Scoprire i colori primari e secondari

Per avvicinare i bambini alla magia dei colori più piccoli ho realizzato delle schede operative.

Vi sono quelle relative sia ai colori primari sia secondari.

colori primari schede bambini scuola infanzia

Per ogni colore vi è anche una scheda che permette di riflettere su dove quei colori si possono trovare intorno a noi.

Grazie a queste schede i bimbi possono scoprire che i colori primari sono “puri”, non si creano cioè da nessun altro colore, mentre servono per crearne altri, chiamati appunto secondari.

colori primari e secondari schede bambini scuola infanzia

Potete far colorare le schede in vari modi:

  • con i pastelli
  • le tempere
  • gli acquerelli
  • il didò

Tutte le schede sono di grandi dimensioni, così possono essere utilizzate facilmente dai bimbi più piccoli.

Una volta terminate, si possono usare anche come cartelloni.

Trovate le schede da stampare qui sotto:

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… scoprire i colori primari e secondari

Sono andata in cerca di idee da poter parlare dei colori ai bambini e per spiegare loro come creare i colori secondari.

Ecco quelle che mi sono piaciute di più

Schede e attività per scoprire colori primari
  1. Lavoretti, giochi e attività per imparare i colori
  2. Le schede per giocare con i colori primari
  3. Tante schede per imparare i colori primari e secondari
  4. Alla scoperta dei colori primari e secondari
  5. Il libro dei colori
  6. Un simpatico libretto per scoprire i colori

Tante altre idee creative le trovate nellamia pagina Pinterest dedicata alle attività con i colori.

Qui trovate invece  tutte le idee prese in rete finora.

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco delle farfalle

Partendo dal del semplice cartone, ho realizzato questo gioco per i più piccoli, utile per l’apprendimento dei colori.

Ogni farfalla ha 3 colori diversi e i bambini devono abbinare il giusto tris di macchie, riportate sui cartoncini.

Realizzarlo è davvero semplicissimo: basta del cartone (come quello delle scatole di cereali) , un pennarello nero e dei pastelli.

Tante altre idee per apprendere i colori:

Post di Paola Misesti


Continue Reading

La tombola dei colori

Imparare i colori per i bambini è davvero divertente.

Per rendere quest’attività ancora più emozionante ho creato una tombola pensata apposta per loro.

Naturalmente è una tombola facilitata con poche caselle e immagini allegre e simpatiche, che la rende perfetta anche per i bimbi con bisogni educativi speciali.

I tabelloni contengono l’immagine di una macchia di colore, mentre i bussolotti e le cartelle hanno i disegni di oggetti.

Il tabellone così come i bussolotti sono di due tipi:

I tabelloni: su uno trovate i colori senza nomi e sull’altro con il nome in stampatello

I bussolotti: vi sono quelli con solo le immagini di oggetti e quelli con il loro nome sotto.

Le cartellette contengono solo le immagini di oggetti.

Come si gioca:

Distribuite le cartelle, mischiate i bussolotti ed estraetene a sorte uno alla volta. Chi è addetto all’estrazione nominerà il colore uscito e i giocatori dovranno segnare l’oggetto di quel colore se compare sulla loro cartella.

Vince chi fa tombola. E’ possibile pensare anche a piccoli premi intermedi per l’ambo, la terna…

Come si costruisce la tombola:

Stampate il file che trovate sotto, ritagliate il materiale e se volete plastificatelo.

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… giochi con i colori

Imparare i colori puo’ essere divertente!

In questo post ho raccolto un po’ di attività facili da realizzare per giocare con i colori.

IDEE PER GIOCHI CON I COLORI

 

  1. Il dividi bottoni
  2. I tappi dei colori
  3. La pasta colorata
  4. Il treno dei colori
  5. Infila il colore
  6. Le forme appiccicose

 

Tante altre idee creative le trovate nella mia pagina Pinterest dedicata alle attività con i colori.

 Qui trovate invece  tutte le idee prese in rete finora.

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Le carte degli animali per giocare con i colori e le forme

forme e colori montessori da stampare

“La cosa importante non è tanto che ad ogni bambino debba essere insegnato, quanto che ad ogni bambino debba essere dato il desiderio di imparare”
John Lubbock

Imparare giocando è uno dei modi migliori per apprendere perchè essendo le emozioni  le nozioni diventano piu’ facili da memorizzare e da ricordare in seguito.

Per questo motivo ho sempre proposto a PF attività che fossero  sotto forma di gioco ed è per questo che creo materiali didattici che siano divertenti.

Ultimamente mi sono state chieste delle attività per insegnare i colori e discriminare le forme. Ho pensato di realizzarne una un po’ particolare e di ispirazione montessoriana.

Per prima cosa ho creato delle carte con le sagome di animali, molto simili alle carte delle nomenclature:  su ogni carta è presenta la sagoma di un animale e il suo nome in corsivo. Le carte sono di 6 colori diversi: bianco, nero, giallo, rosso, blu e verde.

Ho poi realizzato un dado contente i 6 colori delle carte e 6 cerchi colorati. Un altro dado  e 6 cerchi con le immagini degli animali

L’attività è molto semplice, inoltre ha piu’ varianti e livelli di difficoltà:

  1. Mischiate le carte e posizionate  i 6 cerchi colorati in fila. Il bambino dovrà tirare il dado con i colori (solo quello) e scegliere le carte del colore che è uscito in sorte, posizionandole sotto il cerchio dello stesso colore.
  2. Mischiate le carte e posizionate i cerchi con le immagini degli animali. Il bambino dovrà tirare il dado con le sagome e scegliere le carte che rappresentano quell’animale a prescindere dal suo colore, posizionandole sotto il cerchio con la stessa immagine.
  3. Mischiate le carte e posizionate i 6 cerchi colorati in fila. Il bambino dovrà tirare sia il dado con i colori sia quello con le immagini. A questo punto  dovrà posizionare la carta dell’animale e del colore giusto sotto il cerchio del colore uscito in sorte.

Qui sotto trovate il kit da stampare che contiene:

  • 36 carte degli animali in 6 diversi colori
  • 1 dado con 6 colori
  • 6 cerchi colorati
  • 1 dado con le sagome degli animali
  • 6 cerchi con le sagome degli animali

E’ sufficiente stampare il file e ritagliare tutti i componenti del kit.

il gioco degli animali e dei colori

Altre idee prese in rete…

e sullo scaffale…

i colori usborne

forme in gioco libro

i colori libro di tullet

 

 

 

 

 

 

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Le carte dei colori per i piu’ piccini

IMG_5797

Oggi voglio condividere con voi un’attività pensata per i bimbi piu’ piccoli: le carte dei colori.

Imparare i colori non è cosi’ scontato e tra i vari giochi dell’asilo di PF c’erano quelli legati al loro riconoscimento: andavano dal dividere degli oggetti in base alla loro colorazione fino a nominare il colore rappresentato su carte ed immagini.

Per divertire i bambini in questa attività di riconoscimento, ho creato 21 carte con immagini di oggetti ed animali, tutti coloratissimi.

Questa carte si possono usare in due modi, il primo semplice il secondo piu’ difficile:

  1. facendo indicare ai bambini con il dito, con una gomma o con delle semplici mollette il colore dell’oggetto, segnando una delle tolle di vernice che si trovano sul lato delle carte
  2. ritagliate la parte dove sono rappresentate le tolle di vernice. Vi ritroverete con i  mano delle carte con le immagini colorate e tanti quadrati con le diverse tolle colorate. Proponete alcune carte ai bambini e separatamente le immagini con i barattoli colorati. I bimbi dovranno ora scegliere quale barattolo abbinare alla carta.

Va da sè che mentre giocheranno queste carte potrete chiedere di nominare sia gli oggetti che i colori.

Qui trovate le carte da stampare!

Altre idee “colorate” prese in rete:

LEGGI ANCHE…

 Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco delle forme e delle associazioni

IMG_5681

Il gioco che vi presento oggi lo potrei definire “2 in 1”. Nato fondamentalmente come un gioco di associazione in cui il bambino doveva riconoscere l’immagine scomposta corretta tra tante altre a disposizione, si è trasformato per esigenze pratiche in un gioco di costruzione.

I giochi di associazione hanno un ruolo importante nell’apprendimento, essi permettono di

  •  fare confronti tra forme e colori partendo da un modello di base;
  • individuare le differenze tra le grandezze: grande e piccolo, lungo e corto, alto e basso;
  • riconoscere le posizioni delle parti tra loro: sotto, sopra, di lato, davanti, dritto, storto, lontano, vicino, destra, sinistra;
  •  di passare dalle parti al tutto e viceversa

Le schede che avevo creato avevano quindi lo scopo di  esercitare queste abilità: partendo da una carta-modello raffigurante degli oggetti realizzati attraverso forme colorate, il bambino doveva individuare le carte da abbinare, aventi le stesse immagini ma scomposte e poste in posizioni differenti.

Una volta create le schede, le richieste dei bambini piu’ grandi pero’ sono state altre: l’individuazione delle immagini corrette era relativamente semplice per loro,  volevano invece divertirsi a ricostruire gli oggetti rappresentati nelle carte e crearne di nuovi. Attività anche questa molto utile perchè permette ai bimbi di giocare/impratichirsi con le coordinate spaziali partendo dall’esperienza. Oltre alle carte, ho quindi  realizzato anche delle forme da ritagliare che potessero essere utilizzate come “mattoncini” per ricostruire le figure!!

Qui trovate il gioco delle forme con le carte e le forme da ritagliare.

L’attività puo’ essere svolta in vari modi:

  1. proponete una carta/modello (es. la casa) e le carte che riproducono l’immagine scomposta, unitamente alle carte con l’immagine scomposta ma con variazioni di colore. I bambini dovranno individuare tra tutte quelle proposte le 2 che si rifanno alla carta/modello
  2. proponete una carta/modello (es. la casa o una delle immagini scomposte) e le varie forme colorate, chiedete ai bambini di riprodurre l’immagine sulla carta
  3. proponete 3 carte/modello (es. le carte con le 3 case9 e chiedete ai bambini di individuare le differenze
  4. proponete le forme e assegnate loro un nome, invitate ad abbinare quelle uguali per colore o per forme
  5. proponete le carte e invitate i bambini ad individuare le forme o i colori che nominate

Tutte queste attività possono essere svolte a vari livelli di difficoltà:

  • le immagini scomposte (soprattutto quelle in cui le forme sono disposte creando figure originali) sono piu’ difficili da riprodurre per i bambini piccoli
  • piu’ immagini scomposte proponete (es. le carte scomposte  della casa e del razzo insieme) piu’ il gioco diventa difficile
  • piu’ sono le forme in cui è composta l’immagine da ricostruire piu’ l’attività diviene complicata

Qui trovate altre idee per giocare con forme e colori:

LEGGI ANCHE…
Tante idee per giocare con i colori
Il gioco delle sequenze di colori
Signor Ranocchio insegna i giorni della settimana
Sequenze mostruose
Dove sei? Il gioco per imparare la destra e la sinistra

 Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco dei mostri colorati

Giocare con i memory è sempre stata la passione di PF quando era piccolo. Ne ho creati di tantissimi con temi diversi: quello degli animali, quello delle ombre, del cibo, delle parole, delle emozioni

Dopo un po’ pero’ mi ero stancata di giocarci, cosi’ ho realizzato delle varianti: i giochi dei dadi.

Quello che vi presento oggi è appunto uno di questi giochi: il gioco dei mostri colorati.

il gioco dei mostri colorati

Le regole sono semplici:

Distribuite sul tavolo le carte con le immagini rivolte verso il basso. A turno i giocatori tirano il dado e in base al colore che ne esce devono indovinare la coppia di mostri del colore capitato in sorte.

Se kil giocatore che ha tirato il dado non la trova, passerà il turno ad un altro giocatore che tirerà nuovamente il dado e tenterà lui di indovinare una nuova coppia.

Questo gioco aiuta in modo divertente ad imparare i colori e a migliorare la concentrazione e la memoria

Qui trovate il gioco dei mostri colorati da stampare!

Altre idee “colorate” prese in rete:

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Imparare i colori con l’elefantino Elmer

La mia preoccupazione più grande del nostro trasferimento a Zurigo è il tedesco, ovvero l’impatto che Piccolo Furfante avrà con questa lingua.

Ho avuto modo di parlare con quella che sarà (casa permettendo! 😕 ) la sua futura maestra svizzera, la quale mi ha rassicurato su tutta la linea, ma si sa il cuore di una mamma è sempre in ansia o, per lo meno, il cuore di questa mamma  lo è! 😳

Il mio scopo in questi mesi prima dell’inizio della scuola, non è tanto insegnargli parole in tedesco (che tra l’altro io non so e non saprei pronunciare correttamente 🙄 ), ma fargli piacere la lingua, fargli venire la curiosità e la voglia di impararla…

Così studio e faccio i compiti davanti a lui, guardiamo i cartoni animati in tedesco (non capendoci assolutamente nulla), consulto sempre il dizionario per fargli venire la curiosità di sapere cosa dice un cartello o la copertina di un giornalino, abbiamo preso dei quaderni con delle semplici attività (labirinti, cerca le differenze…) che naturalmente devo tradurre per capire come risolvere! Proprio partendo da questi libri mi è venuta l’idea del nostro gioco con i colori.

Sybille, tempo fa, mi aveva suggerito questo bellissimo sito (che non tratta solo di tedesco!) e a PF era piaciuta soprattutto la pagina sui colori. L’altro pomeriggio mi è venuta l’idea di abbinare questa pagina ad un’attività e così è nato  il nostro elefantino Elmer.

PF adora i libri di Elmer e le sue rocambolesche avventure, così quando gli ho proposto di crearne uno di carta da appendere nella sua stanza si è armato di pennarelli e di tanta voglia di fare.

Ho disegnato su di un foglio la sagoma di Elmer e ho invitato Piccolo Furfante a colorarlo: si sa Elmer ha la pelle di tanti quadratini multicolore 😀

Ogni volta che PF sceglieva un colore io schiacciavo il tasto del colore corrispondente naturalmente in tedesco, ma la stessa cosa avrei potuto farla in francese,  in inglese o in spagnolo. PF si è divertito molto e ogni tanto cercava di ripetere quello che sentiva…

In men che non si dica l’elefantino era finito e non contento PF ha deciso di proseguire il gioco dipingendo anche un pezzettino di legno recuperato al parco, che è diventato una decorazione da vaso 😀

Un bel gioco, che sicuramente rifaremo 😀

LEGGI ANCHE…

Continue Reading