Giocare con l’arte: un castello in un quadro

A Piccolo Furfante è piaciuto davvero tanto il libro “Il Castello dell’orco cattivo”  di cui vi parlavo in questo Venerdì del Libro. Gli è piaciuto così tanto che ha voluto a tutti costi farne un quadro.

All’inizio abbiamo fatto delle prove con pastelli e pastelli a cera, ma PF non era soddisfatto. Così abbiamo tentato con tempere e pennarelli, riuscendo a creare un quadro originalissimo 😀

Cosa abbiamo usato:

  • cartoncino rigido
  • tempere di vari colori
  • pennarelli di vari colori
  • pennarello indelebile nero
  • farina gialla (facoltativo)
  • fantasia e pazienza

Come abbiamo creato il nostro quadretto:

Per prima cosa abbiamo steso una buona mano di tempera sul cartoncino. Lo strato deve essere abbastanza spesso.

Una volta asciugata la tempera, ho disegnato con il pennarello indelebile il contorno del castello. Piccolo Furfante non aveva voglia di disegnarlo lui, così l’ho fatto io. Ho usato il modello riportato sul libro “365 cose da fare e creare” per rendermi il lavoro più facile. :mrgreen: PF voleva un castello da Orco, proprio come quello della sua storia preferita, così il nostro castello fa paura. La tecnica che vi descrivo, però, può essere usata per ogni tipo di disegno: anche allegro o romantico e non solo pauroso. Noi abbiamo usato colori tetri proprio per il soggeto scelto da PF 😀

Una volta disegnato il contorno del castello, Piccolo Furfantelo lo ha colorato con i pennarelli. L’effetto che ne esce è stupendo: il colore del pennarello sopra le tempere diviene opaco e sfumato. Una volta finito il quadretto è meraviglioso 😀 Infatti ne abbiamo creati degli altri, usando sempre la stessa tecnica!

Per rendere il quadro ancora più speciale: prima che la tempera asciugasse  abbiamo sparso a pioggia un po’ di farina gialla. In questo modo, una volta asciutta, alcuni granelli di farina  sono rimasti attaccati alla tempera rendendo il quadro ancor più orginale.

Un’avvertenza: le punte dei pennarelli passate sulle tempere tendono, dopo un po’, a smettere di funzionare. E’ sufficiente passarele su di un foglio per togliere la patina di tempera e far funzionare nuovamente il pennarello 😀

Altre idee artistiche:

LEGGI ANCHE…

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

10 commenti

  1. In effetti è una tecnica anche a noi sconosciuta! C’è venuta così 😀

    @ MammaCheGiochi
    Grazie per il pensiero! Sono onoratissima.
    Sono così contenta di sapere che le nostre attività vengono proposte ad altri bimbi e piacciono pure. 😀
    Che emozioneeeeee

    Baci baci

  2. il castello è molto bello, dai tuoi post ho notato che PF ha tantissima fantasia, ed è così preso dai racconti, dalle storie…noi stiamo per adesso (magari per sempre:) a disegnare dei treni, dei tram, la mietitrebbia del film Cars e basta, non è tanto scoretto se Flavio invece di fare le persone, le faccie disegna le macchine? avete avuto una fase così? alcune volte Flavio ci racconta qualcosa, una storiella, ma in genere ascolta soltanto, credo che “la colpa” sta nel bilinguismo…

  3. bellissimo, dobbiamo provare 🙂
    ci son mica soldati in questo castello? no perchè necessito di dure lotte che inesorabilmente perdo… oggi telefonata dall’asilo, la bimba piangeva da un’ora: otite!!!! 38 di febbre… ma noooooooooooooooooooo 🙁
    domattina carovana dalla pediatra, con la visita dei due mesi porto pure l’altra…. non ne posso più!!!!! da settembre non ha dico mai fatto una settimana consecutiva, in tre anni aveva fatto giusto tre raffreddori, mo sembriano un’enciclopedia medica!

  4. Bellissimo questo castello!
    Non so se conosci il carnevale dell’alfabeto inglese che ho iniziato qualche settimana fa sul mio blog per il quale ogni venerdi’ abbiamo una lettera da rappresentare creativamente anche con disegni o lavoretti artistici che rappresentano parole in inglese che iniziano con tale lettera. La lettera di oggi e’ la C per cui sarei molto contenta se volessi condividere con noi il tuo post per la C come Castle tramite il Mr Linky del post di oggi. Ti aspetto:)
    Ciao

  5. Ciao Maria,
    Grazie dell’invito che colgo al volo! 😀
    La tua iniziativa è splendida, vedrò di non mancare nemmeno i prossimi Venerdì

    Un bacio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting