Venerdi’ del libro: L’effetto farfalla

Era da parecchio, ma davvero parecchio, che mi ero segnata in lista i libri dell’autore danese, Jussi Adler-Olsen. Ero curiosissima di capire com’erano questi gialli di cui molti mi avevano parlato benissimo.

Un’amica mi ha prestato il quinto volume della serie della Sezione Q: L’effetto farfalla. 

Il fatto di non aver letto i precedenti  non mi ha fermato e in effetti non ho avuto grossi problemi ad entrare nella storia e ad affezionarmi ai personaggi.

Ho trovato pero’ “L’effetto farfalla” un giallo un po’ particolare: molto lento rispetto ai polizieschi che di solito leggo e piu’ attento alla psicologia dei personaggi, siano loro protagonisti o figure di secondo piano. Si tratta di un libro di piu’ di 500 pagine in cui gli assassini e i mandanti si conoscono fin  dai primi capitoli.

Cosa fa allora andare avanti nella lettura ed arrivare alla fine?

Ogni personaggio ha una sua storia che si ricollega in qualche modo agli assassinii e si vuole capire come questo avviene e che ruolo ha giocato o giocherà in tutta la vicenda.

Inoltre ero curiosa di capire come l’ispettore Carl Mørck ed il suo assistente Assad potessero riuscire a risolvere un caso cosi’ intricato, che vede coinvolti un impiegato ministeriale ed un ragazzino di una banda criminale.

Malgrado il ritmo lento, non mancano i colpi di scena e alla fine del libro non si rimane delusi nè dalla trama nel suo complesso nè dal finale.

Vengono inoltre trattati temi  scottanti come la corruzione, la criminalità minorile nelle grandi città e i bambini soldato.

Se proprio devo, mi viene da fare solo un appunto: Marco, uno dei protagonisti della vicenda, mi è parso poco credibile come personaggio. Pur avendo solo quindici anni riesce a farsi gioco della polizia, di ben 2 bande criminali, a sfuggire ad un gruppo di bambini soldato pronti ad ucciderlo e naturalmente solo grazie a lui viene risolto il caso.

Un libro quindi che vi consiglio, se vi piacciono i gialli.

l'effetto farfalla libro recensioneL’effetto farfalla – Jussi Adler-Olsen

Marco ha solo quindici anni ma non ha mai avuto un’infanzia. È cresciuto in una banda di criminali il cui capo, il cinico e violento Zola, lo obbliga a un’esistenza squallida fatta di accattonaggio e piccoli furti. Ma non ha mai accettato quel destino, e un giorno riesce a disertare. Quando s’imbatte in un terrificante segreto

 

Vi auguro un buon fine settimana  e aspetto di leggere i vostri  preziosi suggerimenti! Eccoli:

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. (Qui trovate le istruzioni per farne parte). Giornalmente recuperero’ da questo archivio un libro che pubblichero’ sulla mia pagina Facebook!

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

34 commenti

    1. Anche a me piace tantissimo questa rubrica 😀

      Ti confesso che non sono una grande amante dell’opera lirica e proprio perchè non la conosco molto. Il tuo libro quindi sarebbe perfetto non solo per PF, ma anche per me.

    1. Mi piacciono i libri che parlano di amicizia tra uomini ed animali. Quello che proponi oggi poi sembra squisito. Belle anche le illustrazioni!

    1. Anche PF ne ha letto uno e gli è piaciuto. Ci sono anche nella versione tedesca e ci sono stati utili per allenarci un po’ nella lettura in questa lingua

    1. Ti confesso che alzarsi presto non è proprio nelle mie corde. Sarà che l’ho fatto tutta una vita e mi demoralizza un po’ riprendere questa abitudine. E’ innegabile che quelle ore in piu’ alla mattina mi sono sempre rese parecchio: arrivavo alle 10.00 che avevo già fatto gran parte di quello che mi ero prefissata per la giornata, pero’ perdevo molto in qualità della vita. Alla sera ero distrutta e non vedevo l’ora di andare a letto, mi si chiudevano letteralmente gli occhi e già al pomeriggio avevo addosso una gran stanchezza.
      Non so, ho molti dubbi al riguardo. Dovrei leggere il libro, magari mi potrebbe spiegare in che cosa sbagliavo.

  1. Il genere mi intriga un bel po’. E capita spesso che ci siano dei personaggi un po’ sopra le righe – spesso sono commissari super … – come il ragazzino di cui parli.
    A proposito di ragazzini, anche oggi cedo spazio a mia figlia che ci ha preso gusto a partecipare con le sue recensioni: http://libri-stefania.blogspot.it/2017/02/i-ragazzi-dellaltro-mare-luca-di-fulvio.html
    Quando poi le capita di leggere anche qualche commento, allora la sua soddisfazione triplica!!!

    1. Bellissimo il suggerimento di Greta. Faro’ leggere la recensione a PF appena rientra da scuola. Penso proprio che possa essere un libro perfetto per lui

  2. Qualche anno fa, partecipando a un’iziativa molto simpatica della casa editrice Marsilio, lessi La donna in gabbia, il primo della serie dei romanzi di Jussi Adler-Olsen sulla Sezione Q, e mi piacque molto e ne scrissi anche in un post per il VdL. Devo tornare a leggere questo autore, mi sa 🙂

    Io oggi invece parlo di un fantasy che non mi ha convinto:

    http://caralilli.blogspot.it/2017/02/venerdi-del-libro-243-il-sentiero-del.html

    Un bacione, buon weekend!

  3. Sembra interessante, e potrebbe essere una piacevole variante DOPO i tre Harry Potter che mi aspettano, che al momento hanno la precedenza su tutto incluso mangiare e respirare ^__^
    E giusto in tema Harry Potter, mi sono detta: “Visto che sono inchiodata a ‘sto letto non di dolore ma certo di attività molto modesta, potrei mettere a frutto il tempo con una bella rilettura complessiva e delle piccole recensioni fatte con l’occhio di chi ha già letto la storia completa”. E insomma questo è il primo libro:

    http://ildiariodimurasaki.blogspot.it/2017/02/harry-potter-e-la-pietra-filosofale-j-k.html

    Ricordo benissimo (CREDO di ricordare benissimo) che questo specifico libro era stato recensito anche da altri oltre a te, ma mi sembra che nessuno si fosse mosso per gli altri sei 🙂

    1. Qui purtroppo l’amore per Harry Potter non è fiorito! Abbiamo letto il primo ed il secondo, ma PF non ne è stato minimamente rapito. Riproveremo piu’ in là, ma penso che sia il genere che non l’abbia preso proprio.

    1. Sono una grande amante di HP ma provo sempre un certo sollievo che ci sia qualcuno cui non piace: mi lascia fiducia nella varietà di gusti umana. Il mondo è pieno di belle cose da apprezzare, e sono sicura che PF saprà trovare infinite occasioni per incuriosirsi, arricchirsi e istruirsi anche senza il magico mondo di Hogwarts

    1. Ciao Fior,
      scusami, ho visto il tuo commento solo ora! Ultimamente sono un po’ spanata.
      Non conoscevo il libro che proponi. Mi sembra davvero bello, anche se il tema è un po’ forte per il mio umore attuale. Me lo segno in lista.
      Buona settimana
      Paola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting