“Chi sei?” un gioco per stimolare l’attenzione e la logica

gioco chi sei stimolare concentrazione e logica bambini homemademamma

A scuola di PF i giochi in scatola sono sempre stati molto utilizzati anche durante le lezioni. FORZA QUATTRO era uno dei piu’ gettonati e venivano dedicati quindici minuti al giorno, con tanto di torneo interno. Utilissimo per la concentrazione, ma anche per la logica. Molto usati anche i giochi di carte, tra cui il memory, ma anche gli scacchi o la dama e anche i quiz con tanto di campanello per prenotarsi!

Per le lezioni di lingua la fanno da padrone le carte e ancora oggi PF le usa per imparare nuovi vocaboli.

A casa noi abbiamo usato molto il gioco “INDOVINA CHI” che ci ha permesso di ampliare il nostro vocabolario in tedesco e stimolare la concentrazione e la logica.

Dato che questo gioco lo noleggiavamo in biblioteca, non sempre era disponibile, cosi’ ho deciso di realizzarlo io in casa. I vantaggi del mio gioco rispetto a quello originale sono la possibilità di calibrare la difficoltà e di giocarlo in piu’ di due persone.

La scelta del numero dei personaggi tra cui scegliere è arbitraria cosi’ come la difficoltà di riconoscimento: i giocatori possono decidere quante immagini utilizzare (per un massimo di 11) e se le differenze tra i vari personaggi debbano essere piu’ o meno evidenti.

Altra differenza è l’uso delle carte con le possibili domande da fare. Inizialmente infatti  PF aveva difficoltà a pensare alle domande da porre all’avversario: si limitava a chiedere se era un bambino o una bambina o se aveva i capelli neri o biondi.

Le carte danno la possibilità di concentrare l’attenzione su piu’ particolari e domandare quelli che sembrano piu’  significativi per individuare il nostro personaggio misterioso.

A questo gioco inoltre possono giocare piu’ di 2 giocatori: basta stampare piu’ volte il cartellone e le immagini con cui giocare.

Le regole del gioco sono identiche a quello classico. Sulla casella con il punto esclamativo si inserisce il proprio personaggio e su quelle libere le immagini che si è deciso di utilizzare ne gioco. Attenzione: le immagini tra cui scegliere devono essere uguali per tutti i giocatori in gioco, se no sarebbe impossibile individuare il personaggio misterioso!

Una variante è quella di utilizzare questo gioco per imparare ed esercitarsi in una lingua straniera: noi lo abbiamo usato per il tedesco!

Qui trovate il kit del gioco con il tabellone da montare, le immagini dei personaggi da ritagliare e le carte con le domande.

Non mi resta che auguravi buon divertimento e buona caccia al personaggio misterioso!

 

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

5 giochi che non mancano mai nel nostro zaino

IMG_6503

Non c’è cosa piu’ divertente che giocare a qualche bel gioco in scatola tutti insieme prima di andare a dormire. Un’abitudine che abbiamo preso già da qualche anno e che non puo’ mancare nemmeno quando siamo in viaggio.

Portarsi dietro scatole e scatole di giochi non è pero’ sempre possibile e cosi’ abbiamo optato per giochi tascabili che non hanno nulla da invidiare agli originali.

Tra quelli che ultimamente non mancano mai nei nostri spostamenti ve ne segnalo cinque: tutti molto divertenti e particolari, ma soprattutto della dimensione giusta per essere infilati in uno zaino!

Noi li abbiamo nella versione tedesca, ma vi ho linkato qui sotto quelli in italiano. Vorrei pero’ darvi un suggerimento: a noi sono risultati molto utili per esercitare il nostro tedesco. Provateli in inglese, puo’ essere un buon modo per allenare questa lingua senza troppo sforzo!

IMG_6499

Pictureka: uno dei giochi ultimamente piu’ gettonati! Sono richieste velocità di lettura e buoni riflessi. La cosa piu’ divertente  è che gli abbinamenti tra immagine e frasi risultano a volte molto azzardati e le spiegazioni, per aggiudicarsi il punto, molto fantasiose. E’ un buon gioco per allenare la lettura ad alta voce ed arricchire il proprio vocabolario nonchè per stimolare la creatività!

IMG_6500

Dobble: uno dei miei giochi preferiti. Serve rapidità e buona capacità di riconoscimento. Su ogni carta vi è solo un’immagine da poter abbinare a quella presente sulle carte degli avversari. Vi sono diverse varianti di gioco e, di norma, le proviamo sempre tutte! Per rendere la cosa piu’ complicata l’immagine riconosciuta deve essere sempre nominata e noi ci sbizzarriamo nella scelta della lingua: inglese, italiano, tedesco! Un buon gioco per allenare la concentrazione e imparare parole nuove!

IMG_6501

Machi koro. Il gioco preferito da PF e quello che richiede anche piu’ tempo per essere terminato! Lo scopo è costruire la propria città seguendo delle indicazioni date all’inizio del gioco e sapendo investire i propri soldi in maniera redditizia! Un gioco di tattica e di fortuna, ideale per bambini non troppo piccoli.

IMG_6498

Jungle speed. Gioco di velocità che richiede buoni riflessi. Riconoscere le forme uguali non è per nulla semplice, perchè spesso si discostano tra loro solo per piccoli particolari. I colori poi traggono in inganno. Un gioco veloce da fare e che diverte sempre. Molto utile per la concentrazione!

 

IMG_6502

Quadrillion. Nasce come un solitario, ma noi giochiamo sempre in gruppo perchè alcune combinazioni risultano davvero troppo difficili. Il libretto allegato  presenta gli schemi da completare, divisi per grado di difficoltà. Ve ne sono tantissimi e non siamo ancora riusciti a terminarli tutti. Fortunatamente alla fine trovate anche le soluzioni. Un gioco di logica che stimola la concentrazione e le capacità spaziali.

Se vi piacciono i giochi in scatola qui trovate tante altre recensioni!

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

“Chi è?” Giochi di logica per bambini

giochi di logica per bambini gratis

Una delle attività scolastiche di PF, che mi hanno piu’ sorpresa fin dai primi tempi del nostra trasferimento qui in Svizzera, sono stati i giochi di logica. Non tanto per la loro complessità, quanto per la loro quantità.

Fin dal Kindergarden infatti ai bimbi vengono proposte giornalmente tantissime attività di logica: domande, schede, giochi, indovinelli.

Da semplici giochi di sequenza a vere proprie attività di deduzione. Con l’ingresso alla scuola elementare le attività sono ulteriormente aumentate e hanno fatto la loro comparsa i problemi. PF li adora e quando gli vengono assegnati va sempre in brodo di giuggiole. Ecco perchè ne ho creati alcuni per intrattenerlo durante i viaggi o nelle attese ai ristoranti.

Ho creato cosi’ delle semplici schede autocorrettive, in modo che PF fosse il piu’ autonomo possibile nel gioco.

Qui ne trovate alcune: 8 in tutto!

Usarle è molto semplice: ritagliate le singole schede e ripiegate il bordo tratteggiato in modo che non sia visibile. Volendo potete ritagliarlo e tenerlo da parte.

Alla sinistra della schede vi è l’indovinello da risolvere: attraverso gli indizi contenuti nell’indovinello, si deve trovare chi è o a chi appartiene l’immagine raffigurata sulla destra. Negli spazi bianchi vicino alle immagini bisogna scrivere il nome e aprendo il lembo della scheda, che avrete ripiegato, è possibile scoprire se la risposta data è giusta o meno.

Gli indovinelli sono abbastanza semplici, ma richiedono un po’ di attenzione.

Spero che questa attività vi piaccia. Non mi resta che augurarvi buon divertimento.

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Sequenze mostruose

Molte delle attività del Kindergarden di PF erano legate al riordino di sequenze soprattutto di forme e colori. In pratica i bambini dovevano riprodurre sequenze utilizzando carte prestampate, mattoncini Lego, giochini o oggetti di uso comune.

PF ha sempre adorato questa attività soprattutto se svolta con i mattoncini LEGO, tanto che l’avevamo riprodotta facilmente a casa.

Per divertirlo ulteriormente e tenerci impegnati i lunghi pomeriggi invernali, avevo realizzato delle schede a tema mostruoso che oltre ad essere divertenti lo aiutavano a riconoscere forme e colori. Noi le abbiamo usate tanto anche per imparare i nomi dei colori in tedesco.

giochi di sequenza da scaricare gratis

 

Oggi ve le propongo nella speranza che possano divertire anche i vostri bimbi.

Come realizzarle:

  • Stampare il modello delle  sequenze di mostri, composto da 24 schede (a vari livelli di difficoltà) e 16 carte
  • ritagliate schede e carte e, volendo, plastificatele

Come si utilizzano:

Disponete le carte sul tavolo e proponete, fate scegliere o estraete a sorte una delle schede che riproducono le sequenze di mostri.

Il bambino dovrà riprodurre utilizzando le carte a disposizione la sequenza della schede.

Le schede hanno vari livelli di difficoltà: dl piu’ semplice (4 mostri) al piu’ complesso (6 mostri). Alcuni mostri sono simili per colore e forma e questo rende piu’ difficile l’individuazione della carta giusta. Altre volte lo stesso mostro è riprodotto piu’ volte nella sequenza: anche questo aumenta il livello di difficoltà.

Ma a cosa servono i giochi di sequenza?  Essi aiutano…

  • ad imparare i nomi dei colori
  • a distinguere le differenze tra oggetti e forme diverse
  • a sviluppare lo spirito di osservazione
  • a stimolare le capacità logiche

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading