Venerdi’ del libro: Diario di una schiappa

Buon venerdi’ a tutti voi!

Oggi vi parlo di un libro che è entrato in casa nostra in punta di piedi, ma che nel giro di poche righe si è impossessato di ogni spazio esistente.

Sia io che Papà Ema eravamo molto scettici prima di acquistarlo:

  • ci sembrava troppo lungo e complesso per le prime letture in italiano di PF
  • ci sembrava che potesse interessarlo poco
  • ci sembrava poco adatto alla sua età

Dopo il consiglio di un’amica, ci siamo lasciati convincere e per PF è stato amore a prima riga, complice anche il fatto che l’aveva letto già una sua carissima amica e che nella sua classe molti lo stavano già “divorando”.

PF è riuscito a finirlo alla velocità della luce ed ogni occasione è stata buona per fermarsi e leggerne e rileggerne qualche riga.

Durante la lettura abbiamo dovuto spiegargli un po’ di cose “pratiche” riguardo alla scuola italiana perchè, frequentando una scuola svizzera ed  essendo il testo stato tradotto pensando ad una scuola italiana, non tutto gli era chiaro: “cos’è la scuola media?”, “cos’è l’intervallo?”, “perchè la scuola inizia a settembre e finisce a maggio?”. Naturalmente abbiamo dovuto fare la stessa cosa per quello che riguardava le “particolarità” della scuola americana.  Insomma questo libro è stata anche l’occasione per un confronto culturale.

PF inoltre parlava (e parla) di questo libro insieme ai suoi compagni tedeschi e lo scambio è stato ancora piu’ interessante.

Ora in casa abbiamo gran parte della serie di Greg sia in italiano che in tedesco e PF li sta leggendo in contemporanea: il secondo volume in italiano e il terzo in tedesco. Una bella soddisfazione, visto che fino a qualche settimana fa non amava particolarmente leggere in italiano!

Il libro di oggi  quindi è…

CatturaDiario di una schiappa (conosciuto qui come “il diario di Greg) – J. Kinney

Prima di tutto voglio chiarire una cosa: questo è un giornale di bordo, non un diario. Lo so che sulla copertina c’è scritto diario, ma quando mamma è andata a comprarlo le ho detto chiaro e tondo che ne volevo uno dove non ci fosse scritto “diario”. Appunto.

 

Ora aspetto con ansia i vostri suggerimenti! Eccoli:

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. Qui trovate le istruzioni per accedervi. Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Buon weekend il nostro sarà sulla neve! Almeno spero!!

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che nei fine settimana vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

 

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

35 commenti

  1. Ne ho sentito parlare in più occasioni, ma non mi è ancora passato fra le mani… rimedierò alla prima occasione! Settimana scorsa siamo stati in una piccolissima libreria a Monselice (veneto), Camelozampa, libreria a km 0, che oltre a proporre i libri della piccola casa editrice omonima è dedicata esclusivamente a libri dell’editoria indipendente. Il progetto ci è piaciuto moltissimo e oggi parlo di un librino che hanno scelto le bimbe proprio di questo editore: Dinosauri che mangiavano fatine http://www.goccedaria.it/item/dinosauri-che-mangiavano-fatine.html
    A presto!

  2. Ho sentito parkare di questo testo più di una volta. Per ora noi siamo lontanti, ma chissà se sarà uno di quei libri che restano?
    Oggi io parlo di tre libri e una scrittrice proprio adatta all’estate che arriva a passi da gigante: leggera e scorrevole!
    http://wp.me/p482FN-mh

  3. HO letto diverse recensioni positive sul libro che suggerisci oggi ma per il momento i miei sono indirizzati verso altra direzione in fatto di letture. Magari quando saranno un po’ più grandini.
    Per questo venerdì del libro propongo una lettura che per i miei non si è rivelata molto adatta… mi piacerebbe sapere cosa ne pensate in merito alle mie considerazioni…. http://www.libri-stefania.blogspot.it/2014/03/la-strana-guerra-delle-formiche-hnyssen.html

  4. riprovo a postare… perché non mi riesce
    sono tornata per commentare perché ho letto la tua recensione e mi rendo conto che devo essere incappata nella pecora nera della serie, con un linguaggio alquanto discutibile, ivi incluse parolacce (non ricordo il titolo purtroppo, ma lo stava leggendo un bimbo conosciuto per caso in montagna e poi mai più rivisto), però questa tua recensione sembra invece riscattare la serie, con gaudio della figlia che chiede di tanto in tanto di comprargliene uno, ma io sono sempre stata riluttante, ma forse potrei ricredermi. Grazie:)

    1. Diciamo che non é sicuramente un libro di “alta letteratura”. Il linguaggio é tipicamente giovanile e a volte discutibile (secondo i miei parametri, chiaramente). Anche le avventure del protagonista sono quelle tipiche di un ragazzino delle medie. Diciamo che i “classici” sono un’altra cosa, ma Ale non li vuole leggere da solo e quindi per me questa collana é stata il giusto compromesso.

  5. sono stata piu volte tentata di comprare questo libro e leggerlo per capire perche tanto successo…. harry potter all inizio non mi piaceva affatto. poi l ho divorato anche in inglese…. di questa schiappa I miei alunni ne parlano ogni tanto…. quasi quasi…. una domanda ma va bene anche per le bambine o e piu da maschietti secondo te? questa settimana non ho postato libri, ma ho una biblioteca ben fornita nel blog per chi volesse passare.

    1. Secondo me é piu’ da maschietti sia come linguaggio che come storia! Nelle librerie di qui (ma penso anche in Italia) ho visto che sono state pubblicate altre collane “al femminile”

  6. Ciao Paola, penso di averlo visto in libreria o al supermercato, ma non l’ho mai letto, anche se deve essere simpatico, così a una prima impressione!
    Io vi propongo l’ultimo libro della Bosco: Non tutti gli uomini vengono per nuocere, molto bellino (o almeno, a me è piaciuto) 🙂
    Buon fine settimana a tutte e buone letture!Ciao ciao

    http://frascafresca.wordpress.com/2014/03/14/venerdi-del-libro-non-tutti-gli-uomini-vengono-per-nuocere-di-f-bosco/

  7. Ah vedi?!? Hai risposto a una domanda che mi girava in testa: sto scrivendo un racconto per bambini e la protagonista teoricamente va alle medie…ma poi mi sono chiesta se potesse creare comunque interesse se lo leggesse un bambino che non frequenta la scuola italiana! Comunque Paul é piccolo per questo libro ma in libreria vedo spesso mamme in fila con questo romanzo…

    Io ormai torno sul blog quasi esclusivamente per il venerdì del libro (sigh….ma é meglio di niente!) questa settimana parlo di un libro in perfetto stile chick lit, leggero, divertente e ottima lettura primaverile secondo me!

    http://www.mammaorachefaccio.com/2014/03/la-favolosa-doppia-vita-di-isabel-bookbinder.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting