A spasso per San Francisco con i bambini: Fisherman's Wharf

fish2San Francisco la conosco molto bene, essendoci vissuta con Papà Ema per qualche tempo. Ci sono delle zone e dei quartieri che mi sono rimasti nel cuore. Fisherman’s Wharf non è tra questi! Troppo turistica, troppo affollata, troppo ricca di attrazioni, troppo “costruita”. Ha, insomma, troppo di tutto per i miei gusti. Per i bambini, però, è sicuramente un posto magico.

Oltre ad offrire una vista stupenda sulla baia racchiusa tra il Golden Gate e il Bay Bridfish4ge, qui si può ammirare ( e visitare) un bellissimo sottomarino (USS Pampanito) e la piattaforma girevole dei tram, fermarsi sul molo a prendere il fresco sgranocchiando dolcetti e stuzzichini comprati nei mille e più negozietti, giocare ai marinai guardando dai tanti cannocchiali disseminati ovunque, osservare le innumerevoli navi  che fanno su e giù dalla baia, noleggiare biciclette o  prendere uno dei tanti battelli per un tour ad Alcatraz o una visita alla baia, con la possiblità di passare addirittura sotto il Golden Gate .

Addentrandosi nel Pier 39 si possono ammirare i leoni marini che stazionano beatamente sulle chiatte del molo, avvicinati da giganteschi gabbiani, pellicani e una marea di turisti.

fish5

IFish1l molo, anticamente  ospitava i pescherecci dei marinai italiani (specialmente genovesi e siciliani) che qui sgobbavano duramente, poi  negli anni ’50 è stato completamente ristrutturato e trasformato in una vera e propria attrazione turistica: si trovano negozietti di ogni tipo che vendono souvenirs e mangiare, ristoranti più o meno buoni e tante attrazioni per bambini come l’acqfish3uario, vari musei (di cera, dei fatti bizzarri…), una gigantesca giostra o gli spettacoli di clown e  maghi che si esibiscono ogni ora. Qui non mancano i artisti di strada che si esibiscono in danze, giochi e cabaret o per pochi dollari fanno ritratti.

Fermarsi qualche ora con i bambini può essere piacevole. Piccolo Furfante si è divertito molto e abbiamo speso tutto il nostro tempo tra i leoni marini ed un negozio di caramelle che abbiamo letteralmente svaligiato!

Alcuni consigli spassionati:

  • I parcheggi in questa zona costano caro (7 o 8 dollari l’ora), conviene lasciare l’auto in qualche parcheggio del centro e muoversi in tram o bus o, ancora meglio, noleggiare delle biciclette
  • I tram (frequentissimi) sono però sempre mooooooolto affollati soprattutto nel weekend e nelle ore di punta. Se si viaggia con i bambini è una cosa da tenere in considerazione, anche se a dire il vero abbiamo sempre trovato persone davvero gentili che ci hanno ceduto volentieri il posto. Il rischio maggiore è però non riuscire a scendere alla fermata giusta! 🙁
Continue Reading

Destinazione… San Franciccio!!

CALI 031Eccoci arrivati… a San Francisco o, come dice Piccolo Furfante, a San Franciccio!

Siamo ancora un po’ sfasati dal jet lag e in fase di organizzazione, ma contenti ed eccitati per questa nuova avventura.

Il Papy ha già ripreso il lavoro a pieno ritmo, mentre noi ci godiamo un po’ di meritato 😉 relax tra parchi e biblioteche.

E non credete a quello che si dice in giro: anche in California piove! Provare per credere!!???

Nei prossimi giorni non mancheranno post per raccontarvi questa curiosa vita oltre oceano, tra Halloween e zucche giganti, parchi giochi e maratone (quelle vere!), un dolcetto alla cannella e la Chicago Pizza (che sarò strana, ma a me piace!!).

Non mancate di seguirci…

Continue Reading

Si parte…

travel def“Hey ragazzi! Papy settimana prossima deve partire per lavoro e sta via 3 settimane. Venite anche voi??”

Ecco le parole pronunciate da Papà Ema esattamente una settimana fa. Io e Piccolo Furfante ci siamo guardati in faccia, abbiamo sorriso e abbiamo gridato: “Wow! SIIIIIII!”

E’ stata una settimana intesa: prenotare l’aereo, l’appartamento, la macchina, preparare il visto, parlare con le maestre di Piccolo Furfante, andare dal pediatra,  comprare i giochini per intrattenere PF durante il luuuuungo viaggio, organizzare il mio lavoro (pochissimo fortunatamente in questo periodo!), preparare i bagagli, chiudere casa, entrare nell’idea di mollare tutti i programmi fatti da qui a metà novembre e riorganizzare ogni cosa (il mio compleanno, halloween, la festa della scuola, il weekend con gli zii)…

Insomma: un sacco di cose da fare, in pochissimo tempo!

E così, dopo tanto preparare, domani si parte

Per dove? Questa  è una sorpresa!!

Ho deciso di portare con me il PC perchè avrò un sacco di cose da raccontarvi in 3 settimane. Ne vedrete davvero delle belle…

Ci risentiamo tra qualche giorno, così scoprirete in che parte del mondo siamo finiti!!!

Fate che il vostro spirito avventuroso vi porti sempre ad andare avanti per scoprire il mondo che vi circonda con le sue stranezze e le sue meraviglie.
Scoprirlo significherà, per voi, amarlo.
Kahlil Gibran

Continue Reading

A spasso con Stanley

Stanley aleCome già annunciato Stanley, il bambino piatto, partito parecchie settimane fa dalla casa di Mammagiramondo è venuto a far visita a Piccolo Furfante, per un’intera settimana.

Sono stati giorni intensi, ricchi di emozione e pieni di avventura. Abbiamo, infatti, accompagnato il nostro nuovo amico in giro per la  città (Como) ad ammirare paesaggi mozzafiato e a conoscere posti sconosciuti,  raccontandogli storie e leggende locali, come quella del mostro che abiterebbe i fondali del lago, quella del miracolo di San Giovanni o della maledizione dell’Isola Comacina. Non nascondo che un po’ di paura gli è venuta 😉     stanley

Prima di iniziare la nostra avventura abbiamo però dovuto prepararci, prendendo tutto il necessario per una gita all’aria aperta: occhiali da sole, gelato e del pollo (che non si sa mai!!!).

Stanley e Piccolo Furfante sono andati a zonzo per i bellissimi parchi e le ville che costeggiano il lago. Qui abbiamo scoperto che Stanley è un vero scavezzacollo: ha voluto arrampicarsi su un albero gigantesco e scalare una statua altissima.  Stanco di tutte queste avventure si è poi divertito a giocare con Piccolo Furfante a nascondino: infilandosi dentro vasi di fiori e nelle fessure dei muraglioni, rimanendoci anche incastrato, purtroppo! 😉

VillaOlmo Parco Stanley statua lago Stanley faroStanley tuffo

Quando ha tenato di buttarsi  in acqua per un bagno rinfrescante (aveva ragione, però: c’erano 35 gradi all’ombra!!), abbiamo deciso che un bel giro in battello nella vicina Cernobbio era quel che ci voleva… e così: “Tutti a bordo a prendere un po’ di fresco!!”

battello ale DSC_2420 DSC_2419

Dato che il caldo non ci lasciava tregua, abbiamo pensato di fare anche un giretto sulle montagne alle pendici del lago, da cui ha potuto ammirare un magnifico paesaggio. sul Monte Bisbino ci siamo concessi una gustosa (e meritata) torta fatta in casa nel rifugio situato sul cucuzzolo della montagna, mentre a Brunate ci è bastato giocare a prenderci intorno al Faro di San Maurizio.

Bisbino Brunate1

Un giretto in centro città non poteva mancare e così abbiamo visitato il duomo, palazzo Terragni (Casa del Fascio) e  fatto due passi lungo la passeggiata  a lago, dove Stanley ci ha sbalordito, esclamando guardando il tempo Voltiano: “Ma quello è il monumento che era raffigurato sulle vecchie banconote da 10.000 lire??”  . Aveva proprio ragione!!! Date un’occhiata all’ultima foto a destra??

Duomo terragni voltaStanley gelato

Prima di tornare a casa una sosta gelato è stata d’obbligo ;-). Appena in tempo prima di essere bagnati da un rinfrescante temporale!

Che meraviglia ammirare l’arcobaleno dal balcone di casa per poi ributtarsi ancora a giocare!!!!

arcobaleno Stanley Pimpa

Ora Stanley è in viaggio per nuovi lidi e nuove avventure…

A presto caro amico!!!

(Un grazie speciale  a zio Giò e a Gianfranco per le foto di Brunate e del centro città. Siete unici!!!)

LEGGI ANCHE…

Continue Reading