La filastrocca della C

Con alcuni dei miei alunni sto affrontando la temutissima lettera C. Per chi parla tedesco la C crea sempre parecchi problemi, perchè i suoni sono diversi da quelli italiani e ci vuole sempre molto esercizio per memorizzarli correttamente.

Per aiutare i bambini piu’ piccoli, che l’affrontano per la prima volta, ho creato un librettino con delle filastrocche. Colorando i disegni e leggendolo prima della lezione, risulta loro piu’ facile ricordare i suoni e la grafia corretta.

Ho pensato che poteva essere utile anche ad altri studenti, cosi’ oggi ho deciso di condividerlo con voi.

Qui sotto trovate il libretto da stampare ed assemblare, con le relative istruzioni:

Non mi resta che augurarvi buona lettura.

Altre idee prese in rete:

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… parlare di sè

La scuola sta per iniziare! Ho raccolto un po’ di idee “rompi ghiaccio” per aiutare ed invitare i bambini a parlare di sè

Ecco quelle che mi sono piaciute di piu’…

  1. Mi coloro e mi descrivo con il disegno
  2. “Ciao, mi chiamo”: un bellissimo lapbook biografico
  3. Tante meravigliose schede per i piu’ piccoli
  4. Un puzzle per raccontarsi
  5. “Mi presento”: una scheda per parlare di sè
  6. Una simpatica scheda per i bimbi piu’ piccoli


Tante altre idee creative le trovate nella mia pagina Pinterest  dedicata al primo giorno di scuola

Qui trovate invece  tutte le idee prese in rete finora.

Buon divertimento!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco dell’oca per ripassare l’ortografia

Per i primi giorni di scuola ho pensato a delle attività che siano divertenti, ma che permettano di ripassare un po’ di conoscenze.

Per i miei ragazzi della terza primaria ho creato un gioco dell’oca per ripassare l’ortografia.

Si tratta di un semplice gioco dell’oca in cui i giocatori si spostano di casella in casella con l’aiuto di un dado. Su ogni casella c’è una parola scritta in due modi: uno corretto e l’altro sbagliato. Si tratta di parole che hanno delle difficoltà ortografiche: doppie, cqu, cu, qu, scie…

Ogni volta che un giocatore arriva su di una casella deve scegliere tra le due possibilità. Se sceglie la parola che è scritta correttamente, puo’ rimanere sulla casella, se no torna indietro a quella precedete e passa il turno ad un altro giocatore.

Vince chi arriva per primo alla fine del percorso.

Naturalmente gli altri giocatori devono stare attenti alle risposte degli avversari per vedere se danno la risposta giusta.

Qui sotto trovate due tabelloni e un dado:

Non mi resta che augurarvi buon divertimento e buon ripasso!

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… l’inizio della scuola

Da noi è già iniziata da qualche giorno, so che anche da manca poco. Ecco allora qualche idea divertente e simpatica per il primo giorno di scuola.

1
  1. Tante medaglie ricordo
  2. Un schultüte pieno di giochi e regalini
  3. Tante copertine a colori e in bianco e nero
  4. Una cornice gigante
  5. Etichette per ogni materia
  6. Porta merenda fai da te

Tante altre idee creative le trovate nella mia pagina Pinterest  dedicata al primo giorno di scuola

Qui trovate invece  tutte le idee prese in rete finora.

Buon divertimento!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco dell’oca d’italiano

In questi ultimi giorni di scuola i miei alunni, come credo tutti, hanno solo voglia di rilassarsi e godersi la compagnia dei compagni prima delle vacanze.

Ho pensato allora a delle attività che siano divertenti, ma che ci permettano di ripassare quanto abbiamo fatto.

Per i miei ragazzi della quinta primaria ho creato un gioco dell’oca per rivedere le regole d’italiano fatte quest’anno.

Si tratta di un semplice gioco dell’oca in cui i giocatori si spostano di casella in casella con l’aiuto di un dado. Ogni volta che un giocatore si muove deve pescare una carta dal mazzo e rispondere alla domanda che contiene.

La carta potrà chiedere se una parola è scritta correttamente o di fare l’analisi grammaticale di un verbo o l’analisi logica di una frase, potrà chiedere di mettere la punteggiatura o di volgere in passiva una frase attiva.

Se il giocatore risponde correttamente alla domanda rimane su quella casella, in caso contrario dovrà tornare sulla casella precedente e passare il turno all’avversario.

Attenzione: quando il giocatore dà la risposta, il giocatore alla sua destra dovrà correggerlo. Se quest’ultimo sbaglia, affermando che la risposta è giusta quando sbagliata o sbagliata quando giusta, salterà il turno. In questo modo tutti i giocatori devono stare attenti alle risposte degli altri.

Bastano anche solo 2 giocatori.

Ho proposto questo giocato proprio ieri e i miei alunni si sono divertiti molto.

Qui sotto trovate il kit da stampare, formato da un cartellone, 48 carte e un dado:

Buon divertimento a tutti!

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… festeggiare l’arrivo della primavera

Finalmente è arrivata la primavera. Ecco qualche idea simpatica e divertente per festeggiarla…




  1. Il lapbook di primavera
  2. I mandala della primavera
  3. Le variopinte farfalline
  4. L’appendino primaverile
  5. Il libretto di primavera da colorare
  6. L’alveare delle apine

Tante altre idee creative le trovate nella mia pagina Pinterest dedicata alla primavera

Qui trovate invece  tutte le idee prese in rete finora.

Buon divertimento!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… giocare con le tabelline

A scuola PF sta imparando le moltiplicazioni e devo dire che, con mia grande meraviglia, senza troppo sforzo grazie soprattutto ai tanti giochi e alle tante divertenti attività che fanno in classe.

Sono andata allora in cerca di un po’ di idee per ripassarle a casa in modo simpatico e piacevole. Ecco cosa ho trovato andando a spasso per la rete:

idee attività per imparare le tabelline

  1. Dolci operazioni
  2. Imparare le moltiplicazioni con i LEGO
  3. Il gioco dei numeri
  4. Ruba le moltiplicazioni: un bellissimo gioco di carte!
  5. La linea magica delle moltiplicazioni
  6. Le ruote delle tabelline e tantissime altre schede

E naturalmente vi segnalo il bellissimo post di Mamma Claudia per imparare le tabelline cantando!!

 

Sulla mia pagina Pinterest dedicata  alla matematica troverete tantissime altre idee!

Qui invece  tutte le idee prese in rete finora!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

I puzzle degli animali per imparare le parole

i puzzle degli animali da stampare gratis

Anatole France diceva che “S’impara soltanto divertendosi”, forse non è sempre vero, ma di certo divertirsi fa vivere l’esperienza dell’apprendere come qualcosa di  piacevole, qualcosa da ripetere favorendo la curiosita’ e la voglia di sapere.

Perchè allora non imparare a scrivere e leggere in modo divertente? PF lo ha imparato giocando con i palloncini, facendo cacce al tesoro e interminabili puzzle.

Quelli che vi presento oggi sono i suoi puzzle sul tema animali per imparare a scriverne il nome.

8 puzzle ricostruendo i quali è possibile formare la parola dell’animale corrispondente.

Qui trovate i puzzle degli animali  da scaricare e ritagliare!

Altre idee prese in rete:

LEGGI ANCHE…

 

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Giochi, Gioca, giochiamo: Triominos per imparare le somme

triominos

Poco dopo che c’eravamo trasferiti a Zurigo, avevo aperto qui sul blog una rubrica intitolata “giochi, gioca, giochiamo” per parlare degli spendidi giochi che PF faceva a scuola e che poi ritrovavamo nella nostra ludoteca di fiducia.

Avevo poi smesso di postare perchè mi ero accorta che molti dei giochi non erano reperibili in Italia, ma soprattutto che la maggior parte era solo in lingua tedesca: le mie  recesnioni quindi non vi erano utili per nulla.

Con l’inizio della scuola primaria i giochi di PF si sono moltiplicati e hanno cambiato genere: per lo piu’ sono giochi matematici perchè lui li adora. Con mia grande sorpesa, girovagando tra gli scaffali italiani, ho scoperto che in questo caso i giochi sono gli stessi. Ecco cosi’ che la rubrica riprende senso: vi spieghero’ perchè vengono usati (o consigliati) questi giochi a scuola, come li usiamo noi, cosa ci piace e cosa non ci piace. Per correttezza preciso che questi NON sono post sponsorizzati, per cui la scelta dei giochi che pubblico e i miei pareri sono del tutto spassionati!

Oggi vi presento un gioco che PF adora: triominos!

Le regole sono semplici: è una sorta di domino in cui bisogna far coincidere 2  o 3 numeri tra loro. Le tessere sono infatti dei triangoli con gli angoli numerati. Proprio come in un domino, le pedine devono incastrarsi perfettamente tra loro. I numeri vanno da 0 a 5 e le combinazioni sono molteplici.

Noi giochiamo in due modi: una versione semplificata e una piu’ complessa.

Nel primo caso (versione piu’ semplice) è sufficiente far coincidere i numeri e vince il giocatore che finisce prima le sue tessere.

Nel secondo caso (quello piu’ complicato), invece, il gioco termina quando un giocatoreha termnato le proprie pedine, ma vince chi ha ottenuto  il punteggio piu’ alto. Ogni giocatore quindi, ogni volta che fa una mossa, deve considerare la combinazione di numeri migliore e non solo quella che si incastra perfettamente. Di volta in volta dovrà in pratica segnare su un foglio la somma ottenuta dai numeri che gioca e alla fine della partita sommare ogni giocata.

Capite che in questo modo il gioco diventa davvero complicato, ma è un buon modo per allenare la mente a fare le somme. Alla scuola di PF (ma è un metodo comune qui) le somme da 0 a 10 vengono fatte solo mentalmente: ovvero si imparano a memoria proprio come le tabelline. Niente dita, niente pallottolieri, niente oggetti da contare; solo memoria!

Questo gioco quindi permette a PF di esercitarsi in maniera divertente con le somme e allo stesso tempo aumenta la sua capacità di riflessione e concentrazione.

Sulla scatola è consigliato a partire dai 6 anni; nella vesrione semplificata, se i bimbi sono amanti dei numeri, è possibile utilizzarlo anche prima. Unico difetto: è solo per 4 giocatori!

Per chi è curioso, QUI vi sono tutti i giochi recensiti finora!

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Giocare con l’arte: un’invasione di Nanas

SAM_0592

Se vi capitasse di passare per la stazione di Zurigo, vi accorgereste subito di una strana figura di donna che svolazza sopra di voi! Non potete non notarla semplicemente perchè è gigantesca!

Questa “donnona” non è altro che una delle bellissime opere di Niki de Saint Phalle. Avevo conosciuto quest’artista, tantissimi anni fa, ammirando le sue (e del marito Jean Tinguely) creazioni a Parigi, in particolare la fontana Stravinsky che si trova proprio di fronte al Centre Pompidou. Molti di voi la cnosceranno anche per il Giardino dei tarocchi. Potete quindi immaginare la mia sorpresa a ritrovarmi una “sua” gigantesca Nana qui a Zurigo!

PF mi prende sempre in giro quando mi trova ad ammirare questa “donnona” che lui chiama amichevolmente “la donna con le coscione”. Qualche tempo fa, in occasione del nostro ultimo lavoretto artistico, mi è venuta l’idea di realizzare una nana insieme a lui utilizzando il das.

niki saint phalle elefante parigi

Dopo aver allestito il nostro atelier in salotto, ci siamo messi all’opera ma all’ultimo momento PF non aveva voglia di realizzare “la donna con le coscione” e cosi’ abbiamo scelto di ricreare una della sculture della fontana parigina: esattamente l’elefante.

Con un po’ di pazienza la nostra scultura era pronta e PF, sull’onda dell’entusiasmo, ha deciso di crearne una tutta sua che ha ribattezzato “la tazzina”. Indovinate che forma ha??

arte con i bambini 2

Dopo aver aspettato 2 giorni che il das si asciugasse ben bene, ci siamo dati alla colorazione delle nostre opere, naturalmente ispirandoci ai colori e ai disegni dell’artista. Ora “la tazzina” e “l’elefante” sono diventati due splendidi e coloratissimi fermacarte e ci ricordano la nostra “donna con le coscione” appesa nella stazione di Zurigo.

LEGGI ANCHE:

Continue Reading