Venerdi’ del libro: Volevo solo pedalare

Dovete sapere che in adolescenza ero una vera appassionata di Formula Uno, seguivo ogni domenica i Gran Premi e quello di  Monza ho avuto modo di vederlo anche dal vivo.

Non tenevo nè alla Ferrari nè ad Ayrton Senna, ma ad Alessandro Nannini che correva per la Benneton. Quando si ritiro’ dalle corse nel 1990, smisi poco alla volta di guardare i Gran Premi e ad interessarmi al mondo delle auto. Proprio mentre perdevo interesse, un nome italiano di faceva strada nella Formula Uno: Alessandro Zanardi. Ricordo di aver visto le sue prime gare, ma nulla piu’.

Quando ebbe il suo grave incidente, dove perse le gambe, rimasi pero’ molto colpita e lessi il suo primo libro che raccontava proprio della sua vita e del suo grande coraggio e della sua grande forza di volontà nell’affrontare la situazione.

Appena è uscito il seguito, mi sono ripromessa di leggerlo, ma sono riuscita a farlo solo ora (mannaggia all’interminabile lista dei desideri!)

In questo libro racconta, sempre con ironia e qualche battuta, la vita dopo l’incidente, la sua nuova carriera sportiva, le tante difficoltà che ha affrontato sempre con forza e passione. Tra le righe troverete un bel cocktail fatto di riflessioni, di speranza e serenità, ma anche tanta voglia di divertirsi e di fare. Un libro schietto che non nasconde i fallimenti e gli errori, ma che da’ coraggio e che lascia una bella sensazione.

Ve lo consiglio di cuore, anche se non avete letto il precedente.

Volevo solo pedalare di Alessandro Zanardi e  Gianluca Gasparini

Mi viene in mente una frase di Calvin Coolidage (…) “Niente nel mondo puo’ sostituire la perseveranza. Non il talento: niente è piu’ frequente di uomini pieni di talento ma falliti. Non il genio: genio incompreso è quasi un modo di dire. Non lo studio: il mondo è pieno di gente che ha studiato ed è derelitta. La perseveranza e la determinazione invece sono onnipotenti.”

volevo solo pedalare zanardi libro

 

Vi auguro un bellissimo weekend pieno di sole e di libri. Ora aspetto i vostri preziosi consigli! Eccoli:

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. (Qui trovate le istruzioni per farne parte). Giornalmente recuperero’ da questo archivio un libro che pubblichero’ sulla mia pagina Facebook!

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

 

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

12 commenti

  1. Oggi propongo un bel libro per bambini dai 6 anni in su. L’autrice è stata una cantante lirica, poi ha cominciato a scrivere racconti e storie delicate per l’infanzia. Parlo di Jill Tomlinson, conosciuta in Italia per la serie sugli animali illustrata da Anna Laura Cantone. Nella libreria che incrociamo lungo il tragitto per rientrare da scuola ci siamo imbattuti nel suo “Il pinguino che voleva diventare grande”, edito da Feltrinelli. E’ la storia di un pulcino di pinguino imperatore che vive nell’Antartide. Curioso, anticonformista e divertente, passerà tante avventure fino a che…
    Ne scrivo qui:
    https://elisasottoilcielo.blogspot.com/2018/05/il-pinguino-che-voleva-diventare-grande.html

    1. Come già ti dicevo, non è un mio genere che mi prende, ma la citazione che riporti mi ha colpito molto e mi trova molto d’accordo! Ci faccio un pensierino

      Ecco la citazione:
      “Nessuno nasce malvagio, così come nessuno nasce solo. Lo si diventa per via di scelte e circostanze. Non puoi controllare le circostanze, ma le scelte…»

  2. Carissima Paola, arrivo un giorno in ritardo lo so… perdono 🙁
    Ma non volevo far passare un’altra settimana e così ho pubblicato adesso la mia recensione di un thriller di Michel Bussi, Non lasciare la mia mano, che ho scoperto grazie ad un passato VdL ma ahimè non ricordo chi ne aveva parlato… proprio tu, forse?

    https://caralilli.blogspot.com/2018/06/venerdi-del-libro-di-sabato-271-non.html

    Buon weekend 🙂 e che bella la tua proposta, me la segno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting