Venerdi’ del libro: Un luogo incerto

Per questo “Venerdi’ del libro” ritorno a parlare del mio genere preferito, i gialli, e di un’ autrice  scoperta grazie a voi l’anno scorso, Fred Vargas.

“Un luogo incerto” fa parte della serie che vede protagonista l’ispettore Adamsberg, che ho conosciuto già negli altri libri che ho letto.

Come sempre la trama è costruita ad arte: fin quasi alla fine non si riesce a capire dove si andrà a parare, passando da colpi di scena e intrecci tra storie e personaggi che, malgrado presentati, non si riescono ad intuire finche non vengono chiariti nero su bianco.

Come avevo già avuto modo di dire lo stile di Vargas è spettacolare: “riesce a far risultare simpatici personaggi insopportabili, con maestria ci incatena a pagine e pagine di dialoghi che in altri casi risulterebbero noiosi”.

Unico neo di questo libro è la lentezza iniziale. Di solito riesco ad entrare nel “caso” già dalle prime pagine, inquadrando fatti e personaggi. Questa volta ho faticato di piu’. Malgrado cio’ dopo i primi capitoli la storia è decollata senza nessun problema.

Un libro che consiglio soprattutto agli amanti del genere.

Un luogo incerto – Fred Vargas

Cupo e insistente, Lucio si grattava il braccio che non aveva piu’, muovendo le dita nel vuoto. Come spiegava sempre, quando lo aveva perso, a nove anni, sul braccio c’era un morso di ragno che lui non aveva finito di grattare. Ecco perchè quel morso gli prudeva ancora, sessantanove anni dopo: perchè non aveva potuto grattarlo completamente, occuparsene sul serio, chiudere la faccenda. Spiegazione neurologica fornita da sua madre, che alla fine per Lucio era diventata una filosofia generale, buona per qualsiasi situazione e per qualsiasi sentimento. Bisogna finire, oppure non cominciare nemmeno.

Un luogo incerto fred vargas

Vi auguro buon fine settimana! Ora aspetto i vostri preziosi consigli!! Eccoli:

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. (Qui trovate le istruzioni per farne parte). Giornalmente recuperero’ da questo archivio un libro che pubblichero’ sulla mia pagina Facebook!

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

34 commenti

    1. Grazie per il consiglio. PF inizierà proprio settimana prossima un percorso a scuola sulla sessualità. Ci tornerà utile

    1. PF adora “diario di una schiappa”lo legge sia in italiano che in tedesco. Quello che proponi sembra dello stesso filone: sono sicura gli piacerà

    1. Dopo aver letto “La tentazione di essere felici”, che mi era piaciuto tantissimo, mi ero segnata subito in lista anche “La tristezza ha il sonno leggero”…
      Del libro che proponi oggi non ne sapevo nulla!! Devo rimediare subito!!

  1. Consiglio tre volumi, sullo stesso argomento: come vivere sereni e soddisfatti. Tutto secondo i danesi che – stando all’ultimo “Word Happiness Report” – sono la popolazione più felice al mondo. Grazie al metodo/filosofia Hygge. Ecco i titoli:
    ”Il metodo danese per vivere felici” di Meria Tourell Soderberg (ed. Newton Compton), ”Hygge. Il metodo danese dei piaceri quotidiani” di Louisa Thomsen Brits (ed. Sperling e Kupfer), ”Il metodo danese per crescere bambini felici ed essere genitori sereni” (ed. Newton Compton). Ne parlo sul mio blog:
    http://elisasottoilcielo.blogspot.it/2017/03/i-piu-felici-al-mondo-parlano-danese.html

    Che dite, cerchiamo di vivere un pò meno stressati e scontenti?

    1. Questi libri mi incuriosiscono molto. Ho letto molte recensioni positive e ho guardato un sacco di video che ne parlano in toni entusiasti. Da leggere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting