Venerdi’ del libro: Un colpo all’altezza del cuore

Venerdi’, finalmente venerdi’! Per tanti motivi tra cui il fatto che oggi si parla di libri.

Quello che vi presento io oggi è frutto di una coincidenza che mi fa sempre piu’ credere che noi del VdL siamo in un certo senso telepatiche. Ora vi racconto: scopro questo libro sugli scaffali della mia biblioteca zurighese; sono incuriosta dal titolo e dal fatto che è ambientato a Torino, città in cui ho studiato e che mi è rimasta nel cuore. Non ho mai letto nulla dell’autrice, ma lo infilo ugualmente nella mia “sporta da biblioteca” (da noi  all’ingresso della biblio ci sono i cestini della spesa pronti al’uso) e me lo porto a casa.

Me ne dimentico, leggo altro finchè il venerdi’ di quella stessa settimana mi compare la recensione di Mammavvocato: incredibile, parla proprio del libro che ho ficcato dentro la sporta da biblioteca. OK! Non posso piu’ resistere e comincio a leggerlo.

Come avvisa Mammavvocato questo libro è l’ultimo della seria dedicata alla professoressa/investigatrice Camilla Baudino. Naturalmente io sono partita dalla fine e mi sono saltata a piè pari tutti gli altri, ma dato che il libro mi è piaciuto e lo stile della scrittrice pure, mi sa che mi toccherà prenderli in mano tutti. Mi sacrifichero’!

Il libro di oggi quindi è…

un colpo all'altezza del cuore oggeroUn colpo all’altezza del cuore – Margherita Oggero

Se si riesce a osservare un po’ di sbieco quello che ci è successo (ma ci si riesce solo quando si è lievemente defilati, cioè in parte fuori, con un piede ancora dentro e l’altro oltre la linea di confine), il panorama del passato cambia non dico totalmente, ma in buona parte. Si vedono particolari prima inavvertiti, si scoprono dettagli che erano avvolti nella nebbia dell’autoinganno, le montagna si riducono a collinette, quello che ci sembra il rumore del mare risulta essere soltato lo scroscio di una tubatura liberata dall’ingorgo.

 

Ora non mi resta che attendere i vostri suggerimenti!! Eccoli:

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. Qui trovate le istruzioni per accedervi. Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Buon weekend il nostro sarà primaverile… almeno cosi’ assicurano!!

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che nei fine settimana vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

33 commenti

  1. Un’amica virtuale direbbe che il club del Venerdì del libro crea dei legami che vanno oltre: si crea sinergia e sintonia “telepatica” perché c’è molto di più di una condivisione di libri 😉
    Oggi ritorno con un libro particolare, di una piccola casa editrice, che mi ha portato in Giappone e nella realtà di quel paese. Mi piaciuto parecchio e non posso che condividerlo con te e con le altre amiche del Venerdì: http://www.lasolitamamma.it/2014/03/stella-stellina-di-ekuni-kaori.html
    Buon fine settimana 🙂

  2. Lo dico sempre che i vostri consigli sono preziosi, anzi adoro il venerdì proprio per leggere le vostre sensazioni!!!
    Grazie a te per questa possibilità

    Oggi, in occasione della commemorazione dell’8 Marzo, rifletto su come poter insegnare ai miei figli Maschi il rispetto della Donna, ma in senso più ampio del rispetto verso tutti gli altri, cercando spunti letterari (ovviamente).
    http://ateaforu.blogspot.it/2014/03/insegnare-il-rispetto-ai-bambini.html

  3. Sempre utili i vostri consigli di lettura, specialmente quelli dedicati ai piccoli . . . che io tengo presenti per i libri da comprare al PiccoloLord! 😉

    Io, però continuo, sul mio blog, a parlare di libri da “grandi” . . . oggi un libro da leggere e su cui riflettere. 🙂
    http://hovogliadichiacchiere.wordpress.com/2014/03/07/labbraccio-benedicente-venerdi-del-libro-9/

    Salutoni a tutti, torno sotto le coperte, che sono preda dei mali invernali! Fior

    1. Suster, la Oggero non ha davvero niente a che vedere con Camilleri, e attinge, se mai (ma in maniera volutamente assai più disimpegnata della già disimpegnata verve dei suoi modelli) alla tradizione del poliziesco à la torinese di Fruttero (e Lucentini). Per disintossicarti da Camilleri, restando in zona, io ti consiglio innanzi tutto Piazzese, molto piacevole e molto intelligente (ne ha scritti tre). Magari la prossima settimana ne parlo al venerdì, se riesco a fare in tempo!

  4. Del legame che si è creato tra chi partecipa alla tua importante iniziativa, cara Paola, ne sono consapevole anch’io.
    Sul blog oggi propongo un altro libro della casa editrice Minibombo (quello che è piaciuto di più a me): è adatto a bambini abbastanza piccolini che si divertiranno sicuramente a giocare e a indovinare quali animali si mimetizzano tra le pagine colorate.
    A seguire una breve intervista a Chiara, responsabile dell’ufficio stampa.
    Buon we.

    1. Dobbiamo smetterla io e te, pero’: ho comprato giovedi’ il libro di Chiara Gambarale!!
      ‘sta cosa mi preoccupa 😀

  5. Buongiorno mie care,
    mi aspetta un we molto divertente, all’insegna delle ultime manifestazioni dedicate al carnevale ed è anche per questo che ho deciso di proporvi oggi due libri illustrati per bambini molto divertenti.
    Il loro autore, il tedesco Nikolaus Heidelbach, in una intervista ha detto: “Ho imparato da Sendak, Ungerer e Gorey che nella letteratura per ragazzi non ci sono limiti di sorta. Indecenza, impertinenza, brutalità sono aspetti ineliminabili“.

    Beh, libri impertimenti sono, ma anche tanto e tanto divertenti. si intitolano Cosa fanno i bambini? e Cosa fanno le bambine? e potete scoprirli a questo link

    http://towritedown.com/2014/03/07/cosa-fanno-i-bambini-e-le-bambine/

    Vado ora a leggere i vostri consigli!

    Grazia

  6. Non conosco il libro di cui parli, ma recupererò. Mi piace molto quest’appuntamento settimanale: si conoscono bei libri e si incontra bella gente!
    Per questa settimana un libro forse già noto, ma che mi piace ricordare perché scandaglia con rara sensibilità il mondo dell’adolescenza, Bianca come il latte, rossa come il sangue, di Alessandro D’Avenia. E’ un “romanzo di formazione”, la storia di un sedicenne innamorato, che cresce attraverso una scuola difficile, dolorosa ma bellissima. Da leggere, anche per capire meglio i nostri figli.
    http://dolcezzedimamma.blogspot.it/2014/03/delladolescente-maschio-analisi-e.html

  7. I consigli di Mammavvocato vanno sempre seguiti! mi ha fatto scoprire belle chicche! la frase che hai riportato mi incuriosisce, anche se il genere non è proprio il “mio”…
    io torno dopo un bel po’ di tempo di lontananza (sigh!) con un consiglio per un bel regalo da fare ai bambini di 9-10 anni.
    Eroi.
    Briganti.
    Azione.
    Avventura.
    Giganti.
    Amore puro.
    LA STORIA FANTASTICA. Chi ricorda il film??? Il libro non è da meno. Ricordi di un’infanzia che sembra lì, dietro l’angolo…

    http://www.mammaorachefaccio.com/2014/03/la-storia-fantastica-il-libro.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting