Tova la sillaba! Le carte per giocare con C e G

IMG_5808

Attività e schede sulle sillabe me ne chiedete sempre parecchie, oggi vi voglio presentare delle carte per giocare con due lettere che creano sempre un po’ di problemi: la C e la G

Per PF sono state le lettere piu’ complicate da imparare perchè in tedesco hanno suoni diversi e inizialmente si confondeva parecchio soprattutto sui suoni CHI e CHE che pronunciava dolci o aspirati.

Avevo creato allora un sacco di giochi per farlo esercitare a riconoscere il suono giusto in italiano: puzzle, cruciverba, carte, schede.

Il comune dominatore di tutti questi giochi erano le immagini: vedendo l’immagine, riusciva a collegare il suono corretto perchè pronunciava la parola prima di leggere la scritta.

Oggi quindi vi presento delle carte che avevo creato all’epoca e che per l’occasione ho rivisto e migliorato, rendendole autocorrettive.

Si tratta di 36 carte con immagini che si riferiscono ad oggetti ed animali tutti inizianti per C o G.

Come si usano:

Una volta ritagliare le carte potrete utilizzarle in due modi:

  1. ripiegando la parte con la scritta, chiedete ai bambini di individuare il suono corretto con cui inizia la parola che l’immagine rappresenta (es. se nell’immagine è raffigurato un ghepardo, quale è il suono corretto? GE, GHE, o GIE) I bambini potranno controllare se hanno risposto correttamente semplicemente aprendo la parte della carta che contiene la parola.
  2. ritagliate la parte con la soluzione e non fatela vedere ai bambini. Sparpagliate le carte e chiedete ai bambini di raggrupparle secondo il suono corretto: per esempio tutte le parole che iniziano con CI da una parte, quelle con CHI da un’altra. Per controllare se hanno risposto correttamente, proponete ore la parte di carta contenete le parole. Individuare eventuali errori sarà semplicissimo.

Qui trovate le carte da stampare:

Le carte con la lettera C

Le larte con la lettera G

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Ti potrebbero anche interessare...

5 commenti

  1. Belle queste carte.le stampero.mio figlio pero non ne vuole sapere di imparare a leggere.a settembre iniziera la scuola elementare.confido nelle maestre.pero non demordo.qualche attivita dovra piacergli.non sono assillante,ma cerco di capire cosa puo piacergli per stimolarlo.
    Comunque e proprio vero che tra femminucce e maschietti c e un abisso.
    Le tue attivita sono sempre interessanti.complimenti.

    1. Prova con la lettura finalizzata: PF era piu’ stimolato a leggere se era per uno scopo, per esempio per trovare qualche indizio di una caccia al tesoro o per risolvere qualche indovinello. Tieni duro, vedrai che presto ti troverai un lettore accanito in casa 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting