Venerdi’ del libro: Pippi Calzelunghe

Qualche mese fa avevamo letto Emil e PF ne era rimasto entusiasta. Cosi’ il fantasmino dei denti ha deciso di fargli trovare sul tavolo le avventure di Pippi Calzelunghe.
Come già vi dicevo, a me non è mai piaciuto: mi ha sempre messo un gran tristezza e acnhe un certo nervoso. Volevo pero’ sentire il parere di PF e cosi’ ci siamo imbarcati nella lettura.

Il fantasmino ha scelto la versione con le illustrazioni di Lauren Child, che io adoro! Si vede che il fantasmino ha buon gusto!! Qui trovate il sito di questa illustratrice, molto particolare cosi’ come le sue opere (attenzione pero’ quando lo aprire: c’è la musica in sottofondo!).

Il libro lo abbiamo praticamente divorato. A PF  naturalmente è piaciuto molto. Sentirlo ridere di gusto alle monellate e alle bizzarie di Pippi, l’ha fatta diventare piu’ simpatica anche a me. Qualcosa pero’ non gli è proprio piacuto: in primo luogo le tantissime bugie dette da Pippi e poi il suo comportamento a scuola. Lo prendo come un buon segno!

Il libro di oggi quindi è:

Pippi Calzelunghlibri-per-bambini-pippi-calzelunghe-illustrato-da-lauren-child-1e – Astrid Lindgren

 

Era la piu’ curiosa bambina che Tommy e Annika avessero visto: era Pippi Calzelunghe che iniziava la sua passeggiata.

i suoi capelli color carota erano stretti in due trecce, ritte in fuori; il naso pareva una patatina ed era spruzzato di lentiggini. E sotto il naso si apriva una bocca decisamente grande, con due file di denti bianchissimi e forti. Il suo vestito era molto originale: Pippi se l’era cucito da sola.

Ora aspetto i vostri preziosi suggerimenti!

Qui trovate tutti libri degli scorsi Venerdi’ del libro. Eccoli:

Buon fine settimana a tutti voi! Io incricio le dita che il nostro sia soleggiato!!

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che nei fine settimana vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

58 commenti

  1. Non conoscevo questa versione illustrata…poi con la musica… penso che potrei iniziare a cercarlo per il Patato: e’ presto per leggere ma musica e belle illustrazioni non ci bastano mai!!!:)
    Io questa settimana racconto di un libro per piccoli viaggiatori che crescono: un souvenir acquistato in viaggio che ci ha aiutati ad ingannare l’attesa e con la sua musica ci regala sorrisi!
    E…chissa’ che non si cresca viaggiando a ritmo di musica!:)
    Buon we!
    Fra
    http://www.patatofriendly.blogspot.it/2013/08/libri-in-viaggio-piccoli-viaggiatori.html

    1. Claudia, Lauren Child è la mamma di Charlie e Lola! Noi li adoriamo in tutte le salse: alla tv e anche sui libri (e tra l’altro per certi versi, è simile a Pippi, la nostra Lola…)
      Allo stesso modo adoriamo Pippi.
      Per me è una passione che viene dall’infanzia: il mio libro di Pippi è parecchio vissuto, pieno di fiori raccolti e messi a seccare, con pagine più consumate, segnalibri disegnati da una polepole piccola e curiosissima, a segnare le pagine più belle (perché all’epoca le orecchie ai libri non si facevano, guai!).
      Pippi è una bugiarda, sì, ha un sacco di difetti, ma è una bambina che – quando è tardi, la sera – si dice da sola di andare a dormire. E se non lo fa, si prende per le orecchie e si fa anche una bella brontolata.
      Pippi è una bambina che vive sola, che si prende cura di un sacco di esseri viventi oltre a se stessa e sì, fa un po’ tristezza questa cosa, se la guardi con gli occhi di un adulto. Ma Pippi è un essere speciale, agli occhi di un bambino: è forte fortissima, sa tenere a bada i prepotenti, sa cucinare pranzi speciali, ha sempre una parola buona (e tante sorprese) per i suoi amici.
      L’ho vista sempre così, da piccola. E ora, che la vedo con occhi diversi, mi rendo conto di quanto mi abbia insegnato questa piccola brigante. Condivido quello che scrive Tinella più sotto: indipendenza e autonomia.
      Che ai nostri piccoli non fa per niente male imparare…

      1. Ciao polepole, non ricordavo il nome del cartone animato e sì: è Charlie e Lola! Che carina la tua descrizione di Pippi, molto particolare. Sicuramente quasi tutti i bimbi la amano mentre io non lo so! Però sono sicura che da piccola piaceva molto anche a me, il libro però non ce l’avevo.

      2. Non conosco la versione cartone animato di Charlie e Lola! :-S Su che canale lo danno?

        Mi piace la tua descrizione di Pippi. In effetti tutti i lati positivi che menzioni sono quelli che hanno piu’ colpito PF! Vista in questo modo, me la fai diventare simpatica…

  2. Invece di parlare di libri che ho letto (in questa settimana ho letto la “selezione” di 3 romanzi in un libro (appunto della Selezione della Narrativa Mondiale del Reard’s Digest) preso alla Biblioteca del CentroCommerciale) . . . vi parlo di un libro per bambini che per me è stato una piacevole scoperta! 🙂

    http://hovogliadichiacchiere.wordpress.com/2013/08/30/disegnare-con-le-mani-venerdi-del-libro-3/

    Spero sia interessante anche per voi! 🙂

    Ciao, Fior

  3. Sempre amato moltissimo Pippi: senza genitori tra i piedi, libera di fare quel che voleva e con un padre di larghe vedute e spesso molto distante. Una situazione invidiabile e io gliela invidiavo, insieme alla sua valigia di monete d’oro, l’enorme casa piena di tesori, la capacità di organizzarsi la vita e la forza fisica. Non credo proprio sia un caso, se è nata in Svezia. E, ripensandoci, è anche una magnifica parodia del tema della Povera Orfanella.
    E’ un personaggio che risveglia strane corde. Un’amica mi confidò che il finale le metteva addosso una gran tristezza, perché si capisce che nemmeno Pippi riesce a fermare il tempo. Per me, che non avevo niente in contrario all’idea di crescere, andava bene anche così. E se qualche volta era oggettivamente un po’ sopra le righe (ma quelle dame di beneficienza, e la loro micidiale minestra d’avena!), beh, andava bene lo stesso ^__^

    1. In effetti nemmeno lei ce la fa a ferma il tempo.
      Pero’ vista come parodia del tema “povera orfanella”, la storia mi intriga di piu’!

    1. Carino il libro che proponi, mi incuriosisce.
      Purtroppo non riesco a commentare sul tuo blog…da mesi ho problemi con blogspot, non mi fa scrivere nessun commento né dandogli il mio indirizzo wordpresse, né lasciandolo in bianco! Non capisco cosa debba fargli per ripristinare la cosa…boh! 🙂

      1. Grazie per aver commentato qui 🙂 purtroppo però non so assolutamente cosa consigliarti per risolvere il problema che riscontri con blogspot 🙁

  4. Ahahahh certo prendilo come un buon segno di PF, che non diventerà un Pippi Furfante! 🙂
    Questa settimana torno con una recensione che ho preparato per voi seguaci del venerdì del libro, da me si parla di “La verità è che non gli piaci abbastanza”. Carino, simpatico e, ahimè, anche veritiero!
    Buone letture a tutti, ciao ciao!

  5. Una versione simile, che all’epoca Vallardi intitolava “Pippi Calzelunghe per i più piccini”, ce l’avevo anche io da piccola. Ed è un bell’esempio, peraltro all’epoca approvato e curato dall’autrice, di riduzione. L’originale in versione integrale, poco dopo, me lo sono divorato di guato e da lì è partito il mio amore per la Lindgren (che all’epoca era tutta Vallecchi/Vallardi). Se a lui è piaciuto anche Emil, io consiglierei di cercargli almeno anche Il libro di Bullerby (sempre genere avventure di bambini in fattoria) e soprattutto i tre libri di avventure sul modello di (semi)-addomesticamentomoer bambini del prototipo della saga norrena: Mio piccolo Mio (il più semplice), I fratelli Cuordileone e Ronja. Meglio se illustrati da uno degli illustratori più amati dalla stessa Lindgren, Ilon Wikland.

    1. Ti adoro, lo sai?? 😀
      Ho già prenotato I fratelli Cuordileone e Mio piccolo Mio. Non riesco a trovare on line Il libro di Bullerby, lo cerchero’ direttamente il libreria.
      Grazieeeeee!

  6. Ciao zia Paola,
    tornati domenica sera dalla Corsica, apro oggi il sito e chi ti vedo sul venerdì del libro? Il nuovo amore di Tata Iaia ovvero Pippi Calzelunghe! Peccato che io lo consideri uno dei libri più diseducativi della storia. A parte che anche a me non è mai piaciuto, come te la vedi Tati che ieri sera chiedeva “mammmaaaaaaaa posso tuffarmi e volare?” “Noooooooooooooooooooooooooo” ” ma “Pippi vola e anche io voglio volare!” Arghhhhhhhh e dire che a noi volevano proibire Goldrake per evitare saltassimo dalle finestre.
    Un bacio grandissimo a tutti e tre xxxxxxxxxxxxxxx.

    1. Ziaaaaa Titti, come state??
      A me avevano proibito di vedere Peter Pan per il problema dei voli netturni O_o

      Forse per Tata Yaya è un po’ presto per introdurre Pippi, anche che se con i codini sarebbe da mangiare di baci.

      Ma quando ci venite a trovare?? Prima di essere sommersi da 8 metri di neve, spero!!

      Un bacione

      1. Io ho sempre il problemino pratico dell’essere senza più ferie…ma se ben ricordo ad ottobre zio Marco dovrebbe avere una settimana….vediamo come risolverla. Il problema con Pippi è che si è auto-introdotta: Tati ha visto in un flash il signor Nilsson e ha voluto vedersi tutta la puntata. Quando poi è passato Zietto….si è iscritta al fanclub.
        Appena Marco me le condivide ti giro le ultimissimi scatti al mare. Un baciottone

  7. Attendo con ansia gli scatti!!
    In effetti Zietto è irresistibile anche per Ale 😀
    Dai che riuscamo ad organizzare: sarebbe bellissimo avervi qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting