Dolci medaglie di caramella pronte in 10 minuti

medaglie di caramella fatte in casa per bambini

Qualche volta PF guarda i cartoni animati al pomeriggio, rigorosamente in tedesco. La sua maestra ha insistito molto su questo, perchè secondo lei il tempo di esposizione (anche passiva) alla lingua lo puo’ aiutare ad arricchire il vocabolario. Va da sè che la cosa non mi ha mai entusiasmato molto, ma devo dire che i suoi risultati alla lunga li ha dati.

Il problema che pero’ avevo, era trovare un canale adeguato all’età di PF con programmi che potessero interessargli e che fossero minimamente educativi. Gira che ti rigira, ho trovato il canale perfetto dove, oltre ai cartoni animati ci sono programmi che piacciono un sacco anche a me come il programma di craft, quello sulle curiosità nel mondo, quello sui lavori bizzarri e quello sui detective.

Va da sè che il programma di craft è il mio preferito e quello che vi mostro oggi è proprio una lavoretto che ho visto li’: creare delle medaglie di caramella da poter mangiare.

Cosa serve:

  • rotelle di liquirizia
  • caramelle dure di vari colori
  • cartaforno
  • teglia da forno
  • un martello
  • un sacchetto di plastica richiudibile
  • uno strofinaccio
  • uno stecchino

Il procedimento per creare le medaglie è semplice:

Stendete la cartaforno sulla teglia e disfate le rotelle di liquirizia. Con le strisce di liquirizia fate dei cerchi grandi e dei cerchi piu’ piccoli da inserirvi dentro.

Adagiateli sulla carta forno.

Ora prendete una manciata di caramelle dure, possibilmente di colori diversi, inseritele nei sacchetto trasparente e chiudetelo. Avvolgete il sacchetto in uno strofinaccio e colpite con il martello (non troppo forte, mi raccomando) in modo da frantumare in piccoli pezzi le caramelle.

Una volta che vi sarete ben sfogati e le caramelle saranno a pezzi, aprite il sacchetto e prendetene dei piccoli quantitativi che andrete a sistemare all’interno dei cerchi gdi liquirizia grandi. Attenzione a non far cadere le caramelle triturate nei cerchietti piu’ piccoli.

Ora inserire la taglia in forno, preriscaldato a 150 gradi e lasciate li’ qualche minuto. Tenete d’occhio le vostre medaglie perchè ben presto il caramelle dure cominceranno a sciogliersi e a fare le bollicine. Appena le caremelle saranno diventate liquide togliete la teglia dal forno e lasciate raffreddare.

medaglie di caramella fatte in casa

Dopo qualche minuto le vostre medaglie si saranno indurite e potrete staccarle dalla cartaforno.

Inserite nel buchino della madaglia una striscia di liquirizia che fungerà da collana e vi permetterà di legare le vostre medaglie al collo. In alternativa alla striscia di liquirizia, potrete usare un filo o un nastro.

Perfetto! Le vostre medaglie ora sono pronte da mangiare.

Altre idee caramellose prese in rete:

LEGGI ANCHE:

Continue Reading

9 idee creative per San Valentino

Se come me siete arrivati all’ultimo minuto a pensare a cosa fare per San Valentino, ecco qui 9 idee facili, veloci e creative per festeggiarlo…

 

  1. Leccalecca con dedica
  2. La barretta di cioccolata con cuoricini in foam
  3. Il libro-gioco di San Valentino
  4. Cuori di caramella fatti in casa
  5. Biglietti fai da te per innamorati
  6. Un sacchettino pieno d’amore
  7. La ghirlanda di San Valentino
  8. Un cuore di lana per decorare la casa
  9. Un sapone davvero speciale

Domani vi rivelero’ cosa ho preparato (di super veloce) per i miei due ometti! 😀

Continue Reading

Cuori di caramella fatti in casa

Un po’ di tempo fa, parecchio in vero 😆 , avevo parlato della ricetta per fare le caramelle di zucchero fatte in casa. Una delizia poco apprezzata dal nostro dentista!

Per questo San Valentino ho deciso di rispolverare la ricetta per creare dei cuoricini di caramella da donare a tutti quelli a cui vogliamo bene.

Prepararli è davvero semplicissimo e veloce. Ecco cosa serve:

  • 200 gr di zucchero
  • 5 cucchiai di acqua
  • pentolino
  • colorante alimentare rosso
  • essenza di vaniglia o di limone (facoltativo)
  • cartaforno
  • pentolino

Come prepararli:

Mettete lo zucchero in un pentolino (io ne uso uno non antiaderente) insieme a 5 cucchiai di acqua, ad alcune gocce (3/4) di colorante alimentare e, se si desidera, a 2 gocce di essenza alla vaniglia o al limone.

Mescolate bene il tutto. All’inizio il composto risulta molto grumoso, ma poi si trasforma in una pappetta.

Mettete sul fuoco (molto basso) per circa 5 minuti, seguitando sempre a mescolare in modo che il liquido non si attacchi o bruci.Il composto non deve bollire, ma lo zucchero deve scaldarsi e sciogliersi un poco. Continuate a mescolare finchè non diventa una crema morbida, ma non troppo liquida.

Quando il composto è ben caldo e ancora abbastanza denso, è il momento di formare le caramelle. Togliete la pentola dal fuoco e,  usando un cucchiaio, fate cadere delle gocce su di un foglio di cartaforno. Per dargli la forma a cuore formate due semicerchi unendoli tra loro con il cucchiaio. Aiutandovi con le dita umide o con un cucchiaino per rifinire il cuore.

Una volta formate le caramelle, lasciatele raffreddare sulla cartaforno per circa 30/40 minuti. Quando sono solidificate, le caramelle tendono a staccarsi da sole dal foglio. 😀

Avvertenza: il composto tende ad indurirsi in fretta una volta tolto dal fuoco. E’ facile che, mentre si stanno preparando le caramelle,esso si solidifichi. E’ sufficiente aggiungere un cucchiaino d’acqua e rimettere il tutto sul fuoco per un paio di minuti. Il composto tornerà liquido al punto giusto! 😀

Ahimè, le nostre caramelle a forma di cuore non sono durate il tempo per formare i sacchettini trasparenti da regalare… Piccolo Furfante se le è pappate tutte prima 🙂 Dovremo riprovarci! Per fortuna manca ancora qualche giorno a San Valentino!

Altre idee golose per la festa degli innamorati:

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Caramelle fatte in casa: i ginevrini di zucchero

ginevriniPiccolo Furfante ha scoperto solo di recente le caramelle e i dolci in generale: solo all’età di 2 anni e mezzo ha incominciato ad assaggiarli. Su consiglio del pediatra, MOLTO severo in fatto di zuccheri (e di varie altre cose!), la dieta di Piccolo Furfante non ha mai previsto nè dolciumi nè bevande gassate e men che meno zuccherate (la camomilla, il  latte  e l’aranciata sono ancora serviti senza zucchero e le torte ne contengono una quantità davvero minima). Solo il gelato è permesso nella sua rigida dieta, ma tassativamente alla frutta (il suo gusto preferito è, ancora oggi,  la fragola!)

Avendo però  due genitori molto golosi, era inevitabile che prima o poi si avvicinasse ai dolci. Così questo Natale ha avuto il suo secondo svezzamento a base di cioccolatini, caramelle (alla frutta), meringhe, leccalecca e torte al cioccolato. La cosa è stata naturalmente apprezzata, ma è tenuta rigidamente sotto controllo.

Per fare in modo che mangi cose sane (parlando di dolciumi mi vien da ridere!!) o per lo meno senza conservanti, ho rispolverato alcune ricette tra le quali quella delle caramelle allo zucchero: i ginevrini.

Prepararli in casa è davvero molto semplice.

Cosa occorre:

  • 200 gr di zucchero (non  a velo)
  • 5 cucchiai d’acqua
  • coloranti alimentari
  • essenza di vaniglia o limone (non indispensabili)

Come si preparano.

Mettete lo zucchero in un pentolino (io ne uso uno non antiaderente) insieme all’acqua, ad alcune gocce (3/4) di colorante alimentare e, se si desidera, a 2 gocce di essenza alla vaniglia o al limone (di solito io uso quest’ultima). ginevrini1Mescolate bene il tutto finchè non diventa una crema morbida, ma non liquida.

Mettete sul fuoco (molto basso) per circa 5 minuti, seguitando sempre a mescolare in modo che il liquido non si attacchi o bruci.Il composto non deve bollire, ma lo zucchero deve scaldarsi e sciogliersi un poco.

Quando il composto è ben caldo e ancora abbastanza denso, è il momento di formare le caramelle. Togliete la pentola dal fuoco e,  usando un cucchiaio, fate cadere delle gocce su di un foglio di cartaforno. Il liquido tende naturalmente a spandersi per cui, se voleginevrini2te delle caramelle piccole, dosate molto bene la quantità che lasciate cadere. In questo caso è meglio usare un cucchiaino da caffè per essere più precisi.

Una volta formate le caramelle, lasciatele raffreddare sulla cartaforno per circa 30/40 minuti. Quando sono ben solidificate, le caramelle tendono a staccarsi da sole dal foglio.

Una nota importante: il composto tende ad indurirsi in fretta una volta tolto dal fuoco. Se non si è più che veloci è facile che, mentre si stanno preparando le caramelle versando le gocce sulla cartaforno, si solidifichi e non si riesca più a formare le gocce. Niente panico: è sufficiente aggiungere un cucchiaino d’acqua e rimettere il tutto sul fuoco per un paio di minuti. Il composto tornerà liquido al punto giusto!

Continue Reading