Il domino della primavera

il domino della primavera da stampareNon c’è verso: qui la primavera non vuole proprio arrivare!

Fossero solo la pioggia  o la nebbia, ma è il freddo che demoralizza: iniziare la giornata con 2 o 3 gradi non aiuta il morale! Quando un raggio di sole fa capolino, ci si butta tutti fuori di casa, si abbandonano giacche e stivali, ma negli ultimi giorni purtroppo abbiamo visto pochi raggi di sole e cosi’ siamo ancora tutti infagottati che nemmeno a novembre… :-C

La voglia di primavera pero’ è tanta e cosi’ ieri pomeriggio, per tirarci un po’ su il morale, ho realizzato un giochino primaverile: il domino della primavera.

L’augurio è che presto anche qua arrivi un po’ di caldo e un po’ di colore.

Per chi avesse voglia di giocare con noi, ecco il file da stampare.

Altre idee primaverili prese in rete:

LEGGI ANCHE…

 

Continue Reading

Shangay gigante fai da te made IKEA

Nell’attesa di un qualche raggio di sole, sto preparando un po’ di giochi da fare in giardino. L’altro pomeriggio complice una pioggia torrenziale io e PF siamo andati a fare un giro all’IKEA e nel reparto “fiori e vasi” sono rimasta folgorata da un’idea.

Dato che io all’IKEA sono preda di acquisti compulsivi sono passata oltre, ma arrivata alla cassa non ce l’ho fatta: sono tornata indietro e per soli 4.90 franchi mi sono comprata i legnetti giganti ornamentali ( i Torka). Naturalmente ho fatto altri fondamentali acquisti come un po’ di strofinacci, un cactus, delle tovagliette, scatolette di varie dimensioni e gli immancabili sacchettini per il frigorifero 😀

Ma cosa dovevo farci con i legnetti? Semplice: uno shangay gigante!

I legnetti di colore chiaro sono già decorati a strisce nere, quindi per completare il nostro shangay era solo necessario aggiungere un po’ di colore.

Cosa serve:

  • bastoncini Torka
  • pennarelli di vari colori (rosso, blu, giallo, verde, viola, arancione)
  • pazienza

Come abbiamo realizzato il nostro shangay:

Con mooooolta pazienza abbiamo colorato con i pennarelli i nostri bastoncini: 3 rossi, 3 blu, 3 gialli, 3 verdi, 2 arancioni e 1 viola. In realtà i legnetti erano 10 ma uno ci si è rotto durante la lavorazione. Noi abbiamo scelto di colorare una striscia si e una striscia no. Naturalmente i bastoncini con il minore numero di pezzi (come il viola e l’arancione) valgono piu’ di tutti gli altri!

Ahimè, dopo il quarto bastoncino sono stata abbandonata dal mio fido aiutante che ha preferito giocare con i Lego. :-C

Nel giro di 2o minuti avevo comunque finito tutto e non è servito nemmeno far asciugare il colore perchè il legno lo assorbe subito.

Il gioco era pronto… e noi ci siamo messi subito a giocare: in soggiorno naturalmente perchè fuori era brutto :-C

Altre idee prese in rete:

LEGGI ANCHE…

Attenzione, attenzione! Avviso importante: domani ci sarà il terzo POSTorming Tenetevi pronti perchè questo mese si potrà linkare sia post di maggio che di giugno! 😀


Continue Reading

Un cucciolo… a distanza!

Oggi vi racconto una storia davvero dolce:

E’ da molti mesi che Piccolo Furfante ci chiede di avere un gattino. Per ora, purtroppo, ci è impossibile tenere animali: facendo ancora i pendolari del fine settimana tra l’Italia e la Svizzera, tenere animali diventa davvero impossibile.

Fortunatamente la natura ci è venuta in aiuto.

Due settimane fa abbiamo trovato al parco un magnifico bruco verde. Dato che a scuola di PF stanno allevando bruchini, grilli, vermetti, formiche e ogni specie di insetto possibile, abbiamo portato il nostro bruco a scuola, ribattezzandolo Eddy.

La dolcissima maestra di PF, sapendo del suo desiderio di avere un cucciolino, ha deciso di tenere Eddy in una teca separata e di farlo allevare a PF. Dopo qualche giorno Eddy si è rinchiuso in un bozzolo e ora stiamo tutti ad aspettare trepidanti che ne esca una splendida farfalla.

La maestra ha spiegato a PF che, quando Eddy sarà una farfalla, lo libererà in modo che poi potrà far visita a Piccolo Furfante ogni volta che lo vorrà.

Piccolo Furfante è al settimo cielo e da una settimana non fa altro che piantare fiori, bagnare il giardino e curare le piante in modo che Eddy-farfalla trovi un ambiente delizioso quando verrà a trovarci.

Va da sè che abbiamo la casa piena di disegni di  farfalle e tra tutte queste non poteva certo mancare una farfallina volante. L’ idea mi è venuta da qui e naturalmente l’abbiamo subito realizzata.

Ecco cosa serve:

  • disegni di farfalla da colorare come questi
  • pastelli o pennarelli
  • forbici
  • colla
  • sacchetto di plastica (meglio se colorato)
  • filo
  • adesivo
  • legnetto

Come abbiamo costruita la nostra farfalla-volante:

Continue Reading

Decorazioni di primavera: la spirale multicolore

Messe via le decorazioni invernali, la nostra casetta sembrava molto spoglia. Urgevano decorazioni primaverili per ridarle un po’ di colore ed allegria. E cosi’ ieri sera ci siamo messi all’opera e abbiamo costruito la nostra girandola multicolore, tutta riciclosa.

L’idea della girandola è venuta a Piccolo Furfante che giocando con un rotolo di scottex usato lo ha distrutto e ha creato con il cartone una simpatica spirale. Da li’ alla girandola è stato un attimo 😀

Cosa serve:

  • rotolo di cartone (di scottex o di carta igienica)
  • forbici
  • nastro adesivo colorato
  • nastro

Come l’abbiamo creata:

Per prima cosa PF ha creato la spirale, ritagliando il rotolo lungo le linee del cartone. Aprendolo in questo modo e tirandolo un po’, si crea naturalmente la spirale.

PF non aveva voglia pero’ di coloralo con tempere o pennarelli e cosi’ ci siamo dovuti inventare un’altra tecnica che lo divertisse di piu’. Ho recuperato dei rimasugli di nastro adesivo colorato ( ne avevo di molti colori) e abbiamo cominciato a ritagliarne delle striscioline di 2/3 cm.

Abbiamo ricoperto tutta la superficie della spirale e, una volta finito, abbiamo ritagliato striscioline di adesivo piu’ piccole, molto piu’ piccole. In questo modo l’effetto è migliore. L’operazione è stata veloce e nel giro di 20 minuti la nostra girandola era pronta.

Non è rimasto che fare un piccolo foro nel cartone, passarci uno spago e appenderla alla finestra. La nostra casa adesso ha cominciato a prendere un po’ di colore. Benvenuta primavera! 😀

Altre idee primaverili prese in rete:

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Una tombola per tutte le stagioni

L’altro giorno io e Piccolo Furfante stavamo parlando delle stagioni. Le sue preferite sono l’inverno perchè c’è la neve e l’estate perchè si va al mare 😀

La mia preferita invece è la primavera che, ahimè, è ancora lontana da venire!!

Cosi’ tra un commento e l’altro, mi è venuto un mente un gioco da poter fare tutti insieme sul tema delle stagioni: una tombola!

Nasce cosi’ la nostra tombola delle stagioni. Invece dei consueti numeri, troverete immagini che richiamano a tutte le stagioni: la neve, la Pasqua, l’albero fiorito e le ghiande, un salvagente e una casetta innevata…

Qui troverete il file da scaricare e stampare contenente il tabellone, le cartelle e le pedine.

Buon gioco e buona fortuna stagionale a tutti voi! 😉

Altre idee in rete:

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

“Non buttate quei noccioli!” ovvero i sacchettini antibotta fatti in casa

Piccolo Furfante ha una collezione di “bozzoni” in testa da far paura. Il suo primo compleanno l’abbiamo passato al pronto soccorso perchè aveva voluto sperimentare con la testa quanto fosse duro l’asfalto del parcheggio di casa. Da allora ne abbiamo collezionati davvero tanti di “bozzoni”, ultimo quello di due settimane fa a Zurigo che gli è costato 2 giorni di occhio gonfio 🙁

Nella foto qui sotto potete ammirare il suo primo “bozzone” 🙄

E’ per questo motivo che io mi porto sempre dietro del ghiaccio istantaneo e un tubetto di arnica.  :mrgreen:

Due estati fa, però, un’amica mi ha fatto scoprire i sacchettini naturali da usare come borse del ghiaccio. Hanno il vantaggio di non essere fastidiosi come i sacchetti in vendita, di essere leggeri e di non essere ingombranti poichè si può  realizzarli della misura che si vuole. Sono, infatti, dei semplici sacchettini  riempiti con semi di ciliegia che lasciati in frizer si raffreddano e mantengono la temperatura, aiutando così a decongestionare la parte lesionata.

Continue Reading

Schede gioco di primavera

Eccole qui finalmente 😀

E’ da settimane che le ho preparate ma non avevo ancora avuto il tempo nè di stamparle per Piccolo Furfante nè, tanto meno, di postarle per voi.

Cosa?

Bè, le schede gioco sulla primavera, piene di fiori, apine, farfalline e sole, tanto sole 😀

Ora abbiamo schede gioco per ogni stagione:

Continue Reading

L’aquilone di carta velina che vola davvero

Primavera non bussa, lei entra sicura,

come il fumo lei penetra in ogni fessura;

ha le labbra di carne, i capelli di grano.

Che paura, che voglia che ti prenda per mano;

che paura, che voglia che ti porti lontano.

Fabrizio De André

Quello che vi mostro è un facile e divertente lavoretto che Piccolo Furfante ha fatto a scuola e che appena ho visto mi è piaciuto subito perchè mi ha fatto sentire il profumo di primavera: un mini aquilone di carta velina.

Cosa occorre:

  • un foglio di carta velina formato A4
  • 2 stuzzicadenti lunghi
  • adesivo
  • 6 striscioline di carta (loro hanno usato delle stelle filanti)
  • spago
  • forbici

Come l’hanno costruito:

Hanno  unito con l’adesivo gli stuzzicadenti a forma di croce . Vi hanno appoggiato sopra il foglio di carta velina e l’hanno fermato agli stecchini sempre con l’adesivo. Hanno tagliato  la carta velina a  forma di rombo, lasciando un bordo di circa un centimetro e mezzo: gli stuzzicadenti cioè rimangono all’interno della carta per circa un centimetro e mezzo) . Su tre lati, all’altezza della fine degli stecchini, hanno incollato ancora con l’adesivo i fili di carta.

Per finire hanno legato uno spago, abbastanza lungo, all’incrocio degli stuzzicadenti.

Il mini aquilone è pronto e vola davvero. 😀 Bisogna solo stare attenti che il vento non sia troppo forte: la carta velina è infatti fragile fragile, ma in compenso funziona benissimo se c’è anche solo una lieve brezzolina 😀

Buona primavera a tutti voi!

Altre idee trovate in rete:

LEGGI ANCHE…

 

Continue Reading

Una festa di fiori: creare ghirlande per la casa

L’altra domenica era la festa di nonna Carla e così abbiamo organizzato una bella festa.  Ma una festa non è una festa senza addobbi che rallegrano la casa. 🙂

Dato che avevo scelto come tema della giornata i fiori,  mi sono messa a creare ghirlande e fiorellini da appendere ovunque.

Sono molto soddisfatta del risultato, tanto che ho deciso di spiegarvi come ho realizzato i miei lavoretti. Facili e veloci, ma di sicuro effetto. Ideali anche per le feste di compleanno dei bambini ( come mi ha fatto notare Piccolo Furfante: meglio per bambine 😉 ).

Cosa abbiamo usato:

  • Fogli A4 colorati
  • forbici
  • colla stick
  • filo di lana
  • matita e gomma
  • bi-adesivo

Ecco i nostri lavoretti:

Ghirlande

Per prima cosa decidete  i colori dei petali dei fiori. Noi ne abbiamo usati 3 : giallo tenue, arancione e giallo carico. Mi sono quindi procurata un po’ di fogli formato A 4 su queste tonalità.

Per creare i fiori è sufficiente piegare il foglio in due e disegnare con la matita metà fiore partendo dal lato piegato. Per rendere facile l’operazione è sufficiente disegnare un semicerchio abbastanza grande e poi i petali. Non importa se non siete precisi e qualche petalo vi viene storto o un fiore più grande di un altro: si sono mai visti due fiori uguali? 🙂

Una volta disegnati tanti fiori sui diversi fogli, è sufficiente ritagliarne i contorni: in questo modo vi troverete tanti fiori che si aprono in due.

Non buttate gli avanzi di carta vi serviranno per altre ghirlande e per finire i vostri fiori! 🙂

Sugli avanzi dei fogli ritagliate tanti semicerchi. Anche in questo caso non siate precisi. Quando vi troverete in mano tanti semicerchi quanti i fiori a vostra disposizione, incollateli con la colla sitck sulle vostre margherite.

Ora non resta che creare le foglie delle vostre ghirlande. Prendete alcuni fogli A4 di colore verde (anche di tonaltà diverse). Piegate anche in questo caso i fogli in due, disegnate delle foglie di media grandezza partendo dal lato piegato e ritagliatele. Su ogni foglio ci stanno 3 foglie.

Ora avrete in mano fiori e foglie piegati in due, non resta che formare la ghirlanda. Tagliate un filo di lana (noi ne abbiamoo usati di due colori uno verde e uno giallo) lungo quanto vorrete la vostra ghirlanda. Infilate dentro ogni fiore e foglia il filo: le vostre forme si aprono appunto per farlo entrare e poter rimanere appese! Mettete un po’ di colla stick proprio al centro della piega di ogni fiore e/o foglia per bloccare il filo 🙂

Alternate fiori e foglie per creare la vostra ghirlanda 🙂 Ora non rimane che appenderla!

Ghirlandine per porte e finestre

Usando gli avanzi dei fogli precedenti (quelli che avete utilizzato per i fiori) o altri nuovi, potete creare tante ghirlandine a cascata per abbellire porte e finestre. E’ sufficiente disegnare tante margheritine e poi ritagliarle. A nche in questo caso non siate precisi. Disegnate anche dei cerchi e, una volta ritagliati, incollateli sulle margheritine, badando di utilizzare colori diversi. Una volta che avrete in mano tante margheritine, prendete un pezzo di filo di lana (in questo caso non troppo lungo), stendetelo e disponete lungo esso le vostre margheritine, distanziandole un po’. Alternate i colore dei fiori: l’effetto è migliore! 🙂

Preparare altri cerchi, tanti quanti sono i fiorellini che avete creato.

Per bloccare al filo i fiori bisogna usare un pezzettino di bi- adesivo posto sul retro. L’adesivo però non è bello da vedere, così per coprirlo si dovranno usare i cerchi che avete creato.  Le vostre ghirlandine sono pronte e sono ideali per essere appese a porte e finestre 🙂

Se vi avanzano delle margheritine, nessun problema sono perfette da appogiare sulla tovaglia e creare un bel tavolo fiorito 😀

Altre idee floreali

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Giocare con i gusci delle uova creando vasetti porta-semi

Qualche giorno fa Claudia (sempre gentile e piena di idee 🙂 ) mi ha mandato una copia di un libretto davvero utilissimo che illustra tanti bei lavoretti, tutti eco, da fare con i bimbi. La parola d’ordine è quindi diventata riciclare!!! 🙂

Uno di questi lavoretti parlava di come costruire vasetti con i gusci delle uova.

Io e Piccolo Furfante non potevamo certo non provare a realizzare i nostri vasetti e quindi, armati di gusci e tanta fantasia ci siamo dati da fare! 🙂

Cosa serve:

  • gusci rotti di uova, puliti ed asciugati (basta passarli sotto l’acqua e lasciarli all’aria per 15 minuti)
  • pennarelli indelebili oppure , come quelli che abbiamo usato noi, ai colori alimentari, oppure colori acrilici
  • cotone
  • semi di fagioli
  • porta uova
  • fantasia e pazienza

Realizzarli è davvero semplicissimo:

Basta, infatti, colorare i gusci e lasciarli asciugare. Porli quindi dentro un porta uovo, mettere dentro i gusci 2 batuffoli di cotone leggermente bagnato e tra i due batuffoli inserire un seme di fagiolo. Ora non resta che annaffiare ogni giorno ed aspettare che  i semini germoglino.

Dato che avevamo  a disposizione tanti gusci (Papà Ema si è messo a fare dolci a tutto spiano in questi giorni!! 🙂 ), ne abbiamo dipinti in abbondanza e li abbiamo usati per decorare i vasi di fiori. Ho pensato anche di realizzare alcuni gusci per il nostro orto come cartellini per ricordarsi cosa abbiamo seminato!! 🙂

Questa attività l’ho trovata molto utile per vari motivi:

  • per far capire l’importanza del riciclo
  • per stimolare la creatività e la fantasia
  • per accrescere le abilità manipolative (per un bimbo piccolo maneggaire un guscio d’uovo senza romperlo è tutt’altro che facile!)
  • per apprendere il ciclo di vita di una pianticella e l’importanza di prendersi cura (leggi: essere responsabili) di qualcosa – complice anche il racconto di Franz  “L’anno che verrà” ed il libro “Una storia di fagioli

Ecco altre idee dalla rete:

Aggiornamento

Dopo alcuni giorni, ecco la crescita delle nostre piante di fagioli. Piccolo Furfante ne è orgogliosissimo  🙂

LEGGI ANCHE…

Continue Reading