Nu Iorc andata e ritorno!

Eccoci di ritorno a Zurigo un po’ intontiti dal fuso orario e con i bagagli ancora da disfare, ma contenti per la bella esperienza!

Dieci giorni non bastano certo per conoscere una città, tanto meno per conoscere New York o come scrive Piccolo Furfante  Nu Iorc 😀 pero’ sono bastati per farcela piacere. Non è stato amore a prima vista come è successo per San Francisco, ma nel complesso devo dire che la città mi è piaciuta.

Un’amica newyorkese mi ha detto che New York o si ama o si odia, io mi trovo nel mezzo: alcune cose mi hanno preso il cuore, altre mi hanno scioccato! Di certo per Piccolo Furfante è stata una bella  esperienza. Di San Francisco si ricorda poco (era ancora troppo piccolo, anche se l’ultima volta aveva già 3 anni) e aveva vissuto il viaggio e il soggiorno piu’ subendolo che vivendolo. Questa volta invece è stata  una grande avventura  a cui ha partecipato attivamente. E’ stato bello vedere i suoi occhi illuminarsi sotto un enorme grattiacielo o ai piedi della Statua della libertà, rimanere senza parole dentro un grande magazzino o illuminato dalla luci di Time Square, correre senza fiato a Central Park o rimanere disorientato nella metropolitana newyorkese…

Naturalmente non tutto è filato liscio: ci sono stati momenti di tensione, un po’ di capricci, stanchezza e contrattempi. Ma anche questo fa parte del gioco! ;-D

A breve pubblichero’ un po’ di post sulla città con consigli utili per chi viaggia con bambini… Che dire d’altro: a presto!

Ti potrebbero anche interessare...

7 commenti

  1. Ho un po’ di post da preparare 😀 Spero possano essere utili!
    Comunque immaginavo New York piu’ a misura di bimbi (metro, aeroporto, ristoranti…) ma ho dovuto ricredermi :-C
    Scrivero’ anche di questo!

    Un bacione

  2. Anche io sono nel mezzo, città da vedere sicuramente ma ricordo con nostalgia altri posti. Quando andai io la mia prima figlia aveva 18 mesi quindi un giorno ritornerò con loro.

  3. Ciao! Ti ho appena, molto fortuitamente, scoperta e il tuo blog già mi piace tantissimo! Anche noi siamo in tre, mio figlio ha quattro anni e mezzo e abitiamo in sicilia. Anche noi vorremmo andare a New York questo inverno!
    Ho già scaricato l’albero delle emozioni, ho letto che sei pedagogista, siccome mio figlio ha qualche problema a gestire la rabbia, ho letto dell’esistenza di una “scatola della rabbia”, che viene fatta costruire e colorare al bimbo, ma non ho capito poi cosa effettivamente ci deve fare (urlare dentro? fare coriandoli di carta?), tu ne hai mai sentito parlare?
    Grazie mille e ancora complimenti

    P.s.
    Vorrei segnalarti questo sito http://www.1plus1plus1equals1.net è americano e io ho scaricato un sacco di lapbook, e ce ne sono molti anche con i personaggi dei cartoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting