6 idee prese in rete per… giochi sensoriali

I pannelli sensoriali Montessoriani offrono la possibilità ai bambini di sperimentare quello che li circonda attraverso l’uso dei 5 sensi senza il pericolo di farsi male ed in completa autonomia.

Creare giochi sensoriali per i piu’ piccoli è facile e veloce. Ecco qualche idea presa in rete per voi:

giochi-sensoriali-montessori-fai-da-te

  1. Orme sensoriali
  2. Cornici tattili
  3. Un pannello tattile a misura di bambino
  4. I cubi sensoriali
  5. Gli sportellini sensoriali
  6. Le manine dei sensi

Tante altre idee le trovate nella mia pagina Pinterest dedicata alle attività sensoriali, con 200 splendide idee!

Qui invece  tutte le idee prese in rete finora!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco delle linee stile Montessori

IMG_6218

Quando penso alle attività di pregrafismo, penso prima di tutto a delle semplici schede in cui seguire un tracciato segnato o collegare linee tratteggiate.

PF ne ha utilizzati tantissimi e anche adesso che è in terza elementare, quando fa calligrafia si ritrova a ripassare lettere e linee arzigogolate.

In tanti anni ho realizzato un sacco di schede ed attività, ma quando qualche giorno fa una mamma mi ha chiesto qualche idea per il proprio bimbo, le ho suggerito di provare un’attività in stile Montessori: utilizzare cioè un vassoio pieno di farina e di invitare il proprio bambino a tracciare linee, lettere o semplicemente figure che lei aveva precedentemente riprodotto su di un foglio.

Ripensando a questa proposta a distanza di giorni, mi sono ripromessa di realizzare qualcosa che potesse facilitare le mamme e gli educatori in questo tipo di attività.

Ho realizzato cosi’ il gioco delle linee: una semplice scatola in cui contenere schede e farina!

Realizzarlo è davvero semplice.

Cosa vi serve:

  • una custodia per CD
  • una penna o un bastoncino
  • della farina di semola
  • forbice

Come realizzarlo:

Stampare le schede raffiguranti le linee, rette o curve, e le figure, aperte o chiuse, e ritagliarle. Vi ritroverete in mano 50 quadrati: 49 con linee e figure e 1 copertina.

Inserite la copertina nel porta CD, cosi’ come le schede ma in modo che le immagini siano all’interno della custodia. Nella parte che vi rimane libera inserire la farina, che non uscirà perchè la custodia ha i bordi un po’ rialzati. Considerate comunque che un po’, inevitabilmente, andrà in giro, ma questo è il bello!

A questo punto il vostro gioco è pronto! Invitate il bambino a riprodurre sulla farina – con l’aiuto di un bastoncino, una penna o semplicemente con il dito – la scheda che troverà nella parte sinistra della custodia. Una volta riprodotta, la scheda potrà essere tolta e lascerà il posto ad una nuova, che si trovava sotto la precedente.

IMG_6219-1

Potrete pensare a diversi tipi di sequenze: partite per esempio con le linee rette, poi passate alle linee curve ed infine alle figure. Iniziate con le immagini piu’ semplici e inserite quelle complesse con gradualità in modo che il bambino non si spaventi o si demoralizzi per la difficoltà del compito.

Qui trovate il file con le 50 schede da stampare!

Altre idee prese in rete:

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco delle categorie

IMG_5753

Il gioco che vi presento oggi è un’attività che ho utilizzato molto con PF.

Si tratta di un’attività di classificazione: date alcune immagini i bambini devono individuare a quale categoria appartengono e dividerle secondo queste classificazioni.

Questo tipo di attività svolge molte funzioni:

  • innanzitutto quella sensoriale, stimolando  i bambini a riconoscere le diverse immagini e a discriminarle in base alla loro funzione e alle loro particolarità
  • favorisce l’organizzazione spaziale, dovendo i bambini dividere e riunire, secondo degli schemi, le diverse immagini
  • stimola l’acquisizione di nuove parole e affina il vocabolario esistente
  • favorisce la concentrazione e l’attenzione

In pratica il gioco è composto da 14 schede, che rappresentano altrettante categorie (frutta, verdura, veicoli, oggetti…), e 42 carte raffiguranti 3 immagini per ogni categoria.

i bambini devono riconoscere le immagini, classificarle per categoria e inserire le carte nella scheda corretta.

Inizialmente è meglio iniziare con solo 2 categorie molto diverse tra loro e proporre solo le carte appartenenti a queste due categorie. In questo modo la classificazione risulterà piu’ semplice.

Poi si potranno proporre categorie piu’ simili (come frutta e verdura) e aumentare il numero sia delle schede che delle carte.

Qui trovate le schede e le carte da ritagliare

Altre idee prese in rete:

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Alla scoperta delle figure solide

IMG_5661

In queste ultime settimane PF sta affrontando in classe le figure geometriche solide.

Mentre mi raccontava le varie attività che facevano, mi sono accorta che molti dei vocaboli li conosceva solo in tedesco. E’ un problema tipico dei bambini bilingue: quando l’immersione in una delle due lingue è preponderante, le conoscenze linguistiche in una delle due diventa piu’ debole, perchè un determinato argomento viene affrontato solo in una lingua e, inevitabilmente, mancano i vocaboli nell’altra.

Ho deciso quindi di parlare di solidi anche in italiano, in modo che questo divario potesse essere colmato. La cosa fondamentale era trovare attività che potessero divertirlo: in questo modo non si sarebbe annoiato e imparare sarebbe diventato un gioco e non un dovere.

Ho cercato in rete un po’ di idee e valutando le alternative, ho deciso di utilizzare un metodo in stile Montessori: partire cioè dalla manipolazione delle figure.

I bambini infatti usano le mani ” non solo per scopi pratici, ma anche per la conoscenza.”(M.Montessori)

Ho creato quindi una serie di carte dove sono riportate le figure solide e i rispettivi nomi nonchè carte raffiguranti oggetti di uso comune che si rifanno a queste figure.

Ho realizzato inoltre dei modelli che PF avrebbe utilizzato per creare solidi di carta, da abbinare alle rispettive carte.

Raffaella di Baby Green mi ha dato poi un suggerimento preziosissimo: costruire i solidi usando il DAS (attività che sua figlia ha realizzato alla scuola Montessori).

A casa non avevo DAS a disposizione e quindi abbiamo utilizzato del dido’ rosso. La scelta è risultata vincente: si asciuga in fretta e non abbiamo dovuto nemmeno colorare le figure.

Come abbiamo svolto questa attività:

Per prima cosa PF ha ordinato tutte le carte ed abbinato il nome ad ogni figura.

A questo punto ci siamo messi a costruire i solidi di carta. Impresa abbastanza complicata (la carta è molto delicata e incollare le parti tra loro non è proprio facile), ma che ci ha permesso di capire in pratica la differenza tra le varie figure. Tra l’altro PF è rimasto sorpreso che non si potesse realizzare una sfera, se non appallottolando un foglio, con risultati per nulla apprezzabili.

Una volta create le figure, le ha abbinate alle carte.

A questo punto ci siamo dati alla creazione dei solidi con il dido’. PF si è divertito molto e al tempo stesso, ancor piu’ che con la carta, ha avuto modo di riflettere sulle varie caratteristiche. Era particolarmente attratto dalle diversità tra la piramide, il cono e il cilindro nonchè tra il cubo ed il parallelepipedo.

Una volta finite ha abbinato anche queste alle rispettive carte. Non contento  si è dato anche alla ricerca in casa di oggetti la cui forma richiamasse le figure appena create.

Va da sè che mentre creava i vari solidi e ne esplorava le caratteristiche, mi chiedeva i vocaboli nel corrispettivo italiano. Il mio scopo era raggiunto!

Ho trovato questa attività  divertente e molto utile. La creazione dei solidi di carta è un po’ complessa: richiede una buona manualità. Per proporla tenete conto dell’età e delle capacità del bambino. La realizzazione con il dido’ invece è decisamente piu’ semplice e risulta anche piu’ divertente.

Qui trovate   le carte e le schede con modelli dei solidi.

Altre idee prese in rete per avvicinarsi alla geometria in stile Montessori:

 LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… una matematica stile Montessori

In cerca di idee per insegnare la matematica in maniera facile e divertente?

Ecco per voi tante idee “stile Montessori” da creare in casa:

idee per matematica montessori fai da te

 

  1. Perline Montessori fai da te in pochi minuti
  2. Le tavolette dei pari e dei dispari
  3. I triangoli costruttori 
  4. Imparare le decine
  5. La tavola delle addizioni da stampare
  6. I fuselli per imparare numeri e quantità

 

Sulla mia pagina Pinterest dedicata  alla matematica troverete tantissime altre idee!

Qui invece  tutte le idee prese in rete finora!

Post di Paola Misesti

Continue Reading