Venerdi’ del libro: Volevo essere una gatta morta

Il libro che vi presento oggi è uno di quei libri che si leggono in una serata, che mettono allegria e di cui si puo’ parlare con le amiche facendosi due risate.
A suggerirmelo, o meglio, a prestarmelo durante un weekend-solo-donne, è stata una mia amica entusiasta. Ho dovuto darle ragione: è un libro davvero simpatico.
Mia grande sorpresa è stato scorpire che il libro parla proprio dell’autrice, anche se naturalmente le situazioni sono romanzate e presentate in modo ironico.
Mi sono piaciute le conclusioni a cui giunge la protagonosta alla fine del libro e che valgono sicuramente la lettura.

I personaggi  come le situazioni  a volte appaiono troppo “tirati”, ma in complesso è un libro davvero piacevole da leggere, perfetto per una serata rillassante.

Il libro di oggi quindi è…

gatta-mortaVolevo essere una gatta morta – Chiara Moscardelli

La cosa certa, ora, è che dipende da me dare una svolta alla mia vita.

Io sono bella, piu’ dentro che fuori, s’intende, ma comunque bella, e qualcuno prima o poi se ne accorgerà. Soffrire ed essere lasciati fa parte del gioco. L’importante è mettersi nelle condizioni di poter giocare.

Ora aspetto i vostri suggerimenti! Eccoli:

Buo fine settimana, il nostro come il vostro spero non sia sotto l’acqua!

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. Qui trovate le istruzioni per farne parte.

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.


Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che nei fine settimana vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

 

 

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

38 commenti

  1. Il titolo che proponi non mi ispira ma ogni tanto c’è davvero bisogno di leggerezza e risate!!

    Io questo venerdì “recupero” l’assenza dello scorso, proponendo TRE libri per bambini davvero carini:
    http://mammavvocato.blogspot.it/2014/11/tarari-tararera-signor-bastoncino-e-un.html
    La storia del sig. Bastoncino in rima, con sei puzzle da comporre, una storia in lingua Piripù (e se non la conoscete vi consiglio di leggere!!) e un classico,il libro pop up dei mezzi di cantiere!
    Così, se dovesse piovere tutto il fine settimana, almeno non vi annoierete!

  2. L’ho letto in anteprima, perché l’autrice è la figlia di un’amica di mamma ‘povna e mi sono trovata in grandissimo imbarazzo, perché l’ho trovato insulso, vuoto, noisissimo. In una parola, scritto male. Lei sperava che le facessi una recensione, ho cercato di glissare per evitare complicazioni alla mia povera mamma. Ma che Einaudi pubblichi libri del genere per me resta un mistero.

    Io oggi parlo di un romanzo molto bello, del genere gruppo di pari e coming of age, della danese Janne Teller. Si intitola Niente e vale davvero la pena.
    https://nemoinslumberland.wordpress.com/2014/11/13/janne-teller-niente/

    1. Direi che non ti è piaciuto! ;-D
      A me invece non è dispiaciuto affatto, ma forse perchè mi aspettavo un libro leggero e senza pretese. Sarà poi che ultimamente ne ho letti di peggiori i cui autori avevano pure l’ardire di definirli “di alto livello”.
      Il tuo me lo segno in lista in attesa di tempi migliori: in questo periodo ho bisogno di un po’ di leggerezza!

      1. Non è che non mi è piaciuto, l’ho trovato proprio mal scritto letterariamente, e trovo che sia scandaloso che un libro di tale pochezza e spessore estetico sia pubblicato da Einaudi.
        Il fatto di averne letti di peggiori, o paragonabili (in Italia: Moccia, D’Avenia, Volo – per citare i primi tre e ovvi) non rende per me meno triste la politica editoriale media di questo disgraziato paese.

  3. Buon venerdì a tutti!
    Dai, anche se ‘povna l’ha bocciato a me sembra il classico libro per fare due risate e passare qualche momento spensierato.
    Invece la Denny visto il meteo avverso ci suggerisce LA PIOGGIA FA SUL SERIO di Francesco Guccini (si si, il cantautore!) e Loriano Macchiavelli! Romanzo di frane e altri delitti per investigare sull’appennino con Poiana della Forestale!!
    BUONA LETTURA E BUON FINE SETTIMANA A TUTTI!
    Kly

  4. Ciao!!
    Anche io oggi propongo un libro per bambini, anche se di solito sul blog pubblico i consigli di lettura per i piccoli di casa il sabato. 🙂
    E’ un libro che tratta un tema delicato: le ragioni dell’ateismo.
    http://www.naturalentamente.it/leggiamo-insieme-mi-scusi-per-trovare-dio-domando-piccolo-maialino/
    Nel post premetto che è abbastanza provocatorio…eppure è una lettura che a noi è piaciuta, soprattutto per il numero di questioni, domande e curiosità che ha destato nello gnomo.
    Buon fine settimana e buona lettura!!

  5. Mmhhh, credo proprio che avrà il mio scalpo ^__^
    Adesso faccio un giro per biblioteche e vedo se lo trovo.
    Io questa settimana sono andata decisamente più sul classico – ma anche il miom è un libri piacevole, leggero e che lascia dentro qualcosa:
    http://ildiariodimurasaki.blogspot.it/2014/11/labbazia-di-northanger-jane-austen.html

    Buone letture a tutti, con questa nebbia il tempo invita assai (si accettano castagne e anche dolcetti di Natale in anticipo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting