Le schede per imparare i suoni dolci e duri di G e C

schede ortografia G e C

I suoni della  C e della G fanno impazzire tutti i miei alunni sia grandi che piccini.

Un po’ perchè in tedesco hanno altre regole di pronuncia, un po’ perchè sono effettivamente suoni difficili da ricordare. Capita cosi’ che si tolgano o si aggiungano troppe H alla parola.

Nel tempo ho creato un po’ di attività per far memorizzare e ripassare questi suoni. Tra quelle che trovo piu’ utili ci sono  le tabelle.

Nella tabella si trovano tante immagini il cui nome contiene uno dei suoni della G o della C. Il bambino deve per prima cosa pronunciare il nome e scegliere in quale colonna posizionarlo in base al suono. Una volta deciso, deve scrive il nome nella colonna.

In questo modo è spinto a riflettere piu’ volte sull’ortografia, cercando di abbinare il suono alla grafia corretta.

Ho creato 2 tabelle per esercitarsi con questi suoni: le potete scaricare qui.

Altre idee prese in rete:

e sullo scaffale…

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco dell’ortografia

giochi ortografia scuola primaria

 

L’ortografia è una cosa davvero complicata da imparare. Tutti i miei studenti se ne lamentano e anche quelli piu’ bravi si demoralizzando di fronte alle tante regole e alle tante eccezioni. Ripetere gli esercizi poi è davvero noioso.

Ho creato allora 3 giochi per ripassare le regole in modo divertente.

Sono in pratica tre giochi dell’oca in cui su ogni casella sono riportate due parole: una scritta correttamente e l’altra sbagliata. Si tratta di parole che richiamano regole ortografiche come l’uso della cq o della sci, delle doppie o di gn.

Come si gioca:

Le regole sono quelle tipiche del gioco dell’oca. I concorrenti tirano il dado e si muovono di tante caselle  quante il numero uscito. Una volta che il giocatore è sulla casella, legge le due parole e ne sceglie una. Se è corretta puo’ rimanere sulla casella; se la risposta è sbagliata, deve ritornare alla casella precedente. In tutti e due i casi cede il turno all’avversario alla sua destra. Vince chi per primo arriva in fondo al tabellone.

Ho creato anche le schede con le soluzioni, in modo che un bambino puo’ fare da giudice, mentre i compagni giocano.

Qui trovate i 3 tabelloni da stampare, con relative soluzioni. Per sicurezza ho creato anche un dado, nel caso non ne abbiate uno a disposizione.

Buon divertimento!

Altre idee prese in rete:

SCOPRI ANCHE:

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… giocare con l’ortografia

Una delle difficoltà maggiori dell’italiano è proprio l’ortografia. Sono cosi’ sempre in cerca di attività che possano non solo insegnarla, ma anche divertire.

Ne ho raccolte alcune, eccone un po’ per voi…

6 idee prese in rete per attività ortografia

 

  1. Il memory dei suoi con la C e la G
  2. Tanti simpatici dettati ortografici
  3. Il gioco dell’oca per ripassare tutti i suoni della C
  4. La tombola delle preposizioni articolate
  5. Tantissimi cruciverba ortografici
  6. Il lapbook delle difficoltà ortografiche

 

 

Tante altre idee le trovate sulla mia pagina Pinterest con tutte i giochi e le schede didattiche che preparo per il sito. 

 Qui trovate invece  tutte le idee prese in rete finora!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Le carte autocorrettive per imparare HO HAI HA

carte autocorrettive per imparare ha ho hai

 

Il verbo avere  non è purtroppo facilissimo da imparare: i miei alunni impazziscono nel dubbio se mettere l’acca o meno .

Per ripassare la regola ed esercitarsi un po’ ho creato delle carte autocorrettive. Su ogni carta trovate una breve frase, mancante proprio del verbo avere, delle congiunzioni a, o oppure delle preposizioni a, ai . Trovate quindi due possibili soluzioni tra cui scegliere: una giusta ed una naturalmente sbagliata.

La particolarità di queste carte è che sono appunto autocorrettive: è possibile infatti sapere immediatamente se avete fatto la scelta giusta. Questa particolarità permette ai bambini di esercitarsi da soli, di sentirsi autonomi e non controllati.

Qui trovate le 24 carte da stampare.

E’ sufficiente stamparle e ritagliarle e ripiegare il lato destro in cui è presente la soluzione.

Potete proporle ai bambini tutte insieme oppure un gruppo di carte alla volta.

Altre idee prese in rete:

Non mi resta che augurarvi “buon gioco” !

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… il giorno della memoria

Parlare dell’olocausto e del giorno della memoria a bambini e ragazzi non è facile. Sono andata allora in cerca di attività e progetti da poter proporre.

Ne ho raccolti alcuni davvero interessanti. Eccoli per voi…

6 idee ATTIVITÀ E progetti per il giorno della memoria

 

  1. Tante schede da colorare
  2. Un lapbook dedicato ad Anna Frank
  3. Una bellissima poesia e delle attività collegate
  4. Un percorso didattico con schede
  5. La valigetta della memoria per riflettere e non dimenticare
  6. Tante schede, disegni ed approfondimenti sulla giornata della memoria

 

 

Tante altre idee le trovate sulla mia pagina Pinterest 

 Qui trovate invece  tutte le idee prese in rete finora!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Le finestrelle delle tabelline

le finestrelle delle tabelline

 

Le attività per imparare e ripassare le tabelline sono sempre richiestissime. Ho creato nel tempo parecchi giochi e ultimamente ne ho realizzati di nuovi, tra cui la divertente attività autocorretiva che vi presento oggi:  le finestrelle delle tabelline.

Sono delle semplici carte con 11 finestrelle ognuna: una carta per ogni tabellina, dall’1 al 10.

Su ogni carta è presente un’intera tabellina. Sollevando le finestrelle, i bambini potranno controllare se il risultato ipotizzato è quello giusto.

Queste carte sono molto utili sia per memorizzare le tabelline stesse sia per ripassarle.

Qui trovate il file da stampare con le carte.

Per creare le carte è sufficiente ritagliarle, tagliare le finestrelle seguendo le linee tratteggiate di rosso ed incollarle alle carte sottostanti in cui è presente il risultato. In questo modo sollevando le finestrelle, si troveranno i risultatti.

Non mi resta che auguravi buon di divertimento!

Altre idee prese in rete…

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Le carte delle tabelline

carte per ripassare le tabelline

Una volta imparate, le tabelline devono essere ripetute, altrimenti il rischio è quello  di dimenticarsele in fretta. Ci sono vari modi per ripassarle: alcuni noiosi  ed altri piu’ divertenti.

Ho creato delle carte autocorrettive con cui è possibile esercitarsi da soli. Su ogni carta trovate un’operazione e due possibili risultati: uno giusto e uno sbagliato.

La particolarità di queste carte è che sono appunto autocorrettive: è possibile infatti sapere immediatamente se il risultato scelto è quello giusto o meno.

Ho creato tante carte quante sono le tabelline dal 2 al 10.

E’ sufficiente stampare e ritagliarle e piegare il lato destro in cui è presente la soluzione.

Potete proporre una tabellina alla volta o piu’ di una o addirittura mischiarle tra loro.

Qui trovate i file da stampare:

Altre idee prese in rete:

Non mi resta che augurarvi “buone tabelline” !

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

 

Continue Reading

Alla scoperta dei nomi

Per avvicinare PF alla grammatica italiana avevo creato una scrivania didattica , alcune carte gioco e una valigetta in cui riassumere le principali regole su verbi, nomi ed aggettivi.

Per la lezione sui nomi, ho realizzato anche un breve video che spiega in maniera semplice e sintetica tutto cio’ che c’è da sapere sui nomi.

 

Pr comodità ho creato anche una versione stampabile di tutte le slide che potete cosi’ avere sempre a disposizione: potete scaricarle qui!

schede analisi grammaticale nomi

Se siete curiosi di vedere tutti i miei video, li trovate sul mio CANALE 

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il metodo di studio ovvero imparare a studiare in modo efficace

Avere un metodo di studio significa principalmente imparare a studiare trovando un modo che risulti efficace a seconda delle proprie caratteristiche personali: ogni bambino è infatti diverso e non tutti i metodi vanno bene. C’è chi memorizza piu’ facilmente con  schemi e disegni, chi attraverso riassunti e chi semplicemente sottolinenando.

Dopo varie prove e tentativi, noi abbiamo trovato questo metodo che ci risulta veloce ed efficace:

  • leggiamo e rileggiamo per capire bene il testo
  • sottoliniamo le parole chiave
  • dividiamo il testo in punti
  • riassumiamo brevemente il testo seguendo i punti e usando le parole chiave
  • creiamo schemi se il testo è particolarmente complesso
  • ripetiamo usando gli schemi o i riassunti
  • ripetiamo senza schemi o riassunti

Una volta individuato il metodo ho creato per PF delle carte che lo riassumessero visivamente, in modo che gli fosse chiaro ogni passaggio. Le trovate in questo post da stampare.

Ho realizzato anche un brevissimo video…

 

Se siete curiosi di vedere tutti i miei video, li trovate sul mio CANALE 

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Le carte per imparare a scrivere una descrizione

le carte per imparare a scrivere le descrizioni

Dopo le carte per scrivere un tema e un riassunto, ho preparato per PF anche le carte per imparare a scrivere una descrizione.

Da quando è iniziata la scuola PF si sta allenando a scrivere temi e riassunti. Quello che notavo pero’ era che le sue descrizioni erano poco precise e si limitavano all’uso di pochi aggettivi. Ho pensato allora di creargli un promemoria per scrivere descrizioni che riguardano persone, animali, oggetti e l’ambiente. Ogni foglio contiene domande che aiutano a capire quali informazioni possono essere importanti e quindi da scrivere.

Sono in tutto 4 fogli che possono essere incollati per creare un mini libretto che sta in una mano.

Qui trovate le carte da stampare e ritagliare…

e qui un breve video che ho realizzato:

 

Se siete curiosi di vedere tutti i miei video, li trovate sul mio CANALE 

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading