Spazio alla fantasia: i mostri riciclosi da davanzale

 

Dopo il trasferimento ci siamo trovati con un sacco di scatole ed imballaggi da smaltire. La maggior parte è finita in discarica, ma i pezzi “piu’ belli” li ho voluti tenere in vista di momenti di relax con Piccolo Furfante.

L’altro pomeriggio PF non aveva proprio voglia di uscire, cosi’ ho tirato fuori i miei  “migliori” imballaggi e gli ho proposto “costruiamo qualcosa?”

All’inizio era un po’ indeciso su cosa creare: macchinine, razzi, robot… ma poi con in mano un barattolo di colla ha deciso: MOSTRI!

Oltre alle scatole di cartone ho recuperato altri materiali: stecchetti di legno, pennarelli, tempere, adesivo, colla e poi gli ho lasciato fare.

A volte mi chiedeva di aiutarlo, altre volte si limitava a commentare un suo passaggio o a riprodurre suoni strani.

Dopo una buona mezzora passata a lavorare, i mostri erano pronti, PF soddisfatto e la casa uno sfacelo 😀

Direi che l’operazione “imballaggi” è perfettamente riuscita: ho smaltito il cartone, PF si è divertito, abbiamo passato un piacevole pomeriggio in casa, abbiamo due simpatici mostri che abbelliscono il nostro davanzale svizzero 😀

Altre idee per riciclare le scatole di cartone:

LEGGI ANCHE…

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

9 commenti

  1. che meraviglia! sei sempre straordinaria, che gran fortuna ha il tuo piccolo furfante, oggi lo mostrerò ad Alice che oggi non voleva fermarsi a pranzo, secondo me ha timore che le possa capitare qualcosa, non conosce bene né scuola, ne insegnanti, né cuoco, … sigh, che fatica…

  2. Ciao Monica 😀
    Che fatica anche per me oggi: PF era poco contento di andare a scuola dopo il weekend! Speriamo in bene 🙂
    Volevo chiederti una cosa:
    sai suggerirmi dei supermercati o delle catene di negozi in Germania di buona qualità, ma con prezzi accettabili ? Noi abbiamo il confine ad un tiro di schioppo, ma sinceramente non saprei proprio dove andare a far spesa…

    Un bacione e buon inizio settimana 😀

  3. Cara Paola,
    il dopo fine settimana è stato anche per noi drammatico, perché Alice sta ancora operando il distacco e ha sei anni, figuriamoci il piccolo furfante che di anni ne ha 5 se non ricordo male, quindi dagli tempo e stategli vicino, i nostri cuccioli supereranno fieramente anche questa piccola grande montagna.
    E ora veniamo al tuo quesito… catene… io ti dico dove compravo io, però temo che vicino al confine… non ci sia molto, e in ogni caso dimmi qual è la cittadina in cui tu andresti e cerco di capire dove indirizzarti, per ultimo contatterei anche il consolato italiano della città più vicina, forse Stoccarda, e chiederei un elenco, se non è disponibile on line, dei negozi italiani doc nel Land, così da ampliare la scelta, assai difficile in Germania, sigh:

    http://www.bioladen.de/ -> seleziona Ihr Bioladen

    http://www.galeria-kaufhof.de/sales/unternehmen/filialen/filialfinder.asp

    http://www.karstadt.de/Filialen/k/?kid=421602

    http://www.metro24.de/pages/DE/Standorte?mid=7

    Fammi sapere 🙂 e in bocca al lupo

    p.s. io e mio marito eravamo diventati degli esperti del “turismo alimentare”, non sai quante borse della spesa dall’Italia alla Germania abbiamo trasportato, al limite del ridicolo, mancava solo lo scatolone con lo spago!

    1. Ciao cara,
      grazie delle dritte. 😀
      La città tedesca piu’ vicina a noi è Costanza. Ora cerco se esiste qualche filiale dei negozi che hai menzionato in zona. Spero proprio di si!
      Anche noi sempre in giro con scatoloni pieni di cibo: pasta, sughi, frutta… da veri immigrati italiani 😉

      Un bacione e grazie ancora

    1. Dovremmo andare in Germania proprio questo fine settimana. Ti sapro’ dire se lo troviamo. Grazie di cuore. Sei un tesoro 😀

      Baci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting