Cucinare i libri: il biscotto Bastoncino

“In un albero cavo di un verde giardino

vive la famiglia di Bastoncino.

Lui ancora non lo sa,

ma una grande avventura presto inizierà…”

“Bastoncino” J. Donaldson A. Scheffler

E dopo la Pizza Gruffalò, ecco un altro “esperimento” di Papà Ema tratto da un libro della Donaldson: il signor Bastoncino.

Le peripezie di Bastoncino sono divertenti e hanno fatto restare con il fiato sospeso Piccolo Furfante: riuscirà il povero Bastoncino a riabbracciare la sua famiglia? Una pagina tira l’altra, in attesa del finale 🙂

Vi svelo un segreto: un mitico personaggio lo aiuterà a tornare a casa! 😉 Chi? eh, eh, eh… non resta che leggere il libro!  E mentre lo leggete non dimenticate di sgranocchiare un buonissomo Signor Bastoncino di Pan di Spagna 🙂

Ecco come Piccolo Furfante e Papà Ema lo hanno realizzato.

Ingredienti

  • 180 g di farina Bianca 00
  • 180 g di zucchero semolato
  • 5 uova
  • 20 g di semi di anice (a piacere)
  • ½ bustina di lievito in polvere

Preparazione

La preparazione e’ simile a quella del Pan di Spagna, degli Anicini o dei Savoiardi. Sbattere a lungo i tuorli con lo zucchero, meglio con una frusta elettrica.  In una ciotola a parte montare gli albumi con due gocce di limone a neve ben ferma.

Aggiungete un cucchiaio di farina ai tuorli e successivamente un cucchiaio di albume montato a neve.

Continuate alternando farina e albumi, facendo attenzione a non smontare il composto e a non farvelo mangiare da vostro figlio ;-).

Infine aggiungete il lievito.

Versate il composto in una teglia rettangolare imburrata (o con un foglio di carta forno disposto sul fondo).

Cuocete a 180 gradi per 30 minuti.

Una volta pronto, togliete il biscottone dalla teglia e lasciatelo raffreddare per qualche minuto.

Per intagliare la sagoma del signor Bastonicono, vi consiglio di preparare una sagoma di carta ed usare un coltello con lama piccola ed affilata.

Una volta intagliato, potete mettere il Signor Bastoncino nel forno per renderlo piu’ croccante.

Le foglie sulla testa e sul braccio le potete fare a vostro piacimento. Noi abbiamo usato foglie di sedano.  L’occhio lo potete fare con una caramella di liquirizia.

E alla fine eccolo qui: pronto da sgranocchiare!

Buon appetito e buona lettura 🙂

Attenzione, però,  perchè in giro per il web c’è un altro signor Bastoncino: quello di MammaClaudia e del suo Topastro! Andatelo a scoprire  🙂

LEGGI ANCHE…

Ti potrebbero anche interessare...

16 commenti

  1. Ma che bella idea, dopo aver visto bastoncino realizzato da Claudia, ed il vostro biscottone ora davvero devo comprare il libro per farlo leggere a sofia! Sei sempre una fonte inesauribile di idee…

  2. ciao Paola,è la prima volta che commento ma ti seguo da un pò! Ti ho anche citata in uno dei miei primi post ma devo ancora mettere il link! sono un pò inesperta su queste cose!
    Comunque… hai sempre splendide idee…e questa poi dei dolci a tema è proprio da prendere d’esempio.
    Pensa che il mio ultimo post parla proprio dell’importanza di cucinare coi bambini per cui prenderò sicuramente esempio da queste ricette.
    E poi devo assolutamente regalare a mio figlio il libro Bastoncino…sembra davvero meraviglioso!
    Ciao, piacere di conoscerti…a presto Debora

  3. i miei complimenti a papà EMA!!! che bbbuono dev’essere!!! e bellissmo PF che sta mangiando la crema!! 😀
    Bastoncino ci manca tra i libri della Donaldson, sono tutti divertentissimi!!!

    bacioni Smile

  4. Bastoncino non è male come libro, ma da noi il Gruffalò lo batte! 🙂
    Abbiamo preso in biblio altri libri della Donaldson e devo dire che piacciono parecchio 🙂
    Baci baci

    Il biscotto era davvero buono, il problema e che io sarei a dieta!!!! :-S

  5. @Mammasorriso
    Ciao. Benvenuta! 😀
    Il tuo blog è davvero bello. Condivido tutto quello che hai detto nel tuo articolo sul cucinare con i bambini. PF cucina con noi da quando aveva meno di un anno e devo dire che adesso ha una vera e propria passione. Aspetterò il tuo post per scoprire cosa avete preparato voi di buono! 🙂
    Saluti

  6. Oooooh. Super meraviglia. Sono a bocca aperta… e non so se per lo stupore e o per l’aquolina 🙂
    Penso entrambe le cose. Complimentissimi a papà Ema e bravo PF, lui ha assaggiato gli ingredienti per controllare che fossero dolci al punto giusto. Ora abbiamo un bastoncino di feltro e uno da mangiare, (che immagino sia sparito nella pancia di qualcuno…), dobbiamo inventare un terzo signor Bastoncino…
    Il libro della Donaldson preferito da Topastro, in questo periodo, è Dov’è la mia mamma. Io lo trovo davvero tanto tenero.

  7. Bello “Dov’è la mia mamma”! A scuola di PF fanno una cosa carina: la maestra fa la farfalla Rita e i bambini fanno i versi degli animali che incontrano nel libro.

    E come ce la caviamo con il terzo Signo Bastoncino?? Idee??

    Baci baci

  8. La mia piccola preferisce i disegnoni stile nuvoletta e mucca moka… dov’è la mia mamma l’ha visto, riguardato ma non l’ha messo tra i suoi preferiti che porta con sè, forse è ancora piccina per questo tipo di disegni, o gradisce grafiche più pop, mah!
    cmq una bellissima idea: la cosa che le diverte più in cucina in assoluto e rompere le uova e poi sbatterle, lascia qualunque cosa per un uovo… 🙂
    ps intanto abbiam preso i barbapapà, grazie all’ultimo venerdì del libro 😉

  9. @ Francy
    Noi abbiamo appena scoperto Mucca Moka: davvero simpatica e a PF piace tanto. Se non fosse stato per i venerdì del libro, non l’avrei mai presa dagli scaffali…

    @Claudia
    Lanciamo un appello?? 🙂
    del tipo
    Chi ha un’idea per un terzo signo Bastoncino ce lo faccia sapere!! 😉

    Baci baci

  10. WOW! Che bello che vi è venuto 😀 Bravissimi!
    Ho riso come una matta quando ho letto cosa canticchiva Filippo “brucia bastoncino” 😀 Troppo forti i nostri bimbi

    Ora aspetto con ansia i vostri suggerementi per I Venerdì del libro e il vostro lavoretto ispirato a MammaClaudia

    Un bacione

  11. @MammaMoglieDonna
    Hai ragione, scusa: non ho messo il riferimento al commento!
    Era proprio per te 😀
    Io vi seguo 🙂 è che non riesco a ritagliarmi il tempo per lasciare un commento…
    Per cui se non vedi miei commenti sui tuoi post non è che non li legga o che non ti segua, ma è che sono mal organizzata di mio 🙂

    Un bacione

Rispondi a smile1510 Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting