Creare un calendario dell’avvento a tema: scopriamo l’alfabeto!

In casa P. il calendario dell’avvento è una cosa seria. Già da molti anni usiamo un grande e simpatico Babbo Natale di feltro con 24 capienti tasche per i nostri “pensierini” fai da te. Il Babbo Natale non è opera mia (non sono così brava, ahimè!), ma è un regalo di Papà Ema ( allora non ancora Papà) per il nostro primo Natale insieme.
Ogni anno il contenuto delle taschine è diverso (che novità! direte voi 🙂 ). Mi spiego meglio: ogni anno scelgo un tema per i giorni dell’avvento e, di conseguenza, scelgo i contenuti da inserire nelle tasche a seconda di questo tema.

Il primo anno di matrimonio avevo scelto l’Amore (che romantica ! 🙂 ) ed oltre ai consueti cioccolatini e dolcetti (a forma di cuore, naturalmente) avevo preparato tanti bigliettini (uno al giorno) con poesie sull’amore. Poi c’è stato l’anno dei giochi logici e matematici (che Papà Ema adora) e allora avevo recuparato tanti giochini cervellotici la cui soluzione era nel fogliettino del giorno successivo. Poic’è stato  l’anno della pace e così ogni giorno trovavamo una frase che ci facesse riflettere in merito. Poi c’e stato il tema della multiculturalità con tante frasi di culture e religioni diverse. L’anno “delle scelte e dei cambiamenti” in cui avevamo letto il simpaticissimo libro “Chi ha spostato il mio formaggio?” sulla paura di cambiare: un brano al giorno. Poi c’èstato l’anno della caccia al tesoro in cui Papà Ema doveva indovinare il regalo di Natale dagli indizi giornalieri. L’anno in cui dovevo migliorare il mio inglese e Papà Ema aveva preparato tanti brani da leggere e commentare. L’anno delle bocce di Natale con tante bocce diverse  ogni giorno. L’anno in cui aspettavamo Piccolo Furfante il tema erano naturalmente i bimbini

Capirete che il calendario dell’avvento è in casa P. una cosa moooolto impegnativa a cui si comincia a lavorare per tempo. L’anno scorso il tema erano i “giocattoli di legno” e così avevo acquistato tanti giocattolini (yoyo, fischietti, pastelli, trottole, animaletti, segnalibri, macchinine, bocce di Natale…)  tutti in legno. Per Piccolo Furfante comunque l’emozione non era stata tanto avere il regalo, ma poter scoprire cosa contenesse la taschina. E’ un gran curiosone!! In questo modo tra l’altro caramelle e cioccolatini erano stati ridotti al minimo e c’eravamo ritrovati in casa tanti giocattolini molto belli con cui Papà Ema aveva giocato parecchio 😉

E quest’anno?? Beh visto l’amore per PF per le lettere, quest’anno sarà l‘anno dell’alfabeto: con una lettera al giorno (toglie il medico di torno 🙂 ) e dolcetti per quelli che avanzano!!

Ho recuperato 4 tipi diversi di alfabeto: magnetico, di feltro, di carta e gelatinoso (di quelli che si attaccano ai vetri, per intenderci). Ogni giorno PF troverà una lettera (una per ogni tipo) insieme ad un piccolo oggetto con l’iniziale corrispondente.

Alcuni esempi:

A come Animali (con 3 simpatici  dadi di carta raffiguranti animali – trovati in un giornalino della Pimpa)

B come Befana (con un porta caramella a forma appunto di Befana con un po’ di caramelline dentro)

C come Candy Cane  (con naturalmente una Candy Cane – caramella di cui  PF è molto goloso)

D come Didò (con un pacchettino di Didò argentato che ci servirà per fare le nostre bocce di Natale)

E come Elfi (con alcuni disegni da colorare a tema che ho trovato qui)

e così via…

Se l’alfabeto magnetico e quello gelatinoso li ho comprati, quello di carta e quello di feltro li ho creati io. Ecco qui il modello con le letterine di carta (il retro delle lettere è a tema natalizio: il presepe o Babbo Natale. (Noi abbiamo scelto Babbo Natale!). Per quello di feltro è bastato ritagliare tante letterine abbastanza grandi e di tanti colori. A dire il vero l’alfabeto di feltro è ancora in fase di lavorazione: spero di riuscire a terminarlo per il 1° dicembre!!!

E il vostro Calendario dell’Avvento com’è? Raccontate, raccontate… così ci scambiamo un po’ di spunti!!

Ecco un po’ di idee originali che potete usare per riempire il  calendario e giocare con i bimbi:

  • Canon Creative Park (con tanti oggettini di carta a tema natalizio da stampare e creare insieme ai bimbi)
  • FamilyFun.go.com (con un simpaticissimo pupazzo di neve da vestire o un buffissimo Babbo Natale tutto di carta )
  • ActivityVillage.com (con le istruzioni per creare una candela-origami)
  • SpaceStation42.c0m (con un bellissimo alberello di Natale di carta)
  • Page42 (con un meraviglioso gioco di Natale da stampare e comporre – in 4 parti)
  • HPCreativeStudio (con 3 calzine natalizie di carta da scaricare per creare simpatici ornamenti di Natale)
  • FCCafe (per creare un Babbo Natale di carta davvero divertente
  • TheToyMaker (con una meraviglioso dado natalizio)

LEGGI ANCHE…

 

Here is the Little Rascal’s advent calendar.  This year we will learn the alphabet: a letter for each day and…a gift to match. What fun! :-)

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

12 commenti

  1. Ciao, ma che idee geniali!!! troppo bella l’idea delle lettere per il calendario dell’avvento!!!
    da quando è nato Federico anche noi abbiamo iniziato a fare il calendario dell’avvento, due anni fa ho realizzato un albero in cartoncino appeso alla porta della cameretta ed ogni giorno Federico attaccava con il velcro una decorazione, niente di che ma è piaciuto … lo scorso anno abbiamo invece realizzato il presepe sempre in cartoncino ogni giorno un personaggio da attaccare ultimo Gesù Bambino … a grande richiesta quest’anno rifaremo un presepe, ci sto lavorando!!!, con tanti regalini oltre al personaggio
    comunque ti farò sapere bene cosa ho intenzione di fare, anzi ti farò vedere il prodotto finito
    buona domenica Patrizia

  2. sono sempre stata sul classico con le caselle e i cioccolatini, regalato rigorosamente dal nonno… e poi da tre anni abbiamo aggiunto quello di topolino, preso a disneyland, con la candy cane da spostare, e dallo scorso anno anche quello religioso regalato dalla parrocchia, con frasi del Vangelo. Non ho mai pensato a niente di alternativo a questi… tra alberi, presepi e regali artigianali e scenografie culinarie non ne avrei il tempo!
    oggi però abbiamo iniziato l’albero (anzi due, con uno suo senza luci che monta e smonta a piacimento, lasciando speriamo in pace quello più grande) e c’erano i classici addobbi a pacchettini. “Mamma: apri?” eh eh cucciola, ma non si aprono, si appendono… e così mi sa che a qualcosa penserò, con un piccolo pacchettino da aprire ogni giorno… vedremo! Un ps: ma quanto grandi sono le taschine da starci un giocattolino di legno o una sfera? Mi sa che per il prossimo anno dovrò provvedere a un nuovo calendario con megatasche eh eh

  3. Ciao Francy
    noi l’albero lo inizieremo l’8. E’ una tradizione che si tramanda da generazioni e generazioni. Dico “inizieremo” perchè l’anno scorso il nostro lo abbiamo rifatto 3 volte e quello dei nonni ben 5: PF lo finiva e poi tirava giù tutto per rifarlo nuovamente! Un delirio: mi uscivano le bocce dagli occhi 😉
    Fortunatamente il presepe l’abbiamo fatto una volta soltanto!!!
    Le taschine del calendario sono capienti e abbastanza morbide da dilatarsi quanto basta da fare entrare una trottolina di legno o un librettino tascabile. Quando farai l’investimento (comprandolo o facendolo) pensa a tasche capienti, moooolto capienti!!! 🙂
    Bacioni

  4. anche per me era tradizione a sant’ambrogio, il 7… una volta… ma ora devo dosare le forze 🙂 quindi questo weekend l’albero, il prossimo il presepe; per il ponte replicheremo il tutto dai nonni sul lago così trovano le decorazioni pronte; quella dopo auguri natalizi con gli amici e poi sarà la settimana ai fornelli 🙂 a Natale saremo lì con il resto della ciurma ed è già 2010! questo periodo è un piacevole tour de force, il segreto per sopravvivere è distribuire gli impegni

  5. Che bei programmi Francy!!! Adoro i preparativi per le feste e stare insieme ad amici e parenti condividendo insieme questi momenti speciali 🙂
    Sono curiosa di scoprire il tuo menù natalizio. Già mi lecco i baffi!!
    Bacioni e buon inizio settimana

  6. ooooooooooo che belli i tuoi calendari dell’avvento!
    e fantastica l’idea delle lettere con il regalino con la stessa iniziale!
    io sto provando a fare il calendario proposto da MF, mi sono un po’ arenata per mancanza di tempo e qualche incidente di percorso… per i regalini prendo spunto sempre da MF, dalel attività che sta postando giorno per giorno proprio in vista dell’avvento. l’idea di avere un tema mi piace molto, però… e adesso come faccio?… mumble mumble… posso fare il tema “decorazioni” e mettere nelle taschine i materiali per creare poi insieme al piccolo gigante le decorazioni natalizie secondo i suggerimenti di MammaFelice!
    grazie per aver condiviso anche questo pezzo della tua vita :***

  7. Ciao Claudia,
    ti capisco: le decorazioni di MF sono fantastiche e pensavo di farle anch’io per il nostro albero! Come si fa a resistere 🙂 :
    la candy cane con le perline è semplicemente stupenda!!
    Beh… il tema “decorazioni” è un bel modo di unire le due cose. Comunque l’importante è divertirsi… e passare le feste in allegria 🙂
    Un abbraccione

  8. Ciao, questo post è dell’anno scorso, spero tu mi possa rispondere ugualmente! 🙂
    La mia domanda è molto banale. Il fatto è che da dove vengo io non c’è proprio la tradizione del calendario dell’avvento, però quest’anno volevo farlo. Mi puoi spiegare come funziona? Cioè, quante caselline servono? da che giorno si fa partire? E i numeri segnati sono le date del giorno o si tratta di un conto alla rovescia per arrivare a Natale?
    Grazie!

  9. Ciao Rossana 🙂
    vediamo un po’ se riesco ad aiutarti…
    Ogni casellina corrisponde ad un giorno dal 1 di dicembre al 24, giorno della vigilia di Natale.
    Non si procede a ritroso cioè dal 24 al 1, ma dal 1 al 24 come in un normale calendario
    Il calendario dell’Avvento serve a scandire i giorni fino ad arrivare a Natale. E’ utile per i bimbi perchè fa capire loro lo scorrere del tempo e crea una certa attesa.
    Ci sono vari tipi di calendari dell’Avvento:
    – quelli più semplici con delle caselline con i numeri del mese da spuntare man mano che i giorni passano
    – quelli con delle finestrelle dove sono nascosti dei disegni
    – quelli che nascondono cioccolatini (li trovi anche nei supermercati)
    – quelli di stoffa come il mio
    – quelli creativi (sulla mia pagina FaceBook ne ho postati tanti qualche giorno fa): di carta, fatti con materiale di riciclo, con il cartoncino…
    Cosa mettere dentro ai calendari con le taschine? quello che si vuole. Di solito dolcetti, ma io preferisco aggiungere anche piccoli giochi o fare calendari a tema come questo sull’alfabeto.

    Trovo sia una tradizione simpatica. Mi è sempre piaciuta e a PF piace molto. Unica difficoltà per i bimbi piccoli: non aprire tutte le caselle già il primo giorno!! 🙂

    Un bacione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting