Creare un libro-tavolino da viaggio

Dopo mille peripezie e contrattempi, eccoci anche noi in partenza. Il viaggio sarà lungo: macchina, nave, macchina! Dopo un intero giorno di viaggio arriveremo alla meta.

Piccolo Furfante è un bravo (di solito! Spero di non portarmi sfiga scrivendolo ;-)) viaggiatore: legge, mangia, dorme, chiacchiera, canta, gioca, disegna, osserva il paesaggio, parla da solo… Insomma si diverte a viaggiare, anche se deve stare legato al seggiolino per delle ore.

Naturalmente ci fermiamo spesso, scegliamo luoghi “particolari” dove sostare e sgranchirci le gambe, prepariamo snack sfiziosi, compilation mp3 con le sue canzoni preferite (aaaaah! questa è la parte più tragica: sentire “la gallina brasiliana” per 25 volte di fila mi fa sclerare!), giornali e libretti, giochini tascabili e, immancabile, il suo libro-tavolino.

L’anno scorso, stufa di fogli svolazzanti e proteste sulla scomodità di disegnare in viaggio, avevo creato un libro-tavolino. Ho rivestito con della stoffa impermeabile un faldone rigido ad anelli di grandi dimensioni: aperto è grande più del seggiolino/auto. I vantaggi di usare un quderno simile sono molti:

  • essendo rigido, le copertine fungono da supporti per i disegni
  • essendo rigido e grande, diventa un tavolinetto dove giocare ed appoggiarci le cose
  • essendo grande, i fogli A4 che utilizzo non occupano tutta la copertina.  Così un pezzo di essa serve a tenere in ordine matite e pastelli dentro una astuccio attaccato con il velcro
  • essendo ad anelli, i fogli-gioco possono essere cambiati a piacere, a seconda del tema, dell’eta del bambino, della lunghezza del viaggio, dei gusti del bimbo
  • essendo dotato di 2 taschine di plastica trasparente (1 sulla copertina e 1 sul retro), è possibile tenere a portata di mano adesivi, trasferelli, libretti ed oggetti non voluminosi
  • essendo impermeabile, è facile da pulire: basta una passata di panno per tornare come nuovo
  • essendo di stoffa, non scalda e non si appiccica addosso
  • essendo fai da te, è economico e permette di riciclare da vecchi quaderni schede, attività o disegni non utilizzati

Quello che però  rendere veramente speciale questo quaderno è la scelta del materiale da inserire.

L’anno scorso, per  il nostro viaggio estivo, come tema avevo scelto i pirati,  poi c’è stato il trenino Thomas, le navi e i Barbapapà. In ogni occasione avevo stampato disegni da colorare, labirinti e disegni da terminare sul tema scelto. Ho inserito nelle taschine anche libretti di trasferelli e degli adesivi.

Da non scordare mai tanti fogli di vari colori e quelli bianchi. Sull’ultima pagine del quaderno ho poi messo un cartoncino plastificato (avevo rivestito un cartoncino A4 con della carta adesiva plastificata verde e avevo fatto i 4 fori per poterlo inserire negli anelli del quaderno) in modo che PF potesse attaccare e staccare gli adesivi (riposti nella sua comoda tasca) quante volte voleva.

La scorsa estate il libro-gioco era stata usato, anche se meno del pevisto perchè PF aveva dormito  per gran parte del viaggio 🙂 Quest’anno vedremo…

Quest’anno ho scelto come tema il mare ed ecco alcune schede per il nostro libro-gioco:

Disegni da colorare:

Labirinti:

Unisci i puntini:

Trova gli errori:

Oltre a tutto questo materiale ci sarà anche un sorpresa per Piccolo Furfante: un nuovo lapbook  (prossimamente anche per voi su queste pagine! 🙂 ).

Ecco, inoltre, altro materale che si può scaricare da HomeMadeMamma ed inserire nel libro :

E per chi si vuole davvero sbizzarrire, ecco tutti i lapbook di Piccolo Furfante 😀

Buon divertimento 😀

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

13 commenti

  1. ciao Paola
    bellissima l’idea del libro tavolino da viaggio!!! anch’io preparo sempre qualche attività da fare durante il volo, ma poi Federico o si addormenta o ama molto giocare con il telecomando e le cuffie per vedere e ascoltare la musica e il tempo vola!!! Però un libro così lo preparo e dentro al suo trolley ci può stare … allora buone vacanze!!!
    Patrizia

  2. L’anno scorso avevo preparato un sacco di schede ed attività e poi PF si era addormantato della grossa! Meglio così 😉
    Quest’anno ci riprovo 😉

    Un bacione e buone vacanze anche a voi 😀

  3. Buone vacanze!!! Anch’io mi son ingegnata per l’ultimo viaggio fatto, e per i prossimi: con un tavolino da viaggio, colori, giochi e non plus ultra, il portatile con i suoi dvd preferiti. Abbiamo un vecchio portatile abbastanza leggero, ed è bastato prendere l’inverter da accendisigari dove attaccare la corrente per garantirne la funzionalita’. Al contrario di PF, la mia è insofferente a star seduta oltre l’ora, quindi le soste dovevano essere troppo frequenti… inoltre lei non dorme in auto, al limite crolla solo quando arriva al limite, ma i suoi limiti sono moooolto in là!
    Nella fattispecie, ecco il tavolino richiudibile:
    http://img.dmail.it/img/173625l.jpg costa 16 euro 😉
    e così una settimana da grovaghe con centinaia di km tra milano toscana e liguria son passati allegramente!
    ps l’unico problema son matite e pastelli che cascano qua e là in machcina al primo sobbalzo o curva: consiglio vivamente scatolina bassa che li contenga tutti per non stare constamente a cercare pastelli tra i sedili… e niente pennarelli ovviamente 😉

  4. ps grazie per le schede, sei sempre un pozzo di risorse, attingeremo senz’altro per le prossime vacanze, anche se noi saremo a tema montanaro stavolta 🙂

  5. L’idea è davvero bella!
    Devo partire dal tuo suggerimento e pensare qualcosa per i miei tre.
    Non sarà semplice star dietro alle loro preferenze, ti farò sapere come è andata.
    Anche ad A. piace moltissimo il trenino Thomas!

  6. @ Francy
    Quando PF era sotto l’anno non potevamo andare in giro in macchina. Era un incubo: piangeva come se lo stessimo uccidendo. Si faceva perfino mancare il fiato :-S
    Non riuscivo nemmeno ad andare a fare la spesa (5 minuti di macchina) senza urla terrificanti… poi… IL MIRACOLO! Improvvisamente in auto è diventato un angioletto. Perchè? Tu lo sai?? Noi non riusciamo ancora a capacitarcene. Un mistero! Speriamo che non faccia un’altra trasformazione! :-S
    ll tavolino richiudibile che suggerisci è una meraviglia 🙂 Intanto io sto scaricando ogni possibile canzone dello Zecchino d’oro… “… l’amico mio fantasma, un fantasmagorico ectoplasma…” ‘sto ritornello non riesco a togliermelo dalla testa :-0

    @Chiara
    Brava come sei chissà quante meravigliose schede preparerai per loro 🙂 Sono proprio fortunati i tuoi bimbi!!

    Bacioni

  7. Nooooooo!!!Non fare così, dai dove vai….Stai qui a grogiolarti nei 40 gradi circa delle nostre stupende metropoli.A parte gli scherzi, dove vai????Micca ci hai detto niente.Almeno mammagiramondo ci fa morire d’invidia solo con la cartina del percorso, tu ci fai rodere per…..Quanto??E noi soffriamo immaginandoti chissà dove!!!
    Le tue idee come al solito sono stupende!Bci e Buon viaggio
    uffa
    @Francy io ho risolto con un multitasche attaccato allo sportello laterale.Tra le cui cose c’è un rotolone astuccio di pennarelli.Se resuscito la macchina fotografica ti faccio vedere.

  8. @Uffa
    Non vi ho detto niente perchè “sfighe di salute” varie hanno dato in forse la nostra vacanza fino all’ultimo. Figurati che abbiamo prenotato il biglietto una settimana fa :-S
    Ora sembra che tutto si sia sistemato (incrociate le dita però 😉 )…
    La meta… eh,eh,eh… la scoprirete prestissimo!! 😀
    Comunque ho PC e ADSL (il maritozzo deve lavorare purtroppo!) quindi sarò in rete a raccontarvi le nostre peripezie e le nostre attività
    Aspetto post su multitasche! Va che ci conto!!! 🙂

    @Supermamma
    Sai che non sono mai stata sul Gargano!? Deve essere meravigliso 🙂

    Bacioooooooni a tutti

  9. Qua ci vorrebbe la fata turchina che mi facesse apparire una nuova macchina fotografica….Vedrò di fare qualcosa al più presto.Buon viaggio!
    uffa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting