Impariamo giocando: Origami zoo animals

Alla scuola dell’infanzia PF ha fatto scorpacciata di giochi legati alla motricità, soprattutto quella fine: dal costruire torri di mattoncini a piantare chiodi in pezzi di legno, da comporre figure con i chiodini a realizzare origami.

Gli origami sono un’antica arte orientale, nata in Giappone, in cui piegando la carta secondo determinati modelli si realizzano oggetti, animali e figure anche molto dettagliate.

Questa tecnica proposta ai bambini è molto utile perchè allena oltre che la loro manualità anche…

  • la pazienza,
  • la concentrazione
  • la coordinazione spaziale

Quando Funlab mi ha fatto conoscere “Origami Zoo Animals” di 4M mi è subito piaciuto sia perchè si tratta appunto di costruire animali con questa tecnica sia perchè con questo gioco è possibile creare un bellissimo diorama, ovvero una piccola savana in miniatura.

In questo modo i bambini non solo possono allenare la loro manualità, ma anche conoscere gli animali di questo habitat naturale e da qui individuarlo su di una cartina.

Nel kit trovate:

  • 30 foglietti colorati per riprodurre 7 animali
  • degli occhietti adesivi
  • un paesaggio di carta 3 D
  • un foglio con le istruzioni per costruire gli origami

E’ possibile realizzare 7 differenti animali : farfalle, leopardi, ghepardi, giraffe, zebre, elefanti e tigri. Alcuni sono molto semplici, altri un po’ piu’ complessi. Eccone alcuni di quelli che abbiamo realizzato noi…

Una volta creati bambini possono montare il paesaggio pop up in 3 dimensioni e inserire gli animali nel loro ambiente naturale, continuando a giocare con loro .

Il gioco è inoltre molto versatile e puo’ essere utilizzato per tante attività. Eccone alcune:

CHE VERSO FA?

Questo è un gioco perfetto per i bimbi piu’ piccoli che devono associare ad ogni animale il nome ed il verso.

Sapete che verso fa la giraffa? Landisce. Per sentirla, potete cercare insieme ai bimbi il verso su internet.

INVENTIAMO UNA STORIA

Utilizzando il diorama e gli animali creati, si posso inventare ed animare tante storie sia da soli che in gruppo

GIOCHIAMO A SCRIVERE

I bambini possono giocare ad abbinare ad ogni animale il proprio nome e divertirsi a ricalcare la carta che lo indica

Le carte le trovate da stampare qui:

**************************************

Ringrazio Funlab per avermi fatto conoscere questo divertente gioco creativo!

Se vi piace, potete acquistare il gioco direttamente dal loro sito : Funlab 

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Corri, corri ! Vola, vola! : un divertente gioco per allenarsi ad usare le forbici

Imparare ad usare le forbici è un’abilità molto importante perché…

allena la motricità fine, fondamentale per la scrittura
rafforza i muscoli della mano che servono non solo per scrivere, ma anche per svolgere molte attività come usare le posate, afferrare oggetti, pettinarsi, allacciare i bottoni…
favorisce il coordinamento occhio-mano fondamentale per ogni attività quotidiana come mangiare, bere, vestirsi…

Per allenare i bambini ad usare le forbici ho creato un divertente gioco, una vera e propria sfida tra animali.

Ho creato tante schede con tante immagini di animali. I bambini devono sceglierne uno tra 6 possibili e tirando il dado sfidare la sorte per vedere quale tra questi arriva per primo al traguardo. Nella sfida “nuota, nuota!” sará il pesciolino o lo squalo? In quella “ vola, vola!” vincerà l’uccellino o l’ape oppure la farfalla? Forse la libellula!

Ogni volta che esce l’immagine dell’animale scelto bisogna tagliare una casella corrispondente all’immagine. Il primo giocatore che terminerà i propri disegni avrà vinto.


Ho creato 6 schede tutte diverse e altrettanti dadi da abbinare.





Le trovate da stampare qui:

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

SCOPRI ANCHE…

Se siete in cerca di giochi per allenare la motricità, li potete trovare nella mia bacheca di Amazon dedicata a questo tema. Nelle altre bacheche inoltre troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Inventa una storia: un gioco per allenarsi a descrivere e raccontare

Inventare storie è sempre divertente e cosa c’è di meglio che farlo in compagnia?

Per rendere i racconti ancora più emozionanti e coinvolgere tutti i bambini ho creato un divertente gioco da fare con i dadi.

Personalmente trovo questo strumento molto utile e versatile perché

  • allena i bambini a fare descrizioni e a raccontare secondo una sequenza logica
  • amplia il vocabolario, stimolando i bambini ad usare termini diversi
  • è un’attività che si può fare da soli o in gruppo
  • in gruppo aiuta chi è più timido o a corto di idee di inserirsi nel racconto
  • permette a tutti di partecipare
  • è un gioco sempre nuovo che si può riproporre più e più volte

Tutto quello che serve è i tabellone di gioco e un dado.

Sul tabellone trovate 6 colonne, una per ogni numero del dado, in cui vi sono raffigurati oggetti, animali e personaggi.

L’attività si può svolgere sia oralmente che per iscritto.

Di solito la propongo prima a voce sia perchè risulta più divertente sia perchè spiega ai bimbi, in maniera pratica, come si svolge il gioco.

Come si gioca:

  • IN GRUPPO. Si posiziona il tabellone al centro, ben visibile da tutti. A turno i bimbi tirano il dado e in base al numero uscito scelgono l’oggetto, l’animale o il personaggio da inserire nella storia. Devono fare riferimento solo alle immagini che si trovano all’interno della colonna a cui si riferisce il numero uscito. L’unica regola è che il racconto deve essere di senso, avere un inizio ed una fine.
  • DA SOLI. Si consegna un tabellone ad ogni bambino e gli si chiede di inventare una storia scegliendo gli oggetti, gli animali ed i personaggi che escono tirando il dado. In questo caso ogni bimbo deve inventare la propria storia, scriverla e poi raccontarla al gruppo.

Il kit di gioco comprende due tabelloni con immagini diverse e un dado da costruire.

Tutti i disegni sono in bianco e nero, così i bambini possono anche divertirsi a colorarli.

Trovate il kit da stampare qui:

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading