Venerdi’ del libro: La forma incerta dei sogni

Ero un’adolescente, frequentavo il ginnasio e parlavo di politica con lo stesso entusiasmo con cui parlavo dei Duran Duran o dell’ultimo film di Tom Cruise. Andavo in giro con un enorme fiocco giallo in testa e la borsetta della Naj Oleari, ascoltavo Madonna, leggevo Lupo Alberto e vedevo Dj Television. Insomma un’adolscenza buttata!

A scuola discutavamo di apartheid, di Mandela, cosi’ come discutevamo di tanti altri avvenimenti: della perestroika, della guera fredda, di Solidarność…

Cosi’ potete immaginare il  mio stupore quando l’altro giorno, nella biblioteca del nostro ridente paesino svizzero, mi imbatto in un libro che parla di uno degli avvenimenti che infiammavano quegli anni: il Sudafrica e l’Apartheid!

Lo prendo e faccio un tuffo nel passato…Mi rivedo nelle parole dell’autrice, rivedo quegli anni, quella voglia di fare, la speranza e la voglia di poter cambiare il mondo, ma anche la sensazione che i grandi avvenimenti della storia mi scivolavano addosso ed in fondo non mi colpivano veramente perchè troppo occupata a pensare all’amicizia, all’amore, alle interrogazioni, ai problemi quotidiani…

Il libro l’ho letto in un fiato; a tratti mi ha entusiasmato, a volte mi ha lasciato indifferente e in alcuni punti, qua e là, ho trovato delle riflessioni davvero illuminanti.

Ve lo consiglio: si legge in fretta ed è ben scritto, scorrevole.

Il libro di oggi è quindi:

la forma incerta dei sogni

La forma incerta dei sogni – Leonora Sartori
Non esistono gli eroi, bisbigliero’. No, davvero. Non come pensare voi. Esistono persone che fanno delle scelte e sanno essere coraggiose. Persone che amano Armani e i fast food. Persone che potevano quel giorno restavano chiuse a casa e chi si è visto s’è visto…
Non esistono gli eroi, papà. Mi dispiace. ma solo persone meravigliose e fragili, irascibili e distanti, poi fin troppo vicine che sanno toccarti il cuore raccontando una storia luminosa e a tratti oscura, sincera e a tratti distorta, che spiega come si resta vivi.

Ora aspetto con ansia i vostri suggerimenti!! Eccoli:

Qui trovate tutti libri degli scorsi Venerdi’ del libro

Buon weekend a tutti! Il nostro sarà super intenso con ben 2 compleanni! Aiutoooooooo!

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che nei fine settimana vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Ti potrebbero anche interessare...

60 commenti

  1. Un suggerimento interessante il tuo, Paola. Capisco ciò che dici su come ci si sente quando c’è quel femento interiore della giovinezza, quella voglia di cambiare i mondo, ma anche quell’essere comunque un pò al di sopra di quegli eventi, perchè comunque erano lontani dalla quotidianità…

    Io parlo di un racconto giallo di un autore che non conoscevo, Alessandro Defilippi, che è scaricabile gratuitamente da Amazon:
    http://caralilli.blogspot.it/2013/06/venerdi-del-libro-137-per-una-cipolla.html

    Felice fine settimana! E auguri per i due compleanni 🙂

    1. Ciao cara, il titolo del libro che proponi non mi é nuovo… ma la tua recensione non me ne fa innamorare!

      Devo informarti che sono riuscita finalmente a sbloccare Amazon e il tuo libro é pronto per essere letto! Stasera, con i due ometti a nanna, sarà mio 😀

  2. Mi hai incuriosita, il tema dell’apartheid mi sta molto a cuore e i ricordi dell’adolescenza che hai citato sono simili ai miei, dal ginnasio al mitico Lupo Alberto….che bei tempi, ho un pizzico di nostalgia.
    Io stamattina torno dopo qualche venerdì di assenza con un libro sul rispetto delle diversità di ritmo: “Sbrigati ma lentamente”, c’è chi si sente più lepre e chi tartaruga….voi come siete: http://lamiadolcebambina.blogspot.it/2013/06/venerdi-del-libro-sbrigati-ma-lentamente.html

    1. Libro perfetto per me in questo periodo in cui si stanno accavallando impegni sui impegni! A volte mi domando dove sto andando: a furia di correre sto perdendo di vista la meta :-S

    1. Letto tanti tanti tani anni fa, proprio nel periodo del fiocchettino giallo! Sarebbe bello riprenderlo in mano 😀

    1. Qui la maglia la insegnano a scuola sia ai maschietti che alle femminucce e pure ad usare la macchina da cucire! Non vedo l’ora di farmi insegnare da PF 😀

    1. Io la classificazione del mondo animale volevo proporla a PF l’anno prossimo! Prendero’ spunto dai tuoi post (li aspetto con ansia). Intanto mi segno il tuo libro 😀

  3. Amo quest rubrica di cuore e quando credo di aver qualcosa di buono tra le mani,mi piace partecipare e consigliare. Per questo venerdì ho “il Viaggio” di Maris, una blogger come noi ed una mamma fantastica!!!

    1. Mannaggia! Ho l’account amazon bloccato… il maritino deve sbloccarmelo immediatamente!! Voglio leggere il libro di Maris anch’io!!!

      1. Grazie mille anche a Mammavvocato 🙂 e tu, Paoletta, vedi di sbrigarti eh!!! 😉 scherzo, ovviamente, fai con calma, ci mancherebbe altro 🙂

      2. Comunque è colpa vostra se ho l’account bloccato: troppi libri ordinati!! Sentitevi in colpa Vdellini se non riesco a scaricare il libro di Maris 😉

    1. Quante adolescenti rovinate ;-P

      Dai? A me il tuo libro è piaiucto un sacco, anzi mi è venuta voglia di riprenderlo in mano!!

  4. Che ridere riguardare indietro a com’eravamo da adolescenti… Io ero troppo giovane in quegli anni, ma la sostanza di come l’ho vissuta non cambia. Grandi ideali e grandi lotte, tra un amore e un’interrogazione. 🙂 Darei un braccio per riviverli con la testa di oggi.

    Anche da me un consiglio di lettura non leggerissimo, ma splendido. Un romanzo storico avvincente come un thriller e coinvolgente come una storia vera, quale infatti è. Un’autrice molto giovane, degna erede dei grandi maestri.
    http://whymumwhy.blogspot.co.uk/2013/06/venerdi-del-libro.html

    1. Prima di mettere il tuo libro in lista, vorrei sapere una cosa: tuo marito é andato a dormire sul divano?” ;-P
      Se la risposta é affermativa, passo il libro in fondo alla lista dei desideri perchè in questo peiodo sono in vena di “lieto fine”!

    1. Il tuo libro mi ispirava, ma a leggere la tua ultima frase mi son venuti i dubbi…
      Lo metto in lista comunque!

    1. Sono d’accordo con te: la biblioteca é un luogo terapeutico 😀

      Il libro sui Lego e quello sui perché me li sono segnati! Splendidi!!

  5. Beh devo dire che il tuo suggerimento è già finito nella mia lista dei preferiti …. Il Sudafrica è un Paese che mi ha sempre affascinato e sogno prima o poi di riuscire a visitarlo.
    Io invece oggi propongo un bel classicone per gli amanti del giallo: Dieci Piccoli Indiani di Agatha Christie. Un giallo che ho trovato appassionante e che ho riletto poco tempo fa. Nonostante sia ormai datato e’ riuscito sempre ad essere avvincente!
    http://happymummy-silvy71.blogspot.it/2013/06/il-venerdi-del-libro-dieci-piccoli.html

  6. Ciao Paola, come sempre suggerimenti molto interessanti.
    Anche questa settimana, faccio una planata, ma non lascio niente, perchè non ho una recensione pronta, se non un saluto a tutti! Buon fine settimana! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting