ma anche la particolarità del personaggio.

Non si sbagliavano! Il libro mi è piaciuto molto sia per com’è scritto sia per la trama in sè, per nulla ovvia.

Il nostro settantasettenne è un tipo molto particolare, con un carattere non facile, che ha vissuto una vita ordinaria e che si sta godendo la vecchiaia al meglio delle sue possibilità, finchè una serie di eventi e di incontri non lo faranno cambiare.

Cesare Annunziata, il  nostro protagonista, per tutto il libro non risparmia battute ironiche, strategici travestimenti e riflessioni sulla vita. La bellezza del libro pero’ non finisce qui: la storia di Cesare si mescola a temi ben piu’ profondi come l’amore, anche coniugale, la violenza sulle donne, il rapporto genitori-figli e l’omosessualità.

Insomma un libro davvero particolare, con un finale aperto.

Non so se nel libro cartaceo è presente, ma alla fine di quello digitale c’è un’intervista a due voci: quella all’autore e quella al protagonista. L’ho trovata non solo molto divertente, ma un modo particolare di trattare  altre tematiche da 2 punti di vita diversi.

Il libro di oggi è quindi:

la-tentazione-di-essere-felici

La tentazione di essere felici –  Lorenzo Marone

Lo so, la paura è una rompiscatole, una vocina insistente e fastidiosa che piu’ la scacci e piu’ ritorna. Eppure sai che cosa ho capito? Che in realtà quella vocina sta facendo solo il suo lavoro, tenta di salvarti da te stesso, ti vuole avvertire che, se non ti muovi, ben presto le cose dentro di te inizieranno a marcire.

 

Ora aspetto con ansia i vostri libri del venerdi’!

Buon fine settimana !

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. (Qui trovate le istruzioni per farne parte).

Giornalmente recuperero’ da questo archivio e dai post un libro, che pubblichero’ sulla mia pagina Facebook!

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog e lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Chi partecipa deve lasciare un commento sul post del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana in quello stesso post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto!

Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il diario fai da te per la scuola primaria: ottobre

img_7069

Il mese scorso ho realizzato, insieme alla ormai collaudata agenda per i piu’ piccoli, anche un diario per i bambini della scuola primaria, su richiesta di alcune mamme e per aiutare PF ad organizzarsi a scuola.

Ho creato cosi’ un diario per districarci tra verifiche, compiti da fare ed attività, ma che fosse anche coloratissimo e pieno di disegni. Ogni giorno è di un colore diverso ed è possibile segnare i compiti, ma anche le materie, le attività programmate per la giornata o semplicemente disegnare. Dimenticare qualcosa  diventa  davvero difficile!

Nel diario ci sono:

  • la data: giorno, mese, anno
  • disegni per segnare il tempo atmosferico
  • disegni per indicare la stagione
  • disegni per segnare l’umore della giornata
  • un calendario settimanale dove segnare le materie della giornata:  un colore diverso per ogni giorno della settimana
  • uno spazio per scrivere i compiti o appunti
  • un calendario del mese con i giorni settimanali colorati come il calendario giornaliero
  • una tabella per segnare le materie in base ai giorni della settimana e all’orario (i giorni sono colorati riprendendo i colori del calendario e delle singole pagine del diario)
  • una tabella dove segnare le cose da ricordare (attività, compleanni, appuntamenti)

Nei file sotto trovate il diario da stampare e le istruzioni per assemblarlo:

Scrivetemi, se avete dei suggerimenti per migliorarlo o per renderlo piu’ utile alle vostre necessità!

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Agenda 2016 per i piu’ piccini: ottobre

agenda diario per bambini da stampare ottobre

Manca poco ad Ottobre e come ogni mese vi presento la nostra l’agenda-diario pensata per i piu’ piccoli.

Su ogni pagina potranno scrivere il giorno della settimana, la stagione, il tempo e come si sentono ed avere tanti spazi bianchi dove poter scrivere o disegnare. Ogni giorno contiene le stesse informazioni, ma proposte in modo sempre diverso per non annoiare e rendere l’agenda davvero speciale.

La copertina è tutta da colorare e questo mese è dedicata all’autunno con un grande spaventapasseri e tante zucche.

Alla fine del diario c’è anche un calendario, dove poter segnare l’andamento delle giornate o semplicemente una X per prendere nota dello scorrere dei giorni.

L’agenda diventa cosi’ un modo per imparare tante cose: i numeri, le stagioni e le proprie emozioni e, non ultimo, diventa un ricordo da tenere sempre con sè.

Qui trovate i file da stampare insieme alla istruzioni per assemblare il diario:

Non mi resta che augurarvi un meraviglioso mese di ottobre!

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco delle sequenze colorate

gioco sequenze colorate da stampare homemademamma

Alla scuola materna di PF i giochi di sequenza erano molto usati e venivano proposti in tantissime varianti: usando mattoncini colorati, corde, LEGO, foto, immagini, oggetti…

Questi giochi hanno un ruolo importante nell’apprendimento, essi permettono di:

  • stimolare il confronto tra oggetti;
  • individuare le differenze, facendo attenzione sia ai dettagli di un oggetto che alla sua totalità ;
  • riconoscere le posizioni delle parti dell’oggetto e di questo all’interno nella sequenza : sotto, sopra, di lato, davanti, dritto, storto, lontano, vicinodestra, sinistra;
  • individuare uno schema logico che unisce oggetti, anche diversi, tra loro

La difficoltà  delle attività proposte alla scuola materna era in crescendo: prima venivano date sequenze brevi e con oggetti molto diversi tra loro, per poi passare a compiti sempre piu’ complessi con sequenze molto lunghe e con differenze tra oggetti molto sottili o legate alla loro posizione.

Alla scuola primaria le sequenze di oggetti sono state sostituite dalle sequenze di numeri: dati 3 numeri, i bambini devono individuare la “regola” che li accomuna, scrivendo i numeri intermedi tra essi oppure proseguendo la sequenza. Anche qui le difficoltà sono diverse: si parte da numeri bassi e la cui sequenza  è facilmente individuabile, a numeri molto grandi con sequenze molto complesse.

Nel tempo ho realizzato parecchi giochi di questo tipo adatti sia alla scuola d’infanzia che alla scuola primaria. Oggi ve ne propongo uno per la scuola materna, ma con una difficoltà medio/alta.

Si tratta di un quadrato diviso in 8 spicchi in cui sono posti 8 rombi, divisi in due parti colorate dibersamente.

I bambini devono riprodurre la stessa immagine su un altro quadrato, questa volta bianco, usando delle tessere uguali a quelle rappresentate nel modello.

Quali sono le difficoltà?

  1. individuare gli 8 rombi rappresentati nel modello, scegliendo tra 15 tessere diverse;
  2. capire e riprodurre la sequenza dei rombi sul modello in bianco;
  3. posizionare correttamente le tessere in modo che i rombi siano disposti correttamente sia in base alla sequenza che  in base all’orientamento del colore.

Inizialmente, per facilitare l’attività, è meglio proporre solo le 8 tessere corrette, chiedendo ai bambini di posizionare i rombi nella giusta sequenza. Successivamente si potranno aumentare le tessere.

Come realizzare questo gioco:

Stampate il file che trovate qui sotto. Ritagliate i quadrati: vi sono 4 modelli con le immagini e un quadrato bianco da usare come base per le tessere.

Ritagliate anche le tessere: ve se sono in tutto 15.

Il vostro gioco è pronto!

Potrete creare dei modelli  voi stessi: sarà sufficiente avere due copie di tessere da poter utilizzare una per creare il vostro modello e l’altra per riprodurlo.

Qui trovate il file con il gioco delle sequenze da stampare.

Altre idee prese in rete:

Sequenze di forme e colori
Le carte delle sequenze temporali
sequenze ritmiche di colori

LEGGI ANCHE…

 

Post di Paola Misesti

 

Continue Reading

6 idee prese in rete per… imparare i giorni della settimana

Questa settimana ho ricevuto alcune mail che mi chiedevano informazioni su attività per imparare i giorni della settimana: filastrocche, pannelli, cartelloni che potessero aiutare i bambini a memorizzare facilmente e in modo divertente i giorni.

Sono andata cosi’ in cerca di idee. Ecco cosa ho trovato:

attività filasrtocche imparare-giorni-settimana-homemademamma

  1. L’orologio settimanale
  2. Una settimana tutta da colorare
  3. Il disco della settimana
  4. La tabella dei giorni
  5. Il trenino dei giorni (a colori e da colorare)
  6. Il gatto Gigione ci insegna i giorni

Tante altre idee le trovate sulla mia pagina Pinterest dedicata al tempo e alle ore !

Qui trovate i miei calendari pensati per i piu’ piccoli, tutti da scaricare:

Un calendario che non finisce mai
La settimana di Miss Tartaruga
Il signor Ranocchio insegna i giorni della settimana
Buon divertimento con questa e con tutte le altre idee prese in rete !

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Venerdi’ del libro: Le ossa non mentono

Se qualcuno di voi è appassionato della serie TV “Bones” , non potrà fare a meno di leggere il libro che vi presento oggi: “Le ossa non mentono”, uno dei tanti volumi dedicati alla dottoressa Temperance Brennan.

Prima di trasferirci qui a Zurigo ero una fan sfegatata di questa serie TV, ma non avevo avuto mai modo di leggere i libri da cui era tratta. Complice uno sconto, mi sono lanciata nella lettura, anche se ero un po’ dubbiosa: non sapevo se i protagonisti cartacei avrebbero retto in confronto con quelli televisivi.

Già dopo poche pagine ho capito che non ci sarebbe stato nessun problema: l’unico personaggio della serie era la dottoressa Brennan, che tra l’altro ha un carattere e una vita diversi da quelli della sua alter ego televisiva.

Il libro è ben scritto e la trama cattura fin da subito: degli omicidi rimandano ad un vecchio caso irrisolto, che la dottoressa si sente in dovere di chiudere e che la porterà ad aprire ferite dimenticate.

Verso metà libro si intuisce chi potrebbe essere il colpevole, ma i colpi di scena non mancano e tengono incollati alle pagine.

Un giallo ben scritto che consiglio agli amanti del genere.

_le-ossa-non-mentono-1408033552Le ossa non mentano Kathy Reichs

Il pomo d’Adamo di Rodas sali’ e scese, poi l’uomo riprese a parlare. “Il corpo di Nellie fu rinvenuto otto giorni più’ tardi, in una cava di granito a circa sei chilometri dalla città.”

Notai che chiamava la ragazzina per nome, senza spersonalizzare come fanno spesso i poliziotti (“la vittima”,”il soggetto”…). Non ci voleva Freud per capire che era emotivamente coinvolto nel caso.

 

Ora non mi resta che aspettare i vostri consigli. ECCOLI:

Buon primo fine settimana d’autunno!

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. (Qui trovate le istruzioni per farne parte).

Giornalmente recuperero’ da questo archivio e dai post un libro, che pubblichero’ sulla mia pagina Facebook!

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog e lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Chi partecipa deve lasciare un commento sul post del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana in quello stesso post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto!

Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Le manine matematiche: come imparare a contare divertendosi

attività giochi imparare i numeri e somme usare le dita

Contare con le mani è poco usato qui a Zurigo. Si preferisce abituare il bambino a contare con legnetti o dadi o a segnare quantità colorando pallini o disegnando X. Dopo un po’ di esercizio gli verrà automatico visualizzare la quantità abbinata al numero senza l’uso di oggetti. Le mani vengono usate poco perchè troppo disponibili e si ricorrerebbe sempre ad esse senza sforzarsi di utilizzare la memoria.

Contare con le dita ha pero’ un enorme vantaggio rispetto all’uso della scrittura o della voce:  è un’esperienza senso-motoria, che collega il movimento all’attività cerebrale, un’operazione concreta ad una astratta.

Un buon modo per non creare l’abitudine ad usare le dita per contare, ma allo stesso tempo sfruttarne i vantaggi  è quello di usare mani finte. In questo modo il bambino conta sulle dita, ma non viene abituato ad usare le proprie: memorizza la quantità e l’ordine dei numeri, senza abituarsi ad usare le proprie dita per  risolvere i calcoli.

 

Ho realizzato allora un tabellone con due mani di carta dove i bambini possono esercitarsi a contare, a sommare e a sottrarre.

Ho creato anche dei quadratini con i numeri da 0 a 10 (3 copie), il +, il – e l’uguale. In questo modo ci si  potrà divertire con numeri ed operazioni. Va da sè che avendo solo due mani non sarà possibile superare il numero 10!

L’idea l’ho presa da questo sito, in cui spiegano tra l’altro come usare le mani per memorizzare la tabellina del 9.

Ecco come realizzare il vostro tabellone:

Stampate il file che trovate alla fine del post. Ritagliate le due mani  e, volendo, coloratele. Incollatele ora al cartellone in modo che i pollici siano rivolti all’esterno, come due mani con il palmo in su. Naturalmente incollate solo il dorso, lasciando le dita libere di muoversi. Fate inoltre in modo che vi sia dello spazio tra le mani e il bordo in basso del tabellone. Li’ metterete le carte dei numeri, che avrete ritagliato.

Potrete iniziare proponendo semplicemente un numero e una volta memorizzata sia la sequenza che porta a quel numero che la quantità a cui corrisponde il numero stesso , potrete iniziare a proporre le operazioni. Le manine sono utilissime anche per imparare “gli amici del 10”: quelle operazioni cioè danno come somma 10.

Qui trovate il file con il tabellone, i numeri e le mani da stampare.

 

Altre idee prese in rete per realizzare mani matematiche:

Usare i guanti per costruire mani per contare
Manine dei feltro e velcro
Un mare di manine per imparare le moltiplicazioni

 

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Alfabeto in gioco stile Montessori

Schede alfabeto stile montessori

Quando penso alle attività di pregrafismo, penso alle tantissime schede utilizzate da PF negli anni: linee, forme e lettere da riscrivere o ricalcare.

In stile Montessoriano avevo già creato questo gioco, ricavato dalla custodia di un vecchio CD: delle semplici immagini da riprodurre sulla farina.

Partendo da questa idea ho realizzato anche il gioco delle lettere dell’alfabeto.

Realizzarlo è molto semplice, prima di tutto vi serve:

  • una custodia per CD
  • una penna o un bastoncino
  • della farina di semola
  • forbice

A questo punto stampate le schede che ho realizzato e ritagliarle. Vi ritroverete in mano 26 lettere in stampatello minuscolo, 26 in stampatello maiuscolo, 26 in corsivo minuscolo e 26 in corsivo maiuscolo  piu’ 1 copertina.

Inserite la copertina nel porta CD in modo che sia visibile dall’esterno e poi inserite alle schede le schede, in modo che le lettere siano rivolte all’interno della custodia. Nella parte che vi rimane libera inserire la farina, che non uscirà perchè la custodia ha i bordi un po’ rialzati. Considerate comunque che un po’, inevitabilmente, andrà in giro, ma questo è il bello!

A questo punto il vostro gioco è pronto!

Invitate il bambino a riprodurre sulla farina – con l’aiuto di un bastoncino, una penna o semplicemente con il dito – la lettera riportata nella scheda, che troverà nella parte sinistra della custodia. Una volta riprodotta, la scheda potrà essere tolta e lascerà il posto ad una nuova, che si trovava sotto la precedente.

schede alfabeto da stampare per scrivere sulla farina o sabbia

Scegliete voi la sequenza delle schede: potrete presentare  solo lo stampatello maiuscolo e poi introdurre quello minuscolo oppure presentarli entrambi contemporaneamente; inserire il corsivo solo successivamente e seguire o meno l’ordine alfabetico.

Per la mia esperienza, vi consiglio inizialmente di seguire l’ordine alfabetico usando le lettere in stampatello maiuscolo, una volte apprese potrete inserire il minuscolo e poi  sbizzarrirvi.

Qui trovate il file con le lettere e la copertina da stampare !

LEGGI ANCHE...

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… giochi sensoriali

I pannelli sensoriali Montessoriani offrono la possibilità ai bambini di sperimentare quello che li circonda attraverso l’uso dei 5 sensi senza il pericolo di farsi male ed in completa autonomia.

Creare giochi sensoriali per i piu’ piccoli è facile e veloce. Ecco qualche idea presa in rete per voi:

giochi-sensoriali-montessori-fai-da-te

  1. Orme sensoriali
  2. Cornici tattili
  3. Un pannello tattile a misura di bambino
  4. I cubi sensoriali
  5. Gli sportellini sensoriali
  6. Le manine dei sensi

Tante altre idee le trovate nella mia pagina Pinterest dedicata alle attività sensoriali, con 200 splendide idee!

Qui invece  tutte le idee prese in rete finora!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Venerdi’ del libro: Tanto tempo fa, proprio adesso

In cerca di un libro non troppo pesante, ma con una bella storia dietro sono approdata a “Tanto tempo fa, proprio adesso”.

Attratta dal titolo e dalla presentazione su Amazon, mi sono lanciata nella lettura piena di speranze, che sono state solo in parte soddisfatte.

La storia è davvero intrigante, i personaggi ben presentati e non mancano neppure qua e là colpi di scena. Il problema è stata l’antipatia profonda che ho nutrito fin da subito per la protagonista, Paula Vauss: avvocato rampante, aggressivo e con pochi scrupoli.

Nel libro ci racconta la sua infanzia nomade, passata con la madre hippie in giro per l’America. Adolescente si ritrova sola in una casa famiglia, in attesa del ritorno della madre finita in prigione. La loro relazione si interrompe con l’inizio dell’università da parte di Paula. Il romanzo pero’ è incentrato sull’ora, su cosa sta succedendo alla Paula adulta, su quanto le sue scelte passate abbiano influito e stiano influendo sulla sua e su altre vite.

La trama è coinvolgente, ma vi confesso che ho finito a fatica di leggerlo tanto mi innervosiva la protagonista, il suo modo di fare, di ragionare e di rapportarsi agli altri. Insomma un buon libro, scritto bene, ma che non era per niente nelle mie corde.

Qui trovate il primo capitolo del libro, se volete averne un assaggio. Magari a voi non infastidirà cosi’ tanto la  protagonista!

tanto-tempo-fa-proprio-adesso_Tanto tempo fa, proprio adesso – Joshilyn Jackson

Gli avrei dato da mangiare, l’avrei cullato, avrei letto per lui; insomma, avrei fatto tutte quelle cose che di solito fanno le sorelle maggiori.

Si impara ad amare cio’ di cui ci si prende cura, quindi gli avrei voluto bene.

Ora aspetto i vostri preziosi consigli! Eccoli:

Buon fine settimana!

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. (Qui trovate le istruzioni per farne parte).

Giornalmente recuperero’ da questo archivio e dai post un libro, che pubblichero’ sulla mia pagina Facebook!

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog e lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Chi partecipa deve lasciare un commento sul post del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana in quello stesso post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto!

Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

Continue Reading