Venerdi’ del libro: La rilegatrice del fiume

I libri che parlano di libri mi hanno sempre affascinata ed è per questo che mi sono lasciata convincere ad acquistare il libro che vi presento oggi. Il titolo mi ha subito stregata e la quarta di copertina prometteva piu’ che bene: “un libro da golosi: dolce e voluttuoso come il cioccolato, caldo e forte come il caffè. Con un pizzico di peperoncino.”

Scartabellando nella lista dei desideri prima di iniziare a leggerlo, sono andata in cerca di qualche vostra recensione e mi sono imbattuta in quella di Monica di Mi Mangio L’Allergia.

Devo dire che il libro, a differenza di Monica, non mi ha particolarmente coinvolto: nessuna voglia di cambiamento, nessuna emozione forte. Ho cercato di capirne il motivo visto che la storia è di per sè originale, i colpi di scena non mancano e i personaggi sono tutto sommato ben delineati.

Arrivata alla fine sono giunta alla conclusione che, per i miei gusti, è stata messa troppa carne al fuoco: tante vite che si intrecciano,  un po’ di magia, un po’ di mistero, un po’ di amore, un po’ di morte, un po’ di storia, un po’ di colpi di scena. Un po’ di tutto insomma che alla fine pero’ non mi ha lasciato nulla. Peccato perchè la lettura non è per nulla spiacevole!

Ho trovato poi inutili i passi del Cirano citati qua e la, spesso non proprio a proposito. A mio parere hanno appesantito il racconto e non hanno aggiunto niente alla storia.

Il libro di oggi è…

La rilegatrice del fiume – Anne Delaflotte Mehdevi

Stavo per mettermi al lavoro, per far saltar via le vecchie copertine. in quel momento qualcuno busso’ alla porta. Stavo per scrivere “tamburello'”, ma no, non era cosi’. Quel qualcuno bussava con tale determinazione che ebbi un po’ paura. Non si bussa a quel modo alla porta di un rilegatore. 

la rilegatrice del fiume

Ora aspetto i vostri preziosi suggerimenti!! Eccoli:

Buon weekend e buone vacanze a voi!

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. (Qui trovate le istruzioni per farne parte). Giornalmente recuperero’ da questo archivio un libro che pubblichero’ sulla mia pagina Facebook!

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. 

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Nella foto:
La rilegatrice del fiume – Anne Delaflotte Mehdevi
Pipolo – Djeco

 

Post di Paola Misesti

 

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

12 commenti

  1. Non l’ho letto, ma credo che uno dei motivi per il quale ti ha deluso stia nel fatto che oramai libri che parlano di libri sono come le penne alla vodka negli anni Ottanta, o la panna, o la rucola, stanno ovunque anche quando non c’entrano un belino.
    Invece l’intertestualità e la metaletteratura sono cose serie e complesse, che andrebbero maneggiate con cura, abilità e cultura.

  2. Stavolta arrivo davvero poco prima del gong… Credevo di non farcela a partecipare. Il libro che suggerisci mi è del tutto nuovo ed oggi il mio non è un vero e proprio suggerimento… una lettura così così… non ci si perde molto che non si legge questo libro: http://libri-stefania.blogspot.it/2015/08/facciamo-finta-che-non-sia-successo.html
    Anche se credo che rientri appieno entro i canoni del genere romance che in tante lettrici divorano… Con me non è in sintonia, che ci posso fare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting