Venerdi’ del libro: C.A.S.E.

Anche questo libro, come molti, ci è stato prestato da Edyta che come sempre ne scova di meravigliosi.

Lo abbiamo sfogliato per curiosità attratti dal sottotitolo che recita “Costruzioni Audaci Strane ma Efficaci” e ci siamo trovati a leggerlo di gusto.

Le illustrazioni sono accattivanti e le spiegazioni semplici e divertenti: il mix giusto per incuriosire e farti piacere un libro.

Grazie a questo libricino abbiamo fatto i primi passi  alla  scoperta dell’architettura contemporanea ed anche un bel ripassino di geografia, alla ricerca dei posti dove questa magnifiche case sono ubicate.

Questo ü decisamente un libro che consiglio a tutti: grandi e piccini! Un libro che vi farà innamorare!

Se volete darci un’occhiata, provate a sfogliarne alcune pagine: l’editore Comma 22 le mette a disposizione!

case libro di architettura per bambiniC.A.S.E – Costruzioni Audaci Strane ma Efficaci” – A. Machowiak e D. Mizielinski

…vi mostreremo quante forme possono avere le case e che idee stravaganti hanno a volte gli architetti. Conoscerete case pensate per finalità pratiche e case in cui la funzionalità è messa in secondo piano, mentre cio’ che piu’ conta è l’aspetto sorprendente della costruzione. Capirete che avventura fantastica puo’ essere conoscere nuovi edifici e che arte meravigliosa è l’architettura.

Ora aspetto i vostri suggerimenti! Eccoli:

Qui trovate tutti libri degli scorsi Venerdi’ del libro

Buon fine settimana! Per noi sarà sotto il segno dell’improvvisazione, nella speranza che il tempo regga!!

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che nei fine settimana vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

 

Ti potrebbero anche interessare...

48 commenti

  1. Eccomi . . . spiacente che il PiccoloLord sia ancora troppo piccolo per apprezzare il suggerimento di oggi, prevedo per lui un futuro nell’ingegneria di costruzioni, veloce e avvenieristico nel montare le rotaie del suo trenino di legno. Volto verso l’alto nell’uso delle costruzioni a mattoncini, con soluzioni ardite, questo libri gli piacerà . . . mi segno il titolo per il futuro (e intanto vado a vedere se c’è in Biblioteca). 🙂

    Intanto, ecco il mio post di questa settimana: http://hovogliadichiacchiere.wordpress.com/

    Buon FineSettimana! Ciao, Fior

  2. Mi ispira un sacco, penso che lo cercherò, grazie!
    Piccolo OT: L’altro giorno son stata a Livigno e passando per la Svizzera vedendo i bimbi che andavano a scuola – da soli!- vi ho pensati 🙂 te lo scrivo qui: buon inizio anno scolastico, vi leggo, eh!
    Torno in tema e vi propongo l’ennesimo, per la mia estate da lettrice compulsiva, libro da ombrellone http://ilmondodici.blogspot.it/2013/08/libri-il-colore-trasparente-della-notte.html
    Presto arriveranno recensioni di letture più *pese* ma per l’estate ho deciso per un regime di leggerezza

    1. Grazie per gli auguri! E si’: andiamo a scuola da soli! Nel senso che lui va scuola da solo con i suoi amichetti e io dall’altra parte al mio corso di tedesco 😀

      Io mi sono ributtata sulle letture pese (il prox venerdi’ vedrete!!), ma per noi è già autunno!

      1. allora mi aspetterò tanti consigli su letture…eterogenee!!??
        Sfidiamoci in una gara di CONSIGLI, CHE NE DICI?
        BUONA FINE SETTIMANA E UN BUON ANNO ” lui va scuola da solo con i suoi amichetti e io dall’altra parte al mio corso di tedesco”
        simonetta

    1. Cara Povna, oltre a seguirti tra i miei blog, mi inserisco a proposito del libro di cui tratti questa settimana: L’ho letto in tutta la copiositò delle pagine ed ho capito forse i motivi del successo editoriale: per quale ragione sforzarsi di essere originali quando i cliché funzionano così bene? Il vero segreto, secondo me? l’ambientazione di questo thriller coincide col nostro dannato immaginario – e nel nostro immaginario noi ci stiamo bene.
      saluti di fine agosto
      simonetta
      P.S. se vuoi puoi seguirmi su http://leggereper.wordpress.com/
      unica pagina, per ora, Simo segnala qualcosa di particolare

      1. Dato che ora voglio togliermi la curiosità, ma non voglio butatr via soldi, mi sa che me lo faro’ prestare da qualche amica caritatevole!!

      2. Ogni libro è dentro, e interpreta, l’immaginario di un’epoca, all’interno del quale trova spazio l’identificazione del nostro immaginario individuale. Lavorando con il mondo editoriale da più di 15 anni, non ho nessuna difficoltà a sapere come questo successo sia stato costruito e funzioni (la mistura poliziesco +Harmony ultimamente è una garanzia non da poco. Di thriller qui c’è veramente poco più di una vaga parodia).
        La mia domanda è se i suoi novanta anni possano giustificare in Marc Fumaroli, che ha insegnato la critica letteraria a noi tutti, una tale sbandata. Quello che mi interessa, insomma, non sono le ragioni del successo di pubblico, che mi sono chiarissime. Ma quello di certa critica, normalmente affidabile, fuori dai giri editoriali e non infame.

    1. Mi segno i tuoi libri!

      PF ama i libri, sa leggere, ma non ha la pazienza di leggere i libri da solo cosi’ li leggiamo insieme: un po’ noi e un po’ lui!
      Nel nostro caso molto dipende anche dal fatto che tutti i suoi amici tedeschi non sanno ancora leggere e non amano farsi leggere dagli adulti, per cui si sente “diverso”. Quando torniamo in Italia e vede gli amichetti italiani leggere allora ci si butta anche lui a capo fitto.
      Spero che con l’inizio della scuola le cose migliorino. Sono ottimista visto che già dopo 3 giorni tutta la classe era nella biblioteca della scuola a prendere a prestito i libri!!

      Le schede/le relazioni/le domande hanno sempre stressato un sacco anche a me e rischiano a volte di allontanare i bimbi dall’amore per lettura. Secondo me se ne si abusa, possono essere controproducenti.

    1. Cara kermate, il titolo del libro che consigli mi ha colpito ed allora mi sono messa in movimento ed in rete ho trovato della critiche positive come queste che riporto
      «Finalmente un libro sereno, che fa sorridere e riflettere sulle piccole manie maschili, come quella di voler programmare e organizzare tutto, anche l’improgrammabile come i sentimenti.
      Un libro ironico e divertente con un protagonista che in forma esasperata cerca la donna ideale attraverso un questionario e che invece si imbatte nella donna della sua vita che rappresenta tutti i limiti e i difetti evidenziati dal suo questionario. E il “Progetto Moglie” sembra naufragare e viene salvato solo dalla forza di quel difetto meraviglioso che si chiama amore.
      Potrebbe essere il libro dell’estate. Decisamente consigliato…»
      – Francesca, libraia

      «Dialoghi spassosi, una storia per niente scontata.Un libro divertentissimo.»
      – Maria Elena, libraia
      Sono sì consigli di chi lavora giornalmente in Libreria ma forse perepisce il polso della situazione anche se sugli umori di chi entra in libreria bisognerebbe scrivere di più…
      simpaticamente
      simonetta

    1. Per prima cosa sono contenta di sapere delle dimissioni di tua suocera e secondo “incrocio le dita” tutte quante!!

      Il libro che proponi è veramente peso: l’ho letto in vari momenti della mia vita e devo dire che, ogni volta, l’angoscia mi è sempre rimasta addosso. Da leggere assolutamente almeno una volta!

    1. Cara mamma avvocato mi sono incuriosita alla tua porposta del venerdì corrente del libro e la mia documentazione mi ha convinta a trovare questo libro che deve essere molto leggero e divertente: infatti alcuni in rete scrivono ” chi è quel ragazzo di nicole de buron ,in assoluto il mio libro preferito.
      molto difficile trovarlo,però ironico e divertente. Vi si raccontano le avventure/disavventure di una mamma,come in genere siamo noi alle prese con figli/e adolescenti ed i loro primi amori (“improbabili esseri bianchi come lombichi nerocchialuti con cui loro si chiudono in camera a fare chissà cosa.Ma il peggio è quando tesoruccio arriva a chiedere a sua MAMMA di accompagnarla dalla ginecologa per prendere la pillola,tutto ciò mentre MAMMA è a fare il bagno e rischia di affogarci dentro per lo shock!….Si intrecciano poi le vicende della figlia maggiore sposata e della consuocera tigre,perfetta donna in carriera,personaggi divertenti. Credo che per certe scene ci sia molto da ridere …. senza meno un libro per ritrovarci da ragazze e immaginarci MAMME di adolescenti in amore.
      con simpatia
      simonetta

      1. Mi piace leggere in francese, ma confesso che è da tantissimo che non prendo in mano un libro in questa magnifica lingua. perchè non cominciare con il tuo.
        Il commento di Simonetta poi mi ha fatto raddoppiare la voglia di comprarlo 😀

    1. cara Murasaki, mi sono documentata sul libro che proponi ed ho trovato spunti interessanti come questo: in “Adolescenti. Una storia naturale”, l’autore Bainbridge ci spiega perché i grandi si dovrebbero inchinare agli under 20, la vetta più alta della specie. Sconvolgimenti emotivi e tempeste ormonali fanno parte del gioco più importante: crescere!!!
      Vuole convincere sia gli under 20 che i loro genitori che l’adolescenza è ciò che ha portato al successo degli uomini sulla Terra e rappresenta perciò la “vetta autentica” della esistenza umana. Forse ci vuole insegnare – ricordare il duro gioco di diventare grandi?
      Sottocapitoli: Il top della specie. Una questione di cervello. L’età delle trasformazioni. l vortice delle emozioni. Se gli adulti “rosicano”
      MORALE: “Mi chiedo quanta della nostra irritazione nei loro confronti derivi dal fatto innegabile che sappiamo che un giorno o l’altro ci soppianteranno. Ben presto saranno loro gli adulti che stabiliscono codici, etica e leggi, e noi saremo messi da parte” citazione dell’autore
      alla prossima, saluti cordiali
      simonetta

      1. C’è stato un periodo che per lavoro ho letto una montagna di libri sull’adolescenza e la maggior parte li avevo travati deprimenti: l’adolescente era sempre visto come problematico o potenzialmente problematico. Insomma un punto di vista che mi è sempre stato stretto!
        Mi segno il tuo libro perchè mi incuriosisce molto!

  3. io ancora non ho un libro da proporre anche se ho appena finito di leggerne uno. comincerò a riscrivere tra qualche giorno. ora pausa anche se ti leggo sempre. Quello che proponi questa settimana è favoloso. ho letto anche di D.E.S.I.G.N.. Io adoro questo tipo di libri su case, interni, design e così via. ho sfogliato qualche pagine dal link che hai segnalato e proverò a cercarlo. siamo curiose.

  4. Innanzitutto un buon fine settimana al gruppo ch segue questa iniziativa e ne è parte attiva, il mio consiglio di lettura per questo venerdì era già pronto dalla settimana scorsa ma vari impedimenti mi hanno costretto a rimandare a oggi 24 agosto.
    Il libro che “metto nella nostra libreria vistuale” è “la macchina degli abbracci” di Temple Grandin, una donna che fin dalla prima adolescenza, guidata da una madre eccezionale, ha annullato i suoi momenti difficili potenziando il proprio quoziente intellettivo già ragguardevole studiando e avvicinandosi ad un “mondo di abbracci” che le hanno permesso di raggiungere alte vette nel campo scientifico e culturale.
    Il resto è “La macchina degli abbracci”
    il link http://letturesenzatempo.blogspot.it/2013/08/la-macchina-degli-abbracci-ed-il-mondo.html

    P.S. Tra i libri proposti stilo una mia breve lista: C.A.S.E – Costruzioni Audaci Strane ma Efficaci (utilissimo per percorsi interdisciplinari-qui si sente la Prof che ne ha divorati di libri!per la didattica e non solo, Roald Dhal, Amica terra, Adolescenti una storia naturale,sul caso Quebert c’è da dire molto sia in positivo che in negativo… Insomma il gruppo sta crescendo nei consigli e nello spessore di quanto si commenta e si posta
    a presto
    simonetta-che-dice-cerchiamo-di-visitare-i-nostri-blog-con-più-frequenza-e-lasciamo-un-segno-del-nostro-passaggio-interagiamo

    1. Che magnifico libro il tuo! E’ in lista!

      Colgo l’occasione per ringraziarti dei tuoi preziosi suggerimenti e dei commenti che lasci che arricchiscono ancora di piu’ questa pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting