Sassi tatuati: tante storie a portata di mano

creare sassi per inventare storie

Vi avevo già presentato i nostri dadi fai da te per inventare storie, oggi vi propongo un’altra idea simpatica che unisce la gioia del raccontare con l’amore per i lavoretti.

In rete avevo trovato parecchi siti che proponevano sassi con immagini, da utilizzare come stimoli per inventare storie e racconti. I metodi per creare questi sassi erano molteplici: disegnandoli con colori acrilici, usando il decoupage, appiccicandoci degli adesivi.

Avevo escluso da subito la prima opzione non essendo particolarmente brava con i disegno a mano libera; anche nel decoupage non me la cavo granchè bene e dopo alcune prove con gli adesivi (che si staccavano e facevano grinze ovunque) ho rinunciato ben presto. Cosa mi rimaneva da provare? Non avevo idea, finchè un giorno mentre io e PF stavamo giocando con i tatuaggi mi è venuta la folgorazione. Ho fatto alcune prove e il risultato è stato ottimo: una volta scelti dei sassi e i tatuaggi il gioco è fatto.

Ma andiamo con ordine. Cosa serve:

  • tatuaggi
  • sassi di varia grandezza
  • acqua
  • spugna

Creare i nostri sassi inventa-storie è stato davvero semplice:

Per prima cosa ho lavato ben bene i sassi e li ho lasciati ad asciugare, ho quindi ritagliato le immagini  che volevo trasferire  e ho tolto la pellicola di protezione. Ho posizionato i tatuaggi sui sassi e ho bagnato il retro con un po’ d’acqua, aiutandomi con la spugna. Dopo 30 secondi il tatuaggio si era trasferito sul sasso, ho tolto la carta e l’ho lasciato asciugare. Nè piu’ nè meno di quando faccio i tatuaggi a PF!

In questo modo in pochissimo tempo avrete un sacco di sassi con le immagini che piu’ preferite: i disegni sono perfetti, senza grinze e soprattutto non si staccano.

Naturalmente potrete sbizzarrirvi, noi ne abbiamo creati di diversi temi: l’ultimo arrivato è quello dei pirati!

realizzare sassi disegnati con tatuaggi

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting