Agenda per i piu’ piccini: ottobre 2018

 

agenda ottobre 2018 da stampare bambini

 

Ottobre è alle porte e come ogni mese  vi propongo l’ agenda pensata per i piu’ piccini.

Come sempre troverete tanti spazi per disegnare, colorare e scrivere, per segnare il giorno della settimana, la stagione, l’umore e il tempo e per raccontare le vostre giornate.

Alla fine del diario c’è anche un calendario, dove poter segnare l’andamento delle giornate o semplicemente una X per prendere nota dello scorrere dei giorni.

L’agenda diventa cosi’ un modo per imparare tante cose: i numeri, le stagioni, il tempo metereologico e, non ultimo, diventa un ricordo da tenere sempre con sè.

Qui sotto trovate i file da stampare insieme alla istruzioni per assemblare il diario:

Diario ottobre 2018 prima parte

Diario ottobre 2018 seconda parte

Non mi resta che augurarvi buon ottobre!

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il ventaglio dei complementi

ventaglio per imparare i complementi

E’ possibile imparare l’analisi logica senza stress? Certamente! Dipende molto da come la si approccia: a me è sempre piaciuta, ma il merito va alla mia maestra che rendeva tutto divertente e facile. Non ci è riuscita purtroppo con la matematica, ma con l’italiano ha fatto sicuramente un grande lavoro.

Come di certo saprete in tedesco ci sono i casi e per PF passare dall’analisi logica tedesca a quella italiana non è cosi’ diretto. Ho creato allora per rendergli piu’ chiaro il passaggio un  ventaglio con i principali complementi italiani, con il loro nome, la domanda che li specifica e un semplice esempio.

In questo modo ha sott’occhio i complementi e in caso di dubbio anche degli esempi.

scheda riassuntiva complementi

Costruirlo è davvero semplice:

Stampate il file che trovate piu’ sotto e ritagliate i vari rettangoli. Vi troverete in mano  12 foglietti: una copertina e 11 fogli con indicati i complementi.

Sui foglietti vi è  un cerchio con i bordi tratteggiati, fate un piccolo buchino in quel punto con l’aiuto delle forbici o di una matita appuntita. Mettete i foglietti uno sopra l’altro e infilate nel buchino un filo.

Il vostro ventaglio è pronto all’uso!

Qui trovate il file con il ventaglio da stampare…

 

altre idee prese in rete…

 e sullo scaffale… 

astuccio delle regole di italiano

la grammalogica analisi logica e grammaticale per la scuola primaria

 

 

 

 

 

 

 

 

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

10 libri per… la Festa del papà

La Festa del Papà si avvicina e sono andata in cerca di libri che parlano di papà e del loro rapporto speciale con i bimbi.

Ne ho raccolti 10, tutti speciali e pensati per diverse fasce d’età, dai 2 ai 10.

10 LIBRI PER LA FESTA DEL PAPA'

 

 

il mio papà mi vuole bene libroIl mio papà mi vuole bene, Edicart, 2016

Età consigliata: da 2 anni

Papà mi vuole bene… io lo so! Mi insegna a essere coraggioso anche quando mi viene da piangere! 

Una nuova collana attenta in modo particolare agli affetti che circondano il bambino: in special modo i familiari in senso stretto, il papà, la mamma, il nonno e la nonna. Incoraggiano i bambini a considerare le loro relazioni con ognuno dei membri della famiglia, ma non solo, anche a capire davvero che cosa significa amare, che cosa vuol dire “ti voglio bene”

**********************************

papà isola libroPapà isola  di Émile Jadoul, Babalibri, 2014

Età consigliata: da 3 anni

«Sarò un bravo papà?» si chiede Gigi l’orso. «Un super papà sa fare questo e quello. Sa nuotare e costruire, sa giocare a pallone e fare un sacco di altre cose che io non so fare!» «Ma tu sarai un papà-isola dove il nostro cucciolo potrà riposare, sarai un papà-capanna per proteggerlo dal vento e dal freddo, sarai un papà-cavallo e lo accompagnerai all’avventura, tu sarai un papà-aeroplano per portarlo alla scoperta del mondo!» lo rassicura Betty, l’orsa. Forse il nostro Gigi diventerà un super papà, addirittura il re di tutti i papà!

**********************************

per sempre libro festa del papàPer sempre di Emma Dodd , L’ippocampo, 2013

Età consigliata: da 3 anni

“Quando hai paura e ti senti insicuro, mi troverai accanto a te. Se ti senti perduto, sai che ti ritroverò”. Un cucciolo di orso bianco scopre che negli alti e bassi della vita l’amore di un papà dura per sempre

**********************************

L'ippocampo un papà speciale libro per festa del papàL’ippocampo, un papà speciale di Eric Carle , Mondadori, 2005

Età consigliata: da 3 anni

Quasi sempre, nelle famiglie dei pesci, dopo che la madre ha deposto le uova e il padre le ha fecondate, succede che vengano abbandonate a se stesse. Ci sono delle eccezioni, però. Come l’ippocampo, o cavalluccio marino. In questo caso non solo le uova non vengono abbandonate e uno dei due genitori le accudisce, ma – sorpresa – quel genitore è il papà! Completato da 4 pagine di acetato, il libro permette di “curiosare” tra le pagine.

**********************************

io e te papà libro festa del papàIo e te, papà di Olimpia Ruiz di Altamirano,  CreateSpace Independent Publishing Platform, 2017

Età consigliata: da 3 anni

Un album che lascia molto spazio all’immaginazione dei bambini, chiamati a scarabocchiare dentro cornici colorate. Al piccolo viene chiesto di descrivere il proprio papà – e descriversi – usando degli aggettivi già presenti (intelligente, bello, forte, simpatico…) o inserendone di nuovi; di disegnare se stesso, il papà e la famiglia al completo; di indicare attività e giochi preferiti da fare con il papà; quindi di creare la propria opera d’arte, colorare la sagoma di un cuore e fare un disegno che ricordi una avventura vissuta insieme; infine, di colorare una grande scritta ‘Ti voglio bene, papà” e lasciare la propria impronta – da completare con quella del papà.

**********************************

ci pensa il tuo papà libro festa del papàCi pensa il tuo papà di Mireille D’Allancé , Babalibri,  2013

Età consigliata: da 4 anni

 

« Papà cosa faresti se cadessi in acqua?» «Mi butterei per ripescarti.» «Tutto vestito?» «Tutto vestito, anche con le scarpe.» «E se nell’acqua ci fossero i coccodrilli?» «E se mi avesse trovato qualcuno prima di te?» Orsetto fa mille domande al suo papà, vuole capire fino a dove si spingerebbe per salvarlo, quanti possibili pericoli sarebbe disposto a sfidare. L’amore, la tenerezza, la dedizione lo rassicureranno.

**********************************

basta capricci papà libro festa del papàBasta capricci, papà di Coralie Saudo: La Margherita, 2016

Età consigliata: da 4 anni

La domenica io vorrei dormire un po’, ma papà comincia a urlare: “Basta nanna! Andiamo allo zoo”.

**********************************

p di papa libro festa del papàP come papà di Isabel Minhós Martins, Topipittori, 2011

Età consigliata: da 5 anni

Un papà è un abilissimo trasformista capace di passare, da un minuto all’altro, da angelo custode a nascondiglio perfetto, da dottore a tunnel… Un papà è un impareggiabile attrezzo multiuso, all’occorrenza sveglia, letto, giostra, ombrello… Un papà è utilissimo per fare un milione di cose: volare, scalare, giocare, cavalcare, ascoltare… Attraverso il testo scanzonato e musicale di Isabel Martins, e il segno elegantissimo di Bernardo Carvalho, un ritratto campionario, affettuoso e gentile, di tutti i papà che possono abitare in un uomo.

**********************************

papà sta sulla torre libro festa del papàPapà sta sulla torre di Francesco D’Adamo, Giunti editore,

Età consigliata: da 9 anni

Nino ha 12 anni quando suo papà, chiamato non a caso ”Testadipietra”, decide di salire sulla Torre, una delle ciminiere della fabbrica in cui lavora, per protestare contro la sua chiusura. Tutto sembra senza speranza finché il migliore amico di Nino, Goffy, gli rivela di aver ricevuto un messaggio dagli Alieni: ”Si risolverà tutto, arriveranno loro a portare Pace, Lavoro & Libertà”. C’è solo un problema: prima di agire vogliono incontrarli presso il vecchio Petrolchimico, un groviglio di tubi e ciminiere abbandonate raggiungibile solo via fiume. Inizia così un viaggio pieno di imprevisti, come il fatto che Cassandra Vu, di cui Nino è segretamente innamorato, si unisca a loro. Lungo il Fiume Nero, i tre amici vivranno un’avventura magica e misteriosa, che li farà crescere e li condurrà, in un succedersi di colpi di scena, verso un finale a sorpresa.

**********************************

l'esilarante mistero del papà scomparso libro festa del papàL’esilarante mistero del papà scomparso  di Neil Gaiman, Mondadori, 2015

Età consigliata: da 10 anni

Ultimo avvistamento: in cucina, davanti alla porta del frigorifero e a un cartone di latte vuoto. Stabilito che l’aceto dei cetriolini non poteva costituire una valida alternativa da versare sui cereali per la colazione, il soggetto è uscito di casa a comprare il latte. Lungo la strada è stato risucchiato da un disco volante, preso in ostaggio da una nave pirata e inseguito dalla Polizia Spaziale Dinosauriana. Potrebbe essere in stato confusionale.

Non mi resta che augurarvi buona lettura e buona Festa del papà!

Scopri anche tutti gli altri libri della rubrica “10 LIBRI PER...”

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Le schede dell’alfabeto dalla M alla Z

schede pregrafismo alfabeto da stampare

 

Per imparare l’alfabeto PF ha utilizzato tantissime schede  sia in italiano che in tedesco. Quelle che gli piacevano di piu’ erano schede che proponevano contemporaneamente attività diverse: labirinti da seguire,  lettere da scrivere, indovinelli…

Quando qualche settimana fa mi è stato chiesto di creare delle schede per avvicinare i bambini all’alfabeto, ho pensato di realizzare delle schede multi-attività in cui non solo si doveva imparare a scrivere le lettere, ma anche a ricalcarle, a riconoscerle in diversi formati, ad individuare parole che iniziano con quella lettera e cosi’ via.

Sono nate cosi’ le schede dell’alfabeto che vi presento oggi: semplici fogli A4, uno per ogni lettera, in cui trovate tante attività da proporre. Sono tutte coloratissime e con tante simpatiche immagini.

Qui trovate i fogli da stampare che vanno dalla M alla Z

I fogli da stampare che vanno dalla A alla L li trovate invece in questo post!

Buon divertimento e buon alfabeto!

SCOPRI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Venerdi’ del libro: L’amore addosso

I libri di Sara Rattaro mi piacciono molto: mi piace come scrive, la sua capacità di andare nel profondo dell’animo e di farti appassionare alla vita dei suoi personaggi. I suoi romanzi sono molto forti, affrontano temi non facili e relazioni non certo semplici. Al centro pero’ ci sono sempre le persone con i loro problemi, i loro sogni e le loro disillusioni.

Della Rattaro ho appena finito di leggere “L’amore addosso”, prestatomi dalla mia spacciatrice di libri zurighese, un’amica che ama leggere quanto me e che, a differenza di me, ama spaziare tra generi molto diversi, garantendomi cosi’ nuove esperienze letterarie ed interessanti confronti.

Dire che il romanzo di oggi mi è piaciuto, sarebbe riduttivo. I temi affrontati sono molto forti e non sempre è stato piacevole leggere cio’ che la scrittrice voleva trasmettere con la sua storia. Cio’ nonostante è un libro che ho letto velocemente e che mi ha tenuto in trepidazione, fino alla fine, per la protagonista, Giulia.

Questa giovane donna tradisce suo marito e viene tradita da lui. Questo intreccio di rapporti si complica perchè Giulia si ritroverà in ospedale al capezzale dei due uomini, causalmente ricoverati insieme. Giulia inoltre nasconde un segreto che ha inevitabilmente segnato le sue scelte e la sua vita.

Non è facile parlare di tradimento, di maternità in adolescenza, di rapporti madre-figlia e di amicizia tra uomini e donne senza cadere nel banale. La Rattaro ci riesce alla perfezione. Unica nota è quel senso di amarezza che mi prende sempre quando finisco di leggere i suoi romanzi.

Il libro di oggi è quindi…

L’amore addosso di Sara Rattaro

L’amore è come la colpa, ti fa sentire sempre al centro dell’attenzione: E’ un problema senza soluzione, una canzone senza finale, un sonno che non ti lascia riposare. L’unica cosa certa è che, se è amore vero, quando cadi nella trappola te lo senti addosso.

recensione L'amore addosso di Sara Rattaro

Non mi resta che augurarVi buon fine settimana! Aspetto ora i vostri consigli. Eccoli…

 

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. (Qui trovate le istruzioni per farne parte). Giornalmente recuperero’ da questo archivio un libro che pubblichero’ sulla mia pagina Facebook!

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. 

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Venerdi’ del libro: Perchè le lacrime ti insegnano a sorridere

Prima di partire per la nostra vacanza in America ho voluto fare scorta di libri: tutti ebook. Viste le lunghe ore di volo e le attesa in aeroporto avevo voglia di libri leggeri, non troppo impegnativi, ma che non fossero al tempo stesso banali.

Tra tutti quelli che ho preso c’è “Perchè le lacrime ti insegnano a sorridere” di Valentina Carbone: mi era piaciuta la presentazione che ne faceva Amazon e l’incipit del libro.

La lettura è stata piacevole anche se il libro non è come me lo aspettavo: avevo immaginato trattasse l’evoluzione della storia d’amore di due giovani fino all’età matura. In realtà quasi tutto il libro è ambientato nell’adolescenza dei due protagonisti. Un libro capace di fare rivivere l’emozioni del primo amore, dei primi problemi di coppia e della paura di crescere. Piu’ adatto forse ad un pubblico piu’ giovane di me, avendo io (ahimè) passato già da un pezzo questi turbamenti!

Il racconto è ben strutturato anche se lo stile si rifà molto al parlato, cosa che non mi piace molto, ma che indubbiamente rende la storia piu’ accattivante e vicina ai ragazzi.

Un libro quindi che ho letto velocemente, ma che non mi ha preso particolarmente. Credo che ad un lettore piu’ giovane potrebbe pero’ piacere molto.

Il libro di oggi è quindi…

Perchè le lacrime ti insegnano a sorridere – Valentina Carbone

Quando non ci si vuole bene abbastanza, si tende a proiettare sull’altro il nostro bisogno nella speranza di riuscirsi ad affermare. ma cosi’ non sarà mai perchè il bisogno non ü amore, è la sua antitesi.

perchè le lacrime ti insegnano a sorridere

Buona festa della Repubblica,  fine settimana e buone letture! Non vedo l’ora di leggere i vostri suggerimenti!! Eccoli:

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. (Qui trovate le istruzioni per farne parte). Giornalmente recuperero’ da questo archivio un libro che pubblichero’ sulla mia pagina Facebook!

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… regalini per la fine della scuola

La fine della scuola è ormai vicina! Alcuni insegnanti ed educatori mi hanno chiesto idee per pensierini e regalini da fare ai loro alunni.

Ecco cosa ho trovato in rete…

 

  1. I segnalibri matita
  2. La capsula del tempo per contenere tutti i ricordi
  3. tris di fine anno: tocco, diploma e libro dei ricordi
  4. Addobbi e festoni per la fine della scuola
  5. Le coccarde fai da te
  6. La coppa con il tocco

Tante altre idee le trovate nella mia pagina Pinterest dedicata ai regali fai da te

 Qui trovate invece  tutte le idee prese in rete finora!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per… l’inizio della primavera

Pochi giorni e inizierà finalmente la primavera! Ecco allora un po’ di idee colorate e sbarazzine per voi…

6 idee lavoretti primavera

 

  1. Creare fiorellini con tappi di sughero e bottoni
  2. Farfalline di lana
  3. Quadretti di fiori
  4. Arcobaleni volanti
  5. I puzzle di Duplo
  6. Decorazione fiorita di primavera

 

Tante altre idee le trovate nella mia pagina Pinterest dedicate alla PRIMAVERA!

 Qui trovate invece  tutte le idee prese in rete finora!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

La tombola delle sillabe

tombola delle sillabe

Imparare alcune sillabe italiane è stata per PF una grossa sfida, cosi’ come per molti studenti dei miei corsi di lingua. Il problema è dato soprattutto dalla C e G, perchè le sillabe con l’acca in tedesco hanno un suono dolce, mentre quelle come CI, CE, GE,GI hanno un suono duro, come una K!

L’unico modo per memorizzare questi suoni diversi è stato quello di ripeterli, naturalmente utilizzando attività che fossero divertenti.

Tra le tante che avevo proposto a PF all’inizio del nostro cammino di homeschooling di italiano c’era la tombola delle sillabe: una semplice tombola contente, invece dei soliti numeri, tante sillabe diverse.

L’attività è quella della comune tombola: ogni giocatore ha delle cartelle e una volta che il tavolo pesca una sillabe contenuta nelle cartelle, deve essere segnata. Noi mettevamo in palio piccoli premi (come gomme, matite, adesivi…) per gli ambi, i terni, le quaterne, le cinquine e naturalmente un grosso premio finale per chi faceva  tombola.

Di norma ero io che tenevo il “banco”, ma qualche volta si è divertito anche PF ad estrarre le caselle/sillabe.

Qui trovate la tombola, che abbiamo usato per esercitarci con le sillabe, formata da 1 tabellone, 85 caselle  e 26 cartelle.

Altre idee prese in rete per giocare con le sillabe:

LEGGI ANCHE...

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il gioco delle sequenze colorate

gioco sequenze colorate da stampare homemademamma

Alla scuola materna di PF i giochi di sequenza erano molto usati e venivano proposti in tantissime varianti: usando mattoncini colorati, corde, LEGO, foto, immagini, oggetti…

Questi giochi hanno un ruolo importante nell’apprendimento, essi permettono di:

  • stimolare il confronto tra oggetti;
  • individuare le differenze, facendo attenzione sia ai dettagli di un oggetto che alla sua totalità ;
  • riconoscere le posizioni delle parti dell’oggetto e di questo all’interno nella sequenza : sotto, sopra, di lato, davanti, dritto, storto, lontano, vicinodestra, sinistra;
  • individuare uno schema logico che unisce oggetti, anche diversi, tra loro

La difficoltà  delle attività proposte alla scuola materna era in crescendo: prima venivano date sequenze brevi e con oggetti molto diversi tra loro, per poi passare a compiti sempre piu’ complessi con sequenze molto lunghe e con differenze tra oggetti molto sottili o legate alla loro posizione.

Alla scuola primaria le sequenze di oggetti sono state sostituite dalle sequenze di numeri: dati 3 numeri, i bambini devono individuare la “regola” che li accomuna, scrivendo i numeri intermedi tra essi oppure proseguendo la sequenza. Anche qui le difficoltà sono diverse: si parte da numeri bassi e la cui sequenza  è facilmente individuabile, a numeri molto grandi con sequenze molto complesse.

Nel tempo ho realizzato parecchi giochi di questo tipo adatti sia alla scuola d’infanzia che alla scuola primaria. Oggi ve ne propongo uno per la scuola materna, ma con una difficoltà medio/alta.

Si tratta di un quadrato diviso in 8 spicchi in cui sono posti 8 rombi, divisi in due parti colorate dibersamente.

I bambini devono riprodurre la stessa immagine su un altro quadrato, questa volta bianco, usando delle tessere uguali a quelle rappresentate nel modello.

Quali sono le difficoltà?

  1. individuare gli 8 rombi rappresentati nel modello, scegliendo tra 15 tessere diverse;
  2. capire e riprodurre la sequenza dei rombi sul modello in bianco;
  3. posizionare correttamente le tessere in modo che i rombi siano disposti correttamente sia in base alla sequenza che  in base all’orientamento del colore.

Inizialmente, per facilitare l’attività, è meglio proporre solo le 8 tessere corrette, chiedendo ai bambini di posizionare i rombi nella giusta sequenza. Successivamente si potranno aumentare le tessere.

Come realizzare questo gioco:

Stampate il file che trovate qui sotto. Ritagliate i quadrati: vi sono 4 modelli con le immagini e un quadrato bianco da usare come base per le tessere.

Ritagliate anche le tessere: ve se sono in tutto 15.

Il vostro gioco è pronto!

Potrete creare dei modelli  voi stessi: sarà sufficiente avere due copie di tessere da poter utilizzare una per creare il vostro modello e l’altra per riprodurlo.

Qui trovate il file con il gioco delle sequenze da stampare.

Altre idee prese in rete:

Sequenze di forme e colori
Le carte delle sequenze temporali
sequenze ritmiche di colori

LEGGI ANCHE…

 

Post di Paola Misesti

 

Continue Reading