Spieleland: un parco dei divertimenti per famiglie

spielelend parco divertimentiinformazioni

Come tutti i bambini PF adora i parchi di divertimento. PF pero’ non sopporta le attrazzioni troppo audaci e il caos. Al luna park siamo sempre andati in giorni tranqulli, evitando accuratamete giostre troppo “forti”.
Cosi’ quando abbiamo deciso di andare a Spieleland, ero un po’ dubbiosa. L’occasione era delle migliori: la visita dei  nostri amici americani. Cosi’ mi sono lasciata convincere, pensando che avremmo passato qualche ora piacevole su qualche giochino.
Mi sono invece subito dovuta ricredere: il parco giochi è splendido e pensato per far giocare i bambini in autonomia, anche se naturalmente qualche attrazione richiede la presenza dei genitori.
Il parco è piaciuto cosi’ tanto che non è batsta una giornata intera e abbiamo dovuto rimanere un’altro giorno  per dar soddisfazione ai piccoli (e ai grandi).

Il parco è davvero grande e alla fine del primo giorno (dalle 10 alle 18) non avevamo finito di visitarlo tutto.
L’area è divisa a zone tematiche. PF e i suoi amici si sono subito indirizzati nell’area dei giochi d’acqua dove è organizzato un enorme parco giochi con ruscelli e fontane, in cui poter canalizzare l’acqua, giocare ai travasi e con le navi giocattolo.

spielelend parco divertimenti germaniagiochi d'acqua

Le ore sono volate a vederli giocare tranquilli. Dietro a questo parco giochi si trovano i pedalo’ (che non ci siamo persi) e un tragitto di canoe, uno di barche e un’altro di autoscontri acquatici. Un consiglio: portatevi un cambio completo!!

spielelend parco divertimenti germania

Distrutti dalle nostre performace acquatiche, ci siamo concentrati sui mezzi di trasporto dove PF seguendo un corso di mezz’ora (in tedesco) ha preso pure la patente di guida. Certo, da bravo italiano, passava con il rosso e non dava precedenza ai pedoni, ma l’esaminatrice ha considerato il fattore “cultura” e la patenta gliel’ha data ugualmente!

spielelend parco divertimenti germania giochi auto

Tra un gioco e l’altro ci siamo concessi qualche stuzzichino: cioccolatini, gelati, bibite e panini ai vari bar sparsi ovunque.

La nostra visita è proseguita nell’area “fattoria” con la costruzione dei puzzle giganti in 3 D, una gita a cavallo (meccanico), una sul trattore gigante, uno su quello a pedali e per finire una bella gara a mungere le mucche (finte). Non poteva mancare la merendina sana con le mele da acquistare ai piccoli stand self service. PF non ha mai mangiato tante mele come quel giorno!

spielelend parco divertimenti germania fattoria

Attaccata alla sezione “fattoria” si trova quella delle ruspe (vere) da poter manovrare, della caccia all’oro dove abbiamo guadagnato il nostro diploma da veri cercatori d’oro (quello l’ho preso anch’io!!), gli scivoli mozzafiato e la guida del razzo. Quest’ultimo lo consiglio vivamente perchè i bimbi si divertono un mondo!

spielelend parco divertimenti germania ruspe e razzi

Proprio di fronte a questa zona, si trova l’area dove abbiamo speso piu’ tempo! Oltre agli autoscontri, il memory fatto sugli elicotteri, un giro sulle paparette, troverete le attrazioni che son piaciute di piu’ ai bambini: la gara di camion dei pompieri e il labirinto gigante.

Qualcuno di voi si ricorda i “giochi senza frontiere”? Bene, in quest’area è allestito uno spazio ispirato proprio a quei giochi: la gara dei pompieri. In pratica si deve manovrare a forza di braccia un camion dei pompieri, arrivare in fondo alla pista, riempire un contenitore utilizzando due pompe e ritornare alla base. Il tutto viene cronometrato e commentato da un animatore. L’abbiamo fatto cosi’ tante volte che i papà (adetti a far andare il camion) alla fine erano sfiniti ma con dei muscoli invidiabili!

Di fianco all’area pompieri si trova il Labirinto, ispirato al medesimo gioco in scatola. Lo scopo è quello di trovare all’interno del labirinto degli oggetti nel minor tempo possibile. I bambini si sono innamorati di questo gioco e l’hanno ripetuto allo sfinimento. Un consiglio: evitate di utilizzare voi gli scivoli all’interno del percorso: io sono rimasta incastrata!

Nello spazio di fronte al labirinto troverete, oltre ad un self service, un parco giochi e un’area dove è possibile giocare a tutti i giochi della Ravensburger. Avendoci sorpreso la pioggia, abbiamo passato qui un po’ di tempo scoprendo tanti giochi in scatola che non conoscevamo.

spielelend parco divertimenti germania autoscontri

Adiacente a quest’area c’è la zona “avventura” con un parco giochi spettacolare, le rapide da fare in gommone e gli scivoloni con i tappetoni! Insomma un vero spasso!

Per finire troverete una torre panoramica, dove potrete rilassarvi un po’, un percorso lunare da esplorare guidando una specie di jeep e naturalmente un parco giochi.

Sparsi qua e là nell’aria troverete degli stand dove poter acquistare giochi e libri (in varie lingue) della Ravensburger. Noi ne abbiamo fatto una gran scorta visti i prezzi convenienti.

Come avrete capito questo parco giochi ci è piaciuto davvero tanto e ci torneremo sicuramente.

Alcune informazioni utili:

  • Per chi decide di visitare il parco piu’ giorni, vi consiglio di soggiornare in uno degli alberghi consigliati nel sito del parco. Oltre ad offrire biglietti d’ingresso convenzionati, sono alberghi pensati per famiglie. Noi ne abbiamo provato uno e ci siamo trovati benissimo!
  • Le attrazioni del parco chiudono 1 ora prima della chiusura di tutta la struttura. Tenetene conto!
  • E’ possibile noleggiare dei carretti dove poter portare borse e bambini in giro per il parco. Noi ne abbiamo preso uno e ci siamo trovati molto bene: ha infatti permesso ai bimbi di riposarsi nel passare da un zona ad un’altra.
  • E’ possibile anche fare un biglietto solo pomeridiano che da’ l’accesso al parco dalle 14 in poi. Il biglietto naturalmente ha un prezzo ridotto. Ideale per chi vuole visitare il parco senza troppo impegno.
  • All’interno del parco si cono aree ristoro e self service. I prezzi non sono esagerati, ma è possibile comunque fare pinc nic in ogni area!

LEGGI ANCHE…

  1. Tram che passione: tutti al museo!
  2. Un giardino cinese nel cuore di Zurigo
  3. Un parco giochi immerso nel verde
  4. A spasso per le fattorie
  5. Un parco naturale a misura di bambino
  6. Alla scoperta di piante e fiori: il giardino botanico
  7. Felsenegg – Uetliberg: una passeggiata tra i pianeti
  8. Uno splendido zoo  in centro città

Ti potrebbero anche interessare...

13 commenti

  1. Ciao ragazza “pozzo di idee”, la prossima settimana sarà il compleanno di M. che per l’occasione ama andare nei parchi di divertimenti. Avrei qualche domanida: ma può essere adatto a un undicenne? Quanto ci avete messo da Zurigo ad arrivare? Come fai a far cambiare ai bambini cosi’ tanti giochi (in questi posti noi non riusciamo mai a farene più di quattro o cinque in tutta la giornata). Vale la pena un giorno solo?
    Sei sempre libera per incontrarci un sabato mattina (caffè più mia E. che ha la stessa età di PF)?

    1. Ciao cara,
      per un undicenne va benissimo. Sono sicura che si divertirà da matti!
      Da Zurigo ci vogliono circa 2 ore e mezza (sto abbondante), passando da Costanza e traghettando. Il traghetto è frenquentissimo e la traghettata dura circa 15 minuti. Puoi fare anche il giro del lago passando da Bregenz e Lindau, ma è notevolmente piu’ lunga.
      Un giorno solo è un po’ stancante. Noi siamo sempre rimasti una notte a dormire. Con i nostri amici americani abbiamo fatto due giorni consecutivi al parco: ne è valsa la pena. Se vai in albergo i biglietti d’ingresso poi hanno un po’ sconto. Noi siamo andati qui http://www.bestwestern.de/hotels/Weingarten/BEST-WESTERN-Parkhotel-Weingarten e ci siamo trovati benissimo.
      Il parco è davvero grande e in un giorno (ma anche in due) è difficile visitarlo tutto. Di buono ha che non si fanno file per i giochi (nemmeno ad agosto o durante le vacanze) e cosi’ i bimbi sono invogliati a provare ogni cosa! La giornata piena pero’ è d’obbligo visto il costo del bigliett :-S
      Per il caffè del sabato io ci sto!!:-D QUesto sabato e il prox non ci siamo, ma mi prenoto (insieme a PF) per quelli successivi!! 😀
      Un bacione

  2. Bello questo parco giochi,ne terrò conto per la prossima estate. Anche le mie figlie, come PF, non amano troppo caos e giochi troppo agitati e questo mi sembra davvero perfetto.

  3. sembra un paese dei balacchi questo parco per i bambini. grazie per l’idea. noi quest’anno siamo andati a marineland in francia. ma questo è tutto un altro pianeta. pensavamo di andare a disneyland prossimamente, ma questo mi piace di più…. l’unica cosa non parlo affatto tedesco….

    1. Marineland non lo conosco. ora vado a dare un’occhiata!
      Per il tedesco non ti preoccupare: parlano tutti inglese. L’unica cosa sono gli spettacoli, alcuni laboratori e il corso per la patente di guida che vengono fatti solo in tedesco.

    1. La città è bella sia il centro storico che le passeggiate a lago e lungo il fiume. Noi siamo andati sempre in periodi “caldi” con troppa gente in giro e PF si è divertito poco, ma ne vale decisamente la pena. L’acquario invece non te lo consiglio: piccolo e troppo costoso! Quello di Genova è decisamente meglio!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting