Giochi d’autunno: le ghiande della fortuna

Settimana scorsa, quando il tempo era ancora clemente io e Piccolo Furfante abbiamo potuto goderci i nostri parchi giochi. Nelle nostre uscite abbiamo raccolto un sacco di ghiande. Non avevo ben chiaro cosa farne, ma era un peccato lasciarle per terra e confidavo che mi sarebbe venuto in mente qualcosa… 😀

Così con una montagna di ghiande sul tavolo e una pioggia battente fuori, ieri pomeriggio ci siamo dati da fare e abbiamo creato le nostre GHIANDE DELLA FORTUNA.

In vista del giorno del Ringraziamento ho, infatti, pensato ad un simpatico gioco/decorazione fatto proprio con i “cappelli” delle ghiande. Ed ecco come nascono le nostre Ghiande della fortuna sulla falsa riga dei famosissimi biscotti della fortuna. 😀

Cosa serve:

  • Ghiande
  • Carta crespa di vari colori
  • Pennarello nero
  • Penna o matita a punta fine
  • Frasi e aforismi (io le ho prese da questo sito)

Come si costruiscono:

Per prima cosa è importante dividere le ghiande dai cappelli e pulire quest’ultimi: li abbiamo lavati e lasciati asciugare per qualche ora.

Abbiamo intanto ritagliato tanti quadratini (quante ghiande) dalla carta crespa di circa 10cm x 10 cm (noi la abbiamo usata arancione e bianca: avanzi di zucche e fantasmini di Halloween). Su ogni foglietto ho scritto una frase simpatica con la penna (attenzione: deve essere a sfera per non macchiare la carta oppure va benissimo una matita), quindi  io e Piccolo Furfante abbiamo appallottolato i fogli facendo in modo che la frase rimanesse nella parte interna della pallina.

La carta appallottolata si infila come un tappo nel cappello della ghianda senza bisogno di colla. Per rendere più simpatiche le nostre ghiande, con un pennarello nero, ho disegnato occhi e bocca.

Ora le nostre ghiande della fortuna sono pronte all’uso:  mettete le giande in un recipente, sceglietene una, sfilate il foglietto, apritelo e leggete il vostro messaggio! Più facile di così.

Ho pensato anche ad una versione più sfiziosa per bambini 🙂 Invece che le frasi, ho pensato di disegnare su alcuni foglietti delle caramelle mentre lasciare gli altri in bianco. Ora non resta che lasciar fare alla fortuna: chi sarà il fortunello che si merita un bel dolcetto? La caccia è aperta! 😉

Altre idee ghiandose dalla rete:

LEGGI ANCHE…

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

10 commenti

  1. ciao!…ne ho raccolte tatne anche io per fare quelle con il feltro…che poi alla fin fine non è che sevono a molto se non per bellezza:)
    queste invece sono troppo carine!
    mi piace molto questa idea delle ghiande della fortuna!!
    belle belle!
    ciao!

  2. Ciao Manuela,
    Le ghiande di feltro però sono magnifiche: mi piacciono un mondo, ma non sono csì brava da poterle fare :-S
    Ammirerò le tue. Ti seguo con interesse: i tuoi craft e i tuoi lavoretti per i bimbi sono fantastici!

    Un bacio

  3. E’ un’idea molto bella e dolcissima…
    Ho visto i tuoi link sui lavori di natale: siamo pronti a seguirti nell’avventura…hai già programmato cosa fare con PF?
    A me piacerebbe coinvolgerli per la realizzazione di decori per l’albero e la casa (le palline di plastica sono bellissime…quali potrebbero essere fattibili per i bimbi?) .
    Please, non dimenticare qualcosina da fare con il cartoncino ed il mitico punteruolo….
    Ciao e a presto

  4. @Rosa
    Presa dall’entusiasmo dei link, oggi pomeriggio abbiamo creato la nostra prima campanella di Natale usando una bottiglia di plastica. Il risultato non è il massimo però… e poi non è un lavoretto adatto ai bimbi: bisogna tagliare, infilare aghi… PF si è divertito a decorarla, ma non è la mia idea di lavoretto di Natale fatto insieme. :-S
    Ora ci penso su e vediamo se trovo delle varianti fattibili.
    Il punteruolo? Mi sa che ci tocca 😉

    Un bacione

  5. @Supermamma
    Sei stata una saetta!! 🙂
    Settimana prossima mi dovrò impegnare di più 😉
    Sono contenta che “365 cose da fare e creare” ti sia piaciuto. Noi prendiamo un sacco di spunti da questo libro!!
    Però mettere così la vostra piadina piadina in bella vista, non me lo dovevi fare: sono le 10.00 e adesso ne ho una voglia matta! ARGH!

    Baci baci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting