Il labirinto delle lettere

labiritni di lettere

L’altro giorno stavo archiviando le attività di italiano dell’anno scorso di PF e mi sono imbattuta nei suoi labirinti di lettere.

Per esercitarlo a riconoscere le lettere maiuscole e le minuscole (qui si usa solo lo stampatello) gli era stato molto utile non solo il nostro decifra-codici, ma anche i labirinti di lettere che avevo creato di volta in volta per lui.

L’attività è molto semplice: all’interno di un quadrato pieno di lettere maiuscole e minuscole vi è un percorso da seguire, caratterizzato dalla presenza di una sola lettera che puo’ essere scritta o in maiuscolo o in minuscolo. Lo scopo del gioco è uscire dal labiritno di lettere seguendo solo questo percorso. Il bambino viene informato della lettera che contrassegna il percorso e dov’è l’ingresso del labiritno, ma l’uscita deve trovarla lui!

Ve ne sono di diversi gradi di difficoltà: per esempio ho creato labirinti molto complicati di grandi dimensioni, mettendo vicino al percorso corretto delle lettere che potevano essere confuse graficamente con la lettera del percorso principlae come d/b, p/q , a/e

Naturalmente per PF ne ho creati per tutte le lettere dell’alfabeto, oggi pero’ qui vi propongo solo quelli relativi alle vocali. Le altre schede seguiranno prossimamente!

Qui trovate il file con i vari labirinti da scaricare.

Per praticità ho indicato in basso a sinistra la lettera relativa al percorso da seguire, sta a voi scegliere se fare vedere il segno grafico al bambino oppure no. Con PF inizialmente glielo mostravo o glielo facevo scrivere prima di iniziare l’attività, ma una volta memorizzate tutte le lettere non ve ne è stato piu’ bisogno!

LEGGI ANCHE:

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

5 commenti

  1. Bello, ho visto un’app così per le cifre ma non avrei pensato alle lettere. Però devo aspettare gli input delle maestre, hanno un loro metodo e i bimbi magicamente imparano… 😉

    1. Noi (purtroppo) per l’italiano si va di homeschooling, anche se da settembre PF sta facendo un corso di due ore.
      Sono curiosa di vedere come va questo tipo di insegnamento, dato che si tratta di un corso d’italiano per stranieri e quindi con testi pensati per bimbi non madrelingua italiani! E’ buffissima ‘sta cosa se penso a PF! 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting