Venerdi’ del libro: Quello che non sai di me

Per questo Venerdi’ del libro vi presento un romanzo molto particolare: “Quello che non sai di me” di Meg Wolitzer.

L’amica che me l’ha prestato mi ha avvisato che  mi avrebbe spiazzato e che malgrado tratti temi forti, come la morte, la depressione, l’omosessualità e la disabilità in adolescenza, il libro non mi avrebbe affatto rattristato.

L’ho iniziato a leggere  un po’ scettica, ma già dopo poche pagine ero presa dalla storia di Jamaica, un’adolescente con una forte depressione che ha perso il proprio ragazzo e che viene portata in una scuola speciale per adolescenti emotivamente fragili e con un altro quoziente intellettivo. Qui frequenterà un corso di inglese un po’ particolare in cui incontrerà altri 4 ragazzi pieni di problemi e tenuto da un’ottantenne piena di vita e di sorprese.

La storia racconta la vita di Jamaica e dei suoi compagni di corso durante il primo semestre in questa nuova scuola. Sei mesi in cui rivrivanno tutte le loro terribili esperienze e i problemi che ne sono conseguiti. Sei mesi in cui impareranno ad accettare i propri drammi, ad essere amici ed aiutarsi a vicenda.

La storia raccontata cosi’ puo’ sembrare davvero cupa, ma credetemi: l’escamotage utilizzato dall’autrice per presentare la vita dei ragazzi  nonchè il colpo di scena finale riguardo la protagonista  rendono il romanzo davvero valido.

Ve lo consiglio di cuore.

Il libro di oggi è quindi…

Quello che non sai di me – Meg Wolitzer

“Diciamo che mi sento come se il dolore fosse la parte piu’ grande di ogni cosa”, dico tutto di un fiato.  “Pero’ mi viene richiesto di comportarmi come se non lo fosse. Ma insomma se pedi qualcuno, come si puo’ pensare di andare avanti preoccupandosi per tutte le stupidaggini di ogni giorno? Per esempio un esame difficile, le doppie punte, una lite con un’amica.”

quello che non sai di me recensione

Non mi resta che augurarvi buon fine settimane ed aspettare con ansia i vostri preziosi consigli. Eccoli:

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. (Qui trovate le istruzioni per farne parte). Giornalmente recuperero’ da questo archivio un libro che pubblichero’ sulla mia pagina Facebook!

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento con il proprio link nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

Ti potrebbero anche interessare...

35 commenti

  1. Da quando sono rimasta incinta ho letto centinaia di libri sulla genitorialità. Devo dire che questo mi è piaciuto perché scritto da una mamma. A volte diciamolo, i libri scritti dagli esperti sono un po’ noiosi. Invece scritto da una mamma subito si avverte un’empatia, lei sa come ci sentiamo ad essere genitori imperfetti, sempre alla ricerca del modo migliore per crescere i nostri figli.
    http://www.blogfamily.it/27963_faccio-quello-posso-libro-genitori/

    1. Un libro che non conoscevo. Argomento certamente non facile, ma che mi interessa molto. Lo segno sulla mia lista!

    1. Benvenuta! 😀

      Sai che dopo aver letto questo, non sono piu’ riuscita a leggere l’ultimo della serie? I personaggi in questo terzo romanzo sono cosi’ cupi e tristi che mi hanno fatto passare la voglia di sapere come finisce la storia.
      Aspetto allora la tua recensione del quarto. Chissà, magari mi convincerai a riprenderlo in mano 😀

    1. Non sono vegana nè intollerante, ma amo sperimentare! Mi segno il tuo libro. Appena ho occasione me lo prendo e mi provo qualche ricetta!

    1. A me piacciono i libri di Alessia Gazzola. Mi piace il suo stile fresco. Ne ho già sul comodino un altro da iniziare.

  2. Buongiorno! Buon venerdì!
    Ecco, se mi assicuri che a prescindere dei temi trattati, non rattrista, allora me lo segno! Non riuscirei a sopportare un libro che mi stringa di più il cuore visto il mondo come va… Faccio un po’ lo struzzo e mi nascondo forse…. ma decisamente ho bisogno di letture”leggere”.
    Beh visto la giornata il nostro consiglio su TuttoPerTutti non poteva che essere a tema:
    OGNUNO MUORE SOLO di HANS FALLADA: PER NON DIMENTICARE….
    http://tucc-per-tucc.blogspot.it/2017/01/ognuno-muore-solo-hans-fallada.html
    Buona lettura e buon fine settimana!

    Kly

    1. Libro che non conoscevo e mi spiace. Me lo segno. Grazie della dritta.

      Come dicevo nel post, il mio libro non mi ha per nulla rattristato pur trattando temi forti. L’unico appunto potrebbe essere che il lieto fine risulta troppo “facile” per i gravi problemi a cui questi giovani devono fare fronte. Diciamocelo pero’: a volte ci sta!!

    1. Il fatto che lo definisci deprimente non me lo fa particolarmente digerire, ma leggendo la tua recensione capisco che bisogna andare oltre. Me lo segno in lista.

    1. Bello bello bello! Cade proprio a fagiolo: stavo giusto parlando stamattina con una mamma che vorrebbe comprare un micino alla sua bimba, ma vorrebbe farle anche capire le responsabilità che ci stanno dietro.
      Glielo consiglio subito.

    1. I libri di Nicoletta Costa sono fantastici: hanno aiutato anche a PF ad avvicinarsi alla lettura. Altro autore che PF ha adorato è Agostino Traini (Mucca Moka, il signor Acqua…) e in generale le prime letture della collana Battello a Vapore!

    1. Io ho adorato ed adoro Agatha Christie.Non sono un’amante di gialli per caso 😉
      Ora stiamo facendo a vedere a PF i film tratti dai suoi libri: lui è completamente perso per Poirot!! Tra un po’ cominceremo con qualche libro 😀

    1. Libro tostissimo. L’ho letto tanti anni fa e ancora mi ricordo l’impressione che mi aveva fatto. Un libro duro, ma assolutamente da leggere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting