Torta salata di zucchine e pancetta

ricetta torta salata ricotta e pancetta

Con il bel tempo sono iniziate anche le nostre cene in giardino. Di solito preferisco preparare qualcosa di fresco e veloce . Tra le mie ricette preferite c’è la torta  di zucchine e pancetta. Richiede in tutto un’ora ed è perfetta servita fredda.

Cosa serve:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
  • 2 zucchine
  • 1/2 cipolla
  • 1/2 porro
  • 150 g di ricotta
  • 2 uova
  • 50 g di pancetta a dadini
  • 40 g di parmigiano o grana
  • olio di oliva EVO
  • sale e pepe
  •  latte da spennellare la pasta sfoglia

Come la preparo:

Faccio soffriggere la cipolla ed il porro in poco olio, mentre taglio a dadini le zucchine. Una volta rosolate metto nella pentola le zucchine e un po’ d’acqua (1/4 di bicchiere), metto il coperchio e lascio cuocere finchè letorta salata ricotta e pancetta zucchine sono morbide, ma ancora consistenti. Se c’è bisogno aggiungo man mano dell’acqua, ma non troppa perchè il composto non deve essere troppo umido. Aggiusto di sale e di pepe al termine cottura.

In un altro pentolino faccio saltare la pancetta. Non metto olio perchè la pancetta è già grassa e si dora benissimo senza.

In una ciotola sbatto le uova ed aggiungo la ricotta, amalgamo bene e poi aggiungo il parmigiano grattuggiato, la pancetta e le zucchine. Aggiusto di sale e pepe.

Accendo il forno statico a 200°

In una teglia (io ne uso una di 22 cm) metto la pasta sfoglia, ne taglio i bordi, che di solito strasbordano, e ne bucherello il fondo. Aggiungo il composto e ripiego i bordi di pasta all’interno. Con quella avanzata formo delle piccole stelle, usando uno stampino per dolci, e le metto sopra l’impasto.

Spennello il tutto con un goccio di latte.

 

 

Inforno sul ripiano centrale per circa 30 minuti. Quando è cotta la torta sarà dorata e l’impasto sodo.

Tolgo dal forno e lascio raffreddare.

La torta è pronta per essere servita e mangiata!

Non mi resta che augurarvi buona appetito.

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting