Zurigo con i bambini: al Wildnis Park con Piccolo Furfante

Giovedì scorso il tempo era finalmente soleggiato e così siamo partiti per una gitarella al Wildnis Park di Zurigo: uno zoo molto particolare in mezzo alla foresta.

L’idea iniziale era quella di trascorrere la mattinata all’aria aperta; alla fine però abbiamo passato lì tutta la giornata dalle 10.30 alle 18.00.

Il parco è enorme, splendido, pieno di giochi, di attività didattiche, di animali, di sentieri e di bambini felici. Un posto magnifico per passare una giornata in pieno relax, divertendosi al contatto con la natura ed imparando tante cose interessanti sugli animali.

Per accedere al parco ci sono delle casse  in cui è possibile inserire un’offerta. Ognuno può lasciare quello che crede opportuno, sapendo che il ricavato sarà devoluto al mantenimento del parco Una splendida idea per responsabilizzare i visitatori e far sentire di tutti questa meraviglia naturale 😀

Il parco è diviso in 2 sezioni: una più piccola ed una più vasta.

Gli animali (volpi, alci, cervi, orsi, cinghiali, lepri…) sono racchiusi in aree molto ampie costeggiate da sentieri. In pratica passeggiando per il parco i visitatori si imbattano negli animali che pascolano, fanno il bagno, dormono o mangiano indisturbati. All’ingresso del parco è possibile scegliere gli itinerari più congeniali. All’inizio avevamo scelto il percorso più corto, ma  poi  non ci siamo fatti mancare nulla: cavalli, orsi, volpi, cinghiali, linci, cervi, bisonti… li abbiamo visti proprio tutti.

La visita completa è lunga e anche Piccolo Furfante che ama camminare, dopo 6 ore su è giù per i sentieri, ha cominciato ad avere qualche cedimento :mrgreen:

All’ingresso della parte più ampia del parco si trova un self service, un negozietto di giocattoli, un’area pic nic e i bagni nonchè un parco giochi davvero particolare, con una grotta di sassi, un’amaca gigante, dei giochi d’acqua, delle ragnatele rotanti ed altalene davvero speciali per grandi e piccini. Non poteva mancare la classica giostra di cavallini, questa però a pagamento!

Per ogni tipologia di animale si trovano delle attività didattiche interattive: per i cinghiali, per esempio, c’erano dei pannelli con delle attività sensoriali, così come per le volpi, per le alci erano a disposizione libri e un divertentissimo specchio magico, nella zona dei cavalli una riproduzione di una capanna mongola, per gli orsi un metro per capire la diversità di crescita con l’uomo…

Insomma un modo per apprendere tante cose divertendosi 😀

Se si sceglie il percorso più lungo ci si immerge in una meravigliosa foresta. Lungo i sentieri si trovano delle “strategiche” panchine per riposarsi e godere lo splendido paesaggio. Lungo il percorso ci si imbatte in una strana costruzione dove è possibile scoprire le meraviglie dell’acqua… non vi dico di più perchè è un’esperienza davvero suggestiva e non vi voglio togliere la sopresa 😉

Come potete capire ci siamo divertiti un sacco, anzi un sacchissimo e a fine della giornata ci siamo concessi un cappuccino ed un gelato osservando gli orsi bruni fare il bagno indisturbati davanti a noi 😀

Altre idee per visitare Zurigo con i bambini:

LEGGI ANCHE…

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

9 commenti

  1. Facevo una riflessione: “è possibile che i posti belli e le atmosfere speciali le trovi solo lei?” Certamente in alcune regioni le possibilità di visitare luoghi incantati sono maggiori, ma la verità è che tutto cambia a seconda degli occhi con cui lo si guarda. Anche una passeggiata nel sentiero dietro casa diventa speciale se a guardarlo sono gli occhi di chi ama la vita. Complimenti per la tua immensa voglia di vivere ( e lo dico con il cuore!)

  2. Me lo trovi un posticino a Zurigo? Mi catapulto subito….
    Ci sono delle “oasi” bellissime…
    Comunque, è vero che siamo noi in primo luogo a rendere speciali i posti in cui viviamo.
    Ma il rispetto, la cura e l’attenzione verso l’ambiente e diciamo pure verso i bambini fanno la differenza…e si vede!

  3. me lo ricordo!!!! c’era una torretta per l’avvistamento dei rapaci in cui ho passato mezza giornata!!! davvero un gran posto, chissà PF come si è divertito..

  4. @MammadiCorsa
    In effetti molto dipende da come si guardano le cose e dall’umore del momento.
    Però è innegabile che alcuni posti sono davvero speciali.
    Non dedicherei di certo un post al parchetto che abbiamo sotto casa in Italia, dove puntualmente si trovano bottiglie di vetro rotte, cicche di sigarette, dove se i giochi si rompono passano mesi perchè li si aggiusti…

    Naturalmente sul blog descrivo i posti più belli che visito, perchè se qualche famiglia volesse visitare Zurigo e non sapesse dove andare con i bimbi, qui può trovare qualche idea.

    Però potrei pensare anche di scrivere qualche post su “le cose da evitare a Zurigo”… Ora ci penso su 😉

    @Rose
    Dai… una bella gita a Zurigo è da fare assolutamente 😀

    Questo parco è stato davvero una scoperta. Quando me lo avevano descritto, avevo immaginato un boschetto con dei recinti in cui poter vedere cavalli e maiailini…
    Ed invece è un parco enorme e curatissimo a misura di bambino e famiglia. Insomma il posto perfetto per trascorrere una giornata! 😀

    Bacioniiiii

  5. @Mamma C
    Si è proprio quello della torretta!! 😀 Anche noi ci siamo stati, ma non abbiamo visto nulla… probabilmente per colpa di tutto il casino che abbiamo fatto.
    PF urlava che era una meraviglia e io ad urlargli di non urlare 😉
    Pf è si è divertito da matti e pure io!
    Spettacolare e mi hanno detto che ci sono altri posticini simili nelle vicinanze di Zurigo. Li visiteremo tutti! 😀
    Baciiiiiii

  6. bellissimo questo parco!
    ho passato i 5 minuti prima di crollare ieri notte, pensando a quanto sarebbe stato bello se quei 5 minuti li avessi spesi in un dutyfree, nell’attesa di imbarcarmi, non importa per dove!!! ho proprio voglia e bisogno di staccare come mai prima d’ora, ma non si può fare 🙁

  7. @Francy
    E’ da secoli che non gironzolo indisturbata in un dutyfree!! :-S Mi hai fatto venire in mente le lunghe e noiose attese all’aeroporto . Bei tempi! 😉

    Immagino che con due bimbe deve essere tutto più complicato e il tuo tempo deve essere moltiplicato per due.

    Le vacanze sono vicine? Avete già pensato a quando partire?

    Comunque mezza giornata a farsi fare i massaggi potrebbe ridarti la carica! Non è come una vacanza, ma aiuta. Eccome se aiuta! 🙂

    Un bacione e un abbraccione fortissimo

  8. Ciao Paola
    mi potresti dire in quale stazione siete scesi oppure quale entrata avete preso ? ho visto dal sito che il parco e’ davvero grande e mi piacerebbe vedere il parco giochi e gli orsi in particolare. purtroppo dal loro sito non capisco dove i trovano i posti. grazie Anna

  9. Ciao Anna
    questa mappa forse è più chiara 😀 e fa vedere anche la posizione dei diversi animali

    http://www.wildnispark.ch/files/pdf/besuchen/langenberg.pdf

    Noi siamo andati in macchina perchè è proprio a 5 minuti di strada (ci mettevamo di più a prendere il treno). Abbiamo preso la statale che va da Adliswill direzione Albis (Albistrasse) e abbiamo parcheggiatoall’entrata ovest. Il parcheggio costa 5 franchi per 24 ore.
    So che il treno è comodissimo, ma non avendolo preso non so darti indicazioni.
    Inizialmente abbiamo visto la parte di parco più piccola (quella che è attaccata al parcheggio) dove ci sono cavalli, volpi, bisonti, alci… ma poi abbiamo attraversato (c’è un ponte e un sottopassaggio) la strada e ci siamo addentrati nel parco più grande.
    Se segui i segnali per lo shop trovi il parco giochi di cui vedi le foto e il ristorante che si affaccia sulla zona orsi. All’ingresso del parco trovi comunque le cartine per orientarti e tutti i sentieri sono ben segnalati.
    Il self service dove abbiamo mangiato è proprio di fronte alla zona degli orsi. E’ un po’ caro (nella media dei bar e ristoranti zurighesi). C’è, però, poco più avanti la zona pic nic…

    Se hai bisogno di altre informazioni, fammi sapere

    Un bacio
    Paola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting