Venerdi’ del libro: Norwegian wood

E’ da parecchio che aspettavo di leggere il libro che vi presento oggi. Dello stesso autore avevo letto parecchio tempo fa ” A sud del confine, ad ovest del sole” e mi era piaciuto molto, ma il libro di oggi ero un po’ restia ad incominciarlo perchè le recensioni che avevo trovato erano molto discordanti: o entusiaste o estremamente negative.

Alla fine mi sono decisa e l’ho cominciato!

Mi è piaciuto? NI!

Mi è piaciuto lo stile dell’autore che avevo già apprezzato nel precedente libro, ma la storia mi è risultata un po’ pesante: la morte aleggia tra le righe dalla prima all’ultima pagina tanto che, ad un certo punto, non vedevo l’ora ti terminarlo per buttarmi su storie un po’ piu’ leggere.

Sinceramente non ho trovato nessun personaggio a cui affezionarmi e questo ha reso la lettura ancora meno piacevole, senza contare il senso di angoscia che ogni pagina mi lasciava.

Un libro che consiglio a chi è in cerca di letture impegnative.

Qui trovate le recensioni di Maristella del blog Cara Lilli e de “la ‘povna”

Il libro di oggi è:

NORWEGIAN WOOD di Haruki Murakami.

norwegian woodDavvero non ti dimenticherai mai di me? – chiese una voce bassa, quasi in un bisbiglio

Non ti dimentichero’ mai, -dissi- Ma come pensi che potrei dimenticarti?

E invece, inutile negarlo, la memoria si sta allontanando, e ho già dimenticato troppe cose.

 

Ora aspetto i vostri preziosi suggerimenti! Eccoli:

Per noi oggi è (finalmente)  l’ultimo giorno di scuola! Buon weekend a tutti voi… noi lo passeremo a festeggiare!!

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. (Qui trovate le istruzioni per farne parte). Giornalmente recuperero’ da questo archivio un libro che pubblichero’ sulla mia pagina Facebook

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. 

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

18 commenti

  1. Anche io mi riprometto di leggerlo da tempo, attratta più che altro dal titolo che richiama una canzone dei Beatles. Voglio comunque dargli una chance
    Magari lo leggero dopo l’estate visto che sembra un libro dalle tematiche ‘invernali’ 😉

    1. Mi sono riletta la tua recensione che ora inserisco anche nel post. Mi ritrovo in quello che scrivi, anche se molti dei riferimenti letterari che citi non li avevo colti. Vorrei dargli un’altra chance: magari provero’ a cimentarmi con 1Q84

      1. 1Q84 a detta di molti è una sòla proprio nella seconda parte. Io suggerirei La fine del mondo e il paese delle meraviglie, Murakami allo stato puro, intelligente e senza (troppa) piacioneria letterario-filo-occidentale.

  2. Ciao Paola! Grazie della citazione 🙂 Norwegian Wood è una lettura che risulta a tratti pesante ma a parte questo non ha convinto del tutto neppure me. Un libro comunque che vale la pena di leggere per farsi un’opinione personale.

    Io oggi parlo di un romanzo che mi è piaciuto e che è un mix (storico, d’amore, d’avventura) molto ben congegnato di un’autrice indipendente, Barbara Risoli:

    http://caralilli.blogspot.it/2015/07/venerdi-del-libro-214-la-stella-doro.html

    Buon fine settimana!

  3. Ciao! Anch’io ho letto Norvegian Wood un po’ di tempo fa e la mia impressione si sovrappone alla tua. Tutta quella morte che pervade il romanzo mi ha un pochino depresso. Come dicevo nella recensione di Maris, sicuramente mi sono persa parecchio del libro perchè io non ne so nulla del Giappone e della cultura giapponese. Tutti i suicidi non sono solo funzionali alla storia, ma sicuramente hanno un significato sociale e descrivono un aspetto pesante della società giapponese. Comunque sia un libro a cui va’ fatta seguire una bella lettura leggera e divertente! 😉

  4. Ciao! Io ho un rapporto incerto con Murakami…a volte lo trovo pesantissimo, altre mi cattura. Norvegian wood lo sto puntando da un po’, ma mi sono ripromessa di leggerlo dopo aver preso in biblioteca un saggio sull’immaginario giapponese che ho adocchiato su uno scaffale…magari dopo Murakami mi sarà più chiaro!
    Come libro della settimana vi propongo un manualetto: lo abbiamo letto durante l’agosto scorso, come anticipazione del corso di musica settembrino. Ho pensato che potesse esser utili a chi si avvicinerà tra qualche settimana ad uno strumento: “il mio primo libro di musica”. http://www.mammamamaste.com/il-mio-primo-libro-di-musica/
    Ciao
    Mamasté

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting