Venerdi’ del libro: Le ossa non mentono

Se qualcuno di voi è appassionato della serie TV “Bones” , non potrà fare a meno di leggere il libro che vi presento oggi: “Le ossa non mentono”, uno dei tanti volumi dedicati alla dottoressa Temperance Brennan.

Prima di trasferirci qui a Zurigo ero una fan sfegatata di questa serie TV, ma non avevo avuto mai modo di leggere i libri da cui era tratta. Complice uno sconto, mi sono lanciata nella lettura, anche se ero un po’ dubbiosa: non sapevo se i protagonisti cartacei avrebbero retto in confronto con quelli televisivi.

Già dopo poche pagine ho capito che non ci sarebbe stato nessun problema: l’unico personaggio della serie era la dottoressa Brennan, che tra l’altro ha un carattere e una vita diversi da quelli della sua alter ego televisiva.

Il libro è ben scritto e la trama cattura fin da subito: degli omicidi rimandano ad un vecchio caso irrisolto, che la dottoressa si sente in dovere di chiudere e che la porterà ad aprire ferite dimenticate.

Verso metà libro si intuisce chi potrebbe essere il colpevole, ma i colpi di scena non mancano e tengono incollati alle pagine.

Un giallo ben scritto che consiglio agli amanti del genere.

_le-ossa-non-mentono-1408033552Le ossa non mentano Kathy Reichs

Il pomo d’Adamo di Rodas sali’ e scese, poi l’uomo riprese a parlare. “Il corpo di Nellie fu rinvenuto otto giorni più’ tardi, in una cava di granito a circa sei chilometri dalla città.”

Notai che chiamava la ragazzina per nome, senza spersonalizzare come fanno spesso i poliziotti (“la vittima”,”il soggetto”…). Non ci voleva Freud per capire che era emotivamente coinvolto nel caso.

 

Ora non mi resta che aspettare i vostri consigli. ECCOLI:

Buon primo fine settimana d’autunno!

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. (Qui trovate le istruzioni per farne parte).

Giornalmente recuperero’ da questo archivio e dai post un libro, che pubblichero’ sulla mia pagina Facebook!

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog e lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Chi partecipa deve lasciare un commento sul post del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana in quello stesso post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto!

Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

Ti potrebbero anche interessare...

30 commenti

    1. Ciao! Sono una fan dei libri di Kathy Reichs fin da prima della serie, tanto che non sono mai riuscita ad appassionarmi a Bones. In ogni caso, quello che ho sempre apprezzato e’ il fatto che ad ogni libro presenta alcune particolarità dell’osteologia che in genere studi sul libro senza vederle praticamente mai (un esempio e’ all’inizio di 206 ossa, altro bel romanzo, in cui accusano Tempe di non aver visto un foro di proiettile che attraversa lo sterno dello scheletro in questione)
      Chiara

    2. Sono sempre stata tentata di realizzare il sapone in casa. Ho rinunciato perchè ho paura di maneggiare la soda caustica.
      Dovrei provare con qualcuno di esperto prima di cimentarmi da sola. ARGH!

      1. Sono contenta di averteli fatti scoprire. Del resto questa rete che hai creato serve alla diffusione. Ancora grazie!

    1. Mi piacciono un sacco i libri di Aleksandra Mizielinska e Daniel Mizielinski. Noi abbiamo “Mappe” e lo adoriamo. Ora li ordino su Amazon: PF ne andrà matto! Grazie della dritta.

    1. Tranquilla, anch’io l’ho scoperto grazie ad un’amica 😀
      Il tuo libro è davvero tosto. devo trovare il momento giusto per leggerlo.

    1. Lo avevo visto sulla libreria Amazon, ma non lo avevo preso: il titolo mi aveva fatto pensare ad un romanzo rosa.
      Direi che è tutt’altro. Vado a recuperarlo subito!

    1. Il giardino segreto è stato uno dei miei libri dell’infanzia. Non è stato pero’ quello che mi ha preso di piu’. Forse l’ho letto troppo presto. Lo avrei apprezzato di piu’ sicuramente dopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting