Il venerdi’ del libro: Le lacrime della giraffa

Come sapete i gialli sono la mia passione. Ultimamente mi piace provare a leggere scrittori nuovi abbandonando quelli che sono i miei punti di riferimento come Carofiglio o Camilleri.

Va da sè che a volte mi imbatto in vere e proprie rivelazioni come nel caso di Federico Maria Rivalta o di Linda Castillo: autori che ho scoperto solo nell’ultimo anno e che mi sono piaciuti molto.

Per questo “Venerdi’ del libro” voglio presentarvi un autore per me nuovo e che pur essendomi piaciuto, mi ha lasciato qualche dubbio: Alexander McCall Smith.

La protagonista di “Le lacrime della giraffa” è  la signora Precious Ramotswe, una robusta e benevola investigatrice, fondatrice della Ladies Detective Agency, la prima e solo agenzia investigativa del Botswana, un minuscolo paese dell’Africa meridionale.

Il libro mi è apparso fin dalle prime pagine molto particolare: la detective è un po’ sopra le righe con riflessioni filosofiche basate sui valori del suo paese, che naturalmente risultano per lei il metro su cui giudicare i comportamenti altrui nonchè gli stili di vita degli altri paesi. Vi confesso che qua e là mi  è scappata qualche risata.

Oltre a cio’ la serafica signora è desiderosa  di portare ordine nelle vite dei suoi clienti e dei suoi amici e conoscenti, a tutti i costi. Insomma una grande impicciona, ma simpatica.

Piu’ che un giallo inoltre a tratti è sembrato un romanzo rosa, tra intrecci amorosi e riflessioni sull’amicizia, con il racconto della sua strana storia d’amore con un solitario meccanico, truffato dalla sua cameriera e spinto suo malgrado ad adottare due bambini.

Insomma il caso, o meglio i casi, da risolvere rimangono molto sullo sfondo, tanto che ad un certo punto avevo perfino perso interesse nel capirli. Malgrado cio’ ho letto il libro tutto in un fiato e non mi è dispiaciuto per nulla.

Non so se leggero’ altro di questo autore, ma consiglio questo libro a chi non ama i gialli e vuole avere una lettura rilassante e divertente.

Il libro di oggi è quindi…

Le lacrime della giraffa – Alexander McCall Smith

Molti bianchi erano cosi’, per qualche misteriosa ragione non sentivano la mancanza della famiglia ed erano contenti di essere soltanto loro. Dovevano essere cosi’ soli, come astronauti nello spazio, persi nell’oscurità e senza neanche la cordicella argentata che legava gli astronauti al grembo metallico da cui ricevevano ossigeno e calore.

Le lacrime della giraffa libro

 

Vi auguro un buon weekend i e ora non vedo l’ora di leggere i vostri suggerimenti! Eccoli:

 

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. (Qui trovate le istruzioni per farne parte). Giornalmente recuperero’ da questo archivio un libro che pubblichero’ sulla mia pagina Facebook!

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

41 commenti

    1. Interessante! La mia insegnante di yoga ci aveva parlato del suo rapporto con il cibo e rivedo molto di quello che ci diceva nel libro che proponi.

    1. O mamma mia, Enrico Bottini! Quanto tempo è passato da quando ho letto Cuore. Non è stato uno dei miei romanzi preferiti, ma ne ho un bel ricordo.
      Non so pero’ se PF apprezzerebbe. Dovrei provare

    1. Me lo segno, anche se non sono molto in vena di finali “desolanti e senza speranza”. I gialli pero’ mi piacciono parecchio, quindi…

  1. Ciao! In genere mi limito a leggere con grande gusto i vostri consigli di lettura, che mi sono utili anche come bibliotecaria. Stavolta vorrei aggiungere qualcosa io, visto che ho approfondito proprio Le lacrime della giraffa per una serata del libro. Sta uscendo in questi giorni un film proprio su Seretse Khama, il leader del Botswana che ispira tutti i valori della protagonista di questo libro. Quando i miei utenti chiedono letture leggere e piacevoli, non troppo intricate e positive consiglio sempre i libri della serie di Mma Ramotswe. Esistono anche dei libri per ragazzi con la stessa protagonista bambina, che risolve piccoli misteri.

    1. Ciao Bridigala.
      Grazie per questo prezioso commento: non sapevo proprio che fosse in uscita un film dedicato a Seretse Khama. Ora sono curiosissima!
      Come dicevo nel post, il libro l’ho letto tutto d’un fiato e non mi è per nulla dispiaciuto: la protagonista è fantastica!
      Andro’ in cerca dei libri per ragazzi: PF adora i gialli come me.

    1. Ti confesso che il titolo mi ha fatto molto ridere. Mi piacciono pero’ l’idee di fondo che hai indicato nel tuo post. Segnato!!

  2. Ciao, oggi ho pubblicato una breve recensione di un GRANDISSIMO capolavoro che già tutti conosceranno, immagino.
    I miei bambini invece hanno appena cominciato a scoprire le avventure a fumetti di “Calvin and Hobbes” e mi sono resa conto che già riescono a riderci di gusto, anche se è un’opera che ha una eccezionale qualità narrativa che credevo essere godibile esclusivamente da un pubblico adulto.

    http://www.vogliounamelablu.it/2017/02/calvin-hobbes-watterson-libri-fumetti.html

    1. Adoro “Calvin and Hobbes”!
      Ho un sacco di fumetti in Italia. Li avevo proposti anche a PF, ma forse era troppo piccolo per apprezzarli. Nel prossimo viaggio in Italia li recupero tutti:-D

  3. Buon venerdì a tutti!
    Alexander McCall Smith e la sua signora Precious Ramotswe l’avevamo consigliato anche su TuttoPerTutti alcuni mesi fa. La Denny avevca scoperto questo scrittore e l’aveva apprezzato. Io l’ho ancora nella lista delle letture in attesa…
    In attesa della giornata degli innamorati e dell’amore, invece, vogliamo suggerire un libro dello scorso novembre, quindi alquanto fresco di stampa:
    LA COLLEZIONISTA DI LIBRI PROIBITI di Cinzia Giorgio.
    Appassionato ma non stucchevole.
    http://tucc-per-tucc.blogspot.it/2017/02/la-collezionista-di-libri-proibiti.html
    Buona lettura e buon fine settimana a tutti!

    Kly

    1. Allora era stato Denny a fare la recensione?? Non avevo segnato il blog sulla mia lista di libri consigliati. Mi vado a rileggere il post!

      Il tuo libro di questa settimana mi veniva consigliato da Amazon come genere e trama vicine ai miei gusti. Vista la tua recensione, mi sa che questa volta ci hanno azzeccato.

    1. Non conoscevo affatto questo libro. Leggendo la tua recensione capisco come ti abbia particolarmente toccata: certi libri sono davvero speciali!

  4. Alexander McCall Smith ha avuto una volta il mio scalpo e non lo avrà più. Non ho una specifica critica da fargli, se non l’impressione che leggerlo o non leggerlo mi sembra la stessa cosa. Gode comunque di un notevole seguito, perché il bello dei gusti è che sono vari.
    Io invece, in ritardo per colpa di una connessione oggi piuttosto inaffidabile, presento un libro sulla storia di New York, una via di mezzo tra romanzo storico, romanzo di storia e storia di una delle città più affascinanti del mondo:
    http://ildiariodimurasaki.blogspot.it/2017/02/new-york-edward-rutherfurd.html

    1. Libro che non conoscevo. Non mi dispiacciono i romanzi storici e trovo New York una città magica, quindi penso proprio che mi leggero’ il tuo libro 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting