La scheda dei libri per tenere traccia delle letture dei bambini

Prima delle vacanze natalizie  una mamma mi aveva chiesto di realizzare delle schede per tenere traccia dei libri letti dal suo bimbo. Ho pensato subito al metodo utilizzato a scuola da PF: una programma che permette non solo di memorizzare tutti i libri letti, ma anche di verificare la compremsione del testo e il loro gradimento.

La parte della scheda che piace piu’ a PF  è proprio quella relativa al suo giudizio sul libro: non solo infatti si limita a segnare il gradimento, ma di solito argomenta sul perchè ed il per come!

scheda dei libri da scaricare

Ho quindi creato delle schede che permettessero non solo di elencare i libri letti, ma anche di far esprimere ai bambini la loro opinione al riguardo. Ho semplificato molto la cosa usando faccine, ma anche dando la possibilità a chi lo volesse di segnare il proprio libro preferito ed aggiungere delle annotazioni.

Spero che queste semplici schede vi piacciano e che vi possano essere utile!

Qui trovate 6 diverse  tabelle da stampare!

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Libri in gioco: giochiamo con Pesciolino cantastorie birichino

Perchè libri in gioco? Perchè con i libri si puo’ anche giocare. Se una storia ci ha preso o ci siamo innamorati di un racconto, vogliamo rimanere insieme al nostro personaggio preferito, giocare con lui, continuare a sognare.

Allora perchè non portare le nostre avventure preferite anche fuori dai libri?

In questa rubrica vi offriro’ qualche idea per giocare con i vostri bimbi con tanti libri che magari vi sono rimasti nel cuore. Oggi vi voglio parlare di…

“Pesciolino, cantastorie birichino” di Julia Donaldson e Axel Scheffler.

Questo è stato uno dei tanti amori di Piccolo Furfante, che adorava questo pesciolino monello, sempre in ritardo ma con tante storie da raccontare.

pescilino cantastore birichino

 

Ecco qui allora qualche idea per continuare a giocare anche dopo esserci divertiti a leggere la storia…

attività pesciolino cantastorie birichino

  1. cacciando tanti pesciolini eletrizzati
  2. giocando insieme a tanti animali marini
  3. imbottigliando simpatiche meduse di plastica
  4. creando tanti e coloratissimi pesciolini con i sassi

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Venerdi’ del libro: Viaggio al centro della terra

Ci proviamo? Non ci proviamo? Ma si’ dai…tentiamo!!

E’ iniziata cosi’ la nostra lettura di Jules Verne “Il viaggio al centro della terra”.

Avevamo già letto di Verne  “20.000 leghe sotto i mari” e il “Giro del mondo in 80 giorni”  nelle edizioni semplificate della Dami e a PF erano piaciuti moltissimo, ma affrontare un classico nella versione orginale è un’altra cosa ed io ero preoccupata che non avrebbe gradito.

Per entusiasmarlo siamo andati insieme in libreria alla ricerca del libro “giusto”. E’ stato PF a chiedere alla commessa i libri di Verne e, una volta avuti in mano, ha fatto lui la scelta. Ha escluso quelli che aveva già letto e, tra tutti i rimanenti, era indeciso tra “Dalla terra alla luna” e “Viaggio al centro della terra”. Ma alla fine ha scelto quest’ultimo soprattutto per via delle illustrazioni molto particolari e curate. E’ uscito dalla libreria con un sorriso largo da un’orecchio all’altro e quella stessa sera abbiamo iniziato a leggerlo.

Abbiamo scelto questo libro per la lettura serale ad alta voce. I termini risultano a volte troppo difficili per PF, le descrizioni troppo forbite con troppe digressioni, ma PF non si perde una parola: occhi sgranati e bocca aperta! Proseguiamo lentamente: 1 o al massimo 2 capitoli al giorno, ma l’entusiasmo di PF mi fa capire che è stata la scelta giusta.

Alcune sue domande poi mi fanno sorridere: non riesce ad immaginare un mondo senza aerei, telefonini, computer. La sua prima curiosità è stata perchè il professor Lidenbrock non usava il computer per risolvere il messaggio segreto, poi perchè non prendevano un aereo per arrivare in Islanda o il fuoristrada per attraversare il paese! Spiegargli che all’epoca di Verne tutte queste cose non esistevano è stato per lui sconcertante e per me divertente.

Il libro che vi consiglio oggi è quindi…

viaggio-al-centro-della-terra-einaudi“Il viaggio al centro della terra” di Jules Verne – Einaudi Ragazzi

“D’altra parte” mi dicevo “cosa rischio? Viaggero’ nel piu’ strano dei paesi! Scalero’ una montagna poco comune! E alla peggio scendero’ in fondo a un cratere spento! E’ chiaro che Saknussemm non ha fatto di piu’. Quanto all’esistenza di una galleria che conduca al centro della terra, è pura immaginazione! Pura impossibilità!

 

 Ora aspetto i vostri suggerimenti! Eccoli:

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. Qui trovate le istruzioni per accedervi. Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Buon fine settimana! Per noi sarà un lungo weekend di assoluto riposo. Finalmente!

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che nei fine settimana vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Venerdi’ del libro: Ricette per le feste

La frase più emozionante che si può sentire nella scienza, quella che annuncia nuove scoperte, non è “eureka!” ma “questo è divertente!”
Isaac Asimov

Oggi mi sento molto foodblogger, cosi’ vi propongo un bellissimo libro di ricette che ci ha regalato un’amica. A dire il vero lo ha regalato a Piccolo Furfante e a lui è piaciuto un sacco.

Oltre alle ricette facili e spiegate passo passo, troverete anche dei simpatici lavoretti pensati per le varie ricorrenze. Le illustrazioni sono della bravissima Chiara Nocentini. Il kit prevede anche formine per dolci e soprattutto dei palloncini e una pompetta; tutte cose che sono state apprezzate molto! 😀

Il libro in questione è…

Ricette per le Feste. Consigli, ricette e attività creative per le feste.

ricette per le feste chiara nocentini lisciani libri

Ora aspetto con ansia i vostri suggerimenti! 😀 Eccoli:

Continue Reading

La libreria dei miei sogni

libriQui a Zurigo ci sono un sacco di belle librerie: grandi e piccole, con grandi divani o scomode sedie, con giochi o libri a disposizione, con piccoli bar all’interno, con zone bimbo da favola o piccoli spazi dove i bimbi si divertono insieme, con scivoli giganti a forma di drago o scaffali con eReader da provare…

Insomma ce n’é per tutti i gusti e in ogni dove!

Qualche pomeriggio fa ero a spasso per librerie con una mia cara amica e ci siamo messi a discutere su come dovrebbe essere la nostra libreria ideale. Abbiamo messo giu’ una specie di decalogo. Eccolo a voi!

  1. un ambiente familiare ed accogliente che faccia sentire ” a casa”
  2. poltrone, sedie e divani confortevoli dove poter sfogliare e leggere i libri e le riviste messe a disposizione
  3. nel reparto bimbi uno spazio ad hoc curato, accattivante, ben organizzato ed attrezzato con libri e giochi da usare in tutta libertà
  4. in tutta la libreria dei piccoli spazi-bimbi per agevolare i genitori che vogliono rilassarsi scegliendo con calma i libri
  5. un piccolo bar dove potersi fermare e ricaricarsi con dolcetti e bevande, pensato anche a misura di bimbo
  6. uno spazio “laboratorio” dove speriementare craft ed attività ispirati da libri (come origami, mosaici, palloncini gonfiabili, collage, lavori a maglia…) e dove organizzare incontri a tema (gruppi di lettura, letture di testi, incontri con l’autore…)
  7. uno spazio-recensione dei lettori dove poter raccogliere commenti e suggerimenti  da cui poi trarre una classifica mensile dei libri piaciuti di piu
  8. uno spazio media dove non solo poter ascoltare i cd, ma anche dove poter ascoltare musica dal vivo in momenti prestabiliti e per i piu‘ piccoli dove avvicinarsi alla musica e agli strumenti
  9. e poi incontri dove poter leggere e commentare anche in lingua (sia per grandi che per piccini)
  10. infine personale qualificato e amante dei libri (cosa non sempre da dare per scontata ahimè :-S)

Insomma abbiamo fatto un bel mix di tutte le librerie che ci sono piaciute di piu’!

E com’è la libreria dei vostri sogni?

 

 

Continue Reading

Il venerdi’ del libro: “I cento sensi segreti” e “La nave dei pirati”

Ci sono due modi di vivere la tua vita. Una e’ pensare che niente e’ un miracolo. L’altra e’ pensare che ogni cosa e’ un miracolo

Albert Einstein

Oggi vi propongo un libro sulla fiducia: ho incominciato a leggerlo, ma non sono riuscita a ancora a finirlo per mancanza di tempo. Mi prende molto, ma la sera cado sfinita sul letto e non riesco a prenderlo in mano… ARGH! La vecchiaia avanza inesorabile 🙂

Spero proprio che il finale meriti quanto tutta la parte di libro che ho letto finora. Le premesse ci sono tutte 🙂

 

I cento sensi segreti – Amy Tan

Mia sorella Kwan ü convinta di avere occhi yin. Vede coloro che sono morti e che ora abitano nel mondo yin, spiriti che lasciano le nebbie solo per far visita alla sua cucina di Balboa Street a San Francisco.

 

Piccolo Furfante,invece, vi consiglia un libro che diventa anche un gioco da costruire:

 

La nave dei pirati – Brian Lee

Olà, miei prodi, fermate la nave! Ehi, tu, vuoi scoprire un po’ di cose sui pirati? Vieni qui vicino a me e ti racontero’ qualche storiella. sono il capitano Dente di Squalo e questa è la mia nave a vele quadre, la Ghigno nero.

 

Ora aspettiamo con ansia i vostri suggerimenti 😀 Eccoli…

Continue Reading

Venerdi’ del libro: “Una vita in prestito” e “Il piu’ bel regalo del mondo”

Se c’è un peccato contro la vita, è forse non tanto disperarne, quanto sperare in un’altra vita, e sottrarsi all’implacabile grandezza di questa.

Albert Camus

Dopo alcuni libri “pesanti” ecco finalmente un libro “leggero leggero”, piacevole e senza grosse pretese: ideale per rilassarsi senza togliersi il gusto di pensare un po’ alla propria vita 😉

Piccolo Furfante invece vi consiglia un libro che parla di uno dei suoi eroi: l’elefante Babar 😀

Una vita in prestito – Jane Green

Sotto molti aspetti, la storia che sto pr raccontarvi non è affatto una bella favoletta. Direi anzi che si tratta di vita reale, nel senso di come tutti noi pensiamo di sapere con esattezza che cosa ci serva per essere felici, che cosa ci assicurerà il nostro personale lieto fine, quando invece la vita di rado prende la via che ci aspettiamo, cosicchè nel nostro lieto fine s’infiltra ogni sorta di inatteso colpo di scena, modificandolo nei modi piu’ bizzarri. Per non parlare del fatto che il nostro paradiso privato a un altro possa sembrare l’inferno. O viceversa…

Babar racconta “Il piu’ bel regalo del mondo”

Quel che conta in un regalo è l’intenzione. Non importa il suo valore, quanto l’affetto e l’impregno nel farlo. Conclusione: non accapigliarsi per scegliere un regalo.

Ora aspetto, come sempre, i vostri suggerimenti 😉 Eccoli:

Qui trovate tutti i libri degli scorsi Venerdi’ del libro

Buon inizio settembre e buon fine settimana a tutti voi!

Vuoi partecipare anche tu ai Venerdì del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice

Continue Reading

Venerdì del libro: “Gli Snicci e altre storie”

“Tu pensi per parole, per te il linguaggio è un filo inesauribile che tessi come se la vita si facesse narrandola”

Isabelle Allende – Eva Luna Racconta

Sul comodino di questa settimana:

” Gli snicci e altre storie” – Dr. Seuss

Ma De Favis sbagliava. E con gioia vi aggiorno
che gli Snicci capirono finalmente un bel giorno,
un giorno in cui fu deciso che gli Snicci son Snicci,
e nessuno è migliore, non han senso i bisticci.
Da quel giorno, di stelle più nessuno ha parlato
e ogni Sniccio è felice che sia o meno stellato

…e alcuni link …

Gli altri libri sul comodino…

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Venerdì del libro: “L’uomo che piantava gli alberi” e “Camilla e il pirata Caravaggio”

Evviva la lettura! Comincia l’avventura
un sogno ad occhi aperti nel mondo che vuoi tu.
I libri sono ali che aiutano a volare
i libri sono vele che fanno navigare
i libri sono inviti a straordinari viaggi
con mille personaggi l’incontro sempre c’è
Il Topo con gli occhiali – 44° edizioni Zecchino d’oro

Qui trovate il video della canzone “Il Topo con gli occhiali”, una delle preferite di Piccolo Furfante!

Sul comodino questo weekend abbiamo:

Camilla e il pirata Caravaggio – F. Cicirelli

“Il pirata era un cuoco superbravo e sopraffino. Preparava tutto con la massima calma e alla perfezione. Alla fine apparecchiò la tavola, sistemò i fiori nel vaso e cominciò a mangiare”


L’uomo che piantava gli alberi – J. Giono

Da tre anni piantava alberi in quella solitudine. Ne aveva piantati centomila. Di centomila, ne erano spuntati ventimila. Di quei ventimila, contava di perderne ancora la metà, a causa dei roditori o di tutto quel che c’è di imprevedibile nei disegni della Provvidenza. Restavano diecimila querce che sarebbero cresciute in quel posto dove prima non c’era nulla.

I libri sugli altri scaffali di questa settimana…

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Venerdì del libro: “La masseria delle allodole” e “Il vecchio orso se ne va”

Una goccia di latte,

caduta nella notte,

piano si spande

in bianche onde lente

Mare di latte

con onde di memoria

che della vita

raccontano la storia.

Vita che succhia latte appena nata

con parole di latte va narrata.

con parole di seno e di calore

succhiate insieme al battito di un cuore (…)

S. Roncaglia “Parole di latte”

settimana sul comodino…

Il vecchio orso se ne va – U. Weigelt, C. Kadmon

“… il tasso distribuì dei piccoli doni che l’orso aveva lasciato per loro. La volpe, però, non voleva nulla. “Non mi serve un oggetto, per non dimenticarlo” esclamò. “Resterà sempre con tutti noi, nei nostri ricordi” rispose comprensivo il tasso. “Ma è stato lui a volere che tu avessi la sua palla.” Allora la piccola volpe strinse forte fra le zampe la palla dell’orso.


La masseria delle allodole – A. Arslan

“Ma là nel deserto siriano Azniv e Veron si stringeranno l’una all’altra, cullandosi gentilmente a vicenda e cantandosi a voce quasi spenta: “Ov sirun sirun” la loro canzone,e “Veron, pompon”, divenuto il loro duro gioco segreto durante la deportazione: non animali che cercano l’ultimo boccone di pane, ma donne, ancora, con un’ultima forza nel cuore: riuscire a salvare i bambini…”

Sugli altri comodini questo venerdì:

LEGGI ANCHE…

Continue Reading