Le carte dei colori per i piu’ piccini

IMG_5797

Oggi voglio condividere con voi un’attività pensata per i bimbi piu’ piccoli: le carte dei colori.

Imparare i colori non è cosi’ scontato e tra i vari giochi dell’asilo di PF c’erano quelli legati al loro riconoscimento: andavano dal dividere degli oggetti in base alla loro colorazione fino a nominare il colore rappresentato su carte ed immagini.

Per divertire i bambini in questa attività di riconoscimento, ho creato 21 carte con immagini di oggetti ed animali, tutti coloratissimi.

Questa carte si possono usare in due modi, il primo semplice il secondo piu’ difficile:

  1. facendo indicare ai bambini con il dito, con una gomma o con delle semplici mollette il colore dell’oggetto, segnando una delle tolle di vernice che si trovano sul lato delle carte
  2. ritagliate la parte dove sono rappresentate le tolle di vernice. Vi ritroverete con i  mano delle carte con le immagini colorate e tanti quadrati con le diverse tolle colorate. Proponete alcune carte ai bambini e separatamente le immagini con i barattoli colorati. I bimbi dovranno ora scegliere quale barattolo abbinare alla carta.

Va da sè che mentre giocheranno queste carte potrete chiedere di nominare sia gli oggetti che i colori.

Qui trovate le carte da stampare!

Altre idee “colorate” prese in rete:

LEGGI ANCHE…

 Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco dei colori

I giochi di sequenza sono attività utili a stimolare la logica e l’osservazione nonchè il senso spaziale di destra e sinistra, sopra o sotto, prima o dopo.

PF li ha sempre adorati e va da sè che molti ne ho dovuti costruire: qui trovate per esempio il nostro gioco delle sequenze con i mattoncini LEGO!

Da questa passione di PF negli anni è nata una vera e propria raccolta di attività. Tra queste il gioco dei colori che vi presento oggi.

il gioco dei colori

L’idea è semplicissima:

Su un tabellone bianco composto da 12 rettangoli, bisogna riprodurre, con l’aiuto di mattoncini colorati, la medesima sequenza di colori presente su dei modelli. Gli schemi da riprodurre possono essere di varia difficoltà: da semplici a complessi.

Qui trovate il gioco da stampare composto da:

  • tabellone bianco
  • 12 mattoncini colorati da ritagliare
  • 18 schemi

Non mi resta che auguravi buon divertimento!

Altre idee prese in rete:

LEGGI ANCHE…

 

Nella foto:

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Sequenze mostruose

Molte delle attività del Kindergarden di PF erano legate al riordino di sequenze soprattutto di forme e colori. In pratica i bambini dovevano riprodurre sequenze utilizzando carte prestampate, mattoncini Lego, giochini o oggetti di uso comune.

PF ha sempre adorato questa attività soprattutto se svolta con i mattoncini LEGO, tanto che l’avevamo riprodotta facilmente a casa.

Per divertirlo ulteriormente e tenerci impegnati i lunghi pomeriggi invernali, avevo realizzato delle schede a tema mostruoso che oltre ad essere divertenti lo aiutavano a riconoscere forme e colori. Noi le abbiamo usate tanto anche per imparare i nomi dei colori in tedesco.

giochi di sequenza da scaricare gratis

 

Oggi ve le propongo nella speranza che possano divertire anche i vostri bimbi.

Come realizzarle:

  • Stampare il modello delle  sequenze di mostri, composto da 24 schede (a vari livelli di difficoltà) e 16 carte
  • ritagliate schede e carte e, volendo, plastificatele

Come si utilizzano:

Disponete le carte sul tavolo e proponete, fate scegliere o estraete a sorte una delle schede che riproducono le sequenze di mostri.

Il bambino dovrà riprodurre utilizzando le carte a disposizione la sequenza della schede.

Le schede hanno vari livelli di difficoltà: dl piu’ semplice (4 mostri) al piu’ complesso (6 mostri). Alcuni mostri sono simili per colore e forma e questo rende piu’ difficile l’individuazione della carta giusta. Altre volte lo stesso mostro è riprodotto piu’ volte nella sequenza: anche questo aumenta il livello di difficoltà.

Ma a cosa servono i giochi di sequenza?  Essi aiutano…

  • ad imparare i nomi dei colori
  • a distinguere le differenze tra oggetti e forme diverse
  • a sviluppare lo spirito di osservazione
  • a stimolare le capacità logiche

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Lo scoiattolo impara i colori

scoiattoloEcco una semplice attività per imparare i colori divertendosi: lo scoiattolo impara colori.

Costruire il cartellone dei colori è davvero facile.

Cosa occorre:

  • modello della tavoletta dei colori
  • cartoncino
  • mollette colorate (io ne ho trovate a forma di scoiattolo in un negozietto sotto casa e da qui mi è venuta l’idea per la scheda!). I colori devono, naturalmente, essere gli stessi di quelli riporati nella tavoletta: blu, giallo, verde, arancio.
  • forbici
  • colla

Una volta stampato il modello ed incollato sul cartoncino, bisogna ritagliarlo seguendone il perimetro. Ecco fatto: il gioco è già pronto! Chi vuole, per renderlo più resistente può anche plastificarlo.

Questo gioco non solo aiuta ad impare i colori, ma anche a migliorare la mobilità fine e l’attenzione. Aprire e chiudere le mollette, posizionandole esattemente nel triangolo corrispondente, può sembrare  molto semplice, ma in realtà non lo è per niente, richede infatti molte abilità.

Questa è un’attività che piace a Piccolo Furfante, ma non lo intrattiene più di tanto: sa, infatti, che poi potrà usare le mollette colorate per fare altro: attaccarle a vestiti, cuscini, copripiumoni, giochi vari…

Proprio settimana scorsa sono andata in giro (inavvertitamente) con una di queste mollette appese alla borsa. Avrò lanciato una nuova moda? Chissà!!

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Lumache e chiocciole: storie, attività e semplici lavoretti per bambini

snailCon l’arrivo delle belle giornate Piccolo Furfante riesce a passare, sempre più spesso, i pomeriggi al sole e all’aria aperta. Il parco è una delle sue mete preferite. Fortunamente la famiglia P. abita vicino ad un grande campo sportivo, pieno di alberi, di verde e di bambini.
Piccolo Furfante, come ogni bimbo, è affascinato dalla natura, dagli animali e, soprattutto, dagli insetti (terrore della mamma!). E’ pieno di curiosità per questo piccolo mondo, una volta tanto, più piccolo di lui!
Qualche giorno fa, ha trovato nel prato sotto casa il guscio vuoto di una lumachina e ne è rimasto così colpito che ha raccontato questo suo ritrovamento a tutti quelli che incontrava.
Tornati a casa, ho rispolverato un giornalino acquistato qualche mese fa (PICO di ottobre 2008) con tante pagine dedicate alle chiocciole: con una bella filastrocca, un simpatico racconto e con tante informazioni sul mondo di questi curiosi esserini.

Tanto è stato l’entusiamo di Piccolo Furfante per le lumachine, che abbiamo deciso di costruirne una con la pasta di sale. Ne è uscita una chiocciola un po’ particolare: è verde a strisce bianche, ha due occhi neri grandi grandi, due snailmade2piccolissime antenne sporgenti ed è grande circa 15 cm!

Una volta fatta asciugare (sul calorifero per circa 2 giorni), abbiamo costruito per lei  un piccolo giardino: abbiamo usato un vassoietto di legno come base (in origine era il sottovaso di alcune piante grasse!) che Piccolo Furfante ha poi rivestito con foglie e fiori di plastica. Una volta pronto il praticello (sintetico), vi abbiamo adagiato la nostra chiocciolina che ora passa le sue tranquille giornate tra il verde.

Per accontentare le richieste di Piccolo Furfante, ho anche creato alcune semplici attività sempre collegate al mondo delle chioccioline: il memory dei colori, il memory delle lumachine e delle semplici schede per imparare i numeri da 1 a 10 e da 1 a 20.

In rete, inoltre, si trovano tantissimi materiali ed attività adatte ai più piccoli sulle lumache ed il loro mondo:

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Dinosauri: giochi e letture

dinosauri-libriCome ogni bambino, anche Piccolo Furfante nutre un certo amore per i dinosauri. Non è una vera e propria passione, ma un affetto sincero di quelli che durano nel tempo, malgrado l’ innamoramento passeggero per “l’eroe di turno”.

Ogni tanto sente il bisogno di tornare da loro, di giocare con i suoi pupazzi/dinosauri, di leggere le loro storie, di parlare e chiacchierare di loro.

Tre sono i suoi libri preferiti:

  • Dinosauri di Andrea Dami e Matt Wolf (Dami Editore) : Un simpatico libro per giocare con forme, colori, numeri, opposti e simili insieme agli amici dinosauri.  E’ un libro magico perchè alcune immagini sono nascoste da casalle nere che strofinate energicamante rivelano cosa si nasconde sotto!! Attenti ai polpastrelli, però…
  • Good Night Dinosaurs di Judy Sierra e Victoria Chess: un libro che ci fa compagnia da molto tempo: da quando Piccolo Furfante aveva pochi mesi. E’ un  libro della “buona notte” con tanti bei disegni e simpatiche filastrocche.
  • Gioca con i dinosauri di Russell Julian: un libro per imparare giocando. E’ uno degli ultimi libri arrivati in casa P., ma ha riscosso subito un gran successo.  E’ un testo divertente che grazie a 4 morbide sagome di dinosauri permette  a P.F. di vivere tante avventure e immergersi nella vita dei suoi amici dinosauri.

Oltre ai libri, ai pupazzi e ai dinosauri di plastica, Piccolo Furfante può giocare anche con alcune schede che ho creato per lui: un semplice memory e un gioco dei colori in cui è possibile abbinare i dinosauri dello stesso colore  o giocare a riconoscere e recuperare, il più velocemente possibile, il colore nominato (usando un timer il gioco diventa più divertente!) .

In rete ho trovato, inoltre, su questo bellissimo sito Childcareland (che vi consiglio veramente di visitare per la ricchezza dei contenuti, delle idee e dei materiali a disposizione) una sezione dedicata esclusivamente ai dinosauri con tante attività e idee da realizzare, alcune delle quali già da noi utilizzate (i piccoli dinosauri di carta che vedete nella foto provengono infatti da una di queste attività!).

LEGGI ANCHE…

Continue Reading