Ultimi post

<< >>

Venerdi’ del libro: AniMani

Questo Venerdi’ vi presento un libro che non è solo un libro, ma è anche uno splendido gioco e un modo divertente per avvicinare i bimbi alla’arte e alla creatività. Regalo di una carissima amica che sa sempre come tenerci occupati e farci divertire, questo

La tombola della casa per imparare le parole

Le tombole sono sempre piaciute parecchio a PF. Ve ne sarete di certo accorti, visto che in questi anni ne ho condivise parecchie: la tombola delle attività, quella degli alimenti, quella degli animali, delle parole, delle stagioni… Qualche settimana fa una mamma mi ha fatto

6 idee prese in rete per… giocare con le tabelline

A scuola PF sta imparando le moltiplicazioni e devo dire che, con mia grande meraviglia, senza troppo sforzo grazie soprattutto ai tanti giochi e alle tante divertenti attività che fanno in classe. Sono andata allora in cerca di un po’ di idee per ripassarle a

Venerdi’ del libro: Passione indiana

Non sono solita leggere biografie, non è un genere che amo particolarmente, ma questa volta mi sono lasciata tentare. Il libro che vi presento oggi è il racconto della vita di Anita Delgado giovanissima ballerina di flamenco di Malaga che diviene principessa del  regno di

Il gioco delle azioni e delle emozioni

Non so voi ma a noi piace molto giocare a Twister anche se immancabilmente, grazie alla mia grande flessibilità, finisco sempre il gioco dolorante. Era da un po’ che avevo pensato di creare un gioco simile, ma che richiedesse meno capacità di movimento. Cercando in

Venerdi’ del libro: AniMani

Questo Venerdi’ vi presento un libro che non è solo un libro, ma è anche uno splendido gioco e un modo divertente per avvicinare i bimbi alla’arte e alla creatività.

Regalo di una carissima amica che sa sempre come tenerci occupati e farci divertire, questo libro è arrivato a casa suscitando subito tanta curiosità. Utilizzato parecchio, è stato poi lasciato in disparte per qualche tempo in attesa dell’occasioen giusta, che è puntualmente arrivata!

In queste settimane con PF siamo studiando gli animali e mentre creiamo il nostro lapbook, ci siamo ricordati di questo splendido regalodandoci alla “creazione” di AniMani: animali disegnati sulle mani.

Il libro curato dalla Giotto raccoglie tanti immagini di Mario Mariotti uno splendido artista che ha condiviso con i piu’ piccoli, attraverso laboratori creativi, le sue opere.

Questo libro, insieme al kit di matite, offre la possibilità ad ognuno di noi, non solo ai bambini, di divertirsi ricreando o creando tanti animali sulle proprie mani. PF ne va matto e vi posso assicurare non solo lui!

animani

Il libro di oggi è quindi…

Animani, Fila-Giotto

animani

Ora attendo i vostri preziosi consigli!! Eccoli:

 

Buon fine settimana. Il mio sarà dedicato al “teatro”!!

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. Qui trovate le istruzioni per farne parte.

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che nei fine settimana vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

La tombola della casa per imparare le parole

Le tombole sono sempre piaciute parecchio a PF. Ve ne sarete di certo accorti, visto che in questi anni ne ho condivise parecchie: la tombola delle attività, quella degli alimenti, quella degli animali, delle parole, delle stagioni

tombola per imparare le parole di casa

Qualche settimana fa una mamma mi ha fatto una richiesta precisa: le serviva una tombola che avesse per tema gli oggetti di casa. Non ci ho pensato su molto e mi sono messa subito a realizzarla.

Qui trovate il Kit completo con il tabellone e le cartelle.

Ho creato 3 tipi di tabellone: uno con solo immagini, uno con immagini e nomi e uno con solo nomi. Per creare le tessere da estrarre a sorte, basta scegliere uno dei tre tabelloni e ritagliarne i quadrati che lo compongono. In questo modo potrete scegliere il gado di difficoltä da dare alla tombola: facile usando solo le immagini, medio usando nomi ed immagini o difficile usando solo i nomi.

Altre idee prese in rete:

 

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

6 idee prese in rete per… giocare con le tabelline

A scuola PF sta imparando le moltiplicazioni e devo dire che, con mia grande meraviglia, senza troppo sforzo grazie soprattutto ai tanti giochi e alle tante divertenti attività che fanno in classe.

Sono andata allora in cerca di un po’ di idee per ripassarle a casa in modo simpatico e piacevole. Ecco cosa ho trovato andando a spasso per la rete:

idee attività per imparare le tabelline

  1. Dolci operazioni
  2. Imparare le moltiplicazioni con i LEGO
  3. Il gioco dei numeri
  4. Ruba le moltiplicazioni: un bellissimo gioco di carte!
  5. La linea magica delle moltiplicazioni
  6. Le ruote delle tabelline e tantissime altre schede

E naturalmente vi segnalo il bellissimo post di Mamma Claudia per imparare le tabelline cantando!!

 

Sulla mia pagina Pinterest dedicata  alla matematica troverete tantissime altre idee!

Qui invece  tutte le idee prese in rete finora!

Post di Paola Misesti

Venerdi’ del libro: Passione indiana

Non sono solita leggere biografie, non è un genere che amo particolarmente, ma questa volta mi sono lasciata tentare.

Il libro che vi presento oggi è il racconto della vita di Anita Delgado giovanissima ballerina di flamenco di Malaga che diviene principessa del  regno di Kapurthala in India.

E’ il racconro di una fiaba trasformata in realtà, ma che viene presentata solo nei suoi aspetti romantici: nelle pagine del libro si trovano le riflessioni di Anita prese dal suo diario, vi sono le ricostruzioni storiche e  le considerazioni dell’autore tutto in forma romanzata.

Il libro pur avendo inevitabilmente dei momenti di stallo ( a volte la parte storica risulta particolarmente pesante) è bello ed offre interessanti spunti di riflessioni su mlti aspetti: la cultura indiana e q

    uella occidentale, la religione, il colonialismo, i tabu’, le tradizioni e non da ultimo l’amore.

Un libro che vi consiglio se amta il genere, se amate l’India e se amate le storie d’amore.

Il libro di oggi è…

AE4_38_08Passione indiana – Javier Moro

“Avevo l’impressione di andare al macello” avrebeb confessato Anita alla sorella Victoria. Era iniziato tutto come un gioco, ma si era trasformato cosi’ rapidamente in realtä che la stessa Anita si sentiva sopraffatta dagli eventi.

 

Ora attendo come sempre i vostri preziosi suggeriementi! Eccoli:

Settimana scorsa ‘povna mi ha fatto conoscere #ioleggoperchè: una magnifica iniziativa  che coinvolge anche i gruppi di lettura.

Mi piacerebbe far entrare Il Venerdi’ del libro in questo progetto conivolgendo tutti voi, in varie forme e modalità. Fatemi sapere nei commenti se l’idea vi piace!

Vi auguro un fine settimana splendido!

 

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. Qui trovate le istruzioni per farne parte.

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che nei fine settimana vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

Il gioco delle azioni e delle emozioni

Non so voi ma a noi piace molto giocare a Twister anche se immancabilmente, grazie alla mia grande flessibilità, finisco sempre il gioco dolorante.

il gioco delle azioni da scaricare gratis

Era da un po’ che avevo pensato di creare un gioco simile, ma che richiedesse meno capacità di movimento. Cercando in rete ho trovato qualche idea carina, ma nulla che mi divertisse particolamente. Pensa che ti ripensa, ho avuto infine l’illuminazione: creare dei semplici dadi in cui venissero riportate le azioni da compiere.

Ho realizzato cosi’ 3 dadi: uno raffigurate le emozioni e due indicanti delle azioni come cantare, saltare o toccarsi il naso.

Giocare è molto semplice.

Cosa vi serve:

Come si gioca:

A turno i giocatori tirano i tre dadi indicanti le azioni da compiere. Ogni giocatore tirerà i dadi,  ma sarà l’avversario posto alla propria destra a compiere le 3 azioni contemporanemanete per la durata di 1 minuto.

Se il giocatore riuscirà a resistere e compiere le 3 azioni contemporaneamente, senza interruzione per tutta il tempo richiesto, avrà passato il proprio turno e potrà tirare i dadi per l’avversario successivo. In caso contrario avrà un punto di penalizzazione.

Il gioco dura finchè un giocatore non totalizza 3 punti di penalizzazione. Vince il giocatore che ha totalizzato meno punti.

Spero che il gioco vi piaccia!

Altre idee prese in rete:

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Venerdi’ del libro: il messaggio segreto delle farfalle

Ho passato le ultime tre settimane praticamente imbottita di sciroppo per la tosse, tachipirina ed aereosol: mi sono presa un gran brutto raffreddore che non riuscivo a farmi passare. Purtroppo non ho potuto dedicarmi alla lettura come volevo, ma sono riuscita ugualmente a godermi qualche libro tra cui quello che vi presento oggi.

Il libro mi ha attratta pricipalmente dal titolo e dal relativo sottotitolo che recita “Il racconto di una donna in fuga dal silenzio dei tabu'”. La mia curiosità questa volta devo dire che è stata ben ripagata.

Una storia ben orchestrata e lo stile davvero piacevole mi hanno fatto apprezzare il libro fin dalle prime pagine. L’ho assaporato lentamente, pagina per pagina, e il finale mi è piaciuto molto anche se  non era quello che mi sarei aspettata.

Un libro che parla di coraggio, di emancipazione, di tabu’ e di amore. Duecento pagine che scorrono veloci e catturano.

Il libro che vi consiglio oggi quindi  è…

Il messaggio segreto delle farfalle – Laila al-Uthman

Le donne sono come farfalle che un giorno. nonostante tutto, spiccheranno il volo

_Ilmessaggiosegretodellefarfalle_1319856027

Ora attendo i vostri suggerimenti! Eccoli:

Buon fine settimana. Noi iniziamo proprio oggi le vacanze invernali: due settimane di relax per PF e di compiti di tedesco per me!

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. Qui trovate le istruzioni per farne parte.

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che nei fine settimana vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

 

6 idee prese in rete per… un goloso San Valentino

San Valentino si sta avvicinando ed io sono in cerca di stuzzichini facili da fare: saremo sulle piste da sci tutto il giorno, quindi mi serve un’idea veloce da preparare e da far trovare al nostro ritorno a casa!

Ho cercato in rete un po’ di spunti, ecco quelli che mi sono piaciuti di piu':

idee menu goloso e veloce per san valentino

  1. Segreti di Nutella
  2. Le fragole di San Valentino
  3. Dolcissimi cuori di mandarino
  4. La pizza dell’amore
  5. I toast innamorati ed altre golosità
  6. Cuori di Tortilla

Sulla mia pagina Pinterest dedicata ai menu di San Valentino troverete tantissime altre idee!

Qui invece  tutte le idee prese in rete finora!

Post di Paola Misesti

Evviva il Carnevale ! : il libro – gioco tutto da stampare

Il carnevale si avvicina, ma qui da noi non lo si festeggia o per meglio dire ci saranno delle parate in strada e delle piccole feste , ma non fa parte della tradizione locale e quindi passerà un po’ in secondo piano!

Dato che è una delle feste che mi piace festeggiare, ho pensato di realizzare un mini libro-gioco per assaporare un po’ il clima di festa.

libro gioco carnevale da stampare

Ecco allora che nasce “Evviva il Carnevale!” un libricino da stampare ed assemblare con semplici e simpatici giochi per intrattenere i bambini.

Qui trovate il libro gioco del carnevale da scaricare!

Altre idee prese in rete:

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Venerdi’ del libro: 1001 Ausflugsziele

Come potete ben immaginare la Svizzera offre davvero molto in fatto di escursioni ed attività per le famiglie.

Nel tempo ho consultato un sacco di libri e siti per raccogliere idee su mete interessanti e particolari, ma solo questa settimana sono riuscita a recuperare un libro che secondo me è perfetto per tutti colori che vogliono organizzare un viaggio in Svizzera.

Un unico problema: è repreribile solo in tedesco! Spero che presto verrà tradotto in altre lingue perchè è un libro davvero valido, ricco di informazioni, aggiornato e di facile consultazione.

Le mete sono divise per area geografica e per ogni itinerario sono indicati il periodo di apertura, l’eta di riferimento, le eventuali difficoltà che i bambini potrebbero incontrare (es. la durata di una passeggiata o di una manifestazione), l’equipaggiamento necessario (es. pranzo al sacco, zaino, abbigliamento invernale), la presenza o meno di punti di ristoro, l’indirizzo ed il sito web di riferimento.

Ogni meta ha inoltre una breve descrizione, una foto che richiama l’attrazione piu’ significativa del posto e delle icone che spiegano a colpo d’occhio le caratteristiche salienti della meta.

Sono catalogate mete ed attrazioni molto diverse ma pensate per famiglie: dal museo alla passegiata in montagna, dalla visita ad una fattoria didattica ad un parco giochi particolare, da castelli medioevali a percorsi in bicicletta, da teatri di marionette a ristoranti caratteristici.

Se masticate un po’ di tedesco (è sufficiente un livello base ed un buon vocabolario) è il libro che fa per voi. Gli potete dare un’occhiata in questo sito.

Per chi purtroppo deve attendere l’uscita in altre lingue, ma vuole ugualmente programmare un viaggio in Svizzera vi consiglio questo sito o i nostri racconti di viaggio!

Il libro di oggi è quindi:

1001 Ausflugsziele – Kidoh edizioni

1001 mete svizzera libro

Ora attendo i vostri preziosi consigli!! Eccoli:

Buon fine settimana, il nostro sarà alla scoperta della Svizzera: una notte in baita ci attende!

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. Qui trovate le istruzioni per farne parte.

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che nei fine settimana vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

Bimbi che non amano leggere: l’arte di sapere ascoltare

Se osservate PF in queste foto, non lo considerereste di certo un bambino che non ama leggere. Eppure è proprio cosi’!

bambini che non amano leggere

Non fraintendetemi: PF ama i libri, le storie, i racconti; semplicemente non ama leggere da solo pur essendo capacissimo di farlo. Lui preferisce di gran lunga ascoltare! Questa cosa mi ha demoralizzata a lungo.

Sono stata per molto tempo piena di dubbi:

Avevamo sbagliato ad avvicinarlo troppo presto alla lettura leggedogli storie fin da piccolissimo?

Leggergli noi i libri lo aveva forse demotivato, rendendolo pigro?

Avere la casa sommersa di libri gli aveva forse fatto odiare le parole scritte?

PF a 3 mesi mentre il nonno  gli legge Pinocchio

Analizzando da vari punti di vista la situazione mi sembrava chiaro che il problema non erano i libri in sè, che amava sfogliare e farsi leggere senza problemi, ma la lettura vera e propria: odiava stare con un libro in mano.

Il problema non era nemmeno aver bruciato le tappe: PF ha tranquillamente imparato a leggere a 6 anni e nessuno nè a scuola nè a casa gli ha mai fatto pressione. Non ha e non aveva di certo problemi di lettura, che al contrario gli risultava facile e fluida sia in italiano che in tedesco. La questione era un’altra: seplicemente non amava leggere!

PF era riuscito a far vacillare tutte le mie convinzioni : non era stato sufficiente leggergli a voce alta fin da piccolo, avere la casa piena di libri, frequentare la biblioteca, amare la lettura, essere d’esempio.

Convinta  piu’ che mai di quanto affermava Rodari, cioè che “Il verbo leggere non sopporta l’imperativo”, non ho mai insistito affinchè PF si mettesse a leggere da solo, ma mi dispiaceva che non lo facesse e non ne sentisse il desiderio.

A un certo punto è sorta spontanea una domanda: perchè era cosi’ importante per me che leggesse da solo? In fondo è un bambino allegro, curioso, con ottimi voti a scuola, interessato di tutto, con tanti amici. Perchè era per me un cruccio?

La risposta che mi sono data, è riuscita a tranquillizzarmi: non era una questione legata alla lingua (non avrebbe arricchito il suo vocabolario, non avrebbe imparato cose, non avrebbe migliorato la sua scrittura, non avrebbe mantenuto vivo l’italiano), ma ad una mia passione che volevo condividere con lui.

Ma le passioni hanno a che fare con le emozioni, con il piacere e con la relazione e per quelle, ero cansapevole, non era necessario che lui leggesse da solo! Lui amava già i libri… pero’ non leggerli, lui preferiva ascoltarli: la passione era già in lui, ma in un modo diverso dal mio!

Ho accettato quindi il suo rifiuto, semplicemente avevamo modi diversi di esprimere lo stesso amore per la lettura: io leggendo, lui ascoltando. Abbiamo quindi continuato a ritagliarci degli spazi di lettura tutti nostri in cui…

  • abbiamo navigato tra vari generi, perchè la passione è strettamente legata a cio’ che si ama, ma spesso bisogna andare in cerca di chi o cosa amare.  Siamo quindi passati  dai libri di avventura a quelli scientifici, dai fumetti ai libri di spie, dai classici rivisitati ai libri dell’horrore, dai libri di Geronimo Stilton ai grandi classici;
  • la lettura è diventata un dialogo: abbiamo quindi introdotto il gioco “una frase io, una frase tu” che poi si è trasformato in “un paragrafo io e uno tu” fino ad arrivare ad “una pagina io, una pagina tu”. In questo modo la lettura è diventato un dialogo a piu’ voci, a piu’ stili d lettura, a piu’ ritmi.
  • abbiamo reintrodotto i libri sonori (soprattutto durante i nostri lunghi viaggi in macchina) accompagnati anche dal testo originale perchè le passioni non hanno confini e si possono coltivare ovunque. In questo modo potevamo continuare la nostra storia in qualsiasi momento ascoltandola o leggendola;
  • abbiamo scoperto una storia attraverso vari media e vari canali comunicativi perchè la passione è fatta anche di creatività, di novità, di curiosità, di sperimentazione: il libro, il cartone animato o il film, il libro digitale, il gioco. L’isola misteriosa per esempio è una storia che abbiamo letto a voce alta, di cui abbiamo visto il film (sia quello nuovo che quello vecchio), che ci siamo raccontati  attarverso i disegni e i personaggi LEGO, di cui abbiamo commentato le illustrazioni rimandando alle varie parti del racconto e di cui abbiamo cercato luoghi e itinerari sulla cartina.

Poi un giorno è successo: PF ha preso un libro e l’ha letto  da solo dall’inizio alla fine, cosi’ solo perchè ne aveva voglia. Non un libretto di 10 pagine, ma di 200! Non un genere che mi entusiasmava, ma un libro che gli è piaciuto e che non smetteva di raccontarci. Da li’ i libri “letti” si sono moltiplicati.

La sua passione per la lettura va a onde: a volte è completamente immerso nei libri e a volte li snobba completamente e li gode solamente ascoltandoli. Diciamo che preferisce ancora “sentirli”!

Il suo maestro è consapevole che molti bimbi hanno questo tipo di rapporto con la lettura e si ritaglia ancora del tempo per leggere in classe ad alta voce (ora stanno leggendo lo Hobbit, su grande richiesta dei bimbi). PF adora questi momenti in cui si immerge completamente nei racconti.

Dalla nostra storia ho imparato tante cose, per esempio che:

  • per far crescere l’amore per la lettura non ci sono regole fisse o ricettine magiche ;
  • questa passione, come ogni passione, non deve essere data per scontata: la scintilla puo’ scoccare oppure no, accendersi o spegnersi o andare ad intermittenza;
  • amare i racconti e i libri non vuol dire necessariamente amare leggere;
  • ognuno ha i suoi tempi: mai forzarli anche se a volte ci sembrerebbe giusto farlo
  • ognuno hai suoi interessi e le sue priorità e la lettura puo’ non essere tra queste. Ma si sa gli interessi e le priorità possono cambiare, evolversi e modificarsi.

Vi lascio con una frase che trovo calzi a pennello per PF e per tutti i bimbi che hanno un rapporto con la lettura come il suo:

“Amare vuol dire soprattutto ascoltare in silenzio.”

Antoine de Saint-Exupery

 

Post di Paola Misesti