10 libri per giocare con la grammatica

La grammatica vi fa paura? Coniugare nomi e trovare aggettivi vi annoia?

Non ditelo a nessuno, ma la grammatica è sempre stata una delle mie materie preferite e il segreto è tutto nella mia maestra che me l’ha sempre proposta come un gioco.

Imparare la grammatica puo’ essere quindi anche divertente: fare l’analisi grammaticale usando giochi o simpatiche attività facilita l’apprendimento e la memorizzazione di termini e concetti; non annoia e fa appassionare ad una materia un po’ ostica.

Per questo motivo ho raccolto in questo post alcuni libri che fanno avvicinare alla grammatica in maniera spiritosa e giocosa.

10 libri pensati per bambini da 6 a 9 anni con tante proposte attive e divertenti.

10 libri per grammatica divertente bambini

 

cimpa la parola misteriosa libri divertenti di grammaticaCimpa. La parola misteriosa di Catarina Sobral, La nuova frontiera junior, 2014

Età consigliata: da 6 anni

Un giorno in una grande biblioteca un ricercatore scopre una nuova parola: Cimpa. Nessuno sa cosa significhi né a quale categoria grammaticale appartenga. E così su questa parola ognuno ha la sua teoria, ma la vecchia prof. Zelinda assicura che si tratta di un verbo. E allora giù tutti a usarla come un verbo. Ben presto però arriva qualcun altro a smentirla sostenendo che è un aggettivo e poi un nome e finanche un avverbio… “Cimpa” è il primo albo sulla grammatica: ben lontano da ogni pesantezza pedagogica, fatto apposta per prendersi gioco con ironia delle regole grammaticali. 

********************************

nel paese di grammatica libri divertenti di grammaticaNel paese di Grammatica di Rossana ColliMonica Colli e Angela Di Corato (Autore) , Erickson, 2014

Età consigliata: da 7 anni

Nel paese di Grammatica propone un metodo per immaginare e insegnare la grammatica vicino al modo di sentire del bambino dei primi anni della scuola primaria. Il libro, pensato per gli insegnanti e gli alunni della seconda e terza classe, presenta una serie di letture e di attività che coinvolgono e appassionano i bambini, rendendo così la grammatica una piacevole scoperta. Punto di forza di questo volume è l’aver integrato alcuni stimoli provenienti dall’insegnamento della grammatica secondo il metodo Montessori — come ad esempio l’utilizzo di simboli colorati — con alcuni impulsi, fortemente artistici ed evocativi, del metodo d’insegnamento delle scuole Waldorf.
Il risultato è un testo che, attraverso racconti, poesie in rima e la personificazione degli elementi grammaticali, coinvolge tutti i sensi del bambino e lo porta ad affrontare i primi passi nell’apprendimento della grammatica con gioia e curiosità.

********************************

grammatica italiana per bambini libri divertenti di grammaticaGrammatica italiana per bambini di Sabrina Galasso, Alma edizioni, 2007

Età consigliata: da 7 anni

Il volume è uno strumento per affrontare la grammatica in un modo giocoso e piacevole attraverso le storie fantastiche dei due bambini protagonisti, Giulia e Francesco. L’impostazione didattica, coinvolgente e agile, stimola la curiosità e fa leva sulla fantasia dei bambini, permettendo loro di avvicinarsi all’argomento in modo ludico e leggero. Ogni unità didattica affronta un argomento grammaticale in modo chiaro e comprensibile e propone esercizi di vario genere, anche questi caratterizzati da un’atmosfera di gioco e divertimento.

********************************

l'albero dei verbi libri divertenti di grammaticaL’albero dei verbi di Luciana Lenzi e Enrico A. Emili, Libriliberi, 2012

Età consigliata:da 7/8 anni

L’apprendimento delle forme verbali è uno degli ostacoli più grossi che i bambini devono affrontare, eppure fin dai tre anni ciascuno di loro utilizza in modo adeguato anche forme complesse come i participi passati. Questi sono alcuni dei macroscopici motivi che ci hanno indotto a ribaltare lo studio del verbo e a proporre ai bambini in modo semplice e non semplificato una morfologia in stretta relazione con la sintassi. L’albero contribuisce all’emersione della competenza grammaticale implicita grazie alla visualizzazione delle relazioni tra gli elementi processati per opposizione e ad alcune mirate frasi-gancio. Così, cercando di collocare una forma verbale (per esempio “cantaste”), il bambino applica ad alta voce i suoi schemi impliciti e se ne appropria in modo consapevole.

********************************

terrore a grammaland libri divertenti di grammaticaTerrore a Grammaland  di Massimo Birattari, Feltrinelli, 2018

 Età consigliata: da 8 anni

Grammaland, il parco dei divertimenti nel quale si spiegano le regole della grammatica in modo originale e spassoso, offre sempre nuove attrazioni: il campo da rugby in cui l’animatore Tacalahaka propone subdoli quiz sulla H, il Padiglione delle Pronunce Sbagliate dove i ragazzi che inciampano sugli accenti precipitano in uno scivolo a chiocciola… Il professor Furio Mangiafuoco, l’inventore di Grammaland, già sogna di accogliere nel suo parco migliaia di classi in gita scolastica, quando all’improvviso si ritrova sotto attacco. Mentre una mano misteriosa traccia scritte sgrammaticate su un muro, grossi mostri di lamiera abbattono le attrazioni di Grammaland a forza di bestialità che traboccano dalle chat sui cellulari, orrori di pronuncia, strafalcioni assortiti e costruzioni oscure che infestano i temi a scuola. Da solo, Mangiafuoco non potrà resistere al bombardamento. Ma saranno proprio i ragazzi ospiti di Grammaland a sfidare il terrore prodotto dall’errore: a loro spetterà l’ultima difesa della bellezza e dell’efficacia dell’italiano corretto. «Terrore a Grammaland» è una nuova avventura romanzesca tra le insidie e le sorprese della grammatica. È una grande caccia all’errore, ma anche la scoperta di una lingua semplice, viva ed espressiva che i ragazzi potranno perfino insegnare agli adulti.

********************************

Laboratorio dei verbi di Pietro Acler e Laura M. Fabiani, Erickson, 2013

 Età consigliata: da 8 anni

Ritornano le mirabolanti avventure del Re dell’alfabeto, alle prese con la costruzione del suo magico regno in cui, questa volta, saranno i verbi ad essere i veri protagonisti. Il volume prevede un approccio creativo, curioso e stimolante alla grammatica, e si compone di 14 sezioni, ognuna delle quali dedicata a una specifica caratteristica del verbo. In particolare vengono trattati: i modi e i tempi del verbo i verbi ausiliari i verbi attivi e passivi i verbi transitivi e intransitivi i verbi riflessivi, reciproci e pronominali i verbi predicativi e copulativi i verbi impersonali i verbi servili e fraseologici i verbi irregolari. Ogni argomento è introdotto da una fiaba e viene esplorato attraverso una serie di attività didattiche e di approfondimento di varia difficoltà che permettono all’insegnante di alternare lavori singoli e di gruppo. Le schede presentano inoltre dei brevi appunti grammaticali. Chiudono ciascuna sezione alcune proposte di scrittura creativa, che danno ampio spazio alla fantasia dei bambini consentendo loro di sperimentare quanto hanno imparato.

********************************

analisi logica e grammaticale al volo libri divertenti di grammaticaAnalisi grammatica e logica al volo di Camillo Bortolato, erickson, 2009

Età consigliata: da 8 anni

Esiste un segreto per insegnare a svolgere «al volo» l’analisi grammaticale e logica, evitando mesi di spiegazioni spesso infruttuose: è quello di presentare subito all’alunno tutte le conoscenze necessarie provviste di agganci emozionali, come le due strisce illustrate allegate a questo volume. Ciascuna equivale a un riassunto grazie al quale non serve più arrovellarsi per comprendere e per tenere tutto a mente, ma è sufficiente andare a cercare, poiché nella striscia è contenuto tutto. La comprensione si trasforma quindi in riconoscimento, semplificando il processo di apprendimento. Fare l’analisi grammaticale diventa così il gioco di mettere ogni singola parola nel barattolo giusto, scegliendolo tra nove allineati come sul ripiano di una cucina, ciascuno con il suo nome. Fare l’analisi logica invece diventa come muoversi in un quartiere osservando che ogni casa ha una caratteristica diversa dalle altre, senza possibilità di confondersi. Questo strumento è destinato agli alunni dalla classe terza della scuola primaria in poi, in supporto al consueto programma: la proposta, indispensabile per quei bambini che si trovano in difficoltà davanti alla complessità dell’analisi della lingua italiana, è resa più efficace grazie a un pratico eserciziario di veloce compilazione.

********************************

la grammatica ti salverà la vita libri divertenti di grammaticaLa grammatica ti salverà la vita di Massimo Birattari, Feltrinelli kids, 2012

Età consigliata: da 8 anni

La grammatica vi fa paura? Quando consegnate una verifica tremate già al pensiero dei segnacci rossi e blu che la tempesteranno? Be’, un brutto voto non è niente al confronto a quello che succede ai protagonisti di questo libro, ragazzi come voi che, grazie a un misterioso benefattore, trascorrono una settimana in una villa-castello nel cuore di una valle sperduta dove piove sempre, i cellulari non prendono, non c’è internet e qualcuno ha pure tagliato i fili del telefono. In compenso, ci sono pericolose creature delle tenebre – licantropi, vampiri, fantasmi e mostri assortiti – che attaccano quando sentono l’odore degli errori di grammatica. Fra torri, fossati, un’inquietante biblioteca, corridoi bui, misteriosi rumori notturni, inspiegabili apparizioni e naturalmente un passaggio segreto, l’orrore incombe sugli errori. Con l’aiuto del professor Mangiafuoco, i ragazzi dovranno salvare la pelle districandosi fra i trabocchetti di verbi transitivi, intransitivi, attivi e passivi, di soggetti, predicati e complementi, di pronomi relativi e congiuntivi a rischio, di punti, virgole e perfino punti e virgola, per scoprire poi le regole della fabbrica delle parole e i segreti del vocabolario.
Fino al colpo di scena finale.

********************************

grammatica in gioco libri divertenti di grammaticaGrammatica in gioco di Cristiana De Santis, dedalo edizioni, 2011

Età consigliata: da 9 anni

A che gioco giochiamo quando pensiamo, parliamo e scriviamo? Un racconto per scoprire il gioco della grammatica e le sue regole.

Prima di finire nei libri, la grammatica è già nella nostra testa. Vive lì scomposta in paradigmi, cioè in tanti cassetti che contengono verbi, nomi, aggettivi… e perfino pezzi di parole che possiamo usare per comporre parole nuove. Tutti questi pezzi diversi sono pronti per entrare «in gioco», cioè per combinarsi e formare le «partite» dei nostri discorsi e dei testi che scriviamo. Conoscere le regole del gioco ci serve anche per capire le «mosse» degli altri, cioè i discorsi che ascoltiamo e i testi che leggiamo: perfino quelli più astrusi, come la poesia sui «tospi agìluti» con cui deve fare i conti la protagonista del libro. Con l’aiuto di un’insegnante speciale e di una mamma che – inspiegabilmente – adora i compiti di grammatica, Clarice impara a riconoscere i diversi pezzi non solo per la forma che hanno, ma anche per la funzione che possono svolgere e per il modo in cui si organizzano quando devono formare una frase: con ordine, secondo reggenza, in accordo e collegamento. Dopo aver letto la storia, potrete entrare con Clarice nel laboratorio di grammatica per fare esperimenti insoliti.

********************************

benvenuti a grammaland libri divertenti di grammaticaBenvenuti a Grammaland di Massimo Birattari, Feltrinelli, 2011

Età consigliata: da 9 anni

 Benvenuti a Grammaland si fonda su un paio di idee basilari. La prima è che le cose imparate da piccoli non si scordano più. La seconda è che è possibile insegnare la grammatica in maniera divertente; anzi, la comicità e perfino i colpi di scena di un’avventura romanzesca possono aiutare a fissare in maniera duratura nozioni e regole. In questo libro, i ragazzini protagonisti partecipano a un campo scuola in un parco a tema molto particolare, Grammaland. Qui i tunnel dell’orrore, gli ottovolanti, i castelli magici offrono l’occasione di affrontare le insidie dell’ortografia (tra doppie, lettere a rischio, accenti e apostrofi), della morfologia (plurali complicati e verbi irregolari), della sintassi (dall’uso del congiuntivo alla punteggiatura) e del lessico (tra parole difficili e i trucchi per imparare a consultare il vocabolario). Il risultato è un’avventura comica e irriverente (un po’ alla Roald Dahl) in fondo alla quale i lettori si accorgeranno di aver preso confidenza con l’italiano. Senza fatica, anzi ridendo parecchio.

********************************

Non  mi resta che augurarvi buone letture e buon divertimento!

Qui trovate tutti i libri “catturati” per voi nella rubrica “10 libri…”

Post di Paola Misesti

Continue Reading

10 libri… interattivi da non perdere

10 libri interattivi per bambini

Noi adoriamo i libri e durante le vacanze non mancano le loro varianti: i libri interattivi! Quei libri cioè che oltre ci permettono , oltre che leggere, anche di divertirci in giochi ed attività!

Qui trovate una raccolta di questi libri, molti dei quali già ampiamente utilizzati da noi sin da quando PF era piccolino. Altri invece  li “useremo” quest’estate!

51ewLTn+OoL._SX409_BO1,204,203,200_Il mio quaderno Montessori, di Marie Kirchner – L’ippocampo edizioni, 2016

Età consigliata: da 3 anni

L’album propone attività tattili, visive e sonore direttamente attinte dalla pedagogia Montessori con le quali il bambino viene incoraggiato in autonomia a scoprire in modo sereno e progressivo la lettura, la scrittura, i numeri, ma anche la natura e il mondo in cui vive. Numerose attività permettono di esplorare forme geometriche, lettere e suoni, numeri, natura e geografia. Ogni sezione del volume contiene suggerimenti per orientare i genitori nel loro ruolo di accompagnatori, nel rispetto della capacità di concentrazione, dei desideri e dei tempi di ogni bambino.

9781409588498Vacanze. Piccole attività, di K. Robson, D. Florino, M. del Bosco- Usborne edizioni,  2015

Età consigliata:da 3 anni

Un simpaticissimo libro, ideale per esercitarsi a contare, a osservare e a maneggiare la penna

61SIXLjumZL._SY419_BO1,204,203,200_Disegno con le dita, di F. Watt, E. Harrison, E. Guastella – Usborne edizioni,

Età consigliata: da 3 anni

Un libro coloratissimo, con pannello di sette tamponi inchiostrati e tante figure da dipingere con le dita. Con idee e consigli per dipingere mostriciattoli, topini, uccellini, fiori ecc. Per esprimere la creatività ovunque, senza pennelli, vasetti o tubetti di colore.

59370u-N9MFMTIYLa mia Jeep, di A. Johnson – Giunti Kids, 2013

Età consigliata: da 3 anni

Non crederai ai tuoi occhi! Un libro, un tabellone gioco e una macchina giocattolo… tutti in uno! Con semplici mosse, il libro con una storia illustrata si trasforma in un tabellone per giocare anche in compagnia e, infine, si ritrasforma in una jeep giocattolo, con tanto di portiera e parabrezza!

maxiquiz---310-310Maxi quiz, di C. Jugla – Editoriale scienza, 2013

Età consigliata: da 4 anni

620 domande per giocare da soli, con un amico o con un adulto; due livelli di difficoltà (4-6 anni e 7-8 anni) e numerosi argomenti: animali, piante, corpo umano, scienza e invenzioni, sport e tempo libero, geografia, storia.

 

886023451Il giro del mondo in 80 labirinti, di A. Peters – IdeeAli edizioni, 2012

Età consigliata: da 5 anni

Unisciti a Max, Sara e al cane Teo nel loro divertente viaggio intorno al mondo, attraverso gli intricati labirinti. Trova la via d’uscita dalle distese ghiacciate del Mar Glaciale Artico e l’intricata giungla africana. Risali le miniere di diamanti della lontana Siberia e segui le tracce del leggendario Yeti.

51FfEv8DeZL._SY393_BO1,204,203,200_Tante idee pre trasformarsi in un detective, di N. Suman – Gribaudo editore,

Età consigliata: da 5 anni

Scopri trucchi e segreti per diventare un perfetto detective: raccogli gli indizi, segui le tracce, conduci l’indagine e smaschera il colpevole. Come si rilevano le impronte digitali? Che cosa serve per fare un identikit? Perché si esamina il luogo di un crimine? Quando si interrogano i  testimoni? In che modo ci si traveste per un inseguimento? Grazie a questo manuale, con tante foto, indicazioni e idee, potrai mettere alla prova le tue abilità e diventare un investigatore infallibile!

9788860793935Il Gruffalo’. Magico teatro, di J. Donaldson, A. Scheffler – Emme Edizioni, 2009

Età consigliata: da 5 anni

Questo libro contiene un magnifico teatro pop-up, tante figurine ed elementi scenografici da staccare, il copione teatrale e tanti suggerimenti per la messa in scena la storia illustrata A spasso col mostro.

 

downloadWally nella macchina del tempo, di M. Handord – L’ippocampo edizioni, 2010

Età consigliata: da 5 anni

Ehi! Amici di Wally! Siete pronti per nuove fantastiche avventure?
In questo secondo volume della saga, il nostro eroe, non potendo ritrovare i suoi amici, è caduto nella macchina del tempo!
Dopo un salto nella preistoria, eccolo catapultato nell’epoca dei Faraoni a risolvere l’enigma delle piramidi, prima di ritrovarsi nel bel mezzo dell’arena fra i gladiatori e i leoni dell’Antica Roma. Ma le avventure di Wally nella macchina del tempo non finiscono di certo qui…

allenamente-cop-rgb-1000px---310-310Allenamente, giochi, attività e trucchi per allenare la mente, di C. Carzan, S. Scalco, I. Fulghesu  – Editoriale scienza, 2016

Età consigliata da: 8 anni

Giochi di memoria e giochi di logica, giochi per migliorare la concentrazione e stimolare la creatività! A metà strada tra un manuale e un laboratorio ludico, “Allenamente” aiuta i ragazzi a sviluppare le capacità cognitive con il metodo più efficace di sempre: il gioco.

Questo libro racchiude una delle palestre più attrezzate che tu abbia mai visto. Sfoglialo e scopri tecniche, attività e trucchi per allenare ciò che hai di più prezioso: il tuo cervello! Come ogni parte del corpo, infatti, anche il cervello ha bisogno di esercizio, cosa fare allora per mantenerlo in forma? Ciò che ti viene più naturale: giocare! Qui sarai chiamato a risolvere enigmi e rompicapi, metterai alla prova la memoria e dovrai far ricorso alla tua capacità di osservazione. Pronto alla sfida?

Non mi resta che augurarvi buone letture e buon divertimento!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

La scheda dei libri per tenere traccia delle letture dei bambini

Prima delle vacanze natalizie  una mamma mi aveva chiesto di realizzare delle schede per tenere traccia dei libri letti dal suo bimbo. Ho pensato subito al metodo utilizzato a scuola da PF: una programma che permette non solo di memorizzare tutti i libri letti, ma anche di verificare la compremsione del testo e il loro gradimento.

La parte della scheda che piace piu’ a PF  è proprio quella relativa al suo giudizio sul libro: non solo infatti si limita a segnare il gradimento, ma di solito argomenta sul perchè ed il per come!

scheda dei libri da scaricare

Ho quindi creato delle schede che permettessero non solo di elencare i libri letti, ma anche di far esprimere ai bambini la loro opinione al riguardo. Ho semplificato molto la cosa usando faccine, ma anche dando la possibilità a chi lo volesse di segnare il proprio libro preferito ed aggiungere delle annotazioni.

Spero che queste semplici schede vi piacciano e che vi possano essere utile!

Qui trovate 6 diverse  tabelle da stampare!

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Libri in gioco: giochiamo con Pesciolino cantastorie birichino

Perchè libri in gioco? Perchè con i libri si puo’ anche giocare. Se una storia ci ha preso o ci siamo innamorati di un racconto, vogliamo rimanere insieme al nostro personaggio preferito, giocare con lui, continuare a sognare.

Allora perchè non portare le nostre avventure preferite anche fuori dai libri?

In questa rubrica vi offriro’ qualche idea per giocare con i vostri bimbi con tanti libri che magari vi sono rimasti nel cuore. Oggi vi voglio parlare di…

“Pesciolino, cantastorie birichino” di Julia Donaldson e Axel Scheffler.

Questo è stato uno dei tanti amori di Piccolo Furfante, che adorava questo pesciolino monello, sempre in ritardo ma con tante storie da raccontare.

pescilino cantastore birichino

 

Ecco qui allora qualche idea per continuare a giocare anche dopo esserci divertiti a leggere la storia…

attività pesciolino cantastorie birichino

  1. cacciando tanti pesciolini eletrizzati
  2. giocando insieme a tanti animali marini
  3. imbottigliando simpatiche meduse di plastica
  4. creando tanti e coloratissimi pesciolini con i sassi

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Venerdi’ del libro: Viaggio al centro della terra

Ci proviamo? Non ci proviamo? Ma si’ dai…tentiamo!!

E’ iniziata cosi’ la nostra lettura di Jules Verne “Il viaggio al centro della terra”.

Avevamo già letto di Verne  “20.000 leghe sotto i mari” e il “Giro del mondo in 80 giorni”  nelle edizioni semplificate della Dami e a PF erano piaciuti moltissimo, ma affrontare un classico nella versione orginale è un’altra cosa ed io ero preoccupata che non avrebbe gradito.

Per entusiasmarlo siamo andati insieme in libreria alla ricerca del libro “giusto”. E’ stato PF a chiedere alla commessa i libri di Verne e, una volta avuti in mano, ha fatto lui la scelta. Ha escluso quelli che aveva già letto e, tra tutti i rimanenti, era indeciso tra “Dalla terra alla luna” e “Viaggio al centro della terra”. Ma alla fine ha scelto quest’ultimo soprattutto per via delle illustrazioni molto particolari e curate. E’ uscito dalla libreria con un sorriso largo da un’orecchio all’altro e quella stessa sera abbiamo iniziato a leggerlo.

Abbiamo scelto questo libro per la lettura serale ad alta voce. I termini risultano a volte troppo difficili per PF, le descrizioni troppo forbite con troppe digressioni, ma PF non si perde una parola: occhi sgranati e bocca aperta! Proseguiamo lentamente: 1 o al massimo 2 capitoli al giorno, ma l’entusiasmo di PF mi fa capire che è stata la scelta giusta.

Alcune sue domande poi mi fanno sorridere: non riesce ad immaginare un mondo senza aerei, telefonini, computer. La sua prima curiosità è stata perchè il professor Lidenbrock non usava il computer per risolvere il messaggio segreto, poi perchè non prendevano un aereo per arrivare in Islanda o il fuoristrada per attraversare il paese! Spiegargli che all’epoca di Verne tutte queste cose non esistevano è stato per lui sconcertante e per me divertente.

Il libro che vi consiglio oggi è quindi…

viaggio-al-centro-della-terra-einaudi“Il viaggio al centro della terra” di Jules Verne – Einaudi Ragazzi

“D’altra parte” mi dicevo “cosa rischio? Viaggero’ nel piu’ strano dei paesi! Scalero’ una montagna poco comune! E alla peggio scendero’ in fondo a un cratere spento! E’ chiaro che Saknussemm non ha fatto di piu’. Quanto all’esistenza di una galleria che conduca al centro della terra, è pura immaginazione! Pura impossibilità!

 

 Ora aspetto i vostri suggerimenti! Eccoli:

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. Qui trovate le istruzioni per accedervi. Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Buon fine settimana! Per noi sarà un lungo weekend di assoluto riposo. Finalmente!

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che nei fine settimana vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Venerdi’ del libro: Ricette per le feste

La frase più emozionante che si può sentire nella scienza, quella che annuncia nuove scoperte, non è “eureka!” ma “questo è divertente!”
Isaac Asimov

Oggi mi sento molto foodblogger, cosi’ vi propongo un bellissimo libro di ricette che ci ha regalato un’amica. A dire il vero lo ha regalato a Piccolo Furfante e a lui è piaciuto un sacco.

Oltre alle ricette facili e spiegate passo passo, troverete anche dei simpatici lavoretti pensati per le varie ricorrenze. Le illustrazioni sono della bravissima Chiara Nocentini. Il kit prevede anche formine per dolci e soprattutto dei palloncini e una pompetta; tutte cose che sono state apprezzate molto! 😀

Il libro in questione è…

Ricette per le Feste. Consigli, ricette e attività creative per le feste.

ricette per le feste chiara nocentini lisciani libri

Ora aspetto con ansia i vostri suggerimenti! 😀 Eccoli:

Continue Reading

La libreria dei miei sogni

libriQui a Zurigo ci sono un sacco di belle librerie: grandi e piccole, con grandi divani o scomode sedie, con giochi o libri a disposizione, con piccoli bar all’interno, con zone bimbo da favola o piccoli spazi dove i bimbi si divertono insieme, con scivoli giganti a forma di drago o scaffali con eReader da provare…

Insomma ce n’é per tutti i gusti e in ogni dove!

Qualche pomeriggio fa ero a spasso per librerie con una mia cara amica e ci siamo messi a discutere su come dovrebbe essere la nostra libreria ideale. Abbiamo messo giu’ una specie di decalogo. Eccolo a voi!

  1. un ambiente familiare ed accogliente che faccia sentire ” a casa”
  2. poltrone, sedie e divani confortevoli dove poter sfogliare e leggere i libri e le riviste messe a disposizione
  3. nel reparto bimbi uno spazio ad hoc curato, accattivante, ben organizzato ed attrezzato con libri e giochi da usare in tutta libertà
  4. in tutta la libreria dei piccoli spazi-bimbi per agevolare i genitori che vogliono rilassarsi scegliendo con calma i libri
  5. un piccolo bar dove potersi fermare e ricaricarsi con dolcetti e bevande, pensato anche a misura di bimbo
  6. uno spazio “laboratorio” dove speriementare craft ed attività ispirati da libri (come origami, mosaici, palloncini gonfiabili, collage, lavori a maglia…) e dove organizzare incontri a tema (gruppi di lettura, letture di testi, incontri con l’autore…)
  7. uno spazio-recensione dei lettori dove poter raccogliere commenti e suggerimenti  da cui poi trarre una classifica mensile dei libri piaciuti di piu
  8. uno spazio media dove non solo poter ascoltare i cd, ma anche dove poter ascoltare musica dal vivo in momenti prestabiliti e per i piu‘ piccoli dove avvicinarsi alla musica e agli strumenti
  9. e poi incontri dove poter leggere e commentare anche in lingua (sia per grandi che per piccini)
  10. infine personale qualificato e amante dei libri (cosa non sempre da dare per scontata ahimè :-S)

Insomma abbiamo fatto un bel mix di tutte le librerie che ci sono piaciute di piu’!

E com’è la libreria dei vostri sogni?

 

 

Continue Reading

Il venerdi’ del libro: “I cento sensi segreti” e “La nave dei pirati”

Ci sono due modi di vivere la tua vita. Una e’ pensare che niente e’ un miracolo. L’altra e’ pensare che ogni cosa e’ un miracolo

Albert Einstein

Oggi vi propongo un libro sulla fiducia: ho incominciato a leggerlo, ma non sono riuscita a ancora a finirlo per mancanza di tempo. Mi prende molto, ma la sera cado sfinita sul letto e non riesco a prenderlo in mano… ARGH! La vecchiaia avanza inesorabile 🙂

Spero proprio che il finale meriti quanto tutta la parte di libro che ho letto finora. Le premesse ci sono tutte 🙂

 

I cento sensi segreti – Amy Tan

Mia sorella Kwan ü convinta di avere occhi yin. Vede coloro che sono morti e che ora abitano nel mondo yin, spiriti che lasciano le nebbie solo per far visita alla sua cucina di Balboa Street a San Francisco.

 

Piccolo Furfante,invece, vi consiglia un libro che diventa anche un gioco da costruire:

 

La nave dei pirati – Brian Lee

Olà, miei prodi, fermate la nave! Ehi, tu, vuoi scoprire un po’ di cose sui pirati? Vieni qui vicino a me e ti racontero’ qualche storiella. sono il capitano Dente di Squalo e questa è la mia nave a vele quadre, la Ghigno nero.

 

Ora aspettiamo con ansia i vostri suggerimenti 😀 Eccoli…

Continue Reading

Venerdi’ del libro: “Una vita in prestito” e “Il piu’ bel regalo del mondo”

Se c’è un peccato contro la vita, è forse non tanto disperarne, quanto sperare in un’altra vita, e sottrarsi all’implacabile grandezza di questa.

Albert Camus

Dopo alcuni libri “pesanti” ecco finalmente un libro “leggero leggero”, piacevole e senza grosse pretese: ideale per rilassarsi senza togliersi il gusto di pensare un po’ alla propria vita 😉

Piccolo Furfante invece vi consiglia un libro che parla di uno dei suoi eroi: l’elefante Babar 😀

Una vita in prestito – Jane Green

Sotto molti aspetti, la storia che sto pr raccontarvi non è affatto una bella favoletta. Direi anzi che si tratta di vita reale, nel senso di come tutti noi pensiamo di sapere con esattezza che cosa ci serva per essere felici, che cosa ci assicurerà il nostro personale lieto fine, quando invece la vita di rado prende la via che ci aspettiamo, cosicchè nel nostro lieto fine s’infiltra ogni sorta di inatteso colpo di scena, modificandolo nei modi piu’ bizzarri. Per non parlare del fatto che il nostro paradiso privato a un altro possa sembrare l’inferno. O viceversa…

Babar racconta “Il piu’ bel regalo del mondo”

Quel che conta in un regalo è l’intenzione. Non importa il suo valore, quanto l’affetto e l’impregno nel farlo. Conclusione: non accapigliarsi per scegliere un regalo.

Ora aspetto, come sempre, i vostri suggerimenti 😉 Eccoli:

Qui trovate tutti i libri degli scorsi Venerdi’ del libro

Buon inizio settembre e buon fine settimana a tutti voi!

Vuoi partecipare anche tu ai Venerdì del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice

Continue Reading

Venerdì del libro: “Gli Snicci e altre storie”

“Tu pensi per parole, per te il linguaggio è un filo inesauribile che tessi come se la vita si facesse narrandola”

Isabelle Allende – Eva Luna Racconta

Sul comodino di questa settimana:

” Gli snicci e altre storie” – Dr. Seuss

Ma De Favis sbagliava. E con gioia vi aggiorno
che gli Snicci capirono finalmente un bel giorno,
un giorno in cui fu deciso che gli Snicci son Snicci,
e nessuno è migliore, non han senso i bisticci.
Da quel giorno, di stelle più nessuno ha parlato
e ogni Sniccio è felice che sia o meno stellato

…e alcuni link …

Gli altri libri sul comodino…

LEGGI ANCHE…

Continue Reading