Venerdi’ del libro: Il profumo delle foglie di limone

Dopo alcuni libri leggeri, letti in pochi giorni, ho voluto buttarmi in una lettura piu’ impegnativa, consigliata da un’amica di cui mi fido ciecamente. Conoscevo l’autrice, Clara Sanchez, solo di nome: non avevo mai letto niente di suo, anche se da piu’ parti ne avevo sentito gli elogi.

La mia amica mi ha suggerito di iniziare da “Il profumo delle foglie di limone” e cosi’ ho fatto!

La storia è ambientata in Spagna, al finire dell’estate. Protagonisti sono una ragazza, in attesa del suo primo figlio, e un sopravvissuto della Sohah: una coppia davvero particolare, le cui voci si alternano in tutto il racconto dalle tinte scure.

La ragazza, suo malgrado, viene coinvolta nella caccia di criminali nazisti in un susseguirsi di colpi di scena e di rivelazioni scioccanti.

Il libro si legge molto velocemente grazie allo stile fluente, alla trama ben organizzata e al ritmo incalzante. Alcune cose mi hanno lasciata comunque perplessa, rendendo il racconto poco credibile: come il motivo che spinge la ragazza a rischiara le propria vita e quella del figlio non ancora nato o il fatto che nessuno dei “cattivi” prenda alcun provvedimento, lasciando i nostri eroi, indisturbati di fare il bello e il cattivo tempo durante tutta la storia.

Il libro mi è piaciuto, malgrado tutto, e sono intenzionata a leggerne il seguito.

Dopo averlo terminato, sono andata in cerca delle vostre recensioni: ho trovato quella di Stefania, che come me ha avuto alcuni dubbi sulla tenuta della trama.

9788811686620_il_profumo_delle_foglie_di_limoneIl profumo delle foglie di limone – Clara Sanchez

Non ho mai sopportato le persone che sbattono la loro solitudine in faccia agli altri, e neanche quelle che la vivono come affronto. La solitudine è anche libertà

Ora aspetto i vostri consigli!! Eccoli:

Buon fine settimana e buone letture a tutti voi!

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. (Qui trovate le istruzioni per farne parte). Giornalmente recuperero’ da questo archivio un libro che pubblichero’ sulla mia pagina Facebook!

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

13 commenti

  1. Anche io l’ho letto e mi ha un po’ angosciata, anche se non mi è dispiaciuto. Io oggi consiglio tre libri molto diversi tra loro, un romanzo di formazione e crescita ambientato nella Cina maoista, il racconto della guerra contro il cancro vinta da un giornalista, reporter di guerra, grazie anche alla sua incredibile tenacia ed, infine, un insegnante che racconta un anno di scuola media in un istituto alla periferia di Parigi, tra multiculturalismo e sconforto.
    http://mammavvocato.blogspot.it/2016/08/le-letture-di-mamma-avvocato-e-la.html

    1. In effetti è un po’ angosciante, soprattutto nella parte finale.
      Mi sono segnata tutti i tuoi suggerimenti che non conoscevo!

  2. l manuale di auto aiuto di Giorgia Marino, blogger conosciuta dal Web come Morbida, la vita!
    M’amo non m’amo: Impara a volerti bene con i consigli di Giorgia Marino. Un libro brillante capace di far sorridere e, perché no, di donare autostima ad ogni parola con ironia e divertimento: Giorgia non è una guru ma una persona di buonsenso,
    che ha fatto del buon senso il suo successo.
    http://super-mamme.it/2016/08/19/ti-preparerei-la-cioccolata/

  3. Oggi più che una lettura da weekend propongo qualcosa di sostanzioso, di I.J.Singer, autore yiddish, “la famiglia Karnowski”, la storia di tre generazioni, dall’ambizioso patriarca emigrato dalla Polonia a Berlino, il figlio che sará medico al fronte durante la Grande Guerra, ed il nipote che si troverá costretto ad emigrare negli Stati Uniti per colpa del nazismo; http://lapasticcerica.blogspot.it/2016/08/pausa-libro-la-famiglia-karnowski.html

  4. Per questo scorcio di fine estate porto una storia decisamente solare e luminosa, ambientata proprio in estate e rigorosamente a lieto fine:
    http://ildiariodimurasaki.blogspot.it/2016/08/la-contessa-segreta-olga-ibbotson.html

    Anche qui ci sono un po’ di ebrei ma non se la passano troppo male se non a livello sociale – anche perché siamo ancora nel primo dopoguerra, e soprattutto in Inghilterra – dove certe nuvole non passarono del tutto senza lasciar tracce.
    Buone vacanze a tutti, e possano i temporali estivi non cogliervi di sorpresa ^__^

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting