I dadi per raccontarsi

dadi per parlare di sè

 

Offrire occasioni ai bambini  per parlare di sè è importante, non solo perchè permette agli adulti di conoscerli e capirli, ma anche perchè fa comprendere loro che sono ascoltati, gli insegna a mettersi a contatto con il loro mondo interiore e ad esprimerlo in modo sempre piu’ preciso.

Questo tipo di attività viene svolta soprattutto all’inizio dell’anno scolastico per accogliere i bambini in classe, per presentarsi e conoscere i nuovi arrivati.

Ho creato nel tempo tante attività per stimolare i bambini a parlare di sè: da semplici schede a diari veri e propri. Volevo pero’ creare un gioco che potesse risultare piu’ divertente e potesse essere utilizzato sia a voce che usando la scrittura.

Ho creato, sulla falsa riga di un’attività svolta da PF, due dadi con tante domande a cui i bambini, ma anche gli adulti, possono rispondere.

E’ sufficiente lanciare uno o entrambi i dati e rispondere alle domande che escono. E’ possibile farlo sia a voce sia scrivendole su di un foglio.

Ecco i dadi da stampare ed assemblare, seguendo le indicazioni riportate sul foglio.

 

Qui trovate altre idee prese in rete…

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

 

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… giochi in scatola fai da te

Avere sempre un gioco a portata di mano, in questo caso di scatola, puo’ risolvere molti problemi, soprattutto se si è in giro e si è a corto di idee .

Quando PF era piccolo, avevo sempre con me qualche giochino, libretto o foglio per colorare, scrivere e divertirsi. La mia borsa assomigliava molto a quella di Mary Poppins.

Ho pensato allora di raccogliere un po’ di idee per creare giochi da mettere in una semplice scatolina, da poter riporre comodamente o portare con sè all’occorrenza.

Ecco quelli che mi sono piaciuti di piu’…

6 idee giochi fai da te da viaggio

 

  1. Labirinto di cannucce
  2. La scatolina dell’artista
  3. Calcetto portatile
  4. La casa delle bambole
  5. I LEGO da portare sempre con sè
  6. Garage fai da te

 

Tante altre idee le trovate nella mia pagina Pinterest dedicata ai giochi fai da te

 Qui trovate invece  tutte le idee prese in rete finora!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il domino delle regioni e dei capoluoghi d’Italia

domino delle regioni e dei capoluoghi d'Italia

Per la sua lezione di italiano settimanale PF doveva imparare le regioni d’Italia sia dal punto di vista fisico che politico. Quello che lo preoccupava di piu’ era imparare le regioni e i capoluoghi. Ci siamo esercitati a ripassarli  con le cartine mute, con gli atlanti e con i puzzle, ma dopo la prima volta queste attività diventavano noiose.

Ho pensato allora di creare un domino per giocare proprio sulle regioni e i capoluoghi d’Italia.

Ho creato 20 tessere contenenti  da una parte una regione e dall’altra un capoluogo.

Il gioco è quello classico del domino. Bisogna prima di tutto mischiare tutte le tessere e dividerle equamente tra i giocatori.  A turno bisogna attaccarle (correttamente) tra loro fino a che uno dei giocatori le finisce e vince la partita. Nel caso un giocatore non abbia nulla da attaccare, passa semplicemente il turno.

Il gioco puo’ essere giocato da una o piu’ persone, in questo caso la sfida si fa piu’ avvincente.

Per facilitare il gioco ho creato una tabella con i capoluoghi per ogni regione italiana. Puo’ essere consultata in caso di dubbio o semplicemente per controllare l’esattezza della risposta.

Qui trovate il domino da stampare e ritagliare

Altre idee prese in rete…

e sullo scaffale…

 

 

 

 

 

 

 

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco dei mostri per imparare le quantità

carte da stampare per bambini

6 mostri ne battono 4? E 2? Per scoprirlo non resta che giocare a carte con questo simpatico gioco che ho creato.

Imparare le quantità e i numeri puo’ essere infatti molto divertente usando le carte.

Con PF  abbiamo fatto interminabili partite a “Ruba mazzetto” o a “Uno” che ci hanno aiutato a memorizzare i numeri in 3 lingue e a ragionare sulle quantità.  Abbiamo usato un sacco di mazzi diversi: da quelli classici a quelli con i personaggi di Cars o di Angry Birds, che erano piu’ allegri e colorati.

Quando mi sono arrivate delle richieste per giochi da fare con le carte, ho pensato di crearne un mazzo adatto anche per i piu’ piccini. Sono nate cosi’ le carte dei mostri: 32 carte con 4 tipi di mostri diversi.

Giocare è molto semplice:

Variante 1

Mischiate le carte e dividetele tra i giocatori, che dovranno tenerle girate senza vederle. Simultaneamente si metterà sul tavolo la prima carta del mazzo. Il giocatore che ha scartato la carta con il numero piu’ alto, prenderà tutte le altre. Se escono delle carte con lo stesso valore, tutte verranno lasciate sul banco  e si scarterà altre tre carte; chi questa volta avrà la carta con il numero piu’ alto prenderà dal tavolo sia queste sia quelle precedenti. Vince chi si ritroverà con il numero maggiore di carte.

Variante 2

Una variazione del tipico “Ruba mazzetto”: mischiate le carte e datene 4 ad ogni giocatore. A turno i giocatori scartano una carta dal proprio mazzo. Ogni giocatore deve cercare sul proprio mazzo una carta dello stesso valore di una presente sul tavolo per poterla prendere e mettere in un mazzo vicino a sè, con il valore visibile. Se un altro giocatore, durante il proprio turno, ha una carta del valore uguale a quella in cima a questo mazzo, puo’ rubare l’intero mazzo e aggiungerlo al proprio.  Se invece non si hanno a disposizioni carte dal valore uguale ad un altro, la carta semplicemente rimarrà sul tavolo in attesa di essere “rubata”. Quando le quattro carte a disposizione finiscono, se ne distribuiscono altre quattro a testa fino ad esaurimento. Vince chi alla fine ha creato il mazzo piu’ numeroso.

Qui trovate le carte da stampare ed un pratico astuccio per contenerle.

Altre idee prese in rete…

e sullo scaffale…

uno junior

carte gioco topolino

 

 

 

 

 

 

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

 

Continue Reading

6 idee prese in rete per… giochi in feltro fai da te

La lavagna di feltro era uno dei giochi preferiti di PF: si divertiva da matti ad attaccare e staccare i pezzetti di stoffa per creare case, alberi e disegni.  Costruirla era stato davvero semplice (qui trovate il tutorial) e aveva dato sia a me che a lui un sacco di soddisfazioni!

Ho pensato allora di raccogliere un po’ di idee per realizzare giochi con il feltro.

Sono tutti facili da creare e la maggior parte non hanno bisogno nemmeno di ago e filo.

Ecco cosa ho trovato andando a spasso per la rete…

6 idee giochi in feltro fai da te

 

  1. Vedere con le mani …per giocare con il tatto
  2. I serpenti di feltro …per stimolare la motricità
  3. Il memory di feltro …per allenare la memoria
  4. Il tris di feltro …per giocare anche in viaggio
  5. Il gioco del dottore …per stimolare il gioco simbolico
  6. Il quit book della lavatrice …per rilassarsi e allenare la motricità

Tante altre idee creative le trovate nella mia pagina Pinterest dedicata ai giochi fai da te

 Qui trovate invece  tutte le idee prese in rete finora.

Non mi resta che augurarvi buoni giochi e buon divertimento!

Post di Paola Misesti

 

Continue Reading

6 idee prese in rete per… giochi da stampare

Giochi, libri e attività da portare sempre con sè possono salvare in momenti di noia ed attesa. Io avevo sempre qualche foglio in borsa da proporre a PF e quando non l’avevo improvvisavo su tovagliette e fazzoletti.

Per ogni evenienza ho recuperato per voi in rete un po’ di idee da stampare pronte all’uso:

6 idee per giochi bambini da stampare

 

  1. Un libretto per giocare con Frida Kahlo
  2. Divertentissimi giochi tascabili
  3. La storia di Gocciolina tutta da colorare
  4. Il libretto gioco dell’estate
  5. Cartoline da colorare
  6. Tantissimi “trova le differenze

 

Tante altre idee le trovate nella mia pagina Pinterest dedicata ai giochi tascabili da portare sempre con sè

 Qui trovate invece  tutte le idee prese in rete finora!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco della scrittura

gioco da stampare per imparare a scrivere

Imparare a scrivere è un gioco da bambini.  Cosi’ ha imparato PF: grazie ad un simpatico alieno e un improbabile astronauta che per un anno intero gli hanno insegnato lettere e parole.

Le attività e i giochi che ho creato per PF non si contano, perchè sono sempre stata convinta che imparare divertendosi risulta piu’ semplice, meno faticoso e facilita la memorizzazione dei contenuti. Cosi’ quando mi chiedete attività per imparare a scrivere, a leggere o a contare  cerco sempre di realizzare giochi che possano prima di tutto piacere e divertire.

Oggi vi propongo un’attività che ho realizzato  perchè ho ricevuto alcune mail che mi chiedevano spunti e idee per insegnare a scrivere.

L’attività si svolge a due livelli: uno semplificato ed uno piu’ complesso.

In pratica ci sono delle schede con immagini di oggetti/animali e dei riquadri a fianco tanti quanti le lettere che compongono ogni parola che descrive l’immagine.  L’attività consiste nello scrivere la parola usando delle carte con le lettere dell’alfabeto.

Per facilitare la scrittura ho realizzato le stesse schede, ma con la parola già scritta in modo che i bambini inizialmente debbano solo recuperare la lettera indicata e porla nel giusto spazio. Queste schede fungono anche da controllo quando si usano le schede in bianco.

Le parole sono di 4 e 5 lettere, alcune semplici altre piu’ difficili, con esempio delle doppie.

Per i bambini che sono alle prime armi  consiglio di iniziare con le parole nella versione facilitata, per poi passare a quella senza aiuto.

gioco per imparare a scrivere da stampare

Qui sotto trovate tutte le schede e l’alfabeto; è sufficiente cliccare sopra il link e si aprirà un PDF da stampare:

 

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il domino delle sottrazioni

domino per imparare le sottrazioni

Dopo che qualche settimana fa avevo pubblicato le attività sulle addizioni e sulle moltiplicazioni, alcuni di voi mi avevano chiesto giochi sulle sottrazioni che pero’ fossero facili e non troppo impegnativi. Ho pensato allora di creare un domino per esercitarsi con le sottrazioni.

Come vi avevo già accennato in  altri post il metodo utilizzato nella scuola di PF per la matematica è molto simile a quello che in Italia viene chiamato “metodo analogico”. In pratica tutte le operazioni, anche piuttosto complesse, vengono fatte a mente: non vengono quindi fatte in colonna, ma il linea.

Il primo passo per apprendere questo metodo è memorizzare, attraverso tantissime attività, le operazioni piu’ semplici come somma e sottrazione, prima fino al 10 e poi fino al 20. Dalle addizioni e sottrazioni poi si passa alle moltiplicazioni e in seguito vengono ricavati degli schemi ripetibili per le operazioni piu’ complesse, in modo che non vi sia necessità di dover svolgere l’operazione in colonna.

Usare il domino che ho creato per le sottrazioni non è altro che un metodo per imparare e ripetere in maniera divertente le operazioni piu’ semplici. Inizialmente le operazioni verranno svolte di volta in volta, ma poi diventeranno automatiche come le tabelline.

Ho creato due versioni: una con tessere con le operazioni fino al 10 e una fino al 20.

Come utilizzarle:

Il gioco è un semplice domino: ogni tessera avrà da una parte un’operazione e dall’altra un risultato. Il gioco consiste nell’abbinare l’operazione al risultato corretto, fino a che le tessere non sono finite.

Inizialmente proponete solo quelle piu’ semplici con le operazioni fino al 10 e lasciate a disposizione un foglio su cui poter svolgere l’operazione o permettete ai bambini di usare le mani per contare. Una volta che hanno perso dimestichezza con il gioco potrete proporre anche le tessere piu’ complesse e toglierete la possibilità di usare le dita o la carta e la penna.

Qui trovate i file con le tessere da stampare:

domino con operazioni fino al 10

domino con operazioni fino al 20

Buon divertimento e buone operazioni!

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

 

Continue Reading

Il gioco delle forme, dei colori e delle posizioni

gioco per imparare forme colori posizioni

Il gioco che vi presento oggi o potrei definire “3 in 1”: infatti aiuta ad imparare le forme, i colori e le posizioni degli oggetti nello spazio, il tutto condito con un po’ di divertimento e creatività.

Come funziona:

Da una parte avete 6 forme diverse in 6 colori diversi e dall’altra 3 dadi indicanti uno le forme, uno i colori e uno le posizioni.

Giocare è molto semplice e si puo’ fare in gruppo o a soli. In gruppo pero’ è piu’ divertente perchè diventa un gioco collaborativo, in cui non ci sono vinti o vincitori, ma solo tanto divertimento.

Ecco come si svolge: si distribuiscono sul tavolo le forme colorate e si tirano i 3 dadi e in base a quello che esce si dovranno posizionare le figure. Se per esempio esce un quadrato blu con scritto sotto, si dovrà posizionare questo quadrato sul tavolo stando attenti a rispettare le indicazioni spaziali. Se infatti ci saranno già posizionate altre forme bisognerà che questo quadrato sia sotto a tutte quelle già presenti. Va da sè che al primo tiro la posizione della figura non sarà importante.

Giocare in gruppo è divertente perchè ogni giocatore dovrà tirare i 3 dadi e posizionare di volta in volta la forma in base a quello che gli viene indicato, spostando se necessario figure già presenti nel gioco.

Per i bambini piu’ piccoli il gioco si puo’ proporre solo con 2 dadi: quello delle forme e dei colori!

Come realizzarlo:

Una volta stampato il kit che trovate sotto, dovrete ritagliare le figure ed assemblare i tre dadi come indicato.

Non mi resta che augurarvi buon divertimento!

Ecco il kit con il gioco delle forme, dei colori e delle posizioni

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco della pizza per imparare i numeri

gioco pizza per imparare numeri

Non c’è modo migliore di avvicinare i bambini alla matematica che il gioco. I giorni scorsi ho preparato una divertente attività di matematica per imparare i numeri e le quantità, dopo che alcuni insegnanti mi avevano chiesto idee per giochi matematici per bambini di età prescolare.

Il gioco della pizza che ho realizzato è un’attività che si puo’ fare da soli o in gruppo. In pratica si tratta di creare la propria pizza aggiungendo i vari ingredienti seguendo le indicazioni di due dadi.

Nel kit di gioco trovate:

  • una pizza da farcire
  • tutti gli ingredienti
  • un dado con i numeri da 1 a 6
  • un dado con gli ingredienti da utilizzare per farcire la pizza

Come realizzare il gioco:

Stampate il kit che trovate in fondo al post e ritagliate i 2 dadi e gli ingredienti. Vi consiglio di stampare due o piu’ volte gli ingredienti, in modo da averne parecchi a disposizione.

Come giocare da soli:

Ponete davanti al bambino il piatto con la pizza da farcire, i due dadi e gli ingredienti. Invitatelo a tirare prima il dado degli ingredienti e poi quello dei numeri. Il bambino dovrà aggiungere sulla pizza l’ingrediente che gli sarà uscito in sorte e nel numero esatto di volte indicato dal dado dei numeri. Potrà capitare che esca uno stesso ingrediente piu’ volte. Il gioco finisce nel momento in cui tutti e 6 gli ingredienti sono stati messi sulla pizza.

Come giocare in gruppo:

Ogni bambino avrà davanti a sè il piatto con la pizza da farcire e nel mezzo del tavolo saranno a disposizione tutti gli ingredienti. A turno ogni bambino tirerà i due dadi e metterà sulla propria pizza il numero di ingredienti indicato dai dadi.

Vince il bambino che per primo metterà tutti e 6 gli ingredienti sulla sua pizza.

Il gioco è utile per riconoscere i numeri e le relative quantità. Si potranno poi invitare i bambini…

  • a contare quanti ingredienti in totale hanno messo sulla propria pizza,
  • a categorizzare gli ingredienti per tipo
  • a contare quanti diversi ingredienti hanno aggiunto di volta in volta

Qui trovate il kit completo del gioco della pizza. Buon divertimento!

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading