Venerdi’ del libro: “La ragazza delle arance”

 Guardare gli eventi e le situazioni in una luce positiva è importante. La forza, la saggezza e la gioia che accompagnano un simile atteggiamento portano alla felicità. Guardare le cose con ottimismo o benevolenza non significa essere stupidamente ingenui e permettere agli altri di approfittare della nostra buona disposizione d’animo. Significa avere la saggezza e l’intuizione di muovere le cose in direzione positiva, considerandone l’aspetto migliore pur rimanendo concentrati sulla realtà.

Daisaku Ikeda

Mi piace Gaarder e ho letto molti suoi libri. Cosi’ questo libro l’ho preso di slancio, sulla fiducia. Arrivata a metà del libro ero decisa a dargli fuoco : una storia triste e sconclusionata, senza capo ne coda con vaneggiamenti vari. Il libro è rimasto sul mio comodino con un bel segnalibro a metà circa 2 settimane. Lo guardavo e mi passava la voglia di prenderlo in mano: un vero e  proprio rigetto.

Una notte, pero’, non riuscivo a dormire e cosi’ mio malgrado (non avevo altro a portata di mano) l’ho ripreso in mano, cosi’ tanto per farmi venir sonno…

Incredibile! 2 pagine dopo a dove ero rimasta il libro prende vita, ti spiazza, ti riempe di emozioni e non vedi l’ora di finirlo. :-0

In quelle pagine che credevo inutili e pesanti, ho trovato tanti stimoli di riflessioni, tante emozioni, tanto coinvolgimento…

Oggi ve lo voglio proprio consigliare e , se come me arrivate al punto di volerlo abbandonare, tenete duro ancora un po’: il meglio arriva alla fine.

Il libro in questione è:

La ragazza delle arance – Jostein Gaarder

Solo ora capisco con anima e corpo cosa significhi non esistere. Sento un crampo fastidioso nello stomaco. Mi sento la nausea. Ma mi arrabbio anche. Divento furioso al pensiero che un giorno scompariro’, e poi non ci saro’ piu’, non per una settimana o due, non per quattro o quattrocento anni, ma per l’eternità.  (…) Mi sento tradito da tutto. Non c’è niente a cui aggrapparsi. Non c’è niente che mi puo’ salvare. Non perdo solo il mondo, e non perdo solo tutte le cose e tutte le persone alle quali voglio bene. Perdo me stesso.  Oplà… non ci sono piu’!

Sono arrabbiato. Sono tanto arrabbiato che potrei vomitare da un momento all’altro. Perchè ho visto il diavolo dritto in volto. Ma non lascio che il diavolo abbia l’ultima parola. Mi allontano dal Male prima che riesca ad avere potere su di me. Scelgo la vita. Scelgo quel piccolo ritaglio di Bene che mi viene concesso, e forse esiste anche qualcuno che si puo’ chiamare il Bene. Chi lo sa se spra a tutto non esiste un Dio.

 

Ora aspetto,come sempre, con ansia le vostre recensioni.

Vi ricordo la nostra biblioteca su Anobii  (che prometto aggiornero’ al piu’ presto) e i post degli scorsi Venerdi’ del libro.

Comunico a tutti che Il Venerdi’ del libro si prende due settimane di pausa… per godersi le vacanze e ricaricare le pile. 😀

Auguro un buon weekend natalizio a tutti voi!

Vuoi partecipare anche tu ai Venerdì del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice

Ti potrebbero anche interessare...

25 commenti

  1. cara Paola, ho presente quel genere di libro, anche a me è capitato di piantarlo lì e poi riprenderne. A sensazione, dalle tue parole, so che mi piacerebbe…

    Da me 3 bei pop up, so che molte di voi son cultrici, sono per bimbi, ufficialmente, ma secondo me fanno sognare anche noi adulti http://ilmondodici.blogspot.com/2011/12/libri-pop-up-in-tre-lingue.html

    Approfitto per augurare buone feste a tutte!

    Ps: Paola nella scheda del primo sotto il titolo c’è l’ISBN ma ora provo comunque a fare la scansioni e poi aggiorno il mio aNobii http://www.anobii.com/ilmondodici/books ciao!

  2. Ciao.
    Vi lascio il titolo di un breve racconto scritto da Truman Capote, “Racconto di Natale”.
    Un piccolo libro che abbiamo letto per la prima volta quest’anno, e che abbiamo amato moltissimo, un libro che per noi ha un significato speciale, e che può essere anche l’occasione per ricordare con i bambini chi non c’è più, e di cui avvertiamo in modo bruciante la nostalgia.
    Vorrei cogliere l’occasione per augurare a tutti voi un sereno Natale.
    Michela
    http://acasaconlamamma.wordpress.com/2011/12/23/ricordo-di-natale/

  3. Cara Paola, che Venerdì denso di emozioni e saggezza. Adoro questo appuntamento, non smetterò mai di ripeterlo, adoro tutte le “ragazze” del venerdì del libro che ho conosciuto grazie a te.
    Dopo domani è Natale e sebbene in questo periodo io trovi molto difficile “Guardare le cose con ottimismo o benevolenza”, auguro a tutti di cuore buone feste, anche se abbiamo amici in apprensione per la perdita del lavoro, per i parenti ricoverati in ospedale, e anche se la televisione non fa altro che mostrarci orrori nel mondo. Nonostante ciò non dobbiamo mai smettere di seminare il seme della speranza, della non violenza, dell’ottimismo e non per ultimo dell’amore. Buon Natale a tutti.
    Qui i nostri suggerimenti:
    http://mimangiolallergia.wordpress.com/2011/12/23/libri-un-libro-per-ciascuno/

  4. Ciao Paola, la citazione che riporti è molto intensa e sembra davvero poter annullare anche l’effetto che descrivi della prima parte.
    Faccio a te, PF e a tutti carissimi auguri di Buone Feste (noi al momento siamo a casa malati col febbrone che ci stiamo passando l’uno all’altra e non ne vediamo la fine!)

  5. Noooo, Jostein Gaarder è proprio uno dei miei autori preferiti, e avrei voluto parlarne in un “venerdì del libro”proprio di questo titolo. Anche io ho letto alcuni suoi libri e mi piace molto. Onestamente non ho trovato sconclusionato “La ragazza delle arance” nemmeno all’inizio, e nonostante la storia sia un po’ triste, mi è sempre sembrata molto romantica, dolce e anche un inno alla vita.
    Per oggi propongo Il cammino di Santiago di Coelho.

    http://frascafresca.wordpress.com/2011/12/23/venerdi-del-libro-il-cammino-di-santiago-paulo-coelho/

    Un Buon Natale a tutte, e sono d’accordo con voi, è bello scoprire le vostre recensioni e i vostri blog, ed è bello continuare a sperare e lanciare segnali di ottimismo e di speranza (per noi e per gli altri) anche quando i momenti non sono dei più rosei. Anche io dal primo dell’anno sono di nuovo senza lavoro, e altre cose come ho scritto nel mio post di alcuni giorni fa sui puzzle per l’anno nuovo, però bisogna farsi forza, sperare, impegnarsi e cercare di lavorare su se stessi dando il meglio di sé…provarci per lo meno, qualcosa di buono ha da venir fuori prima o poi 🙂

    Buon Natale a voi e alle vostre famiglie! A presto! 🙂

  6. ciao! non ho fatto ancora in tempo a preparare il post “venerdiano” del libro 🙁 tra la scuola del mio piccolo, i pensieri natalizi (sopratutto come pulire la casa senza dover fare molti sforzi dato l’ultimo mese della gravidanza…) e il controllo dal medico…mi rifaccio più tardi 🙂 Tantissimi Auguri a Tuttti e a presto!

  7. ciao!Ho comprato questo libro in estate e l’ho letto carica di aspettative per le buone recensioni che avevo letto. Purtroppo con me non è avvenuto il miracolo di trovarlo interessante da un certo momento in poi, ho aspettato in ogni pagina l’attimo migliore, ma neanche alla fine mi si è rivelato, peccato. Penso sempre che sia questione di gusti, di aspettative e di momento, però a me non è piaciuto e mi ha lasciato davvero poco. Magari ero troppo carica di aspettative nei confronti di Gaarder per le sue opere precedenti!Comunque buon Natale e tanti auguri!grazie di far circolare emozioni tramite i libri!

  8. Oggi passando di qua ho conosciuto questo magnifico blog, ricco di tante cose interessanti e questa iniziativa è bellissima.
    Io il libro l’ho letto e mi ha subito coinvolto e appassionato, tanto da non dormire per un paio di notti (l’unico momento in cui riesco a leggere in tranquillità)!

  9. Vorrei partecipare anche io, ma non riesco a leggere un libro a settimana.
    Comunque ci provo.
    Domani è venerdì… dai se ce la faccio entro stasera scrivo il post… altrimenti pazienza… alla prossima… intanto comincio a tirarmi giù i nomi degli altri partecipanti così li ho pronti da inserire nel post.

    Ciao e buon anno a tutti!

    1. Ciao Lory,
      sarebbe bellissimo se ti unissi al nostro gruppo.:-D Non importa postare un libro a settimana, si posta quando si riesce…
      Attenta pero’: in queste 2 settimane il Venerdi’ del libro è sospeso (o almeno io non posto). Riprendiamo settimana prossima. Ti aspettiamo

      Un bacione

  10. Ciao Paola…ho già preparato l’articolo per questo venerdì del libro, non so se domani ce la faccio a collegarmi, perciò lo incollo in questo vecchio.
    Per questo venerdì propongo “La meraviglia delle piccole cose” di Dawn French, un libro che racconta le vicende con tanto di problemi e dubbi personali di una famiglia inglese…chi è adolescente in cerca di un proprio percorso e di una propria identità, chi è adulto e mette in crisi la propria…personaggi di generazioni diverse alle prese con la vita di tutti i giorni, le problematiche, ma anche le cose belle che alla fine, spesso, si nascondono ai loro occhi pur essendo sempre di fronte a loro. Il tutto condito con ironia, ma non solo.
    http://frascafresca.wordpress.com/2012/01/12/venerdi-del-libro-la-meraviglia-delle-piccole-cose-dawn-french/
    Buona lettura a tutte! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting