Alla scoperta della frutta: un libretto sui 5 sensi

Una delle attività sensoriali che ho amato fare con PF è stata quella sulla frutta. Un piccolo progetto legato all’alimentazione che avevo fatto quando lui era piccino.

Si trattava di scoprire ogni giorno un frutto nuovo, osservandone la buccia, la forma, il profumo, il tatto e poi gustarlo, prendendo nota del sapore e della consistenza.

All’epoca ci eravamo limitati a disegnare i frutti senza annotare nulla.

Ripensando a quel progetto, ho creato in questi giorni un libretto con tante schede, perfette sia per i bimbi della scuola dell’infanzia che per quelli dei primi anni della scuola primaria.

Su ogni scheda una breve descrizione del frutto e tanti spazi dove annotare la propria esperienza, disegnare e colorare. Per alcuni frutti vi sono anche dei piccoli esperimenti da fare come vedere se galleggia o affonda, provare a spremerlo per scoprire se esce del succo o della crema…

Giorno dopo giorno, scheda dopo scheda, il libro prenderà forma e i bimbi avranno imparato tanto su ogni singolo frutto.

Un percorso sensoriale che offre l’occasione anche di parlare di alimentazione.

Qui sotto trovate le 9 pagine del libro, compresa la copertina:

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

8 attività per i primi giorni di scuola

I primi giorni di scuola sono molto importanti sia per gli insegnanti che per i bambini: si impara a conoscersi, si rinsaldano relazioni, si instaurano routine, si riprende il ritmo, si introducono i nuovi argomenti…

In questo post ho raccolto 8 attività perfette per i primi giorni di scuola per rompere il ghiaccio, per presentarsi, parlare un po’ di sé e delle proprie vacanze.

Eccole per voi…

I DADI PER RACCONTARSI: un divertente gioco per parlare un po’ di sé: due dadi con tante domande . Si tirano a turno i dadi e si risponde alle domande che escono in sorte. Si può giocare in piccoli gruppi o in plenaria.

****************************

QUESTO SONO IO! : una simpatica scheda a forma di libro per parlare un po’ di sé. Alcuni post it invitano i bambini a descriversi e raccontare cosa piace e non piace. Perfetta per i bambini più piccoli che possono disegnare o incollare immagini.

****************************

UN LIBRO PER PARLARE DI SÉ: un libretto da stampare con 10 pagine per raccontarsi, per descriversi , per parlare dei propri amici, dei propri sogni e delle proprie emozioni.

****************************

TUTTO SU DI ME: una semplice scheda con tanti spazi dove poter segnare la musica e i libri preferiti, parlare di sè e dei propri amici, raccontare dei programmi che si ama guardare e delle proprie passioni…

Si può completare come meglio si crede: scrivendo, disegnando o incollando immagini.

****************************

LE MIE VACANZE: una simpatica scheda a forma di libro per raccontare le proprie vacanze. Essendo completamente in bianco risulta perfetta anche per i bambini più piccoli che possono disegnare le proprie avventure estive.

****************************

UN RAMO DEI RICORDI: una divertente attività per grandi e piccini. Mettete a disposizione dei bambini un rametto, a cui avrete tolto la corteccia. Chiedete ora ai bambini di disegnare sopra i loro ricordi estivi, usando un pennarello. Una volta che tutti i rametti sono terminati, potete raccoglierli in un vaso o lasciarli come ricordo.

****************************

LE CARTE DELLE VACANZE CHE SI TRASFORMANO IN UN GIOCO DELL’OCA: 54 carte con tante domande per stimolare i bambini a raccontare le proprie vacanze. Si possono usare come carte da estrarre o combinandole creare un vero e proprio gioco dell’oca che si trasforma ogni volta.

****************************

LE FOTO DELLE VACANZE: una semplice scheda formata da tante cornici per stimolare i bambini a disegnare o descrivere quello che hanno fatto durante le loro vacanze.

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco dell’ABC per imparare l’alfabeto

Oggi vi presento un gioco didattico per i più piccoli, utile per imparare l’alfabeto, per associare la lettera al suo suono e per accrescere il vocabolario.

giochi didattici hanno il vantaggio rispetto ad altri tipi di attività di accrescere e mantenere alta la motivazione, perché sono in grado di generare facilmente emozioni positive e quindi stimolano il desiderio di ripetere tali azioni.

Il gioco è composto da un cartellone con le lettere dell’alfabeto, scritte tutte in stampatello maiuscolo, ma con diversi font e colori, e da 40 carte con immagini.

L’attività è semplice e divertente e può essere svolta a vari livelli di difficoltà:

Proponete ai bambini il tabellone con le lettere dell’alfabeto e chiedete loro di riconoscere le lettere. Se non vi riuscissero, aiutateli voi.

A questo punto presentate alcune delle carte con le immagini. Prendete una carta e fate dire ai bambini il nome dell’oggetto raffigurato. Il passo successivo è aiutare i bambini ad associare l’iniziale della parola pronunciata con la lettera contenuta nel tabellone.

Inizialmente proponete solo poche carte alla volta e ripetete le stesse finché l’abbinamento lettera-parola è consolidato. Ora potete aggiungere altre carte.

Ecco una variante da proporre un a volta che i bambini sono sono in grado di abbinare tutte le carte alle lettere del tabellone.

Dividete i bimbi a coppie o in piccoli gruppi, mischiate le carte e mettete il mazzo sul tavolo in modo che l’immagini non siano visibili. A turno i bambini voltano una carta e il primo che indica la lettera corretta conquista la carta. Vince chi ha più carte.

Qui sotto trovate il tabellone e le 40 carte:

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… il primo giorno di scuola

Da noi la scuola è iniziata lunedì. Mi piace regalare a PF e ai miei alunni un piccolo ricordo di questo giorno a prescindere dalla classe di appartenenza.

Ho raccolto in questo post 6 belle idee per simpatici regali facili da realizzare…

  1. Un libretto di ricordi
  2. Un allegro lapbook ricordo sia per la scuola primaria che per la scuola dell’infanzia
  3. Zainetti di carta
  4. Un simpatico elicottero
  5. I diplomi (a colori e da colorare)
  6. La coccarda del primo giorno di scuola

Tante altre idee le trovate sulla mia pagina Pinterest dedicata a regali fai da te


Buon divertimento con questa e con tutte le altre idee prese in rete !

Post di Paola Misesti

Continue Reading

10 libri per… l’inizio del nuovo anno scolastico per bimbi della scuola dell’infanzia

Per affrontare al meglio l’inizio di questo anno scolastico ho raccolto una serie di libri adatti ai bambini della scuola dell’infanzia.

La lettura aiuterà i bambini a rispondere a dubbi e preoccupazioni in modo divertente e simpatico.

La famiglia topini va al mare di H. Yamashita  e K. Iwamura, Babalibri, 2008

Come farà la gentile e intraprendente signora Topini a convincere i suoi sette figli ad andare a scuola? Uno non vuole perché la scuola è lontana, l’altro perché di mattina ha sempre sonno, uno protesta che fuori soffia un vento gelido, il quarto non conosce altri bambini, il quinto ha paura dei cattivi, qualcuno semplicemente non vuole e poi… ci sono i serpenti lungo la strada! Solo uno dei sette ha ragione, ma non è detto che il serpente attacchi i piccoli quando vedrà che cosa si è inventata mamma Topini per convincere i suoi figlioli ad andare a scuola.

*************************

Piccolo Gufo va a scuola di D. Gliori, Mondadori, 2019

Oggi è un Grande Giorno per Piccolo Gufo: inizia la scuola! Ma lui preferirebbe un piccolo giorno e vorrebbe starsene a casa con la sua mamma e il suo fratellino. Eppure a scuola imparerà a costruire un castello di sabbia, a volare e, ancora più importante, farà tante nuove amicizie! Forse i Grandi Giorni potrebbero non essere poi così male…

*************************

Il mostro dei colori va a scuola di A. Llenas, Gribaudo editore, 2019

Il mostro dei colori è un po’ nervoso. Oggi è il suo primo giorno di scuola, e lui non sa cosa succederà. Non preoccuparti, Mostro! A scuola ti aspettano tante avventure e nuovi amici!

*************************

Salterino e Pulce alla scuola materna di H.Bieber, IdeeAli, 2011

Che bello andare alla scuola materna! Salterino e il suo coniglietto di peluche Pulce mostrano oggetti e situazioni comuni della vita di ogni giorno facilmente riconoscibili dal bambino. 

*************************

Quando arriva la mia mamma? di I. Paglia e C. Gobbo, Arka edizioni, 2016

Che cos’è il tempo per un bambino piccolo? Che cos’è per lui un momento, un minuto, un secondo, un battito di ciglia? Nico lo scopre all’asilo, mentre gioca, disegna, mangia, canta e… aspetta la mamma per tornare a casa. 

*************************

Anch’io vado a scuola di P. Milani e L. Gialma, Kite edizioni, 2010

Inizia la scuola dell’infanzia, che paura il distacco da mamma e papà e tutte quelle persone nuove. Una storia rivolta a bambini, genitori e insegnanti per affrontare i primi giorni alla scuola dell’infanzia nel migliore dei modi possibili.

*************************

Vado a scuola di di E. Nava e D. Guicciardini, Lapis edizioni, 2013

Oggi è il primo giorno di scuola: le nuove maestre, tanti bambini, giochi, colori. Che bello se restassero anche le persone a cui vogliamo bene! A qualcuno viene un’idea…

*************************

Vado alla scuola materna di Nicoletta Costa, Emme edizioni, 2003

Per cominciare ad imparare, ma anche per ridere e giocare, tutto quello che c’è da sapere per andare alla scuola materna.

*************************

Topo Tip non vuole andare all’asilo di A. Casalis e M.Campanella, Dami edizioni, 2017

Non voglio andare all’asilo! Voglio stare a casa con la mamma!”. Come andrà a finire quest’ultimo capriccio di Topo Tip? Topo Tip fa i capricci, proprio come i nostri bambini. Ma la sua mamma è bravissima: sa farlo smettere e lui torna a essere un topino bravo e ubbidiente. Come farà?

*************************

Il primo giorno alla scuola materna di G. Campello , Emme edizioni, 2019

Crescere… che avventura! Quante cose da scoprire, quante difficoltà da superare, quante emozioni da provare, quante esperienze da vivere! Una serie per raccontare le vere piccole grandi conquiste dei bambini.

*************************

Questi e altri libri li trovate nella mia bacheca di Amazon dedicata ai libri sull’inizio dell’anno nella scuola dell’infanzia. Nelle altre bacheche troverete i miei consigli d’acquisto su libri, materiali e strumenti didattici.

Non mi resta che augurarvi buone letture!

Qui trovate tutti i libri della rubrica “10 libri “

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco del menù

Il gioco del menù è una divertente attività per giocare con numeri, quantità e offre l’occasione per parlare anche di educazione alimentare.

I bambini infatti si esercitano a riconoscere i numeri, a contare e ad abbinare il numero alla quantità: su ogni menù è indicato com’è composto il piatto del giorno, che i bimbi devono riprodurre utilizzando il cibo creato con il cartoncino.

Si possono utilizzare i cibi anche per giocare ad abbinarli in categorie.

L’ho creato usando semplicemente del cartoncino, ritagliandolo e colorandolo con dei pastelli.

Ho realizzato alcuni cibi (insalata, uova, pomodori, carote, funghi…) e dei menù che indicano le quantità che devono essere inserite nei piatti.

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco delle farfalle

Partendo dal del semplice cartone, ho realizzato questo gioco per i più piccoli, utile per l’apprendimento dei colori.

Ogni farfalla ha 3 colori diversi e i bambini devono abbinare il giusto tris di macchie, riportate sui cartoncini.

Realizzarlo è davvero semplicissimo: basta del cartone (come quello delle scatole di cereali) , un pennarello nero e dei pastelli.

Tante altre idee per apprendere i colori:

Post di Paola Misesti


Continue Reading

Lo zainetto delle attività per i bimbi che iniziano la scuola primaria

E’ già da qualche settimana che ricevo richieste per preparare delle attività rivolte ai bambini che inizieranno la scuola primaria.

Sto lavorando a un vero e proprio quaderno operativo che uscirà tra qualche giorno. Intanto ho realizzato per voi anche un libretto con 10 attività: “Il mio zainetto delle attività”.

Si tratta di un libricino di 10 pagine per allenare la concentrazione e l’attenzione, dove troverete anche attività di prescrittura, di logica, sulle grandezze…

Uno strumento perfetto anche per insegnanti ed educatori, che possono proporlo sotto forma di schede.

Realizzare il libretto è semplicissimo: stampate il file che trovate sotto, ritagliate il libro seguendo i contorni e incollate i fogli lungo la parte tratteggiate in alto.

Ecco il libretto da stampare:

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Le carte che si trasformano in gioco dell’oca per raccontare le vacanze

Da noi la scuola è iniziata oggi. Le vacanze sono volate e negli ultimi giorni non abbiamo fatto altro che parlare di quanto ci siano piaciute, di quello che abbiamo fatto, dei contrattempi e dei momenti divertenti…

Tema ricorrente dei primi giorni di scuola sono appunto le vacanze: mi piace far raccontare agli alunni che cosa hanno fatto.

Una bella attività che aiuta a rompere il ghiaccio, allena l’attenzione e la fluidità nel raccontare.

Molti bambini sono più sciolti e disinvolti nel parlare, altri più timidi e non trovano uno spunto da cui partire.

Per quest’anno scolastico ho creato delle carte speciali proprio per stimolare i bambini più in difficoltà. Le carte si possono usare in molti modi, trasformandosi anche in un gioco dell’oca.

Ho realizzato 54 carte con vari suggerimenti.

Come si crea il gioco :

È sufficiente stampare il file che trovate sotto e ritagliare le carte seguendo il bordo. Vi ritroverete con 54 carte, comprese alcune utili solo per il gioco dell’oca: come le carte di partenza e di arrivo, tira il dado, torna indietro…

Per rendere piu’ resistente il gioco, potete plastificare la carte.

Nel file troverete anche un dado da assemblare, nel caso non l’aveste.

Come si gioca:

Vi sono varie possibilità:

  • Il gioco a carte scoperte: Scegliete la carte che volete utilizzare per il gioco, ad esclusione di quelle specifiche del gioco dell’oca. Mischiatele e disponetele in modo che i bambini le possano vedere. Ogni bambino a turno sceglierà una carta per raccontare la sua storia. Le carte usate vengono escluse dal gioco.
  • Il gioco “scegli per un compagno”: Scegliete la carte che volete utilizzare per il gioco, escludendo quelle specifiche del gioco dell’oca. Mischiatele e disponetele in modo che i bambini le possano vedere. Ogni bambino a turno sceglierà una carta offrendola ad un compagno che dovrà iniziare il suo racconto. Le carte usate non vengono tolte dal gioco.
  • Il gioco a carte coperte: Scegliete la carte che volete utilizzare per il gioco, ad esclusione di quelle specifiche del gioco dell’oca. Mischiatele e disponetele a faccia in giù in modo che i bambini non le possano vedere. Ogni bambino a turno sceglierà una carta e inizierà a raccontare la sua storia. Le carte usate vengono escluse dal gioco.
  • Il gioco dell’oca: Scegliete la carte che volete utilizzare per il gioco, comprese quelle specifiche del gioco dell’oca. Disponetele su di un tavolo o una superficie piana, seguendo l’ordine che più vi piace. Potete far costruire il tabellone anche ai bambini. Naturalmente la carta di partenza sarà la prima e quella d’arrivo l’ultima. Una volta che avrete creato il tabellone, potete iniziare a giocare. Ogni volta che si trova su di una carta, il bambino deve raccontare qualcosa della sua vacanza in base al suggerimento. Vince chi per primo arriva al traguardo.

Naturalmente si tratta di giochi, quindi i bambini che non se la sentono di raccontare, possono passare il turno.

Qui sotto trovate il file con le carte e il dado da stampare:

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il memory dei numeri e delle quantità tutto da colorare

Comprendere il  concetto di quantità avviene automaticamente nel bambino, che lo impara facendone esperienza tutti i giorni:  una tazza di latte, 2 biscotti, 3 macchinine…

L’associazione quantità e numero è quindi naturale.

Quando si passa però dalla forma orale a quella scritta, il discorso può essere più complesso: il bambino deve infatti associare la quantità ad un simbolo che rappresenta il numero.  Allenare a fare questa associazione può avvenire in maniera giocosa.

Ho preparato tante attività per fare questo, come quella che vi presento oggi: il memory dei numeri e delle quantità.

Si tratta di un semplicissimo memory, in cui i bambini devono abbinare la carta indicante il numero con quella in cui sono riportate tante immagini quante la quantità indicata dal numero.

Le carte sono tutte in bianco e nero, così i bambini possono prima di usarle divertirsi a colorarle.

Come crearle:

Stampate il file che trovate più avanti e ritagliate le carte.

Come proporle:

Per prima cosa fate colorare ai bambini le carte, facendo riconoscere il numero e facendo loro contare le immagini riportate sulle carte.

Inizialmente , se i bambini sono piccoli e non conoscono bene i numeri, proponete poche carte alla volta, in modo da far diventare l’associazione automatica. Aumentate le carte man mano che i bambini prendono confidenza.

Variazioni:

  • Potete semplificare ulteriormente il memory, trasformandolo in un semplice gioco di abbinamenti. Ponete da una parte le carte con i numeri e quelle con le immagini dall’altro lato, naturalmente mischiate. I bambini dovranno abbinarle tra loro.
  • Potete proporre il memory solo utilizzando le carte con i numeri o solo le carte con le immagini. In questo caso dovrete stampare due volte il file per avere le coppie da abbinare.
  • Potete utilizzare le carte anche per giocare a una sorta di “ruba mazzetto semplificato”: mischiate le carte e distribuitele; a turno si scarta una carta e i bambini possono “rubarla” se hanno il numero o la quantità uguale. Vince chi raccoglie più carte.

Qui sotto trovate le carte da stampare:

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading