Venerdi’ del libro: “Restaurant Man”

Dio fece il cibo, ma certo il diavolo fece i cuochi.
James Joyce

L’altra settimana è comparso  in casa P. un nuovo libro acquistato da Papà Ema. Il libro è stato subito classificato come “da spiaggia e relax” pero’ non mi stuzzicava un granchè! Leggere di cucina sotto il sole a picco é un’idea che non mi entusiasmava parecchio e poi il “personaggio” non era proprio tra i miei preferiti.

Leggerlo invece è stata una sorpresa: non che abbia modificato il mio parere sul “personaggio” o che sia stata particolarmente presa dal racconto o che lo stile sia entusiasmante (anzi!), ma devo dire che alcuni capitoli mi sono piaciuti ed altri mi hanno spiazzato. E’ un libro che ci mostra cosa sta dietro ad un ristorante, le difficoltà, il lavoro dei gestori e dei camerieri…

Il libro in questione è…

Restaurant Man – Joe Bastianich

Il Restaurant Man è nell’industria dell’intrattenimento. Ogni sera metto su uno spettacolo. Il pasto è solo la parte visibile dell’iceberg. C’è tantissimo dietro: dalla concezione all’esecuzione, alla manutenzione della cucina, alla gestione del personale e dei fornitori, al controllo dei margini, al pregare che la Borsa non faccia di nuovo cilecca… Poi mi alzo la mattina e ricomincio da capo.

Spero che non siate tutti in vacanza cosi’ da riuscire a leggere qualcuna di voi! 😀 Eccooooooovi:

Qui trovate tutti i libri degli scorsi Venerdi’ del libro

Buon fine settimana… Noi torneremo sulla terra ferma 😀

Vuoi partecipare anche tu ai Venerdì del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che nei fine settimana vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

26 commenti

  1. Ciao Paola, mi fai fare le ore piccole! (sono sempre a 9h di fuso…)
    In teoria non dovrei conoscere questo signore – niente TV in casa Cì, per scelta, da che è nata eSSe – ma siccome lo hanno intervistato in un programma radio che ascolto, mi sono fatta un’idea e mio marito ha giusto un nipote che studia da chef, gliene parlerò…

    Da me un paio di libri: uno scelto da me, l’altro da eSSe, legati da un comune denominatore.

    ciao!

    ilmondodici.blogspot.com/2012/08/libri-americani-la-selezione-settimanale.html

  2. Carissima, il tuo libro mi interessa per un motivo molto specifico. Nel solito blog ho scritto una serie di post sulle idee innovative “imprenditoriali”, vista la crisi del lavoro. Soprattutto per noi donne e mamme. E’ un tentativo mettere in moto cervelli, “sproloquiare” anche un po’, ma con la voglia di “darci una mossa”.
    Quindi anche se il libro non è “letteratura”, adesso io sto cercando idee, pensieri, di uscire dai soliti percorsi obbligati (se internazionali meglio ancora!) e quindi ti ringrazio per lo spunto.
    Oggi partecipo al tuo venerdì del libro con un albo sulla nanna e sulle storie che i bambini fanno a sera prima di andare a dormire.
    http://www.lasolitamamma.it/2012/08/metodo-lava25-che-fatica-mettere-letto.html
    Ciao a tutte e buon fine settimana ;D!

  3. In questi giorni io e un collega abbiamo fatto un ordine congiunto su Amazon: lui ha ordinato un set per decorare i piatti di portata, un termometro per i liquidi e un caramellatore professionale (una specie di mini fiamma ossidrica!): io, libri, semplicemente.

    Vedendo l’ordine gli ho chiesto se voleva aprire un ristorante e lui mi ha fatto notare che a Milano è boom di corsi di cucina e nuovi locali aperti da persone che hanno perso il lavoro e vogliono ripovarci così.

    E’ a lui che consiglieràò questo libro.

    Per il VdL invece vi propongo Il viaggio sul fiume, un libro illustrato che mao molto e che offre la possibilità di introdurre temi difficili, come la separazione e la morte, anche a bambini molto piccoli:

    http://towritedown.wordpress.com/2012/08/03/il-viaggio-sul-fiume/

    Buon wek end,
    Grazia

  4. Quando si dice le coincidenze! Sto leggendo piccoli limoni gialli e parla di ristorazione, disoccupazione, cibo, amore inaspettato: da ombrellone. All’inizio lento e noioso. Poi… Si lascia leggere. Sembra uno sceneggiato, ma nn di quelli che si vedono in tele. Vi ricordate (forse però io sono la più anziana) i fotoromanzi? Ecco il passo è quello ma senza le fotografie… Passare di qui e sentirsi di casa è la stessa coasa. Buone vacanze! A te e alle altre ragaZZe!

  5. Ciao Paola, io non sono in vacanza, ma non ce l’ho fatta neanche per questa settimana a preparare una recensione…ma il mio salto qua l’ho fatto comunque 🙂
    Buone vacanze a voi, ciao, a presto! 🙂

  6. Dimenticavo: è così di moda la cucina! Ci sono tantissimi libri sull’argomento.

    Ben vengano se è un modo di restituire dignità a lavori manuali non sempre tenuti in giusta considerazione!

  7. WOW! Non mi avete lasciata sola! 😀
    Quanti libri, quante idee…

    Bella e stimolamte la proposta di Palmy!!

    @La solita Mamma e Grazia
    Penso che questo libro sia adattissimo per stimolare “idee imprenditoriali” anche perchè propone una situazione molto realistica che mostra pro e contro di questo lavoro, difficoltà e desiderio di farcela… Certo parla della realtà americana che è diversa dalla nostra per tanti motivi, ma penso si possa adattare bene anche da noi!

    @Monica Mi mangio l’allergia
    Buone vacanze cara… il tuo libro mi “intrippa”… 😀

    Buon fine settimana e buone vacanze a che è tornato e chi deve andare

    Baci baci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting