6 idee prese in rete per… l’inizio della primavera

Pochi giorni e inizierà finalmente la primavera! Ecco allora un po’ di idee colorate e sbarazzine per voi…

6 idee lavoretti primavera

 

  1. Creare fiorellini con tappi di sughero e bottoni
  2. Farfalline di lana
  3. Quadretti di fiori
  4. Arcobaleni volanti
  5. I puzzle di Duplo
  6. Decorazione fiorita di primavera

 

Tante altre idee le trovate nella mia pagina Pinterest dedicate alla PRIMAVERA!

 Qui trovate invece  tutte le idee prese in rete finora!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco della pizza per imparare i numeri

gioco pizza per imparare numeri

Non c’è modo migliore di avvicinare i bambini alla matematica che il gioco. I giorni scorsi ho preparato una divertente attività di matematica per imparare i numeri e le quantità, dopo che alcuni insegnanti mi avevano chiesto idee per giochi matematici per bambini di età prescolare.

Il gioco della pizza che ho realizzato è un’attività che si puo’ fare da soli o in gruppo. In pratica si tratta di creare la propria pizza aggiungendo i vari ingredienti seguendo le indicazioni di due dadi.

Nel kit di gioco trovate:

  • una pizza da farcire
  • tutti gli ingredienti
  • un dado con i numeri da 1 a 6
  • un dado con gli ingredienti da utilizzare per farcire la pizza

Come realizzare il gioco:

Stampate il kit che trovate in fondo al post e ritagliate i 2 dadi e gli ingredienti. Vi consiglio di stampare due o piu’ volte gli ingredienti, in modo da averne parecchi a disposizione.

Come giocare da soli:

Ponete davanti al bambino il piatto con la pizza da farcire, i due dadi e gli ingredienti. Invitatelo a tirare prima il dado degli ingredienti e poi quello dei numeri. Il bambino dovrà aggiungere sulla pizza l’ingrediente che gli sarà uscito in sorte e nel numero esatto di volte indicato dal dado dei numeri. Potrà capitare che esca uno stesso ingrediente piu’ volte. Il gioco finisce nel momento in cui tutti e 6 gli ingredienti sono stati messi sulla pizza.

Come giocare in gruppo:

Ogni bambino avrà davanti a sè il piatto con la pizza da farcire e nel mezzo del tavolo saranno a disposizione tutti gli ingredienti. A turno ogni bambino tirerà i due dadi e metterà sulla propria pizza il numero di ingredienti indicato dai dadi.

Vince il bambino che per primo metterà tutti e 6 gli ingredienti sulla sua pizza.

Il gioco è utile per riconoscere i numeri e le relative quantità. Si potranno poi invitare i bambini…

  • a contare quanti ingredienti in totale hanno messo sulla propria pizza,
  • a categorizzare gli ingredienti per tipo
  • a contare quanti diversi ingredienti hanno aggiunto di volta in volta

Qui trovate il kit completo del gioco della pizza. Buon divertimento!

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

“Questo sono io!”: un libro per parlare di sè

libro da stampare per parlare di sè

I bambini amano parlare di sè. PF è sempre stato un gran chiacchierone e ogni occasione è buona per raccontarsi. Questa sua apertura è sicuramente dovuta al suo carattere aperto, ma anche al bel lavoro che le sue maestre hanno fatto a scuola. Fin dalla scuola materna e anche ora che è in quarta, ogni mattina viene dedicato qualche minuto al racconto di sè, delle proprie esperienze, delle proprie emozioni.

Un’attività che inizialmente PF non amava tantissimo, ma che ora adora.

Offrire occasioni ai bambini  per parlare di sè è importante, non solo perchè permette agli adulti di conoscerli e capirli, ma anche perchè fa comprendere loro che sono ascoltati, insegna loro a mettersi a contatto con il loro mondo interiore e ad esprimerlo in modo sempre piu’ adeguato.

Avevo già creato una semplice scheda per presentarsi e parlare di cio’ che piace e non piace. Una scheda utile nei primi giorni di scuola per conoscersi e rompere il ghiaccio.

Ora ho creato qualcosa di piu’ complesso: un libretto da stampare e personalizzare. 10 pagine per parlare di sè, di come si è fisicamente, dei propri amici, dei propri sogni e delle proprie emozioni.

Qui trovate il libro “Questo sono io”

Come usarlo:

Una volta stampato, ritagliato ed assemblato invitate il bambino a completarlo usando disegni, parole, foto o immagini. Anche i bambini piu’ piccoli, con l’aiuto degli adulti, potranno usarlo. In questo caso sarà un diario a quattro mani

Questo libretto potrà diventare un album dei ricordi, rimanere segreto o diventare l’occasione per parlare agli altri di sè. L’uso che poi ne verrà fatto dipende dal bambino, che deve decidere cosa del suo mondo vuole condividere con gli altri.

SCOPRI ANCHE:

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Maschere di Carnevale fai da te

maschere carnevale fai da te

Quando PF era  piccolino ci divertivamo molto a creare le nostre maschere di Carnevale. Una volta avevamo realizzato quella di Spiderman e un’altra ci eravamo messi a colorare cosi’ tante maschere che poi si erano trasformate in decorazioni per la casa.

Ecco perchè quando alcune mamme mi hanno chiesto idee per realizzare maschere in casa con i loro bimbi piccoli, ho deciso di creare delle semplici maschere da stampare con tutti gli accessori da colorare ed incollare.

In questo modo il divertimento non sarà solo realizzare maschere sempre diverse, ma anche colorale ed assemblarle. Una volta terminate, non resterà che fare dei piccoli fori ai lati e passarci uno spago o un elastico.

Nel kit, che ho creato, trovate due basi per maschere e tanti accessori da ritagliare per personalizzarle.

Realizzarle è molto semplice:

Stampate il kit che trovate qui, ritagliate le basi delle maschere e le diverse decorazioni. Ora non vi resta che colorarle ed incollarle sulle basi.

Questa attività non solo stimolerà la fantasia dei bambini, ma anche le loro abilità di autonomia e motricità, dovendo ritagliare piccole parti, colorarle ed incollarle, secondo il proprio gusto.

Potrete poi utilizzare le maschere non solo come travestimento, ma anche come decorazione: createne parecchie, una diversa dall’altra, ed incollatele su porte, muri e mobili. La casa o la classe si trasformerà ben presto in uno spazio pieno di colore ed allegria!

Sulla mia pagina Pinterest dedicata ai costumi fai da te troverete inoltre piu’ di 100 costumi di Carnevale da poter realizzare!

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

 

Continue Reading

6 idee prese in rete per… i giorni della merla

Secondo la tradizione gli ultimi giorni di gennaio sono i giorni della merla: ovvero i giorni piu’ freddi dell’anno.  Quando ero una bambini mi ricordo che in questi giorni a scuola si facevano un sacco di attività da imparare poesie a colorare disegni da appendere in classe.

Quest’anno sono andata in cerca di qualche idea originale in rete per festeggiare questi tre freddissimi giorni:

attività giorni della merla homemademamma

  1. Il libro tattile facile da costruire
  2. Da sacchetto a merlo
  3. Simpatici burattini e tante schede da stampare
  4. Un video e i modelli per mettere in scena la tradizione
  5. I disegni da colorare per creare la storia
  6. Creare un simpatico merlo di carta

Tante altre idee le trovate nella mia pagina Pinterest dedicata all’inverno.

Qui trovate invece  tutte le idee prese in rete finora!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il dado delle emozioni: il kit gioco per parlare di emozioni ai bambini

kit giochi da stampare gratis emozioni

Le attività sulle emozioni sono quelle che mi vengono richieste di piu’. Quando lavoravo nelle classi per progetti specifici legati a questo argomento, avevo preparato tantissimi materiali che poi ho usato anche con PF. Alcuni ne ho già postati, altri sono ancora archiviati in cartellette e vecchi computer. Ogni tanto, nella mia foga di riordino, ne ripesco qualcuno.

Quello che vi presento oggi è uno di questi, che ho un po’ “modernizzato” utilizzando nuove immagini create da me.

In realtà si tratta di una serie di attività, tutte da svolgersi con l’aiuto di un dado: il dado delle emozioni!

Nel kit trovate il dado e 4 schede gioco da utilizzare in questo modo:

la prima è una semplice tabella con riportate sulla sinistra le immagini delle 6 emozioni del dado e una griglia. Si pattuisce il numero di tiri da fare con il dado (minimo 6) e si invita il bambino a tirare il dado e a segnare con una croce sulla griglia l’emozione che esce. Una volta terminato il numero di lanci stabilito, si guarda qual è l’emozione che è uscita piu’ spesso e quella meno. Questo offre l’occasione per discutere se effettivamente, nell’arco della settimana/giornata/mattinata, quella è stata l’emozioni prevalente

la seconda scheda è identica alla precedente, ma invece delle immagini le emozioni sono descritte con parole. Il gioco è identico, ma per il bambino c’è la difficoltà in piu’ di abbinare l’espressione facciale del disegno sul dado con la parola scritta sulla tabella.

la terza scheda è una tabella contenente 42 immagini relative alle 6 facce del dado. Anche qui si pattuisce il numero di tiri da fare con il dado (minimo 6) e si invita a cancellare le immagini che rappresentano l’emozione che esce nel tiro. E’ possibile che tutte le emozioni vengano cancellate dopo aver lanciato, ma anche che ne rimanga qualcuna. Da qui l’occasione per discutere su quali emozioni sono piu’ o meno frequenti, quelle che si ha avuto piacere cancellare e quelle invece che non si avrebbe voluto togliere.

Una  possibile variante, usando questa scheda, è un gioco da fare in gruppo: ognuno ha in mano una scheda e a turno si tira il dado. Vince chi per primo riesce a cancellare tutte le faccine dal suo tabellone.

la quarta scheda è pensata per bambini piu’ grandi: si tratta di un’attività intitolata “Mi sento cosi’, quando…”. La scheda è composta da una tabella con le 6 faccine sulla sinistra e uno spazio vuoto per ogni emozione. Si tira il dado e in base all’emozione che esce, il bambino dovrà scrivere nello spazio bianco in quale occasione ha provato quella emozione. Se esce piu’ volte la stessa emozioni, dovrà indicare un’altra situazione e cosi’ via. La scheda, potrà essere o meno condivisa con gli adulti, comunque sia il bambino avrà avuto modo di riflettere su tutte quelle situazioni che scatenano in lui quella data emozione.

Qui trovate il file con il dado e le 4 schede gioco da stampare.

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… attività autunnali stile Montessori

Le foglie ormai ci hanno invaso il giardino e sto tergiversando per ripurirlo. Ho deciso pero’ di aspettare ancora un po’, visto che adoro quel tappeto colorato! Osservandola dalla finestra da dove lavoro, mi sono venute in mente un sacco di attività da fare con i bambini e altre ne ho cercate on line per gli amichetti di PF che vengono a farci visita.

Ecco allora un po’ di idee autiunnali, stile Montessori,  che ho trovato in rete:

attivita-autunno-stile-montessori

  1. I puzzle di feltro per scoprire le mele e le pere
  2. Alla scoperta del mais: tante divertenti attività
  3. Le flash cards d’autunno
  4. Imparare l’alfabeto con le foglie
  5. Il memory delle foglie
  6. Classificare le foglie

 

Tante altre idee le trovate nella mia pagina Pinterest dedicata all’autunno, con tante splendide idee!

Qui invece  tutte le idee prese in rete finora!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Le carte delle vocali

schede imparare vocali in corsivo homemademamma

Nella scuola di PF introducono il corsivo solo in seconda elementare, tra l’altro non per scrivere normalmente, ma come attività di calligrafia. Il carattere utilizzato per ogni cosa (compiti, temi, test, lettura…) è lo stampatello minuscolo e maiuscolo.

Il corsivo, che è  diverso da quello utilizzato in Italia, è un puro esercizio di calligrafia con quaderni pieni di lettere da ricopiare. L’attività viene svolta solo poche ore a settimana e ha fondamentalmente lo scopo di migliorare la grafia, di stimolare la concentrazione e le capacità di motricità fine.

Non usando lo stesso corsivo utilizzato in Italia, ci si è presentato subito un problema: capire cosa scrivevano i nostri amici, gli zii e nonni. In seconda elementare ho cosi’ introdotto anche il corsivo italiano, ma non scritto: PF doveva riconoscere le lettere, ma non scriverle. Esercizio per lui inutile visto che non l’avrebbe mai usato!

Ho creato allora delle schede gioco per divertirlo e riconoscere le lettere sia minuscole che maiuscole. Quelle che vi preseno oggi sono quelle che avevo creato per imparare le vocali.

10 schede con un’immagine centrale che rappresenta la parola la cui iniziale è da trovare: il bambino deve semplicemente cerchiare tutte le lettere, minuscole e maiuscole, che riconosce nella schede.

Qui trovate le le carte delle vocali da stampare e ritagliare.

Buon divertimento!

Altre idee prese in rete:

LEGGI ANCHE:

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… imparare i giorni della settimana

Questa settimana ho ricevuto alcune mail che mi chiedevano informazioni su attività per imparare i giorni della settimana: filastrocche, pannelli, cartelloni che potessero aiutare i bambini a memorizzare facilmente e in modo divertente i giorni.

Sono andata cosi’ in cerca di idee. Ecco cosa ho trovato:

attività filasrtocche imparare-giorni-settimana-homemademamma

  1. L’orologio settimanale
  2. Una settimana tutta da colorare
  3. Il disco della settimana
  4. La tabella dei giorni
  5. Il trenino dei giorni (a colori e da colorare)
  6. Il gatto Gigione ci insegna i giorni

Tante altre idee le trovate sulla mia pagina Pinterest dedicata al tempo e alle ore !

Qui trovate i miei calendari pensati per i piu’ piccoli, tutti da scaricare:

Un calendario che non finisce mai
La settimana di Miss Tartaruga
Il signor Ranocchio insegna i giorni della settimana
Buon divertimento con questa e con tutte le altre idee prese in rete !

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Alfabeto in gioco stile Montessori

Schede alfabeto stile montessori

Quando penso alle attività di pregrafismo, penso alle tantissime schede utilizzate da PF negli anni: linee, forme e lettere da riscrivere o ricalcare.

In stile Montessoriano avevo già creato questo gioco, ricavato dalla custodia di un vecchio CD: delle semplici immagini da riprodurre sulla farina.

Partendo da questa idea ho realizzato anche il gioco delle lettere dell’alfabeto.

Realizzarlo è molto semplice, prima di tutto vi serve:

  • una custodia per CD
  • una penna o un bastoncino
  • della farina di semola
  • forbice

A questo punto stampate le schede che ho realizzato e ritagliarle. Vi ritroverete in mano 26 lettere in stampatello minuscolo, 26 in stampatello maiuscolo, 26 in corsivo minuscolo e 26 in corsivo maiuscolo  piu’ 1 copertina.

Inserite la copertina nel porta CD in modo che sia visibile dall’esterno e poi inserite alle schede le schede, in modo che le lettere siano rivolte all’interno della custodia. Nella parte che vi rimane libera inserire la farina, che non uscirà perchè la custodia ha i bordi un po’ rialzati. Considerate comunque che un po’, inevitabilmente, andrà in giro, ma questo è il bello!

A questo punto il vostro gioco è pronto!

Invitate il bambino a riprodurre sulla farina – con l’aiuto di un bastoncino, una penna o semplicemente con il dito – la lettera riportata nella scheda, che troverà nella parte sinistra della custodia. Una volta riprodotta, la scheda potrà essere tolta e lascerà il posto ad una nuova, che si trovava sotto la precedente.

schede alfabeto da stampare per scrivere sulla farina o sabbia

Scegliete voi la sequenza delle schede: potrete presentare  solo lo stampatello maiuscolo e poi introdurre quello minuscolo oppure presentarli entrambi contemporaneamente; inserire il corsivo solo successivamente e seguire o meno l’ordine alfabetico.

Per la mia esperienza, vi consiglio inizialmente di seguire l’ordine alfabetico usando le lettere in stampatello maiuscolo, una volte apprese potrete inserire il minuscolo e poi  sbizzarrirvi.

Qui trovate il file con le lettere e la copertina da stampare !

LEGGI ANCHE...

Post di Paola Misesti

Continue Reading